Articolo
17 ago 2018

Toninelli comunica di aver avviato le procedure per la decadenza della concessione ad “Autostrade per l’Italia”

di mobilita

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  ha inviato ad Autostrade per l'Italia la lettera con cui prende avvio la procedura per la decadenza della concessione.  Lo comunica lo stesso ministro Danilo Toninelli nella sua pagina Facebook che continua: "Vogliamo farlo perché le vite umane vengono prima degli utili aziendali. Perché la sicurezza dei cittadini viene prima dei dividendi agli azionisti.A tre giorni dal tragico crollo del ponte Morandi a Genova, ci sono eroi che scavano tra le macerie, feriti che soffrono e lottano per la vita, famiglie che purtroppo piangono i propri cari. Domani, nel giorno dei funerali e del lutto di Stato, il Governo sarà al fianco di queste famiglie, con il cuore straziato di dolore.Proprio a loro, ai morti e ai loro parenti, ai feriti, ai tantissimi che sono momentaneamente sfollati, e a una città lacerata e tagliata in due, dobbiamo il nostro impegno a non arretrare di un millimetro. Il Governo va avanti per accertare le responsabilità dell’accaduto e punire i colpevoli.Ci siamo messi subito al lavoro. Prima di tutto, è stata immediatamente costituita una commissione ispettiva presso il mio ministero. È già all’opera per fare tutti gli accertamenti tecnici sul crollo del viadotto ed entro un mese mi relazionerà su cosa ha scoperto. Questi risultati saranno materiale per valutare le inadempienze di Autostrade per l’Italia". Continua facendo sapere di aver avviato sempre al Mit una ricognizione dello stato di salute di strade, autostrade, dighe. Tutti gli enti e soggetti gestori entro il 1 settembre dovranno segnalare le azioni necessarie a rimuovere condizioni di rischio riscontrate sulle infrastrutture di propria competenza. Il Governo interverrà con una sua task force per vigilare su interventi e manutenzione. Il ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha inoltre chiesto ad Autostrade per l’Italia di fornire entro 15 giorni una dettagliata relazione per dimostrare se e come ha agito, in merito alla manutenzione del ponte Morandi, secondo gli oneri e gli obblighi che gli competono come ente gestore di quel tratto di autostrada. "Inoltre - continua il Ministro - ci aspettiamo che Autostrade si mostri collaborativa su eventuali iniziative a titolo di risarcimento danni a persone e beni, naturalmente a sue spese, come peraltro previsto dalla convenzione. Vogliamo che la città torni alla sua quotidianità. E vogliamo anche giustizia.Il sistema delle concessioni autostradali deve essere ribaltato. E il Governo del cambiamento sente in modo profondo l'importanza di questa missione.Permettetemi di chiudere con una nota polemica: è incredibile leggere la stampa che parla di Governo diviso, tra M5S e Lega, sul trattamento da riservare ad Autostrade. E invece non fa quasi cenno alle responsabilità enormi del concessionario nella tragedia. D'altronde sono decenni che i giornali reggono il gioco a certi poteri forti, mentre i partiti ottenevano fondi da quegli stessi potentati, consentendo loro in cambio di arricchirsi enormemente a scapito dello Stato e degli italiani. Il Governo andrà avanti compatto finché i diritti dei cittadini non torneranno a essere prioritari rispetto agli interessi privati di qualcuno".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ago 2018

Mit avvia ricognizione stato salute opere viarie e dighe

di mobilita

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per il tramite delle sue direzioni generali, ha formalmente avviato con la massima urgenza un’azione di monitoraggio sullo stato di conservazione e manutenzione delle opere, viarie e non. Le direzioni generali del Ministero a stretto giro invieranno a tutti gli enti e soggetti gestori di strade, autostrade e dighe una comunicazione formale in cui si chiede che entro il 1 settembre 2018 vengano segnalati al Ministero tutti gli interventi necessari a rimuovere condizioni di rischio riscontrate sulle infrastrutture di propria competenza, corredando le relative segnalazioni di adeguate attestazioni tecniche e indicazioni di priorità. Là dove si ravvedano criticità, il Ministero invierà una task force composta da dirigenti del MIT e da esperti indipendenti. La task force, che agirà sotto il coordinamento della struttura tecnica di missione, avrà il compito di vigilare sullo stato di salute delle nostre infrastrutture per prevenire qualsiasi situazione di pericolo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2018

Crollo ponte Morandi: Costituita Commissione ispettiva Mit

di mobilita

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con decreto del 14 agosto 2018, ha istituito una Commissione ispettiva per svolgere verifiche e analisi tecniche sul crollo all’altezza del Comune di Genova del Viadotto Polcevera nel tratto dell’Autostrada A10 di collegamento con l’Autostrada A7.      Il lavoro della Commissione ispettiva è il primo atto con cui questo Ministero intende fare luce sull’accaduto e avviare tutti gli accertamenti necessari, nel rispetto del contraddittorio con le parti interessate, per la contestazione di eventuali inadempienze del concessionario, soggetto su cui, ai sensi dell’art. 14 del Codice della strada, ricade la responsabilità di assicurare la sicurezza dell’infrastruttura. Le risultanze del lavoro svolto dalla Commissione entreranno nella valutazione per la procedura di un’eventuale revoca della concessione.  La commissione ispettiva è già operativa e domani effettuerà le prime operazioni nel capoluogo ligure, al fine di verificare cause e circostanze del cedimento. Entro 30 giorni dovrà fornire al Ministro una dettagliata relazione sui fatti accertati.  La commissione ispettiva è composta dall’Arch. Roberto Ferrazza, provveditore alle opere pubbliche per il Piemonte, Liguria e Val d’Aosta, con funzioni di Presidente; dai Professori Ivo Vanzi, Componente esperto del Consiglio superiore dei lavori pubblici, e Antonio Brencich, Professore associato dell’Università degli studi di Genova; dagli Ingegneri Gianluca Ievolella, Consigliere di supporto al Presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici; Michele Franzese e Bruno Santoro, Dirigenti tecnici della Direzione generale per la vigilanza sulle concessionarie autostradali. Nel decreto ministeriale che istituisce la commissione si chiarisce esplicitamente che il concessionario Autostrade per l’Italia dovrà mettere a disposizione tutta la documentazione riguardante la realizzazione dell’opera e la manutenzione della stessa, nonché fornirne ogni informazioni necessaria alla esatta ricostruzione dell’accaduto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2018

Crollo ponte Morandi. il comunicato di Autostrade per l’Italia

di mobilita

In relazione all'annuncio dell'avvio della procedura di revoca della concessione, Autostrade per l'Italia si dichiara fiduciosa di poter dimostrare di aver sempre correttamente adempiuto ai propri obblighi di concessionario, nell'ambito del contraddittorio previsto dalle regole contrattuali che si svolgerà nei prossimi mesi. E' una fiducia che si fonda sulle attività di monitoraggio e manutenzione svolte sulla base dei migliori standard internazionali. Peraltro non è possibile in questa fase formulare alcuna ipotesi attendibile sulle cause del crollo. Autostrade per l'Italia sta lavorando alacremente alla definizione del progetto di ricostruzione del viadotto, che completerebbe in cinque mesi dalla piena disponibilità delle aree. In relazione alle dichiarazioni del Vice Presidente del Consiglio Salvini, Autostrade per l'Italia dichiara che "i manager e tutti gli uomini e le donne del gruppo sono i primi interessati alla ricerca della verità sulla tragedia del viadotto Polcevera di Genova e con questo obiettivo stanno collaborando attivamente con le autorità competenti. Se dagli approfondimenti interni già avviati o dalle inchieste delle autorità competenti, anche a prescindere da profili penali, dovessero emergere responsabilità di manager, funzionari o tecnici dell'azienda, Autostrade per l'Italia adotterà in modo rigoroso i provvedimenti conseguenti. Con il dolore nel cuore e dopo aver espresso la più profonda vicinanza ai familiari delle vittime e ai feriti, il team di Autostrade per l'Italia guidato dal suo Amministratore Delegato, dal Direttore Operations e dal Direttore di Tronco si è messo immediatamente al lavoro per agevolare le attività di soccorso, per ripristinare più rapidamente possibile condizioni accettabili di viabilità, per supportare in ogni necessità le istituzioni e la comunità locale e per definire un progetto di ricostruzione del viadotto in tempi-record, rispondendo ai bisogni di mobilità di una città gravemente ferita. Le nostre scuse sono nelle parole e nei fatti. Ma non ci sollevano dalla consapevolezza di dover e poter dare molto a Genova per il superamento dell'emergenza"  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2018

ROMA | Oltre 2mln di euro di manutenzione straordinaria per il ponte Magliana

di mobilita

L’Amministrazione capitolina, in merito ad alcune affermazioni del  professor Remo Calzona fatte al Corriere della Sera, relative alle condizioni del ponte della Magliana, ha comunicato di aver  stanziato a Bilancio 2018 oltre 2 milioni di euro per interventi di manutenzione straordinaria. “Questa struttura presenta da tempo gravi difetti. Intanto, non è mai stata collaudata - ha affermato nell'intervista al  Corriere della Sera il professor Remo Calzona che, per decenni è stato docente di Tecnica delle costruzioni all’università La Sapienza di Roma. - Non sono state fatte prove di carico e di tensione. È un ponte fuorilegge da quando è stato aperto, nel 1950” Nel comunicato l'amministrazione capitolina fa sapere che per tutte le opere di manutenzione urbana di viabilità inter-municipale (ponti, strade, gallerie) nel Bilancio 2018-2020 sono previsti oltre 90 milioni di euro. Inoltre sono stati stanziati circa 10 milioni di euro per servizi di sorveglianza. Sempre per il 2018 sono stati stanziati circa 5 milioni di euro dedicati a progettazione e manutenzione straordinaria dei ponti di Roma Capitale, con interventi programmati su tutto il territorio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2018

Facciamo chiarezza sugli atti Convenzionali che regolano le concessioni autostradali

di mobilita

In questi giorni si è molto parlato degli Atti Convenzionali che regolano le concessioni autostradali sulla rete a pedaggio e in molti hanno sostenuto che tali atti sono secretati. In realtà le convenzioni sono disponibili a tutti già dal febbraio di quest'anno sul sito del MIT. Sul sito sono contenuti i testi delle convenzioni e i relativi allegati, che consentono l’accesso generalizzato alle informazioni di interesse pubblico sugli operatori autostradali, sull’organizzazione e sul costo del servizio, quindi anche le regole stabilite a suo tempo, ​in base alle quali vengono riconosciuti gli aggiornamenti dei pedaggi.   Oltre alle convenzioni, presenti anche gli allegati tecnici, che definiscono i profili specifici del rapporto concessorio. Per scaricare gli atti: http://www.mit.gov.it/documentazione/convenzioni-regolanti-i-rapporti-tra-il-ministero-e-le-societa-concessionarie Di seguito si riportano i tratti autostradali suddivisi per Società Concessionaria: Autostrade per l’Italia (Aspi) A1 Milano-Napoli A1 Raccordo A1 – Tangenziale Est di Milano A1 Diramazioni a Roma (Roma Nord e Roma Sud) A4 Milano-Brescia A7 Serravalle-Genova A8 Milano-Varese A8 Diramazione Gallarate–Gattico A9 Lainate-Como-Chiasso A10 Genova-Savona A11 Firenze-Pisa Nord A12 Genova-Sestri Levante A12 Roma-Civitavecchia A13 Bologna-Padova A13 Diramazione per Padova Sud A13 Diramazione per Ferrara A14 Bologna-Taranto A14 Diramazione per Ravenna A14 Diramazione per la Tangenziale di Bari A14 Raccordo A1-A14 A16 Napoli-Canosa A23 Udine-Tarvisio A26 Genova Voltri-Gravellona Toce A26 Diramazione Predosa-Bettole A26 Diramazione Stroppiana-Santhià A27 Mestre-Belluno A30 Caserta-Nola-Salerno A52 Rho-Monza (lotto 3 Variante di Baranzate)   Autostrada del Brennero A22 Brennero-Modena   Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova A4 Brescia-Padova A31 Rovigo - Vicenza - Piovene Rocchette (Valdastico)   Autostrade Centro Padane A21 Piacenza-Brescia A21 Diramazione per Fiorenzuola A21 Lotti 3° e 4° del Raccordo Ospitaletto - Montichiari   Autocamionale della Cisa A15 Parma - La Spezia   Autostrada dei Fiori A10 Savona - Ventimiglia   Consorzio per le Autostrade siciliane (Cas) AA20 Messina - Palermo A18 Messina - Catania A18 Siracusa - Rosolini   Autovie Venete A4 Quarto d’Altino - Trieste A23 Palmanova - Udine A28 Portogruaro - Conegliano A34 Villesse - Gorizia A57 Mestre-Terraglio - Quarto d’Altino   Milano Serravalle - Milano Tangenziali A7 Milano - Serravalle A7 Raccordo A7 - Piazza Maggi (da A a B) A7 Raccordo A7 - Piazza Maggi (da B al km 0 dell’autostrada A7) A50 Tangenziale Ovest di Milano A50 Tratta A della viabilità di accesso alla Fiera di Milano A51 Tangenziale Est di Milano A52 Tangenziale Nord di Milano A53 Raccordo Bereguardo - Pavia A54 Tangenziale di Pavia   Tangenziale di Napoli A56 Tangenziale di Napoli   Raccordo Autostradale Valle D’Aosta – RAV A5 Aosta - Traforo del Monte Bianco   Società Autostrada Ligure Toscana – SALT A11 Diramazione Lucca - Viareggio A12 Sestri Levante - Livorno A15 Fornola - La Spezia   Società Autostrada Tirrenica – SAT A12 Livorno - San Pietro in Palazzi A12 Civitavecchia - Tarquinia (lotto 6A)   Società Autostrade Meridionali - SAM A3 Napoli – Salerno   S.A.T.A.P. (Società Autostrada Torino-Alessandria-Piacenza) - A4 Torino – Milano A4 Torino – Milano   S.A.T.A.P. (Società Autostrada Torino-Alessandria-Piacenza) - A21 Torino – Piacenza A21 Torino – Piacenza   Società Autostrade Valdostane – SAV A5 Quincinetto - Aosta A5 Raccordo Aosta - Gran San Bernardo   Società Italiana Traforo Autostradale del Frejus – SITAF A32 Torino - Bardonecchia A32 Circonvallazione di Oulx T4 Traforo del Frejus   Autostrada Torino – Savona - ATS A6 Torino - Savona A6 Diramazione per Fossano   Società Italiana Traforo del Monte Bianco – SITMB T1 Traforo del Monte Bianco   Società Italiana Traforo Gran San Bernardo T2 Traforo del Gran San Bernardo T2 Autostrada di accesso   Strada dei Parchi A24 Roma - Teramo A24 Diramazione GRA - Tangenziale Est di Roma A25 Torano – Pescara   Società di progetto Autostrada Asti Cuneo A33 Cuneo centro - Massimini A33 Marene - Cherasco A33 Guarene - Alba - Roccaschiavino A33 Diramazione per Cuneo est A33 Viabilità di collegamento con la tangenziale ovest di Bra A33 Diramazione per Cherasco   Concessioni Autostradali Venete - CAV A4 Padova Est - bivio A4/A57 A4 bivio A4/A57 - Quarto d’Altino A57 bivio A4/A57 - Mestre-Terraglio A57 Diramazione per l’aeroporto Marco Polo  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2018

REGIONE SICILIANA | Per Falcone la Sicilia avrà le carte in regola per rilanciare il ponte sullo stretto

di mobilita

In un'intervista a TPI l'assessore alle infrastrutture della Regione Siciliana, Marco Falcone, conferma la propria posizione affinchè si realizzi il ponte sullo stretto di Messina. “Tra un anno il Governo Musumeci porterà a compimento diversi interventi: sistemazione delle A/18 e A/20 tramite CAS, e A/19 tramite Anas. Inoltre faremo partire alcuni importanti lavori ferroviari come la Bicocca-Catenanuova e la Ogliastrillo-Castelbuono. A ciò si aggiungeranno diversi interventi su numerose arterie di competenza delle ex Province. Allora sì che la Sicilia avrà le carte in regola per rilanciare sull’unica opera che permetterà la continuità territoriale, abbassando, quantomeno per i mezzi pesanti, i tempi di percorrenza di almeno 3 ore”. "Nel frattempo - continua l'assessore Falcone nella sua pagina Facebook - sono numerosissimi i ponti su cui stiamo intervenendo, dal ponte Mela, tra Barcellona e Milazzo, al ponte tra Sant’Alessio e Santa Teresa di Riva, al viadotto cinque archi, solo per fare alcuni esempi. Il ponte Akragas 1, oggi, di concerto con la Regione, è chiuso".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 ago 2018

MILANO | Un nuovo percorso ciclabile da Largo D’Ancona alle Colonne di San Lorenzo

di mobilita

Un nuovo percorso ciclabile è stato messo a punto dal Comune di Milano per percorrere sulle due ruote un tratto del centro città, esattamente da Largo D’Ancona fino alle Colonne di San Lorenzo. L’obiettivo è stato quello di realizzare un tracciato, dedicato alle biciclette, alternativo alle vie Carducci e De Amicis attualmente interessate dai cantieri della nuova metropolitana M4 (Stazioni S.Ambrogio, Manufatto e Stazione De Amicis) che rendono difficoltosa la circolazione e resa necessaria la soppressione temporanea delle ciclabili. “Con questo percorso – ha dichiarato l’assessore alla Mobilità Marco Granelli – vogliamo offrire maggior sicurezza a chi usa le biciclette per muoversi in città, in particolare garantendo la continuità lungo una direttrice molto importante che attraversa il centro di Milano”. Questo in dettaglio il nuovo indirizzamento consigliato ai ciclisti: largo D’Ancona, via Buttinone, via Terraggio, piazza S.Ambrogio, via Lanzone, via Caminadella e via Gian Giacomo Mora, per concludersi in Corso di Porta Ticinese. Nell’ultimo tratto di via Caminadella viene istituito un percorso ciclabile protetto. Di conseguenza, è stato ripristinato il senso di marcia originario in via Caminadella, nel tratto compreso tra via Lanzone e via Novati, che sarà quindi percorribile provenendo da via Lanzone.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ago 2018

SAVONA | Entro il 2019 restyling del Palacrociere e due nuovi finger

di mobilita

Miglioramenti funzionali e un nuovo restyling della stazione marittima: Costa Crociere ha presentato recentemente all’ADSP Genova-Savona il progetto di adeguamento di alcune parti del primo palacrociere costruito nel 2003, affinchè possa meglio rispondere alle esigenze dettate dai maggiori flussi di passeggeri soprattutto per quanto concerne la gestione dei controlli di sicurezza   Firmato dallo Studio Vicini Architetti di Genova, prevede infatti, la risistemazione dell'area Rx e check-in e la costruzione di un cubo di vetro sul terrazzo lato città per consentire una maggiore fruibilità dello spazio dedicato ai passeggeri. Via la fontana al primo piano, mentre la statua che era stata collocata davanti al check in troverà posto a piano terra; tra le parti ammezzate verrà costruita una passerella mentre una costruzione in vetro amplierà la zona di accoglienza dei crocieristi sul lato ovest dell’attuale stazione marittima. Il progetto prevede anche la sostituzione dei due fingers esistenti a servizio delle operazioni di imbarco/sbarco passeggeri con altrettanti di maggiori dimensioni e adatti alle caratteristiche delle nuove navi della flotta di Costa Crociere. Il costo degli interventi di adeguamento previsti si aggira sui 5 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ago 2018

Crollo ponte Morandi, treni straordinari per favorire la mobilità nel nodo Genova

di mobilita

Per favorire la mobilità nel nodo di Genova, a seguito del crollo del ponte autostradale Morandi, domani, mercoledì 15 agosto, saranno assicurate corse aggiuntive fra Genova Voltri e Genova Brignole. Di seguito il dettaglio dei treni straordinari Trenitalia: 21030 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 09:56/10:34 21040 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 11:56/12:34 21048 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 13:56/14:34 24720 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 05:40/08:34 21024 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 08:26/09:04 21034 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 10:26/11:04 21042 - GENOVA P.PRINC. - GENOVA VOLTRI - 12:34/13:04 21050 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 14:26/15:04 21046 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 13:27/14:04 21054 - GENOVA P.PRINC. - GENOVA VOLTRI - 15:34/16:04 21062 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 17:26/18:04 21070 - GENOVA BRIGNOLE - GENOVA VOLTRI - 19:26 /20:04 21029 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE  - 08:56/ 09:35 21037 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE   - 10:56/11:35 21045 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE  - 12:56/13:35 21053 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 14:56/15:35 11227 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA P.PRINC. - 11:24/11:49 21031 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 09:26/10:05 21047 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 13:26/14:05 21055 - GENOVA VOLTRI -  GENOVA BRIGNOLE - 15:26/16:05 21059 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE - 16:26/17:01 21067 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE - 18:26/19:05 21075 - GENOVA VOLTRI - GENOVA BRIGNOLE - 20:26/21:07 21077 - GENOVA VOLTRI - GENOVA P.PRINC. - 14:26/14:50

Leggi tutto    Commenti 0