Articolo
08 mar 2018

Nuovo servizio trasporto combinato marittimo fra interporto Padova e porto Livorno

di mobilita

È partito ieri dall’interporto di Padova verso il porto di Livorno il nuovo servizio di trasporto combinato marittimo gestito dal Polo Mercitalia.  Lo ha annunciato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane, Renato Mazzoncini, durante Green Logistics Expo, il Salone internazionale della logistica sostenibile, in corso alla Fiera di Padova fino al 9 marzo. Il servizio, nella prima fase, avrà una frequenza bisettimanale. I treni (lunghi 500 metri, 1.300 tonnellate) avranno in composizione carri in grado di trasportare, per ogni viaggio, fino a 54 TEUs, anche high cube. Con questo nuovo servizio il Polo Mercitalia si propone al mercato con un assetto organizzativo totalmente integrato che gli consentirà, come unico player, di gestire in modo più efficace i rapporti con i clienti, da origine a destinazione, presidiando tutte le attività operative: trazione ferroviaria, attività di manovra e terminalizzazioni stradali. Inoltre, saranno garantite informazioni in tempo reale sullo stato e la posizione dei trasporti e interventi rapidi in caso di problemi o inconvenienti.  “Il nuovo servizio, oltre a rafforzare ulteriormente i consolidati rapporti di collaborazione che le società del Polo Mercitalia hanno con l’interporto di Padova e il porto di Livorno, offre un’importante opportunità di rafforzamento competitivo per tutte quelle realtà industriali e commerciali del Nord-Est italiano che fanno delle import/export overseas delle merci una leva di differenziazione”, ha dichiarato Marco Gosso, Amministratore Delegato di Mercitalia Logistics, la sub-holding del Polo Mercitalia. “Questo nuovo servizio rappresenta un ulteriore tassello nel percorso di miglioramento e potenziamento delle attività del Polo Mercitalia in Italia, come previsto dal Piano industriale 2017-2026 del Gruppo FS Italiane, e – ha concluso Gosso – è un concreto esempio del concetto di ‘interfaccia commerciale unica’: mettere a disposizione dei clienti tutti i servizi offerti dalle diverse società del Polo Mercitalia, senza dover interagire con più soggetti diversi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mar 2018

ROMA | Destinati 36 mln per quattro nuovi treni della Metro C

di mobilita

Destinati a Roma 36,4 milioni di euro per l’acquisto di quattro nuovi treni della metro C per la tratta T3, fino ai Fori Imperiali. Si tratta di risorse ripartite dal Fondo nazionale per i servizi di trasporto pubblico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.  “Un’ottima notizia per la Capitale”, commenta l’assessora Linda Meleo (Città in Movimento). L’Amministrazione, afferma Meleo, sta portando avanti il progetto della Linea C. E “questi nuovi treni garantiranno un servizio migliore per gli utenti che potranno beneficiare di nuove fermate e collegamenti più veloci. Grazie alla collaborazione proficua con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è stato raggiunto un risultato che si tradurrà in un servizio in più per i cittadini”.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
08 mar 2018

MILANO | Dal Governo 40 milioni per la metrotranvia Milano-Limbiate

di mobilita

 "Prosegue il piano di investimenti del Governo a favore dello sviluppo del trasporto pubblico anche a Milano". Così Marco Granelli assessore alla Mobilità in merito alla notizia della firma da parte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, del decreto di riparto di 191,02 milioni di euro del fondo per migliorare l'offerta di servizi di trasporto pubblico locale nelle aree metropolitane destinato alle reti metropolitane, le linee tranviarie e il materiale rotabile. "Oggi - riprende l'assessore- vengono destinati alla realizzazione della metrotranvia Milano-Limbiate 40 milioni di euro in particolare per la seconda tratta, quella fino a Limbiate, e servono quindi a completare l'intera linea. Il finanziamento per Milano si aggiunge ai 103 milioni dello scorso 22 dicembre. Le infrastrutture per il trasporto pubblico sono importanti per migliorare la sostenibilità, la qualità dell'aria e della vita dei cittadini, per aumentare l'offerta del tpl anche per chi abita fuori città e quindi diminuire l'uso dell'auto privata e la congestione".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2018

Firmato decreto che assegna risorse per 191 milioni alle metropolitane

di mobilita

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha firmato un decreto di riparto di 191,026 milioni di euro del fondo per migliorare l’offerta di servizi di trasporto pubblico locale nelle aree metropolitane, destinato alle reti metropolitane, alle linee tranviarie e al materiale rotabile. “Continuiamo a investire risorse per la cura del ferro nelle città metropolitane e per il trasporto dei pendolari – commenta il Ministro Delrio – per migliorare la sostenibilità e la qualità di vita nelle città”. Per assegnare le risorse si è tenuto conto delle indicazioni dell’Allegato al Def 2017 “Connettere l’Italia: fabbisogni e progetti di infrastrutture” e delle linee guida per la valutazione degli investimenti in opere pubbliche del Ministero. Gli interventi selezionati corrispondono a caratteristiche di urgenza, priorità, maturità progettuale, coerenza con  il rinnovo del parco veicolare, potenziamento delle linee o completamento, estensione della rete. I 191,026 milioni destinati ai sistemi di trasporto rapido di massa sono stati così ripartiti: Milano, metrotranvia Milano-Limbiate, secondo lotto, 40 milioni. Torino, metropolitana – Linea 1, 21,74 milioni di cui: ampliamento officina 7,44 milioni  e fornitura due treni 14,3 milioni. Genova, metropolitana, fornitura di tre unità di trazione, 15 milioni. Firenze, linea tranviaria 2, tratta Sesto Fiorentino-Polo Scientifico, 29,9 milioni. Roma, metro C, tratta T3,  fornitura di 4 treni, 36,4 milioni. Napoli, metropolitana, linea 6, tratta Mostra-Arsenale-Campegna, 38 milioni. Catania, tratta metropolitana Ferrovia Circumetnea, fornitura revamping materiale rotabile, 9,986 milioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2018

NAPOLI | Il 1 aprile riparte la funivia del Faito

di mobilita

Il prossimo 1 aprile riparte la funivia del Faito dopo 4 mesi di stop per i lavori di messa in sicurezza. Lo annuncia Eav. L'impianto in soli 8 minuti collega il Comune di Castellammare di Stabia con il Monte Faito.  La Funivia del Monte Faito è una funivia bifune a va e vieni. Collega il comune di Castellammare di Stabia (stazione inferiore a 9 mt s.l.m.) con il Monte Faito (stazione superiore a 1.092 mt s.l.m.), che insiste nel comune di Vico Equense. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2018

BOLOGNA | Avviati i test dinamici sui mezzi Marconi Express

di mobilita

Oggi, nel rispetto della pianificazione del progetto del People Mover di Bologna e di quanto anticipato nei mesi scorsi, è stata avviata la fase di prove e di test dinamici sui veicoli che costituiranno l’elemento fondamentale per il collegamento veloce dell’aeroporto con la Stazione Centrale delle ferrovie. Marconi Express, con il team di tecnici impegnati nel progetto, sta infatti dando seguito a prove di circolazione dei veicoli sulla porzione di tracciato di monorotaia al momento terminata, cioè tra la stazione del Lazzaretto e il terminal in aeroporto. Da oggi i veicoli Marconi Express iniziano pertanto i test di circolazione sulla monorotaia sopraelevata nel tratto già completato. Le strutture del tracciato hanno nel frattempo già superato tutti i necessari processi autorizzativi per l’apertura della circolazione veicolare. I lavori del progetto People Mover proseguiranno nelle prossime settimane nel rispetto del cronoprogramma già pianificato Ti potrebbero interessare: Marconi Express, arriva la prima vettura Marconi Express: continuano i lavori del people mover di Bologna

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2018

ROMA | Approvata la delibera per la riqualificazione dello stadio Paolo Rosi

di mobilita

Approvata  in Giunta la delibera relativa allo Stadio Paolo Rosi, che diventerà finalmente la Casa dell’Atletica Romana.   Roma Capitale e FIDAL hanno raggiunto un accordo di cooperazione con l’obiettivo di riqualificare lo stadio partendo proprio dal ripristino del manto della pista di atletica e delle annesse pertinenze. L’obiettivo è quello di promuovere valorizzare e diffondere lo sport ed in particolare l’atletica leggera nelle varie fasce d’età della popolazione, con particolare riguardo alle categorie disagiate e alla terza età. Verranno inoltre messe a disposizione ogni anno otto borse di studio per i giovani talenti dell’atletica romana. “Finalmente avremo la Casa dell’Atletica Romana, la quale diventerà un vero e proprio polo di riferimento e di aggregazione per le diverse specialità sportive dell’atletica. Grazie alla convenzione di Roma Capitale con la FIDAL quest’ultima si impegna a ripristinare il manto della pista, restituendo così alla cittadinanza lo stadio in tutta la sua bellezza" dichiara l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Daniele Frongia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2018

ROMA | La “Nuvola” nel nome della stazione metro Eur Fermi

di mobilita

In linea con la strategia di valorizzazione del turismo congressuale, l’Amministrazione capitolina inaugura una campagna promozionale all’interno della fermata metro della linea B “Eur Fermi”. Soggetto della cartellonistica, l’avveniristico Centro Congressi “La Nuvola” gestito da Roma Convention Group S.p.A., prossimo alla stazione e identificativo della fermata stessa, che fino al mese di gennaio 2019 assumerà la denominazione provvisoria “Eur Fermi – La Nuvola, Roma Convention Center”. Un’iniziativa portata avanti con la collaborazione di Convention Bureau Roma e Lazio e di Atac, con il duplice obiettivo di potenziare l’immagine della convegnistica romana, e facilitare la localizzazione del centro congressi da parte di quanti lo raggiungono avvalendosi del trasporto pubblico. La campagna pubblicitaria, ideata da Inarea e allestita da IGPDecaux, è promossa dal Dipartimento Turismo, Formazione e Lavoro di Roma Capitale, e coglie i dettagli più suggestivi della struttura, che sta già ospitando numerosi eventi di settore, tra cui a ottobre prossimo il congresso dell’IBA – International Bar Association, per il quale sono attesi 7.000 congressisti. “La domination della fermata metro Eur Fermi – dichiara l’assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale Adriano Meloni –rientra nella strategia di potenziamento del filone turistico congressuale, che indubbiamente vede nel Centro Congressi “La Nuvola” uno dei suoi pilastri fondamentali. Prosegue il nostro impegno nel riposizionamento di Roma tra le prime destinazioni congressuali del mondo”. "Un segno distintivo – dichiara l'Assessora alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo – per chiunque voglia raggiungere il Convention Center del quartiere Eur. Atac ha iniziato un ciclo di pulizia profonda e interventi infrastrutturali della stazione che proseguiranno fino a fine mese: dalla rimozione dei graffiti all’ingresso delle scale, alla verniciatura. Il restyling ha come obiettivo la valorizzazione della stazione metro, luogo di aggregazione e snodo fondamentale per arrivare a "La Nuvola" con i mezzi pubblici. In questo modo rendiamo più accogliente una delle fermate più frequentate da chi arriva a Roma per partecipare a convegni e meeting internazionali, nell'ottica di incentivare il trasporto pubblico locale”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mar 2018

ROMA METROPOLITANA C | Lo stato dei lavori al 28 febbraio

di mobilita

Roma metropolitana ha pubblicato lo stato di avanzamento dei lavori della linea C al 28 febbraio 2018. Tratta T3: San Giovanni - Fori Imperiali Stazione Fori Imperiali: dal lato del clivo di Venere sono in corso lo scavo di approfondimento fino alla quota di imposta del solaio di copertura della stazione, con assistenza archeologica, e la realizzazione del cordolo dei pali e dei diaframmi. Prosegue la realizzazione del solaio di copertura di prima fase della stazione ed è in corso la posa in opera dell’impermeabilizzazione. All’interno del perimetro delimitato dai pannelli del cunicolo di collegamento della stazione con la struttura di scavalco della Linea B, è in corso la posa in opera dell’armatura del solaio di copertura ed è terminata la realizzazione dei micropali del pozzo provvisorio, necessario per la realizzazione degli interventi di consolidamento del terreno al di sotto della stazione Colosseo propedeutici al passaggio delle TBM. Dal lato del clivo di Acilio è stata eseguita la demolizione di parte delle corree. Basilica di Massenzio: si sono conclusi gli interventi di consolidamento strutturale della basilica. Pozzo 3.2 (piazza Celimontana): sono terminate le attività di montaggio del carroponte in copertura. All’interno del pozzo è stato realizzato il cordolo alla quota testa diaframmi dell’anello interno e lo scavo ha raggiunto la quota di circa 10 m slm. Pilone dell’Acquedotto Celimontano (via della Navicella): al momento continuano esclusivamente le attività di monitoraggio. Chiesa di Santo Stefano Rotondo: proseguono le attività per gli interventi di consolidamento e salvaguardia della chiesa: per una porzione delle travi sono terminate le attività preliminari relative alle parti lignee, e si procede con i consolidamenti effettivi delle stesse in altre porzioni dell’ambulacro; nella parte dell’ambulacro proseguono altresì gli interventi a parete dell’anello interno della chiesa e il preconsolidamento delle pareti affrescate (patrimonio artistico). Sono iniziati gli interventi a parete del tamburo della chiesa, nonché le attività preliminari al cerchiaggio della chiesa. Sono iniziati gli interventi preliminari per il consolidamento del muro perimetrale esterno. Chiesa di Santa Maria in Domnica: sono terminate le attività inerenti al consolidamento del patrimonio artistico, nonché i preconsolidamenti del mosaico nella zona abside; sono iniziati i consolidamenti della parte frontale del mosaico (attività di prima fase). Mura Aureliane a Porta Metronia: al momento sono in corso le attività di monitoraggio. Pozzo compensation grouting a Porta Metronia: lo scavo in modalità archeologica ha raggiunto la quota di circa 14,40 m slm, dove verrà eseguito l’intervento di posa in opera del terzo ordine di centine a supporto dei pali perimetrali. Con la rimozione della struttura muraria e degli ultimi elementi rinvenuti in fase di scavo sono terminate le attività archeologiche all’interno del pozzo. Stazione Amba Aradam/Ipponio: è in corso l’approfondimento dello scavo archeologico tra paratie, al di sotto della quota atrio, seguendo le indicazioni fornite man mano dalla Soprintendenza. Sono state realizzate, oltre alla trave lato nord, le tre travi di fondazione del capannone fonoisolante previsto a copertura della stazione nella fase di realizzazione. Nella zona della testata stazione lato San Giovanni è stata eseguita l’impermeabilizzazione dei diaframmi tra piano atrio e piano intermedio. È iniziato il montaggio del piano di banchinaggio per consentire l'esecuzione del solaio intermedio. Pozzo 3.3 (giardini di via Sannio): sono completate, lato San Giovanni, le attività del campo prova relative ai consolidamenti da eseguirsi per la realizzazione delle gallerie in allargo dei microtunnel; al momento sono in corso le medesime attività di consolidamento al di fuori dei campi prova, sulla futura galleria di linea. Alla quota di fondo pozzo proseguono i collegamenti delle componenti impiantistiche sulle due frese varate nel mese di giugno e sui carri di back-up, e in particolare sulla TBM-S409, posta sul binario dispari, che sarà la prima a iniziare lo scavo delle gallerie; sempre sul binario dispari, in direzione della stazione Amba Aradam, è stato eseguito inoltre il cosiddetto falso tunnel funzionale alla partenza della TBM; alla quota del 2° livello tecnico è iniziato il montaggio dei ferri di armatura delle fodere perimetrali. Infine, a piano campagna sono in corso diverse attività di cantierizzazione a supporto della TBM, tra cui lo scavo per la realizzazione della vasca di smarino e le carpenterie per l’esecuzione della pesa dei camion che conferiranno il materiale di scavo dei tunnel alle discariche autorizzate; sono completate invece le attività di installazione del nuovo carroponte che verrà impiegato sempre a servizio delle TBM. Mura Aureliane a Porta Asinaria: al momento continuano esclusivamente le attività di monitoraggio. Terza fase funzionale: Monte Compatri/Pantano - San Giovanni Una volta completate tutte le prove funzionali in contraddittorio con gli enti esterni, dal 26 dicembre 2017 al 2 gennaio 2018 si è svolto il pre-esercizio del Contraente Generale, in soggezione di esercizio passeggeri sulla tratta Monte Compatri/Pantano - Lodi, a seguito del quale è stato redatto il verbale di funzionamento globale della tratta. Si è acquisito il nulla osta tecnico per la sicurezza e il nulla osta per l’avvio del pre-esercizio dell’esercente ATAC (attività finalizzata all’ottenimento dell’autorizzazione all’apertura al pubblico). Sono in via di completamento le verifiche da parte della Commissione di Collaudo. Prima e seconda fase funzionale: Monte Compatri/Pantano - Lodi Restano da completare alcune attività residuali che non influiscono sullo svolgimento dell’esercizio in corso. Fonte: http://www.romametropolitane.it

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 mar 2018

REGIONE PUGLIA | Varate le linee guida per la redazione del Piani Urbani

di mobilita

La Giunta regionale Puglia ha approvato le Linee Guida Regionali per la redazione dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (PUMS), concludendo un percorso avviato a febbraio 2017 dall’Assessorato ai Trasporti, su iniziativa della Sezione Infrastrutture per la Mobilità, con la firma di un Protocollo d’Intesa tra l’ente regionale e l’associazione Euromobility. Riferimenti costanti nel processo di redazione delle Linee Guida sono stati le Linee Guida ELTIS (“Guidelines. Developing and Implementing a Sustainable Urban Mobility Plan” approvate nel 2014 dalla Direzione Generale per la Mobilità e i Trasporti della Commissione Europea) e le Linee Guida Nazionali per la redazione dei PUMS approvate con il Decreto del MIT del 4 agosto 2017. La Regione Puglia, unica nel contesto nazionale, ha inteso predisporre delle Linee Guida regionali che, pur ponendosi in continuità con il documento nazionale, ne introducessero approfondimenti, dati conoscitivi e valutazioni afferenti le specificità del contesto pugliese. Nello specifico le Linee Guida regionali: forniscono un quadro di riferimento programmatico e normativo relativo al territorio regionale pugliese; propongono ulteriori Strategie e Azioni definite sulla base di alcune tematiche relative alla mobilità, emerse in fase di redazione (turismo, aree interne e piccoli centri, ecc); dettagliano il processo di redazione di un PUMS, individuando le fasi principali e le relative specifiche attività necessarie per affrontare il processo di pianificazione e partecipazione; esplicitano i contenuti del Piano, precisando l’iter procedurale ai fini dell’approvazione del Piano in coerenza con la normativa regionale di riferimento; forniscono esempi di buone prassi (Tabella B – Strategie e buone pratiche) e strumenti (Tabella C – Strumenti) per supportare le Amministrazioni e i professionisti esperti nello sviluppo e nell’attuazione di un PUMS; delineano un quadro generale dei principali programmi di finanziamento europei e nazionali sulla mobilità sostenibile.Le Linee Guida regionali sono pubblicate sul sito www.mobilita.regione.puglia.it, nonché sul sito dell’Agenzia regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio (ASSET) www.asset.regione.puglia.it. Le Linee Guida regionali sono destinate in prima istanza alle Amministrazioni Locali pugliesi che intendano impegnarsi nello sviluppo di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), ma anche ai professionisti esperti in pianificazione e gestione della mobilità che forniscono il loro supporto alle amministrazioni locali.

Leggi tutto    Commenti 0