Articolo
25 feb 2020

AEROPORTO COMISO | Presentate tutte le rotte per l’estate 2020

di mobilita

EasyJet sbarca a Comiso con due nuovissime rotte per Berlino e per Milano. Questa è una delle tante novità della SUMMER 2020, presentata stamani in conferenza stampa, alla presenza del presidente e dell’amministratore delegato di SOACO, la società che gestisce l’Aeroporto degli Iblei, Silvio Meli e Rosario Dibennardo, del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari e di quello di Ragusa, Giuseppe Cassi. L’offerta di easyJet si aggiunge a quella degli altri vettori che hanno deciso di scommettere o tornare a scommettere sull’Aeroporto di Comiso e sul traffico che l’area ragusana genera naturalmente nella stagione estiva. Tra questi Blue Air, con il nuovissimo Comiso – Torino, operato due volte la settimana e presentato all’inizio del mese di febbraio, ma anche Ryanair, che ha potenziato i collegamenti con Pisa, e ripristinato i collegamenti con Roma e Londra, oltre alle realtà che operano con voli charter, come Transavia o la Bruxelles Airlines. "Siamo davvero entusiasti di poter annunciare annunciare nuove rotte e nuovi vettori – commenta Silvio Meli. È il risultato di un impegno costante che non si ferma nemmeno di fronte alle oggettive difficoltà del momento. Tra l’altro, non sono stati inseriti i voli legati alla continuità territoriale, in attesa di conoscere quali compagnie parteciperanno al bando internazionale”.  Soddisfatto l’amministratore delegato. “L'arrivo di easyJet all'Aeroporto di Comiso rappresenta un importante traguardo, raggiunto grazie al lavoro messo in campo dal sistema aeroportuale del SudEst, compatto e sinergico – commenta Rosario Dibennardo. Una nuova compagnia aerea, che si aggiunge a quelle esistenti, è fondamentale per diversificare l'offerta e dare nuove possibilità di crescita al nostro scalo e al nostro territorio. La nuovissima destinazione, Berlino, darà inoltre la possibilità di ampliare le rotte con la Germania, Paese di provenienza di tantissimi turisti ma anche di residenza di tanti emigrati. Siamo dunque molto soddisfatti, e siamo certi che la collaborazione con easyJet sia solo all'inizio. Stiamo inoltre operando per aumentare i voli charter".  Compiaciuto il sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. “Una rotta già esercitata presso l’aeroporto di Comiso, l’altra assolutamente nuova, Berlino, che ci connette con uno dei più grandi mercati a livello internazionale, nel cuore dell’Europa più produttiva - sottolinea. Speriamo che possa essere anche un volano per il turismo in entrata in Sicilia, in particolare in questa parte della Sicilia e, in ogni caso, è un’eccellente notizia il fatto che una nuova compagnia aerea solida e molto quotata, operi presso l’aeroporto di Comiso”.  Un grande risultato per il territorio secondo il sindaco Cassi. “La conferenza stampa di oggi ci vede presenti – spiega - in un’ottica di programmazione e di collaborazione con il Comune di Comiso e i vertici di SOACO. L'aumento dei voli e quindi di nuovi turisti è una risposta a una comunità che ha sia fame di mobilità e sia voglia di lasciar scoprire le sue bellezze. Ragusa farà la sua parte facendo squadra con gli albergatori per pacchetti di soggiorno 3x2 attraverso convenzioni che prevedono l’impegno del Comune a mettere a disposizione servizi di transfer da e per l’aeroporto, oltre a visite guidate. Siamo convinti che con la sinergia si ottengano risultati”. L’incontro con la stampa è stata anche preziosa occasione per rinnovare l’appello agli organi competenti per la pubblicazione del bando per la continuità territoriale, tassello imprescindibile per completare il percorso avviato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha dato il via libera all’”imposizione degli oneri di servizio pubblico”, ovvero alla continuità territoriale tra lo scalo ibleo e gli aeroporti di Roma e Milano. Le tariffe calmierate, operative a partire dal primo agosto 2020, saranno valide tutto l’anno e riguarderanno i voli a/r per Fiumicino – due giornalieri – con tariffa massima di 38 euro per tratta, escluso IVA e tasse aeroportuali, e i voli a/r sui uno dei tre scali milanesi (Linate, Malpensa e Orio al Serio) che avranno frequenza giornaliera e avranno tariffa massima di 50 euro per tratta, escluso IVA e tasse aeroportuali. Restano libere le tariffe per i non residenti in Sicilia. ECCO LE DESTINAZIONI DELLA SUMMER 2020 TI POTREBBE INTERESSARE: AEROPORTO COMISO | easyjet lancia due voli per Berlino e Milano Malpensa

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2020

AEROPORTO COMISO | Via libera dal Ministero per la continuità territoriale

di mobilita

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato il via libera all’”imposizione degli oneri di servizio pubblico”, ovvero alla continuità territoriale tra lo scalo ibleo e gli aeroporti di Roma e Milano. Si attende ora la pubblicazione del bando da parte di ENAC. Le tariffe calmierate, operative a partire dal primo agosto 2020, saranno valide tutto l’anno e riguarderanno i voli a/r per Fiumicino – due giornalieri – con tariffa massima di 38 euro per tratta, escluso IVA e tasse aeroportuali, e i voli a/r sui tre scali milanesi (Linate, Malpensa e Orio al Serio) che avranno frequenza giornaliera e avranno tariffa massima di 50 euro per tratta, escluso IVA e tasse aeroportuali. Restano libere le tariffe per i non residenti in Sicilia. Soddisfazione dei vertici di SOACO. “La firma del decreto che aspettavamo con ansia, per cui ringrazio la Direzione generale per gli aeroporti ed il trasporto aereo del Ministero, è la dimostrazione della forza del lavoro di squadra che ha fatto sì che le richieste del territorio divenissero realtà – afferma l’amministratore delegato della società di gestione dell’Aeroporto di Comiso, Rosario Dibennardo. Siamo contenti che siano state rispettate le tempistiche. Si attende ora la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea della nota informativa sull’imposizione delle tariffe e sul connesso avviso di gara”. “Quanto accaduto è il risultato dell’ottimo lavoro portato avanti dalla politica regionale e nazionale, da SOACO, i cui vertici hanno fatto in tempo i propri adempimenti e da tutti quelli che si sono spesi per ottenere questo importante risultato – commenta il sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. Data l'esigenza dei siciliani di avere prezzi fissi e certi, e quella dello scalo di Comiso di aumentare la presenza di compagnie aeree in aeroporto, confidiamo nel fatto che ENAC accelererà per la pubblicazione del bando entro i termini previsti”. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 gen 2020

AEROPORTO COMISO | Firmata la continuità territoriale, dal 1 agosto si volerà da Comiso a Roma e Milano

di mobilita

Si è concluso stamattina a Palermo l’iter per l’attivazione delle rotte legate alla continuità territoriale. “Possiamo ottimisticamente pensare che dal 1 agosto, da Comiso si partirà due volte al giorno per Roma ed una al giorno per Milano, con costi accessibilissimi”. Dichiarazioni del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari. “Si è conclusa a Palermo – commenta con soddisfazione il Sindaco di Comiso – la conferenza di servizio Stato/Regione, per la continuità territoriale. Sono molto contenta per la conclusione di questo iter che, seppur in ritardo, giunge al suo atto finale. Ora – continua ancora il primo cittadino – la parola passa al Ministero dei Trasporti per l’apposizione della firma del decreto da parte del Ministro e la pubblicazione, nei tempi più celeri possibile. Ottimisticamente – conclude il sindaco- possiamo pensare che l’attivazione di questi voli potrà avvenire dal primo di agosto di quest’anno. Comiso, sarà collegato con Roma due volte al giorno, andata e ritorno, un una volta al giorno, sempre andata e ritorno, con uno dei tre scali Milanesi. Ritorna quindi ad incrementarsi il traffico aereo nel nostro aeroporto al quale seguiranno altri step per il rilancio”. La conferenza si è svolta nella sala dell’assessorato alle infrastrutture ed in video conferenza con Roma. Lì sono stati presenti per il MIT, la dottoressa Evangelistella ed il dott. Poletti, per l’Enac l’avv. Marotta. A Palermo invece, oltre al sindaco di Comiso, il capo staff del sindaco, il dott. Fabio Melilli, l’ing. Paolo Dierna, l’AD dott. Rosario Dibennardo ed il Presidente Soaco, Silvio Meli. Grande soddisfazione dei vertici e dei soci di SOACO che, soprattutto nell’ultimo periodo, in piena sintonia, hanno spinto per l’avvio della continuità territoriale sullo scalo di Comiso. “Nonostante si sia verificato qualche ritardo in passato, siamo estremamente soddisfatti di essere riusciti finalmente ad attivare la continuità anche sul Pio La Torre – affermano il presidente e l’amministratore delegato SOACO, Silvio Meli e Rosario Dibennardo. Un passaggio fondamentale per il rilancio dell’aeroporto ibleo, per quella dell’intero territorio ragusano e, in generale, per la realizzazione della rete aeroportuale del SudEst. Il cambio di passo è evidente anche se siamo solo all’inizio: non solo occorre accelerare per la pubblicazione del bando da parte del Ministero, che speriamo avvenga entro il primo marzo come detto oggi in videoconferenza, ma, contestualmente, incentivare l’arrivo di compagnie aeree e potenziare collegamenti e destinazioni. Siamo certi che la Regione, che ringraziamo per quanto fatto relativamente alla continuità territoriale, e gli altri enti coinvolti, collaboreranno per il rilancio del nostro aeroporto e del nostro territorio".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mag 2019

REGIONE SICILIANA | Si sta lavorando per aggregare gli aeroporti di Catania, Comiso e Trapani

di mobilita

Gli assessori regionali Mimmo Turano e Marco Falcone, su mandato del presidente Nello Musumeci, hanno chiesto alla Sac di individuare un percorso per valutare la possibilità di una aggregazione tra gli scali di Catania, Comiso e Trapani, qualora non dovesse concretizzarsi l'intesa tra l'Airgest e la Gesap di Palermo per la creazione di una unica società di gestione aeroportuale della Sicilia occidentale. L'obiettivo del governo regionale è favorire la creazione di una società unica per realizzare una concreta sinergia tra gli scali dell'Isola per migliorare i servizi, abbassare i costi e valorizzare i diversi territori in un'ottica di sviluppo economico e turistico. «Definire l'acquisizione di Soaco da parte della Sac e individuare un percorso per aggregare anche Trapani, in alternativa alla trattativa già avviata con Palermo - hanno  affermato  gli assessori regionali Mimmo Turano e Marco Falcone - sono due passaggi fondamentali per realizzare il progetto del presidente Musumeci sulla razionalizzazione del sistema aeroportuale in Sicilia. Già ieri  il commissario dell'Irsap, Giovanni Perino, su nostra richiesta ha rappresentato alla Assemblea dei soci di Sac l'opportunità di avviare trattative per l'acquisizione del controllo di Airgest, pur rimanendo privilegiata e razionale l'idea di un unico soggetto di gestione degli aeroporti della Sicilia occidentale».    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2017

Aeroporto di Comiso: firmata convenzione con i comuni per iniziative di marketing territoriale

di mobilita

SOACO informa che è stata sottoscritta la convenzione con 11 comuni delle provincia di Ragusa e Siracusa che hanno aderito al progetto per l'incremento dei flussi turistici nello scalo. Il documento, che scaturisce dall' art. 11 Legge Regionale n. 24 del 2016, destina circa 4.900.000 euro per attività finalizzate a incrementare le presenze turistiche nell'ambito territoriale dell'aeroporto "Pio La Torre" di Comiso (Rg). Il documento è stato firmato dai sindaci dei comuni di Ragusa, Modica, Scicli, Ispica, Vittoria, Santa Croce Camerina, Acate, Monterosso Almo, Giarratana, Chiaramonte Gulfi e di Palazzolo Acreide (Sr). Al tavolo oggi presenti anche il Libero Consorzio Comunale di Ragusa e la Camera di Commercio del Sud-Est che cofinanzieranno il progetto rispettivamente per 1.600.000 (ex-Insicem) e 380.000 euro. L'invito alla riunione è stato esteso anche al comune di Pozzallo (Rg). Dopo il trasferimento dei fondi da parte della Regione Siciliana, SOACO pubblicherà un bando rivolto alle compagnie aeree interessate a promuovere un programma pluriennale di co-marketing territoriale che garantisca l'incremento dei flussi turistici sullo scalo. L'importo complessivo del bando a base d'asta potrebbe sfiorare i 7 milioni di euro. Durante l'incontro, l'Amministratore Delegato della Soaco, Giorgio Cappello e il Presidente Silvio Meli hanno sottolineato ai sindaci l'importanza di integrare queste iniziative per il potenziamento del traffico aereo su Comiso anche destinandovi quote della tassa di soggiorno. "I dati pubblicati da Bankitalia – concludono Meli e Cappello - sono molto incoraggianti su quanto positive siano le ricadute, in termini di sviluppo socio-economico, legate all'attività dell'aeroporto sul territorio ragusano e siracusano in particolare. Per questo dobbiamo cogliere questa favorevole opportunità che ci consente di sostenere e rilanciare il prodotto interno lordo del nostro territorio".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ago 2017

Aeroporto di Comiso, nel mese di luglio superati 50mila passeggeri

di mobilita

Ieri nell'Aeroporto di Comiso, si è svolta una riunione tra il management di Soaco, rappresentato dal presidente Silvio Meli e dall'amministratore delegato Giorgio Cappello, e i sindaci dell'ambito territoriale che costituisce il bacino d'utenza prioritario dello scalo ibleo. Tema dell'incontro la "Disposizione per favorire l'incremento delle presenze turistiche negli ambiti territoriali afferenti gli aeroporti di Comiso e Trapani" Erano presenti anche i rappresentanti del Libero Consorzio Comunale e della Camera di Commercio di Ragusa interessati a cofinanziare il progetto. L'importo complessivo sfiorerebbe i 7 milioni di euro per una durata di 3 anni e potrebbe essere attuato già il prossimo anno, per avere ricadute sul traffico aeroportuale della Summer 2018. Tutti i comuni dell'ambito territoriale interessato (Ragusa, Modica, Scicli, Palazzolo Acreide, Giarratana, Monterosso Almo, Vittoria, Santa Croce Camerina, Chiaramonte Gulfi, Comiso, Ispica, Acate) hanno confermato all'unanimità la volontà di partecipare così come definito con determinazione dell'Assessorato regionale al Turismo della Regione Siciliana il 26 luglio scorso e hanno condiviso il progetto, incluso nella convenzione d'ambito da stipulare fra Soaco e i comuni per favorire l'incremento delle presenze turistiche nel territorio. La riunione è stata l'occasione per stimolare tutti i comuni a istituire la tassa di soggiorno e a destinarne almeno il 40% di quella dotazione finanziaria per progetti destinati a incrementare il flusso di passeggeri in arrivo (incoming) nell'Aeroporto di Comiso. Intanto sono stati resi noti i dati di traffico del mese di luglio appena concluso durante il quale, nell'Aeroporto di Comiso, sono stati superati i 50 mila passeggeri. Sono infatti 50.364, fra utenti di linea  e charter, gli utenti transitati da Comiso nel luglio 2017(47.135 nel 2016, + 6,85%). Solo i passeggeri charter, a luglio, sono stati 11.008 (7.443 lo scorso anno, + 48%).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 lug 2017

Aeroporto di Comiso, approvati il bilancio e il nuovo piano industriale 2017-2020

di mobilita

SOACO, società che gestisce l'aeroporto di Comiso, comunica che, nel corso dell'ultima assemblea dei soci, sono stati approvati il Piano Industriale 2017-2020, redatto dal nuovo management insediatosi nel febbraio scorso, e il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016, che si chiude con una perdita di 2.910.405 milioni di euro. Risultati che, per l'Aeroporto di Comiso, struttura nata nel 2013 e che nel 2016 è ancora cresciuta arrivando a 450 mila passeggeri, si ripresenteranno anche nell'esercizio 2017 prima di un miglioramento previsto, sulla base di questo piano industriale, a partire dal secondo trimestre 2018. Nel dettaglio, sono due gli scenari del piano industriale ipotizzati dal management guidato dall'AD Giorgio Cappello. Uno di base, considerando tassi di crescita annuali in linea con quelli registrati, prevede l'ampliamento di volumi di traffico passeggeri con l'attivazione di nuove rotte e linee charter per arrivare al 2020 con 875mila utenti l'anno. Insieme al progressivo innalzamento dei ricavi per passeggero (a partire dal 2018), è prevista una iniezione di liquidità da parte dei soci per fronteggiare le esigenze patrimoniali. Uno scenario migliorativo e ottimale, che come il primo tiene conto del supporto commerciale dell'azionista di maggioranza, SAC (Società Aeroporto Catania), tramite Intersac con il 65% delle quote (i restanti 35% sono del Comune di Comiso), prevede ancora l'iniezione di liquidità da parte dei soci, contratti strategici con i vettori per ottenere due aeromobili di base nello scalo ibleo con collegamento giornaliero su Roma e Milano, varie rotte nazionali e internazionali e potenziamento dei charter e infine ulteriori iniziative nella direzione dell'ottimizzazione dei costi di gestione di Soaco. "In entrambi gli scenari – chiarisce il Presidente di SOACO, Silvio Meli, in carica dallo scorso mese di maggio – è previsto l'impiego di circa 7 milioni di euro di fondi pubblici (Regione Sicilia L.R. 24 art.11/2016 – Fondi Ex Insicem del Libero Consorzio Comunale di Ragusa – CCIAA Ragusa – Comune di Ragusa) attraverso un maxibando della durata di tre anni destinato alle compagnie aeree e finalizzato all'incremento dei flussi turistici nell'area di riferimento dell'Aeroporto di Comiso nel triennio 2018-2020. Siamo comunque soddisfatti di questo progetto di sviluppo, punto di partenza per nuove e mirate strategie di sviluppo per l'intero territorio". Da parte sua, l'Amministratore Delegato, Giorgio Cappello, sottolinea come quello approvato dai soci SOACO sia un piano industriale "credibile, realistico e attuabile". E spiega: "In questi 160 giorni di gestione abbiamo studiato l'azienda e messo in piedi una strategia di sviluppo che, garantendo la necessaria continuità aziendale, mantenesse le rotte esistenti e l'ipotesi di sviluppo a partire dal 2018. L'approvazione dei soci, al termine di un'attenta analisi, ci sostiene e ci incoraggia nella sfida a supporto del territorio. Abbiamo dimostrato che, senza ulteriori investimenti in infrastrutture, e ottimizzando i costi fissi di gestione, possiamo passare dai 450mila passeggeri l'anno (il cui costo pesa come un macigno sul bilancio) fino a 1 milione. Confermiamo infine l'interesse di Soaco nel settore cargo attivando qualsiasi iniziativa a sostegno dei privati e fornendo il supporto operativo e amministrativo necessario per sviluppare un settore strategico dell'aviazione commerciale. Fondamentale, in questa direzione, il supporto del territorio in termini di contribuzione economica senza il quale non si raggiungerebbe l'auspicato pareggio di bilancio. L'aeroporto crea sviluppo al territorio, ma questo deve restituire all'aeroporto".  

Leggi tutto    Commenti 0