Articolo
07 mar 2019

Wizz Air prende in consegna il suo primo Airbus A321neo

di mobilita

Wizz Air ha preso in consegna il suo primo di 184 aerei A321neo in un evento ad Amburgo, con József Váradi, CEO Wizz Air e Christian Scherer, direttore commerciale di Airbus. L'aeromobile di nuova generazione è alimentato da due motori Pratt & Whitney GTF e presenta la più ampia cabina a corridoio singolo con 239 posti in configurazione a classe singola e offre agli operatori la massima flessibilità, efficienza nei consumi e bassi costi operativi. Wizz Air è un operatore interamente Airbus, con oltre 100 aeromobili della famiglia A320 attivi in ​​tutta Europa con 261 aerei da consegnare. Grazie ai 184 aeromobili A321neo ordinati, Wizz Air è il cliente Airbus più grande del mondo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mar 2019

AGRIGENTO | In treno alla Festa del Mandorlo in Fiore

di mobilita

Trenitalia (Gruppo FS Italiane) ha programmato, in collaborazione con la Regione Siciliana, 24 treni straordinari nella giornata conclusiva della sagra del mandorlo – domenica 10 marzo – sulla linea Canicattì-Aragona Caldare-Agrigento. Venti i collegamenti fra Aragona Caldare e Agrigento Centrale e viceversa, tutti con fermata ad Agrigento Bassa e quattro quelli fra Canicattì e Agrigento Centrale e viceversa, che fermeranno nelle stazioni di Racalmuto, Grotte, Aragona Caldare e Agrigento Bassa. Le corse straordinarie consentiranno di assistere all’incanto dei mandorli fioriti, e di seguire gli eventi in programma, spostandosi comodamente in treno, senza lo stress del traffico e della ricerca del parcheggio. Anche alla Festa del Mandorlo in fiore sarà attivo il customer care di Trenitalia, il nuovo servizio dedicato ai pendolari dei treni regionali. Gli operatori, facilmente individuabili dai gilet rossi, forniranno assistenza e informazioni alle persone in transito nelle stazioni di Aragona Caldare, Porto Empedocle, Agrigento Centrale e Bassa. Attiva anche la biglietteria di Agrigento Centrale che, per l’occasione, sarà aperta dalle 6:10 alle 20:30. Informazioni nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie. Per gli orari guarda qui.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mar 2019

Entra in servizio Costa Venezia, la prima nave di Costa Crociere progettata per il mercato cinese

di mobilita

Nello stabilimento Fincantieri di Monfalcone, alla presenza di Matteo Salvini, Ministro dell’Interno e Vice Presidente del Consiglio dei Ministri, e di Edoardo Rixi, Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Costa Crociere ha preso ufficialmente in consegna Costa Venezia, la prima nave della compagnia italiana progettata appositamente per offrire al mercato cinese il meglio dell’Italia. Costa Venezia fa parte di un piano di espansione che comprende un totale di 7 nuove navi in consegna per il Gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre 6 miliardi di euro. Con una stazza di 135.500 tonnellate lorde, una lunghezza di 323 metri e una capacità di oltre 5.200 ospiti, Costa Venezia sarà la più grande nave introdotta da Costa nel mercato cinese, dove la compagnia italiana è entrata per prima nel 2006 ed è attualmente leader. Proporrà una serie di innovazioni mai viste prima, pensate in maniera specifica per la clientela cinese, che porteranno gli ospiti alla scoperta della cultura, dello stile di vita e delle eccellenze italiane, a cominciare dagli interni, ispirati alla città di Venezia. Michael Thamm, Amministratore Delegato del Gruppo Costa e Carnival Asia, ha dichiarato: “Costa Venezia ci aiuterà a sviluppare ulteriormente il mercato delle crociere in Cina, che ha un grandissimo potenziale tuttora inesplorato. Basti pensare che i cinesi in crociera sono attualmente circa 2,5 milioni l’anno, ovvero meno del 2% del totale dei cinesi che viaggiano all’estero. Inoltre Costa Venezia rafforza ulteriormente il legame di Costa con l’Italia: è una nave costruita in Italia, da un cantiere italiano, che batte bandiera italiana e che farà vivere ai clienti cinesi esperienze italiane indimenticabili.” L’Amministratore Delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha dichiarato: “Per noi “Costa Venezia” è l’emblema di ciò che sappiamo fare e dove intendiamo arrivare, ma è anche il prodotto della partnership storica con il Gruppo Carnival e con Costa Crociere, che esalta la tradizione della manifattura e delle capacità italiane proiettandole verso altri confini”. Bono ha proseguito:“Come leader consolidato di settore, il nostro contributo all’industria crocieristica, tra unità consegnate e quelle in ordine, si porterà nei prossimi anni a 143 navi, con un passeggero su tre che viaggerà sui nostri gioielli. Non appena “Costa Venezia” entrerà in servizio in Cina, mettendo in mostra anche in un mercato ancora inesplorato quello che siamo capaci di realizzare, sono certo che si aprirà un nuovo capitolo della storia di successo di Fincantieri”. Arnold Donald, President & CEO di Carnival Corporation, ha dichiarato: "La consegna di Costa Venezia è un ulteriore passo in avanti nella crescita di un settore crocieristico forte e sostenibile in Cina. Sono convinto che un giorno la Cina diventerà il più grande mercato delle crociere del mondo. Lo sviluppo dell'industria crocieristica cinese continuerà ad aprire il mondo a milioni di viaggiatori cinesi, generando benefici sempre maggiori”. "Come prima nave realizzata appositamente per il mercato cinese, Costa Venezia segna una nuova era non solo per Costa e Fincantieri, ma per l'industria crocieristica cinese nel suo complesso", ha dichiarato Mario Zanetti, Direttore Generale di Costa Group Asia. "Dal suo concepimento sino alla consegna, tutto ciò che riguarda Costa Venezia è stato progettato pensando al cliente cinese. Costa Venezia continuerà ad offrire l'autentica esperienza italiana tipica di Costa, ma con l’aggiunta di ulteriori novità, mai proposte prima, in grado di soddisfare ancora meglio le esigenze del mercato locale”. Costa Venezia farà rivivere agli ospiti cinesi l’unicità della cultura veneziana e italiana. Il teatro della nave è ispirato al teatro veneziano "La Fenice"; l'atrio principale ricorda "Piazza San Marco", mentre i ristoranti principali ricalcano la tipica architettura delle calli e dei campi veneziani. A bordo si possono trovare anche delle vere e proprie gondole, realizzate dagli artigiani dello Squero di San Trovaso. Gli ospiti potranno inoltre assaporare le prelibatezze della cucina italiana, fare shopping nei negozi di bordo con tanti marchi famosi del “made in Italy” e godersi l'intrattenimento italiano di fama internazionale, con una festa in maschera che ricreerà la magica atmosfera del famoso Carnevale di Venezia. Allo stesso tempo potranno sentirsi come a casa loro, grazie all’offerta di un’ampia scelta di cucina cinese, del karaoke in stile cinese, e di feste come il "Golden Party", pieno di sorprese e di regali da poter vincere ogni dieci minuti. La cerimonia di battesimo di Costa Venezia è in programma Trieste il 1 marzo, con una eccezionale esibizione acrobatica delle Frecce Tricolori e uno spettacolo di fuochi d’artificio, che coinvolgeranno l’intera città. La prima crociera della nave partirà da Trieste il 3 marzo 2019, diretta in Grecia e Croazia. L'8 marzo Costa Venezia sarà nuovamente a Trieste per la partenza della crociera inaugurale: un viaggio eccezionale, lungo ben 53 giorni, sulle orme di Marco Polo, che attraverserà il Mediterraneo, il Medio Oriente, il sud-est asiatico e l'Asia orientale, prima di arrivare a Tokyo. Quella di vernissage e la crociera inaugurale saranno le uniche partenze disponibili per gli ospiti europei e americani per godersi una vacanza sulla nuova nave. Dal 18 maggio 2019 infatti Costa Venezia sarà dedicata esclusivamente agli ospiti cinesi, offrendo crociere in Asia con partenza da Shanghai. Dopo Costa Venezia, la prossima nuova nave del gruppo a entrare in servizio, nell’ottobre 2019, sarà Costa Smeralda, nuova ammiraglia del marchio Costa Crociere e prima nave per il mercato globale alimentata a LNG. Una seconda nave progettata esclusivamente per il mercato cinese, gemella di Costa Venezia, è attualmente in costruzione da Fincantieri a Marghera, con consegna prevista nel 2020.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mar 2019

British Airways svela il terzo design della serie di livree storiche

di mobilita

Oggi British Airways ha svelato il terzo design della serie di livree storiche per celebrare il centenario della compagnia aerea: un Boeing 747-400 dipinto nell'iconico design Landor. L'annuncio giunge dopo che enormi folle si sono esibite per vedere la prima livrea del patrimonio - un 747 con colori della British Overseas Airways Corporation (BOAC), che è atterrato a Heathrow la scorsa settimana e segue la notizia che un Airbus 319 è attualmente ridipinto nel Livrea British European Airways (BEA). Il Boeing 747-400, registrato G-BNLY, è entrato nella bacheca della IAC all'aeroporto di Dublino all'inizio di questa settimana, dove sarà ridipinto con la livrea Landor , che adornò la flotta della British Airways dal 1984 al 1997. Le caratteristiche del design includono lo stemma della British Airways con il motto To Fly. Sarà anche ribattezzato 'City of Swansea', il nome che l'aereo aveva quando in origine sfoggiava la livrea Landor. La livrea presenta anche il logo del centenario delle compagnie aeree, che è orgogliosamente esposto su tutti gli aerei con livrea del centenario. Ritornerà ad Heathrow ed entrerà in servizio più tardi nel corso del mese volando verso destinazioni a lungo raggio servite dal Boeing 747, con il progetto rimanente sull'aeromobile fino a che non si ritira nel 2023. Le livree del patrimonio Landor, BEA e BOAC fanno parte di una serie speciale per celebrare il centenario della British Airways, in quanto la compagnia celebra il suo passato guardando al futuro. Un progetto di replica finale verrà svelato a tempo debito, mentre tutti i nuovi velivoli che entreranno nella flotta, incluso l'A350, continueranno a ricevere il design attuale di Chatham Dockyard. Nel suo centenario British Airways ospita una serie di attività ed eventi. Oltre a guardare indietro, la compagnia aerea ospita anche BA 2119 - un programma che guiderà il dibattito sul futuro del volo ed esplorerà il futuro dei carburanti per l'aviazione sostenibile, le carriere nel settore dell'aviazione del futuro e l'esperienza del cliente nel futuro. La compagnia aerea lavorerà con partner esperti per identificare i 100 Great Britons di BA; la gente su e giù per il paese che sta attualmente modellando la Gran Bretagna moderna e, naturalmente, l'anno non sarebbe completo senza qualche volo speciale e emozioni per i clienti. L'attività del centenario si sta svolgendo a fianco dell'attuale investimento di 5,5 miliardi di sterline della compagnia aerea per i clienti. Questo include l'installazione della migliore qualità WiFi e potenza in ogni posto, montando 128 aerei a lungo raggio con nuovi interni e prendendo in consegna 72 nuovi velivoli. La compagnia aerea introdurrà anche un nuovo sedile Club World con accesso diretto al corridoio entro la fine dell'anno. Una storia in vaso di BA: Il 25 agosto 1919, la società antecedente di British Airways, Aircraft Transport and Travel Limited (AT & T), lanciò il primo servizio aereo internazionale di linea giornaliero al mondo tra Londra e Parigi. Nel 1924, le quattro principali compagnie aeree britanniche, che si erano evolute in Instone, Handley Page, Daimler Airways (un successore di AT & T) e British Air Marine Navigation Company Limited, si fusero per formare Imperial Airways Limited. Nel 1925, la Imperial Airways forniva servizi a Parigi, Bruxelles, Basilea, Colonia e Zurigo. Nel frattempo, una serie di piccole compagnie di trasporto aereo del Regno Unito avevano aperto voli e nel 1935 si fusero per formare la British Airways Limited, di proprietà privata, che divenne il principale concorrente britannico della Imperial Airways sulle rotte europee. A seguito di una revisione del governo, Imperial Airways e British Airways sono state nazionalizzate nel 1939 per formare la British Overseas Airways Corporation (BOAC). Continental Airlines e voli nazionali sono stati effettuati da una nuova compagnia aerea, British European Airways (BEA) dal 1946. BOAC ha introdotto servizi a New York nel 1946, in Giappone nel 1948, a Chicago nel 1954 e nella costa occidentale degli Stati Uniti nel 1957. BEA ha sviluppato una rete domestica in vari punti del Regno Unito, tra cui Belfast, Edimburgo, Glasgow e Manchester. Dal 1946 al 1960, BOAC e BEA furono i principali operatori britannici dei servizi di linea internazionali per passeggeri e merci e mantennero il ruolo pionieristico della Gran Bretagna nel settore. Gli anni '50 videro il mondo entrare nell'era del jet passeggeri - guidato da BOAC, con la Cometa che volava a Johannesburg nel 1952, dimezzando il tempo di volo precedente. Altre compagnie aeree iniziarono a passare alla proprietà di BEA e nel 1967 il governo raccomandò che una commissione fosse responsabile per BOAC e BEA, con l'istituzione di una seconda compagnia aerea, con la conseguenza che il Caledoniano britannico sarebbe nato nel 1970. Due anni dopo, le attività di BOAC e BEA furono riunite sotto la neonata British Airways Board, con le compagnie aeree separate che si unirono come British Airways nel 1974. Nel luglio 1979, il governo annunciò l'intenzione di vendere azioni di British Airways e nel febbraio 1987 la British Airways fu privatizzata. Nel gennaio 2011 è stato costituito l'International Consolidated Airlines Group (IAG) quando British Airways e Iberia si sono fuse. Da allora IAG è diventata anche la società madre di Aer Lingus e Vueling e nel 2017 IAG ha lanciato LEVEL, un nuovo marchio di compagnie aeree low cost che opera da Barcellona, ​​Parigi e Vienna. Ti potrebbero interessare: British Airways festeggia i 100 anni con un B747 con livrea retrò BOAC British Airways annuncia la seconda livrea speciale: BEA su un A319

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2019

VENEZIA | Le disposizioni di sicurezza per il tradizionale “Volo dell’Angelo” in Piazza San Marco

di mobilita

In occasione del tradizionale Volo dell’Angelo, momento di apertura del Carnevale di Venezia 2019, si inviano alcune informazioni relative alle modalità di accesso in Piazza San Marco In ottemperanza alle recenti normative sulla sicurezza, dopo la riunione del COSP la capienza di posti in Piazza San Marco in occasione dell’evento di domenica 24 febbraio, sarà di23.000 persone. Allo scopo di favorire l’accesso allo spettacolo dei residenti e dei turisti soggiornanti a Venezia, si è concordato di anticipare l’orario di inizio dell’avvenimento alle ore 11. Notizie sulla situazione saranno fornite tramite aggiornamenti sui canali ufficiali di comunicazione del Carnevale di Venezia, tradotti in più lingue, e in particolare sui siti: www.carnevale.venezia.it, www.comune.venezia.it, FB https://www.facebook.com/carnevaleveneziaofficialpage e https://www.facebook.com/carnevaleveneziaofficialpage Twitter https://twitter.com/Venice_Carnival e https://twitter.com/veneziaunica Si forniscono di seguito alcune informazioni operative: inizio del volo: ore 11.00, anticipato di un’ora rispetto al tradizionale orario delle ore 12.00; dalle ore 8.30 verranno attivate i dispositivi di security e safety in Piazza San Marco per i necessari controlli e per la predisposizione delle misure e degli apparati di sicurezza; all’interno delle Piazza sarà previsto un congruo numero di moduli di vie di esodo, appositamente segnalati e presidiati, per garantire il regolare deflusso delle persone; verrà mantenuto un corridoio centrale di sicurezza, con l’individuazione di un’area di decompressione e di una zona dedicata alle persone con disabilità; il conteggio delle persone verrà effettuato da specifici addetti dotati di palmari, per cui, una volta raggiunto il limite massimo di capienza stabilito, verrà disposta la temporanea chiusura degli accessi alla Piazza, con l’attivazione delle deviazioni del flusso pedonale individuate e adeguatamente pubblicizzate; verrà costituito un posto di comando avanzato, quale cabina di regia, per il coordinamento degli interventi, in situazioni di emergenza; saranno presenti 200 operatori delle Forze dell’Ordine, 250 della Polizia Locale, 60 del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, 120 stewards e operatori dedicati, 40 unità del personale sanitario del SUEM e della Croce Verde, 40 della Protezione Civile al fine di predisporre una cornice di massima sicurezza, atta a garantire il regolare svolgimento dell’evento e la tutela delle persone per un numero complessivo di oltre 700 persone impiegate. Un particolare richiamo d’attenzione viene, inoltre, rivolto alle famiglie con bimbi nei passeggini, in considerazione della possibilità che una situazione di affollamento potrebbe determinare delle difficoltà nella mobilità. Verranno, infine, potenziati i servizi di navigazione e automobilistici di Actv.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2019

Carnevale di Venezia 2019: il Corteo delle Marie

di mobilita

Si è svolto anche quest'anno il tradizionale corteo delle Marie del Carnevale di Venezia. Le dodici ragazze sono partite da San Piero di Castello intorno alle 14.30 di oggi, sabato 23 febbraio, hanno percorso via Garibaldi e Riva degli Schiavoni in uno scenografico corteo, per arrivare poi sul palco di Piazza San Marco, dove si è tenuta la presentazione ufficiale al pubblico del Carnevale. Sono state accolte, tra gli altri, dalla presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, dalla vicesindaco, Luciana Colle, dall'assessore comunale al Turismo, Paola Mar, dal consigliere delegato alla Tutela delle Tradizioni, Giovanni Giusto, che hanno portato il saluto dell'Amministrazione comunale e fatto i complimenti alle Marie e all'organizzazione della Festa e del Carnevale. La presidente Damiano e l'assessore Mar, avevano inoltre fatto uno speciale “in bocca al lupo” alle ragazze, portando il loro saluto durante i preparativi prima della partenza del corteo. La presidente Damiano e l'assessore Mar questo pomeriggio hanno infatti raggiunto le Marie mentre stavano ultimando i preparativi di trucco e acconciatura, dopo aver indossato i tradizionali costumi. Inoltre l'assessore Mar, nel pomeriggio, ha preso parte all'inaugurazione della 35. edizione del Mercato della Maschere e dei Costumi veneziani in Campo Santo Stefano, dove sono stati allestiti sedici stand che rimarranno funzionanti fino al 5 marzo, tutti i giorni a partire dalle ore 10.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 feb 2019

Parte il Treno Verde 2019 di Legambiente

di mobilita

Migliorare la qualità della vita nei centri urbani attraverso la mobilità integrata e sostenibile e l'utilizzo di energia verde prodotta da fonti rinnovabili. Riparte con questo obiettivo la campagna Treno Verde, iniziativa di Legambiente e FS Italiane, giunta alla 31esima edizione, presentata presso la stazione di Roma Termini da Stefano Ciafani, Presidente Legambiente, Orazio Iacono, AD di Trenitalia e Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente. “La sostenibilità ambientale, sociale ed economica – sottolinea Gianfranco Battisti, AD e DG di FS Italiane – è un valore fondamentale per i nostri processi industriali e proietta il Gruppo verso un futuro più green e più attento allo sviluppo sostenibile delle città e delle grandi aree urbane del Paese. Per questo motivo, innovazione e tecnologia, determinanti per lo sviluppo sostenibile dei territori, anche quelli più periferici, sono i temi dell’edizione 2019 del Treno Verde e costituiscono il fulcro delle idee e dei progetti delle start up presenti a bordo. È indispensabile e importante creare la cultura della sostenibilità e metterla al centro dei progetti industriali: è infatti un pilastro del Piano Industriale che stiamo elaborando. Insieme al treno, mezzo ecologico per eccellenza, lavoriamo anche per rendere le stazioni veri e propri hub della mobilità integrata dove le persone possono trovare sempre più servizi in grado di soddisfare le loro esigenze quotidiane. È in quest’ottica che, nella costruzione di nuove infrastrutture ferroviarie e nel mantenimento e miglioramento di quelle esistenti, adottiamo tecnologie innovative e all’avanguardia. Con i green bond, strumenti di finanza sostenibile, acquistiamo poi i nuovi treni regionali Rock e Pop, in circolazione da fine primavera, che hanno un’alta percentuale di riciclo dei materiali, vicina al 100%, e che miglioreranno l’esperienza di viaggio delle persone, portandola al livello dei Frecciarossa. La bussola della sostenibilità, che orienta le nostre azioni quotidiane, ha infatti consentito al Gruppo FS Italiane, importante realtà industriale del Paese, di raccogliere sul mercato finanziario risorse a costi altamente competitivi”. Il convoglio ambientalista farà tappa nelle stazioni di 12 città italiane: Palermo (18-19-20 febbraio) Bari (22-23-24 febbraio) Napoli (26-27-28 febbraio) Roma Termini (2-3-4 marzo) Pescara (6-7-8 marzo) Arezzo (10-11-12 marzo) Civitanova Marche (14-15-16 marzo) Rimini (18-19-20 marzo) Padova (22-23-24 marzo) Genova Piazza Principe (26-27-28 marzo) Torino (30-31 marzo e primo aprile) Milano Porta Garibaldi (3-4-5 aprile) Sarà possibile visitare il Treno Verde e partecipare alle iniziative di ogni tappa dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 14.00 per le scuole prenotate e dalle 16.00 alle 19.00 per tutti i visitatori. La domenica il treno è aperto dalle 10.00 alle 13.00. A Roma Termini sarà possibile visitare la mostra dalle 10.00 alle 14.00.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2019

A San Valentino con Trenitalia si viaggia in coppia al prezzo di una sola persona

di mobilita

A San Valentino con Trenitalia si viaggia in coppia al prezzo di una sola persona. Con chi vuoi, come vuoi e quando vuoi, fino al 17 febbraio 2019. La società di trasporto del Gruppo FS Italiane festeggia gli innamorati con l’offerta Speciale 2x1, valida per i viaggi dall’11 al 17 febbraio sul biglietto Base di tutti i treni nazionali, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e in 1a e 2a classe. Sono esclusi i treni regionali, il livello di servizio Executive e i servizi cuccette, VL ed Excelsior. La promozione è acquistabile fino alle ore 24.00 di due giorni prima della partenza del treno su tutti i canali di vendita Trenitalia. I dettagli dell’offerta sono consultabili su trenitalia.com.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2019

Presentati oggi a Parigi il programma “Milano e Leonardo 500” e il TGV personalizzato che viaggerà tra Italia e Francia per tutto il 2019

di mobilita

L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha presentato oggi alla stampa francese, durante una conferenza stampa alla Gare de Lyon a Parigi, il programma “Milano e Leonardo 500”, promosso e coordinato dal Comune di Milano in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci. Milano, la città in cui Leonardo visse più a lungo, celebra infatti il suo genio eclettico con un ricco programma di iniziative multidisciplinari durante tutto il 2019. Già presentato a New York e a Londra nei mesi scorsi, il palinsesto verrà presentato a Berlino il prossimo 25 febbraio. In occasione della conferenza stampa di Parigi, è stato presentato alla stampa anche il TGV personalizzato Leonardo. SNCF, la società nazionale delle ferrovie francesi, partecipa infatti alle celebrazioni leonardesche con un’iniziativa speciale: la personalizzazione del TGV che collega ogni giorno Milano e Parigi con le immagini di Leonardo, dei luoghi in cui ha vissuto e delle sue opere. In particolare, la decorazione esterna è dedicata alla Francia, luogo in cui Leonardo è sepolto e in cui visse gli ultimi due anni della sua vita, con il volto della Monna Lisa da un lato e una veduta del Castello di Clos Lucé ad Amboise dall’altro. La decorazione interna, nella vettura bar, è invece dedicata a Milano: i tavoli e i pannelli sono personalizzati con immagini del Codice Trivulziano e della Sala delle Asse stampati in alta definizione. Sulla base di queste immagini, i digital artist di Bepart hanno costruito scenari di realtà aumentata, fruibili da tutti i viaggiatori gratuitamente grazie a un’app scaricabile gratuitamente sullo smartphone (Bepart). Il TGV che collegherà per tutto il 2019 Milano e Parigi sarà quindi un potente strumento di connessione tra i due Paesi, che hanno entrambe beneficiato dell’eredità culturale del genio vinciano.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 feb 2019

Oltre 100 destinazioni in Italia e nel Mondo alla Bit 2019

di mobilita

Tutto pronto per BitMilano, a fieramilanocity da oggi a martedì 12 febbraio. Con circa 1.300 espositori registrati in rappresentanza di più di 100 destinazioni in Italia e nel mondo, Bit 2019 punta quindi a consolidare i risultati dello scorso anno. Bit 2019 si conferma una piattaforma chiave per promuovere l’unicità della destinazione Italia, grazie alla presenza istituzionale delle Regioni italiane, dei più qualificati consorzi ed enti locali, delle località turistiche più note e delle grandi città del Belpaese. Molta attenzione anche nei confronti del turismo europeo che in Bit avrà il palcoscenico giusto per presentare l’offerta turistica. Oltre ai ritorni di Germania, Svizzera, Francia o Portogallo, il visitatore professionale potrà trovare anche destinazioni turistiche come Croazia e Slovenia, o le mete emergenti come Polonia, Slovacchia, Albania, Romania o Moldavia. Inoltre gli operatori potranno cogliere le nuove opportunità di business rappresentate da destinazioni come Etiopia, Guatemala e Tanzania, quest’ultima per la prima volta a Bit.Tra i nuovi paesi che hanno scelto di essere a Bit anche Armenia, Costa Rica, Monaco, Oman, Namibia. Quatto aree per tante esperienze (Betech, A Bit of Taste, I Love Wedding, Bit4Job) Fortemente rinnovata l’area Betech dedicata alla trasformazione digitale che ruoterà intorno a Bit: Bringing Innovation into Travel sul futuro del settore a cura di Fiera Milano Media che offrirà incontri ai massimi livelli affiancando una parte espositiva che vede protagoniste 41 startup individuate in collaborazione con l’Associazione Italiana Startup Turismo. Le startup disporranno inoltre di un’arena in dove presentare i loro progetti. Il forum vede la partnership di Forbes. In A Bit of Taste, l’area dedicata al turismo enogastronomico, ritorna la collaborazione con APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani – e con Le Strade del Gusto e il palinsesto di eventi che vedrà avvicendarsi momenti di approfondimento e networking ma soprattutto molti appuntamenti di showcooking. I protagonisti di questo spazio saranno gli chef della Squadra Nazionale APCI Chef Italia, alternati ai cuochi provenienti da alcune regioni italiane e paesi esteri che reinterpreteranno, in chiave contemporanea, ricette tipiche dei rispettivi territori. Tra gli chef che si esibiranno: Domenico Della Salandra, Luca Malacrida, Giorgio Perin, il presidente APCI Roberto Carcangiu, Andrea Provenzani. Spazio anche al mondo social, declinato nel food. Da non perdere gli appuntamenti di social cooking – novità di quest’anno – dove alcuni influencer più noti si cimenteranno ai fornelli con il supporto degli chef APCI, e gli happy hour a tema su tendenze top del momento, come free-from, pizza gourmet e finger food. I Love Wedding sarà invece l’area riservata alle nozze e destination wedding, realizzata in collaborazione con AWP Milano – Associazione Wedding Planners. Pensata per fare incontrare gli operatori, sia outgoing sia incoming, che propongono un’offerta wedding strutturata con target di interesse come Agenti di Viaggi o wedding planner. Nella domenica di apertura l’area proporrà ai viaggiatori un’originale e inedita formula per coinvolgere il pubblico: un reality show che metterà a confronto un matrimonio occidentale con uno indiano, dando ai visitatori la possibilità di partecipare dal vivo alle varie fasi che si articoleranno durante la giornata. Dal backstage della vestizione degli sposi fino ai momenti clou delle cerimonie e il lancio del bouquet, per concludersi con un’epica sfida danzante tra mambo italiano e balletti in stile “Bollywood”. Bit4Job, infine, è l’area dedicata alle opportunità professionali nel turismo. Questa edizione vede una formula ancora più efficace che combina selezione e formazione e alla quale i candidati si possono iscrivere in modo semplice e intuitivo direttamente online al sito. Alle quattro aree si aggiunge il MICE Village, spazio per il mondo degli organizzatori di eventi, convegni, meeting, incentive, centri congressi, che incontreranno buyer specializzati. Al top della cultura di settore Sempre di più Bit Milano è anche un momento di crescita professionale e di condivisione delle competenze e conoscenze. In tre giorni di manifestazione avranno luogo 141 convegni che toccheranno temi dell’innovazione digitale (Hospitality 4.0, Big Data, Internet delle Cose e Intelligenza Artificiale) o del turismo sostenibile, la valorizzazione di nicchie “slow”, il turismo religioso o la riqualificazione dei borghi, oltre a momenti formativi su marketing, anche digitale, revenue o fiscalità. Come sempre, Bit 2019 propone tre giorni a tutto business con la domenica 10 aperta anche al pubblico dei viaggiatori e lunedì 11 e martedì 12 riservati agli operatori professionali.

Leggi tutto    Commenti 0