Articolo
17 ott 2019

La Commissione Europea stanzia 1,4 miliardi di euro per sostenere progetti di mobilità sostenibile

di mobilita

La Commissione europea ha stanziato 1,4 miliardi di euro per sostenere progetti chiave attraverso il  Connecting Europe Facility  (CEF) , lo strumento di finanziamento centrale dell'UE per le reti di infrastrutture.  L'investimento aiuterà a costruire collegamenti in tutto il continente, concentrandosi su modalità di trasporto sostenibili.  Il commissario per i trasporti Violeta Bulc ha dichiarato:  "Per accelerare la decarbonizzazione e contribuire al completamento della rete transeuropea di trasporto (TEN-T ), stiamo sfruttando appieno le risorse disponibili attraverso il Connecting Europe Facility.  Questi investimenti saranno sostenuti dall'Unione Europea. " La scadenza per le domande è il 26 febbraio 2020.giornata d'informazione virtuale assumerà è il 7 novembre 2019. Il Connecting Europe Facility (CEF) è lo strumento di finanziamento dell'Unione europea per gli investimenti strategici nel settore dei trasporti, dell'energia e delle infrastrutture digitali. Creato nel 2014 il Connecting Europe Facility ha finora sostenuto 763 progetti con finanziamenti UE per quasi 22 miliardi di euro.  Maggiori informazioni sono disponibili qui

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ott 2019

EMILIA ROMAGNA | La commissione europea aiuta lo spostamento del traffico merci dalla strada alla ferrovia

di mobilita

La Commissione europea ha approvato, in base alle norme UE sugli aiuti di Stato, un regime di sostegno italiano per incoraggiare lo spostamento del traffico merci dalla strada alla ferrovia nella regione Emilia-Romagna in Italia.  Il regime, che ha un budget complessivo di 6 milioni di euro e durerà fino al 2022, mira ad aumentare la quota del trasporto ferroviario e di merci intermodale nella regione.  Il sostegno pubblico sarà fornito ai nuovi servizi di trasporto merci per ferrovia effettuati lungo un percorso di massimo 120 km all'interno del territorio regionale. L'aiuto assume la forma di una sovvenzione per le società di logistica e gli operatori di trasporto multimodale, con l'obiettivo di incanalare parte del vantaggio verso i clienti finali, incentivandoli a passare al trasporto ferroviario. Il livello di sostegno che le aziende possono ricevere si basa sulla riduzione dei costi esterni (inquinamento, rumore, congestione e incidenti) raggiunti dal trasporto ferroviario rispetto al trasporto su strada.  La Commissione ha riscontrato che il regime è vantaggioso per l'ambiente e la mobilità, poiché sostiene il trasporto ferroviario, che è meno inquinante del trasporto su strada, riducendo al contempo la congestione stradale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 ott 2019

Linea ferroviaria Napoli-Bari, stanziati 124 milioni di euro dalla Commissione Europea

di mobilita

La Commissione ha approvato un investimento di 124 milioni di € a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) per ammodernare la tratta di 16,5 km tra Cancello e Frasso Telesino sulla linea ferroviaria Napoli-Bari. Le opere comprendono il raddoppio delle linee a binario unico per aumentare la velocità e la capacità e ridurre i tempi di percorrenza. Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti, ha dichiarato: "Questo progetto dell'UE darà impulso alle economie locali di Napoli, Caserta, Benevento, Foggia e Bari, riducendo i tempi di percorrenza per gli abitanti e i turisti. A lungo termine questa linea ferroviaria e le numerose altre realizzate con il finanziamento dell'UE nell'Italia meridionale contribuiranno a migliorare la qualità dell'aria nella regione." Sulla bretella di innesto verso Napoli si inserirà un collegamento con lo scalo merci di Maddaloni Marcianise, che sottopassa la linea storica Cancello-Caserta. Tale collegamento consentirà di instradare il traffico merci direttamente verso lo scalo, senza interferire con la linea regionale. Il progetto prevede anche la realizzazione di due nuove fermate, Valle di Maddaloni e Frasso Telesino-Dugenta. La linea Napoli-Bari fa parte del corridoio centrale scandinavo-mediterraneo della rete transeuropea di trasporto dell'UE. Il completamento del corridoio, con la costruzione di oltre 9 300 km di ferrovia (un terzo dei quali in Italia), collegherà importanti poli economici dell'UE che rappresentano il 20% del suo PIL e circa il 15% della sua popolazione totale.   

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 set 2019

Condor, il governo federale tedesco offre una garanzia per il prestito ponte

di mobilita

Oggi Condor Flugdienst GmbH ha ricevuto una garanzia dal governo tedesco e dal Hessian State Government per un prestito ponte di sei mesi per un importo di 380 milioni di euro.  Questo impegno è soggetto all'approvazione della Commissione europea. Solo dopo che la Commissione europea ha preso una decisione positiva, il prestito della German Development Loan Corporation KfW può essere erogato. La data della decisione deve ancora essere confermata. È stata richiesta la garanzia statale per un prestito ponte al fine di prevenire eventuali strozzature di liquidità presso Condor, risultanti dall'insolvenza della sua ex società madre britannica, Thomas Cook Group plc. "4.900 dipendenti, partner, fornitori e clienti di Condor ringraziano il governo tedesco e il governo dello stato dell'Assia per questa decisione. Condor è una società sana e redditizia, che registrerà anche un risultato positivo nell'anno in corso. Perché la nostra liquidità per i deboli stagionali Il periodo di prenotazione invernale è stato esaurito dalla nostra società madre insolvente, abbiamo bisogno di questo finanziamento ponte per la prossima stagione invernale. Questa decisione è un passo importante verso la sicurezza del nostro futuro della nostra attività ", ha dichiarato Ralf Teckentrup, CEO di Condor Flugdienst. Le operazioni di volo del Condor continuano come previsto. I dipendenti altamente motivati ​​lavorano con piena dedizione per far volare i clienti Condor in modo affidabile verso le loro destinazioni di vacanza in tutto il mondo e tornare a casa. Separazione da Thomas Cook Group plc. attraverso procedure di schermatura protettiva Condor Flugdienst GmbH intende presentare una domanda per l'apertura di una procedura di schermatura protettiva al fine di proteggersi da eventuali pretese della società madre insolvente, Thomas Cook Group plc e di separarsi dal Gruppo. "Come società redditizia con un flusso di cassa positivo e un buon sviluppo del business, stiamo usando la procedura di schermatura per proteggerci da possibili pretese della nostra ex società madre britannica, Thomas Cook Group plc. Nella situazione attuale, questo passaggio è il migliore per i nostri clienti, i nostri partner commerciali, i fornitori e per noi. Ci offre la piena indipendenza dal gruppo Thomas Cook Group e una maggiore sicurezza per il nostro futuro. È un passo formalmente necessario e logico per noi. Le nostre attività commerciali continuano come previsto e continueremo a garantire che i nostri ospiti raggiungano la loro destinazione in modo sicuro e affidabile ", afferma Ralf Teckentrup, CEO di Condor Flugdienst." La nostra flotta è operativa e la vendita dei biglietti per i voli Condor continua normalmente. " La procedura di protezione protettiva è un procedimento speciale del diritto fallimentare tedesco, che può essere concesso in casi con una prospettiva positiva di una ristrutturazione riuscita da parte del tribunale. Inoltre, verrà nominato un comitato dei creditori provvisori a cui saranno rappresentati i principali gruppi di creditori come fornitori, dipendenti e aeroporti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 lug 2019

AEROPORTO TRAPANI | OK a norma del governo per favorire nuove rotte

di mobilita

L'Airgest potrà offrire incentivi alle compagnie aeree, nel rispetto delle disposizioni comunitarie, per avviare nuove rotte - da e per Birgi - in modo da promuovere, tra l'altro, lo sviluppo dell'area svantaggiata del Trapanese. L'Assemblea regionale siciliana ha, infatti, approvato un emendamento presentato dal governo Musumeci, che consentirà alla società di gestione dello scalo trapanese di utilizzare il cosiddetto "Meo test", così come già fanno altre aziende che si trovano in analoga condizione. Ovviamente ogni incentivo concesso dovrà essere preventivamente supportato da un adeguato Piano di investimenti che dimostri - con il parere favorevole della Commissione europea -la remunerabilità dello stesso

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ott 2018

REGIONE SICILIANA | Musumeci traccia un bilancio della sua tre giorni a Bruxelles

di mobilita

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, ritornato dalla sua tre giorni a Bruxelles, traccia un bilancio nella sua pagina Facebook. Numerosi sono stati i temi affrontati: dalla costituzione di un fondo comunitario per le medie e grandi infrastrutture nel Mezzogiorno d'Italia all’esigenza di armonizzare la gestione degli scali aeroportuali dell'Isola, prevedendo la creazione di due sole società di gestione, una per la Sicilia orientale e l'altra per quella occidentale. Altro argomento trattato il riconoscimento della continuità territoriale per le tratte aeree, che il presidente del Parlamento si è impegnato a evidenziare alla Commissione europea. Positivo anche l’incontro con il commissario europeo per le Politiche regionali Corina Cretu, la quale ha espresso apprezzamento per lo sforzo che la Regione ha fatto, negli ultimi mesi, per recuperare il ritardo accumulato in passato, nella certificazione della spesa comunitaria nell'Isola.  La commissaria europea si è detta disponibile ad accogliere la proposta del presidente della Regione di accettare la riprogrammazione del Po Fesr 2014/20 e l’accettazione delle schede dei “Grandi progetti” riguardanti, in particolare, l’autostrada Caltanissetta-Agrigento, il passante ferroviario di Palermo e l’ulteriore tratta Stesicoro-aeroporto di Catania della Ferrovia circumetnea Ti potrebbe interessare: REGIONE SICILIANA | Musumeci propone due società di gestione dei sei aeroporti dell’isola

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 apr 2018

La Commissione europea ha approvato il piano investimenti per le autostrade italiane

di mobilita

La Commissione europea ha approvato, in base alle norme dell'UE sugli aiuti di Stato, i piani italiani per prorogare due concessioni autostradali e imporre un massimale ai pedaggi. Ciò consentirà di sbloccare 8,5 miliardi di euro di investimenti, riducendo nel contempo l'impatto sugli utilizzatori e limitando le distorsioni della concorrenza. Margrethe Vestager, Commissaria responsabile per la Concorrenza, ha dichiarato: "Sono lieta che, in stretta collaborazione con l'Italia, abbiamo trovato una soluzione che permetterà di effettuare investimenti essenziali nelle autostrade italiane, limitando nel contempo l'impatto sugli utilizzatori ed evitando una sovracompensazione delle imprese che gestiscono le autostrade. L'Italia ha inoltre convenuto di indire a breve nuovi bandi di gara per diverse importanti concessioni autostradali al fine di garantire una vera concorrenza nel mercato." L'odierna decisione della Commissione fa seguito all'accordo di principio raggiunto il 5 luglio 2017 fra la Commissaria Margarethe Vestager e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mar 2018

Interrail gratis per i 18enni finanziati dalla Commissione Europea

di mobilita

La Commissione europea ha adottato una decisione di finanziamento volta ad avviare l'attuazione della proposta del Parlamento europeo di un Pass Interrail gratuito al compimento del 18° anno di età. L'Interrail Pass consente di viaggiare su quasi tutti i treni in Europa e dà accesso a 37 compagnie ferroviarie e traghetti in 30 Paesi. Con un bilancio di 12 milioni di euro nel 2018, si stima che questa azione darà la possibilità a 20 000-30 000 giovani di fare un'esperienza di viaggio che contribuirà a sviluppare l'identità europea, a rafforzare i valori europei comuni e a promuovere la scoperta di siti e culture nel continente. Questa proposta è in linea con le ambizioni dell'UE di promuovere la mobilità dell'istruzione, la cittadinanza attiva, l'inclusione sociale e la solidarietà di tutti i giovani. Il Commissario per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, Tibor Navracsics, ha dichiarato: "È importante offrire a tutti i nostri giovani l'opportunità di ampliare i propri orizzonti scoprendo altri paesi. L'istruzione non riguarda solo quello che impariamo a scuola, ma anche ciò che scopriamo sulle culture e le tradizioni dei nostri concittadini europei." L'azione si propone di offrire ai giovani, di tutti i contesti sociali e indipendentemente dal titolo di studio, compresi quelli con mobilità ridotta, l'opportunità di viaggiare all'estero. Verrà organizzata una campagna promozionale per informare i giovani europei che stanno per compiere 18 anni di questa nuova opportunità, che potrebbe includere un concorso per selezionare chi saranno i primi a partire, presumibilmente quest'estate. I viaggi saranno per lo più in treno, ma sono previsti anche mezzi alternativi se necessari, tenendo in considerazione i fattori tempo, distanza e impatto ambientale.

Leggi tutto    Commenti 0