Articolo
05 dic 2018

Festa di Roma 2019: nella città universale arriva il Capodanno ispirato alla Luna

di mobilita

24 ore di Festa, oltre 100 performance e 1000 artisti provenienti da 46 Paesi e 5 continenti, coinvolgendo una vasta area di 70.000 mq, tra piazza dell’Emporio, Giardino degli Aranci, Circo Massimo, via Petroselli, Lungotevere Aventino, Lungotevere dei Pierleoni e Isola Tiberina. Il 31 dicembre 2018 e il 1 gennaio 2019 prenderà vita la Festa di Roma 2019, promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale con il supporto del Dipartimento Attività Culturali e la collaborazione delle istituzioni culturali della città. Un’edizione straordinaria a cui l’Amministrazione con le sue Istituzioni culturali lavora da un anno per proporre un’esperienza assolutamente unica. Per un giorno intero il cuore della Città Eterna, un’area pedonalizzata, si trasformerà in un paesaggio da sogno con spettacoli, performance, istallazioni, musica, proiezioni e molto altro ispirati da un tema comune: la Luna a cui si rende omaggio in occasione dei 50 anni dal primo sbarco. Il nostro satellite naturale e il suo approdo, la conquista dello spazio, il sogno di poter viaggiare nel cosmo, a cinquant’anni da quel primo piede poggiato sui suoi crateri, continua ad essere spunto e simbolo di fantasia, di un’altra dimensione e, per estensione, l’emblema dell’assenza di gravità, di leggerezza e romanticismo. La Festa di Roma raccoglie questi spunti e ci invita a passeggiare per le vie del lungotevere facendoci perdere il senso dell’orientamento e con il naso sempre rivolto all’insù. Così quest’anno Roma, i romani e i visitatori festeggeranno l’arrivo del nuovo anno varcando confini geografici, culturali e sociali, alla scoperta di un nuovo modo di vivere la propria città e di stare con gli altri. Lo spirito è proprio quello di offrire la possibilità di riappropriarsi dello straordinario patrimonio storico di Roma, facendone teatro dell’eccellenza artistica contemporanea internazionale. In un incontro tra i tantissimi artisti che a Roma vivono e producono e gli altrettanti che da tutto il mondo sono stati invitati a realizzare qualcosa ad hoc per questa città unica e inimitabile. Il viaggio partirà alle ore 21.00 del 31 dicembre al Circo Massimo pensato come una grande piazza, in cui attendere l’arrivo del nuovo anno immersi in uno spettacolo di luci, suoni, performance acrobatiche, immagini e fuochi d’artificio. Aprirà la serata la Piccola Orchestra di Tor Pignattara, con un concerto pensato per la manifestazione ed eseguito da 20 ragazzi under 18 i cui genitori provengono da 14 diversi Paesi del mondo (Italia, Polonia, Egitto, Senegal, Eritrea, Tunisia, Nigeria, Cuba, Argentina, Colombia, Filippine, Bangladesh, Cina, Guatemala), per un’unica grande orchestra di “nuovi italiani” diretta da Pino Pecorelli. A seguire i Kitonb, grande compagnia romana che torna a esibirsi nella sua città dopo oltre 10 anni e che vanta meritati successi internazionali. Alla Festa presenteranno la performance Carillon, Il volo del tempo, un grande spettacolo di teatro urbano che si sviluppa tra la terra e il cielo, con un innovativo allestimento in cui spettacolari macchine sceniche in movimento, gigantesche scenografie volanti manovrate da autogrù idrauliche e azioni coreografiche dei danzatori-acrobati creano uno spettacolo tridimensionale che coinvolge lo spettatore a 360°. Inoltre daranno vita all'Ode alla luna, un omaggio creato per la Festa dedicato all'anniversario del viaggio dell’uomo sul satellite terrestre, performance che verrà realizzata tra un evento e l'altro della serata. Un ensemble capitanato da Vinicio Capossela si esibirà in un concerto per parole e musica dal titolo Vinicio Capossela in difesa della Luna che ci stupirà con un omaggio all’artista Guido Ceronetti, scomparso pochi mesi fa. Dopo il brindisi di mezzanotte lo spettacolo pirotecnico a cura di Acea, al quale seguirà il dj set e live di Achille Lauro, artista della nuova scena rap romana, che con la sua crew farà ballare il pubblico del Circo Massimo. Fino alle 03.00 la festa proseguirà con i dj di Dimensione Suono Roma, media partner dell’evento, la cui musica punteggerà l’intera serata. L’alba del nuovo anno verrà festeggiata al Giardino degli Aranci al suono di 100 chitarre elettriche, quelle dei coraggiosi musicisti che stanno rispondendo all’invito della PMCE - Parco della Musica Contemporanea Ensemble, per esibirsi dalle 7 di mattina del 1 gennaio sulle musiche composte da Michele Tadini. Saranno quattro le manifestazioni organizzate dall’Istituzione Biblioteche per iniziare l’anno in compagnia delle comunità di cittadini stranieri che vivono in città provenienti da Africa, America Latina, Subcontinente Indiano, Medio Oriente e Paesi Arabi. Una mattinata all’insegna dell’arte e della cultura, ma soprattutto all’insegna della conoscenza reciproca e dell’incontro. Laboratori per adulti e bambini, laboratori di danza e cucina, workshop teatrali e musicali, letture e assaggi di varie cucine del mondo vi aspettano nelle biblioteche Cornelia, Laurentina, Goffredo Mameli e Vaccheria Nardi dalle 10 alle 13. Dalle prime ore del pomeriggio del 1° gennaio la kermesse si sposterà tra piazza dell’Emporio e Lungotevere dei Pierleoni. Una festa all’insegna della poesia e dello stupore, dove danze in assenza di gravità e musiche dal vivo di ogni genere accompagneranno la passeggiata visionaria costellata da installazioni site specific, opere di videomapping e disegni di luce. Un gioco di laser azzurri creerà delle volte aeree sotto cui sfileranno giganti gonfiabili di ogni forma e dimensione, la strada sarà trasformata in un unico “tappeto” illuminato di rosso, dove marching band da ogni continente si esibiranno aprendo la strada a parate di tamburi per fuoco, giochi pirotecnici e girandole d’artificio. Coinvolti in questa kermesse artisti come Le Remue Menage o come Les commandos percu che hanno trasformato in questi anni il concetto di parata rendendole sorprendenti, spettacolari, coinvolgenti al pari di vere e proprie istallazioni mobili. Ecco alcuni dei tantissimi appuntamenti del 1° gennaio (per programma completo vedere scheda allegata). Sculture semoventi deambuleranno lungo il tratto, animate da abili performers, come gli artisti guidati da Johanne Le Guillem di Parigi o come gli Stalker di Torino, e insieme agli spettatori occasionali creeranno tunnel, capanne e altre forme nello spazio, momenti ludici e di ristoro per poi essere di nuovo smontate e ricostruite. Acrobati volteggeranno intorno a delle spire di acciaio o appesi a dei grandi pianeti che, grazie alle gru, simuleranno delle rivoluzioni planetarie come nel caso del Gruppo Puja, artisti spagnoli vincitori di numerosi premi internazionali. Ogni film ispirato alla luna riecheggerà in frame sulle pareti dei palazzi e lungo i bastioni delle vie. Una grande opera di mapping invece dialogherà con l’Isola Tiberina, vero e proprio site specific realizzato per la festa da Philippe Geist, artista di fama mondiale nella scena delle arti visive, attento sperimentatore di forme espressive orientate verso la video-arte. Da alcuni palazzi si fronteggeranno ensamble musicali, realizzati da PMCE - Parco della Musica Contemporanea Ensemble, che faranno da colonna sonora a danze verticali e a teleferiche che trasporteranno danzatori da un palazzo all’altro, animati dall’interno con luci suggestive e mappati all’esterno con giochi di forme e di colori. Numerose sfere ad elio punteggeranno il percorso come a ricreare cosmogonie e stazioni stellari e una grande luna penderà dal Giardino degli aranci: si tratta di Museum of the Moon il nuovo progetto dell’artista inglese Luke Jerram. Con un diametro di 7 metri, l’oggetto riproduce un’immagine dettagliata della luna, una foto di 120 dpi e di proprietà della NASA. Secondo una scala di circa 1:500,000, ogni centimetro di questa scultura sferica illuminata dall’interno rappresenta 5 km della superficie lunare. L’installazione è una fusione di immagini lunare, chiaro di luna e una composizione sonora creata da compositore Dan Jones. Un uomo di circa 15 metri d’altezza indica dal basso, la grande luna di Jerram si tratta dell’opera della famosa artista di land-art australiana Amanda Parer che con le sue sculture extralarge si è imposta all’attenzione mondiale vincendo numerosi premi internazionali per grandi istallazioni e landscape. Chiunque potrà partecipare aderendo a una delle numerose call lanciate per alcune parate site specific, andando a danzare con un maestro come Virgilio Sieni, suonare in bande tradizionali come quelle di Ambrogio Sparagna o in raduni di chitarre e bassi, cantare con il coro delle voci bianche del Teatro dell’Opera, o cimentarsi nella realizzazione del primo simbolo dello Stato della Luna. Festa di Roma 2019 è promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale con il supporto del Dipartimento Attività Culturali e del Tavolo Tecnico della Produzione Culturale Contemporanea composto da l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Associazione Teatro di Roma, l’Azienda Speciale Palaexpo, la Casa del Cinema, la Fondazione Cinema per Roma, la Fondazione Musica per Roma, la Fondazione Romaeuropa, la Fondazione Teatro dell’Opera, l’Istituzione Biblioteche di Roma, con la partecipazione della Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali. L’organizzazione dell’evento è a cura di Zètema Progetto Cultura, regia e coordinamento artistico Fabrizio Arcuri, il disegno luce di Daniele Davino e la cura e la realizzazione dei video di Daniele Spanò e Luca Brinchi. Si ringraziano per la collaborazione Siae, l’Istituto Cervantes e l’Accademia d’Ungheria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

Firenze torna ad accendersi con F-Light

di mobilita

Firenze si prepara ad accendersi con “F-Light”: il Firenze Light Festival per un mese rivestirà di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento proporrà video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni artistiche, attività educative, visite speciali nei musei, spettacoli e incontri culturali. Il festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e, quest’anno nasce all’insegna della genialità di Leonardo da Vinci, di cui si celebreranno nel 2019 i cinquecento anni dalla morte. Coinvolti numerosi spazi della città: su tutti Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Piazza Santa Maria Novella e l’Oltrarno, con un’attenzione particolare alle Torri e alle Porte della città e ai quartieri fuori dal centro storico. F-light prenderà ufficialmente il via sabato 8 dicembre: dopo i saluti di fronte all’albero di Natale nel cortile di Palazzo Vecchio alle ore 16.30, il Sindaco si dirigerà in Piazza Duomo per l’accensione del grande abete di fronte alla cattedrale.  A seguire  in Piazza Santa Maria Novella verrà acceso un cono di 18 metri, composto da rosoni luminosi, ispirato ai motivi architettonici della basilica.  Sempre in Piazza Santa Maria Novella, uno dei luoghi di F-light sarà il Museo Novecento dove il loggiato esterno, eccezionalmente animato da fasci di colore, accompagnerà i visitatori a scoprire le mostre in corso. Ponte Vecchio anche in questa edizione si trasformerà in un suggestivo videomapping che celebra Leonardo Da Vinci. Sempre a Leonardo sarà dedicata una mostra digitale nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio. Sulla Torre d’Arnolfo  le più sofisticate tecnologie trasformeranno il camminamento di ronda in una spettacolare parete LED animata. Sempre in Piazza della Signoria, una luce particolare illuminerà le pareti e le volte della Loggia de’ Lanzi.  Un’altra sede storica coinvolta sarà Palazzo Medici Riccardi dove una delle pareti del cortile ospiterà il lavoro di giovani designer. Dopo i recenti interventi di recupero e restauro, un’illuminazione scenografica valorizzerà il palazzo della Camera di Commercio. Tra gli altri spazi coinvolti spiccano: la Rinascente in Piazza della Repubblica e il Mercato Centrale. Inoltre tutti i giorni, dalle 18 alle 24, saranno illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano. Per la prima volta F-Light uscirà inoltre dal centro storico, e toccherà tutti i cinque quartieri cittadini, con una luminaria d’artista che verrà installata in cinque diversi punti: la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q.2, Piazza Elia dalla Costa nel Q.3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q.4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q.5. Anche lo stadio si mostrerà sotto una nuova veste scenografica assumendo i colori della Fiorentina e dei 4 quartieri del calcio storico di Firenze. Come da tradizione F-Light sarà anche l’occasione per offrire una nuova illuminazione permanente ad alcuni monumenti o luoghi della città: dopo aver donato un nuovo sistema di illuminazione alla Loggia del Pesce, alla Basilica di Santa Croce, a Piazza Ghiberti e al Mercato di Sant’Ambrogio, quest’anno verrà portata una nuova illuminazione permanente alla facciata della Basilica di San Miniato, che celebra quest’anno il Millenario, e in Piazza Santissima Annunziata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2018

MILANO | La volta della Galleria e i portici di piazza del Duomo si accendono di luci e colori

di mobilita

La città si veste di luci e colori per le festività natalizie. Sono state la vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore Cristina Tajani (Attività Produttive e Commercio) ad accendere oggi la grande volta della Galleria Vittorio Emanuele II e a dare il via al calendario dell’Avvento che per 25 giorni trasformerà i portici meridionali di piazza Duomo in un grande schermo con suggestive proiezioni.   “Come Amministrazione – dichiarano Scavuzzo e Tajani – abbiamo voluto regalare alla città una volta illuminata da un nuovo e suggestivo tetto di stelle scintillanti e grazie all’efficacia della collaborazione tra Comune, associazioni del commercio, associazioni di imprese e di via, laboratori di quartiere e grandi aziende private, siamo riusciti a illuminare in maniera diffusa la città, valorizzando tutti i suoi quartieri. Nel periodo natalizio la città sarà ancora più bella e attrattiva, confermandosi come una delle principali attrazioni turistiche da vivere anche nelle festività, al termine di un anno straordinario per affluenza di visitatori provenienti dall’estero”. Il regalo del Comune di Milano alla città e ai suoi visitatori sarà un’inedita e sfavillante cascata di luce per rendere ancor più suggestiva ed emozionante la volta del ‘Salotto’ di Milano. Saranno infatti oltre 50mila led bianchi, posti a 47 metri d’altezza per un diametro di oltre 30 metri, a illuminare e arricchire gli 800 metri quadrati della volta. Un progetto illuminotecnico voluto dall’Amministrazione per rendere ancor più attrattivo uno dei luoghi più visitati e fotografati della città soprattutto durante le festività. L’innovativo Christmas Calendar, realizzato da Urban Up Unipol in piazza del Duomo, trasformerà il Palazzo dei Portici Meridionali, dall’1 al 24 dicembre, in un immenso schermo (60 metri per 20 metri d’altezza, per un totale di 1.200 mq), ospitando una video-proiezione sulla reinterpretazione contemporanea del tradizionale calendario dell’avvento. Il video durerà circa  6 minuti e verrà proiettato 3 volte al giorno ogni giorno dalle 18.30. Racconta la storia di una renna, simbolo della tradizione natalizia, che nasce a Milano e durante la sua crescita cammina per la città passando accanto ad alcuni dei  suoi luoghi più iconici, Duomo, Castello Sforzesco, Arco della Pace, la Darsena, Torre Velasca e Torre Galfa. Colonna sonora il brano “Baby please come home”, riarrangiato dall’orchestra dei Musici Estensi. Per ognuno dei 24 giorni che accompagnano l’attesa del Natale, all’interno del video ci sarà un focus su un musicista diverso. Oltre alla volta del Mengoni e ai portici di piazza Duomo sono 180 le vie, dal centro alla periferia, che nei prossimi giorni si accenderanno grazie alla collaborazione tra Comune di Milano, Confcommercio Milano, associazioni di via, sponsor e laboratori di quartiere. Un complessivo di circa 36 km di strade illuminate ai quali si aggiungono le illuminazioni realizzate da MM nelle vie e sui cantieri della M4.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

Interrail, un pass per 30 Paesi: cresce la voglia di viaggiare a tutte le età

di mobilita

Interrail è diventato adulto ed è sempre più popolare non solo tra i giovani. Il 2018 conferma e rafforza, nei primi 3 trimestri, il trend positivo di crescita nelle fasce tra i 28 e i 59 anni e oltre i 60 anni di età avviato nel 2016. I trend globali mostrano infatti una crescita costante e a doppia cifra tra le fasce adulti e senior, che scelgono sempre più spesso il treno come mezzo privilegiato per le proprie vacanze. Secondo gli ultimi dati rilevati nei primi nove mesi del 2018 i Pass venduti a passeggeri con più di 60 anni sono aumentati globalmente del 30% rispetto allo scorso anno, con picchi di crescita superiori al 60% per la categoria “One Country Pass - prima classe”. Tra gli adulti, la crescita rispetto allo scorso anno si è rivelata superiore al 20%, sfiorando il +45% per la categoria “Global Pass - prima classe”. Il Pass Interrail è acquistabile sui canali Trenitalia Nelle biglietterie di stazione, sul sito web trenitalia.com/interrail.eu/it/ e agenzie di viaggio autorizzate. Queste ultime, in particolare, nel 2018 hanno registrato un incremento delle vendite di Interrail del 32% (gennaio-settembre), segno del crescente interesse per il prodotto Pass da parte della clientela, che in agenzia trova una consulenza specializzata sulle opzioni disponibili. Un Pass Interrail consente di creare il proprio itinerario di viaggio nella maniera più libera e flessibile, e di accedere all'estesa rete di ferrovie europee incluse nel Pass. L’Interrail Global Pass, pensato per chi vuole sentirsi libero di viaggiare senza barriere, consente di esplorare tutti e 30 i Paesi europei. Con un Interrail One Country Pass invece è possibile visitare a fondo un unico Paese europeo a scelta. L’Italy One Country Pass continua a guidare la classifica dei “One Country Pass” più venduti, e anche in questo caso il trend di crescita di questo Pass tra senior e adulti è marcato: sono infatti raddoppiati gli Italy One Country Pass di prima classe venduti ai senior e cresciuti di oltre il 35% quelli venduti agli adulti. A partire dal 30 novembre e per tutto dicembre, Interrail offre uno sconto del 15% su un’ampia gamma di Pass, con possibilità di iniziare il viaggio fino a 11 mesi dopo la data di acquisto. Un motivo in più per regalare o regalarsi un viaggio all'insegna della sostenibilità e partire alla scoperta della magia dell’Europa in inverno, magari ammirando dal finestrino del treno le atmosfere nordiche dei paesini scandinavi, i mercatini di Natale di Germania e Austria o dell’Est Europa e scoprire, o riscoprire insieme ai propri cari, le più belle città europee. In una conferenza stampa svoltasi a Milano giovedì 29 novembre è stato offerto uno sguardo su alcune delle novità che il 2019 Interrail riserverà nel segno di innovazione e digitalizzazione. E sarà proprio un management tutto italiano a guidare questa fase cruciale di sviluppo, poiché accanto all’italiano Carlo Boselli, General Manager di Interrail dal 2013, da quest’anno la guida del Consorzio Eurail Group G.I.E. è stata affidata a Massimiliano Astrologo, Responsabile Vendita Internazionale di Trenitalia, che ha commentato: "L’obiettivo principale del 2019 è quello di supportare il processo di digitalizzazione in corso, affinché Interrail diventi ancora più competitivo e customer friendly nello scenario europeo. E Trenitalia sarà in prima linea in un importante progetto pilota che favorirà la transizione al digitale del Pass Interrail”. Le principali novità di Interrail per il 2019 Una nuova App che arricchirà le funzionalità già offerte dall’attuale App Rail Planner, un pratico supporto di viaggio già scaricabile gratuitamente e che consentirà ai viaggiatori di creare con ancora maggiore flessibilità il proprio itinerario in treno attraverso l’Europa, e un nuovo portale tutto dedicato ai benefit cui ogni possessore di Pass Interrail ha diritto, come sconti su hotel, attrazioni e city card. Info&Prenotazioni Il Pass Interrail è un biglietto che permette di viaggiare liberamente in treno e traghetto in Europa ed è disponibile sia in 1a che in 2a classe in due tipologie: One Country Pass, per viaggiare in un solo paese aderente all’iniziativa, e Global Pass, che include fino a 30 paesi europei. È possibile acquistare un Pass Interrail fino a 11 mesi prima della data di partenza. Per ricevere maggiori informazioni sulle opzioni Pass e per l’acquisto è possibile visitare la pagina web dedicata oppure rivolgersi ad uno dei numerosi punti vendita autorizzati Trenitalia (Gruppo FS Italiane): agenzie di viaggio e biglietterie.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2018

In Toscana Festival Strings City con concerti a bordo treno

di mobilita

La musica di Strings City sale a bordo di alcuni treni regionali di Trenitalia Toscana. Domenica 2 dicembre da Firenze SMN a Empoli, Figline Valdarno, Pontassieve e Marradi accompagnerà il pubblico durante il viaggio. Sabato 1 e domenica 2 dicembre 2018 Firenze ospiterà la 3° edizione del festival diffuso dedicato agli strumenti a corda in Italia. Dal centro alle periferie, coinvolgerà luoghi storici e spazi nuovi, oltre 50 location per scoprire e vivere la musica in palazzi, biblioteche, musei, archivi storici, in un viaggio unico con violini, viole, pianoforti, arpe, chitarre e voci straordinarie. La Scuola di Musica di Fiesole sarà protagonista sui treni regionali: 21469 in partenza alle 13:40 da Firenze SMN per Marradi; 11667 in partenza alle 15:22 da Firenze SMN per Pontassieve e Figline e Incisa Valdarno; 3149 in partenza alle 19:28 da Firenze SMN per Empoli. Il programma completo è consultabile su http://www.stringscity.it/programma Per informazioni: info@stringscity.it o infoline +39 334 6738370 Tutti gli eventi di Strings City sono gratuiti. Per accedere ai momenti musicali a bordo treno è necessario essere in possesso di un biglietto ferroviario valido. Oltre agli sportelli, i biglietti si possono acquistare alle emettitrici self service, sul web all'indirizzo trenitalia.com, con l’APP Trenitalia, nelle agenzie di viaggio e nei quasi 4.700 punti aderenti ai circuiti Lottomatica, Sisal e SIR (Tabaccai).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 nov 2018

MILANO | La fermata della metrò diventa “Cordusio-Biblioteca Ambrosiana” per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci

di mobilita

In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, Milano lo festeggia dedicandogli una stazione della metro. La fermata della linea Rossa della metropolitana Cordusio cambia nome e diventa  "Cordusio -Biblioteca Ambrosiana", data la vicinanza con la biblioteca e la pinacoteca ambrosiana che custodisce la più vasta raccolta al mondo dei disegni e degli scritti autografi di Leonardo, oltre a una delle sue opere pittoriche più importanti, il 'Ritratto di Musico' e il Codice Atlantico. In una nota Palazzo Marino sottolinea come la città  “si sta preparando con un importante programma di iniziative a lui dedicate. Indirizzare meglio i turisti che intendono raggiungere una delle istituzioni culturali più antiche e più prestigiose di Milano è un obiettivo di valorizzazione della nostra città che sarà ancora più apprezzato nel 2019. L’attenzione su Leonardo condurrà moltissimi visitatori alla Biblioteca Ambrosiana per ammirare i tesori che custodisce”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2018

NAPOLI | Domenica 25 novembre torna l’Archeotreno il convoglio d’epoca di Fondazione FS

di mobilita

Domenica 25 novembre torna l’Archeotreno, il convoglio d’epoca di Fondazione FS che da Napoli conduce ai siti archeologici di Pompei e Paestum. Penultimo appuntamento dell’anno per viaggiare sul treno storico che, ogni quarta domenica del mese, trasporta centinaia di turisti verso i due Parchi Archeologici, patrimonio dell’UNESCO, tra i più conosciuti e visitati nel mondo. Le carrozze Centoporte, trainate da locomotiva E646, lasceranno la stazione di Napoli C.le alle 10:10 per raggiungere la prima fermata, Pompei, alle 10:51. Il treno storico attenderà i passeggeri che, al ritorno dalla visita agli Scavi, ripartiranno alle 15:05 per giungere alla stazione di Paestum alle 16:00 e recarsi al sito dove gli antichi templi romani li accoglieranno con il loro fascino, immutato nel tempo. Il ritorno è previsto alle 17:42, con arrivo a Napoli alle 19:30 circa. A bordo treno potranno essere acquistati, a tariffa ridotta, i voucher per l’accesso ai due Parchi Archeologici con ingresso prioritario. I biglietti sono in vendita su tutti i canali Trenitalia, oppure direttamente a bordo treno, senza alcuna maggiorazione, in relazione alla effettiva disponibilità di posti. Il prezzo per l’andata e ritorno è di 20 euro per gli adulti e di 10 euro per i ragazzi. I bambini (fino a 4 anni non compiuti) accompagnati da un adulto pagante, viaggiano gratis, senza garanzia di posto a sedere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2018

GENOVA | Dall’albero in piazza De Ferrari al Confeugo, tutte le iniziative per il Natale 2018

di mobilita

Da questa sera calerà sulle strade di Genova un'immensa e sfavillante «tela» di Natale. La città si veste di luci e lo farà nella cornice di un programma di eventi in grande stile, che avrà il suo epicentro nel tunnel luminoso più lungo d'Europa di 60 metri in Piazza De Ferrari. Ma non solo: un arco luminoso arriverà anche in Val Polcevera, dal capolinea di metro e bus di Brin, mentre il palazzo di Regione Liguria avrà enormi bande luminose sulla facciata. A spiegare nei dettagli l'atmosfera natalizia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci e l'assessore al turismo Paola Bordilli.  "Genova vuole fare un grande Natale e un grande Capodanno - ha detto Marco Bucci -. La città se lo merita e quest'anno ancora di più perché, come ha sottolineato il presidente Toti, vogliamo passare dalla commozione all'emozione e faremo tutto il possibile perché ciò si avveri. Queste feste devono dimostrare che Genova non si ferma di fronte alle difficoltà ma migliora. Ci saranno due alberi principali. Oltre a quello di De Ferrari ne metteremo uno identico in rappresentanza della città a Certosa nei pressi di Ponte Morandi". I tanti mercatini organizzati in centro e nelle delegazioni dai Civ, rappresentano un buon motivo per non lasciare la città per l'acquisto dei regali da mettere sotto l'albero. In piazza Matteotti, dal 1 al 24 dicembre ci sarà il Mercatino di Natale, che sarà poi proseguito dal 27 al 6 gennaio dal Mercato della Befana. In piazza Campetto e Soziglia il classico e attesissimo appuntamento con lo Storico Mercato artigianale di piazza Campetto (dall’ 8 dicembre al 24), mentre in Galleria Mazzini appuntamento con la Fiera del Libro (dal 1 al 24 dicembre). In piazza della Vittoria la Fiera di Natale (dal 1 al 24) mentre in piazza Sarzano, per la 30esima edizione Il mercatino di San Nicola dal 6 al 23. "Abbiamo coinvolto tutte le delegazioni, con un'attenzione particolare per Certosa  Ogni municipio avrà il suo albero, le sue luci e un programma di iniziative già fissate e nuove idee ancora da definire, in una logica di città policentrica. E' un segnale forte di coinvolgimento, frutto di un lavoro in forte sinergia con municipi e Civ che darà un’immagine vivace della città per genovesi e turisti". Ecco il programma: ACCENSIONE DELLE LUCI IN CENTRO Le Feste di Natale a Genova quest'anno iniziano ufficialmente il 23 novembre, con l'accensione delle suggestive luci in centro! A cura dei CIV Centri Integrati di Via di Confcommercio e Confesercenti, grazie al contributo del Comune di Genova.Tutti i CIV del Comune, da ponente a levante, dal mare alle vallate, contribuiranno alla illuminazione della nostra città in maniera unica e vivace.Si inizia il 23 novembre con le luci in Centro Città: dalle 17 alle 23 di venerdì 23 novembre, grande festa a cura del Civ Confcommercio Sestiere Carlo Felice. Le vie del sestiere (via Roma e dintorni) si colorano con l'accensione delle luminarie natalizie, dalle ore 18, per continuare con musica ed eventi fino a sera. Alle 17 la zona sarà chiusa al traffico e ci sarà una sfilata di auto storiche. Inoltre, per sottolineare l'inizio della Stagione Sinfonica, il Teatro Carlo Felice alle 18 suonerà un estratto dall'Aida di Giuseppe Verdi, in Via Roma ci sarà la Zena Singers Band e in tutta la zona sarà possibile ascoltare musica.Dal 24 novembre, i festeggiamenti continuano nell’intera città tra cui il CIV Confesercenti di Via Luccoli, dalle 9 alle 19.30, organizza “Luccoli In Fiore Winter Edition”, mostra-mercato floreale.MERCATINI DI NATALEA Natale, il centro di Genova si anima con la presenza di tanti colorati mercatini natalizi.In Piazza De Ferrari, arriva l'ormai tradizionale "Mercatale". Fino a lunedì 24 dicembre, intorno alla fontana simbolo del centro città, in un'atmosfera di luci e decorazioni scintillanti, si svilupperà una grande fiera natalizia, aperta tutti i giorni, in cui sarà possibile assaporare la magia delle feste con i prodotti alimentari della tradizione ligure e artigianato di qualità.Tanti i mercatini previsti in Piazza Matteotti: dal 1° al 24 dicembre "Mercatino di Natale", domenica 2 dicembre "Mercatino dell'artigianato", sabato 8 e domenica 9 dicembre "Sapori al Ducale", giovedì 13, 20 e 27 dicembre" Mercatino Campagna Amica", dal 27dicembre al 6 gennaio "Mercatino della Befana".La Galleria Mazzini ospita la tradizionale "Fiera del Libro" dal 1° al 24 dicembre. Dall'8 al 24 dicembre in Campetto e Soziglia ci sarà lo "Storico Mercatino di Natale di Piazza Campetto". In centro città, inoltre, dal 1° al 24 dicembre è prevista in piazza della Vittoria la "Fiera di Natale", in Piazza Sarzano torna per la 30 edizione il dal 6 al 23 dicembre gli espositori popoleranno, per le seconda volta, Piazza Sarzano con le loro bancarelle piene di idee regalo e tradizioni senza dimenticare il valore della solidarietà.RUOTA PANORAMICA AL PORTO ANTICOTorna al Porto Antico per tutto l’inverno la grande ruota panoramica dalla quale godere della vista più bella della città. La location è ancora una volta il grande piazzale di Calata Gadda, in fondo ai Magazzini del Cotone. Dalla magica ruota si può godere della vista sempre nuova di Genova dall’alto e condividerla sui propri social network preferiti.INIZIATIVE DEI CIVDa inizio dicembre e per tutte le feste natalizie, tantissimi eventi nelle vie e nelle piazze della città, a cura dei Centri Integrati di Via. Mercatini, alberi di Natale, musica, danza, spettacoli, animazione per bambini, enogastronomia, mostre, e tante altre iniziative, colorano le vie della città con le tinte della tradizione.10 ALBERI DI NATALE IN CITTA'Le prossime festività natalizie saranno allietate, quest’anno, dalla presenza di 10 alberi di Natale nelle piazze della città. Oltre a quello tradizionale in Piazza De Ferrari, ci sarà quest'anno anche un abete nel quartiere di Certosa, come segno di vicinanza alla cittadinanza colpita dalla tragedia del ponte Morandi. L'accensione di questi due alberi, che dà il via alle festività natalizie, è prevista per venerdì 7 dicembre.  Gli altri 8 alberi saranno addobbati nei Municipi genovesi.IL NATALE AL CARLO FELICE TRA OPERE E CONCERTIAnche il teatro Carlo Felice festeggia l'arrivo del Natale con una serie di concerti e grandi opere a tema a partire dal mese di dicembre.Dal 2 al 16 dicembre andrà in scena l'opera AIDA di Giuseppe Verdi, in memoria del maestro Tullio Serafin.Venerdì 7 dicembre alle ore 20:30 si terrà il Concerto di Natale con il direttore Andrea Battistoni, Francess & Sonic Factory.Venerdì 14 dicembre alle 20:30 ci sarà il concerto di Igudesman & Joo, Happy Carol.Dal 20 dicembre fino al 23 andrà in scena il balletto Lo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con coreografie di Yuri Grigorovich e scene di Simon Virsaladze.Per informazioni e biglietti consultare il sito del Teatro Carlo Felice.NATALIDEADal 14 al 23 dicembre torna, al Padiglione Blu della Fiera di Genova, Natalidea. Un’edizione speciale con iniziative a favore dei commercianti e degli artigiani delle zone più colpite dal crollo del ponte Morandi.IL TEMPO DEI PRESEPINon solo luci, spettacoli e musica: Genova è profondamente legata anche alle sue tradizioni più antiche, come quella dei presepi. Fino alla fine di febbraio Il Tempo dei Presepi proporrà allestimenti di presepi di ogni tipo, da quelli storico-artistici ai presepi viventi, oltre a concerti di musica sacra, classica, barocca e tradizionale, itinerari tematici, visite e tour guidati, mercatini natalizi e tante altre iniziative. Agli storici “presepi viventi”, quest’anno se ne aggiungeranno molti altri per popolare le vie cittadine.CHIESE IN MUSICALa rassegna, nata proprio in occasione dello scorso Natale, quest’anno offrirà ogni weekend di dicembre una serie di concerti nelle chiese genovesi per allietare, con musiche natalizie della tradizione sacra, genovesi e turisti.LUNAPARK INVERNALEDal primo dicembre 2018 al 13 gennaio 2019 torna in Piazzale Kennedy lo spettacolare Lunapark sul mare, il più grande d'Europa. Come sempre, saranno presenti moltissime attrazioni per grandi e piccini.SFIACCOLATA NATALIZIASabato 15 dicembre torna a Genova, per la terza edizione, la Sfiaccolata Natalizia.Il punto di partenza è in Calata Falcone Borsellino, al Porto Antico, dalle ore 20:30. Per una sera le vie della città si riempiranno di mezzi ecologici a due ruote: bici, skateboard, pattini e segway.IL CONFEUGOIl 22 dicembre (come ogni anno l'ultimo sabato prima di Natale) si svolgerà il Confeugo, la tradizionale cerimonia che rievoca l’omaggio dell’Abate del Popolo al Doge con l’accensione del gran ceppo di alloro e affascinanti coreografie in costume.CAMMINATA DEI BABBI NATALEIl 23 dicembre, a favore dell'ospedale Gaslini, anche quest'anno torna a Genova la camminata dei Babbi Natale. Un'allegra passeggiata natalizia a cui farà seguito una festa per tutti i Babbi Natale partecipanti. Il punto di ritrovo è piazzale Mandraccio alle ore 9:00, e l'evento è aperto a tutti.APERTURE DEI MUSEI PER LE FESTIVITA' NATALIZIEIn occasione delle festività natalizie i Musei di Genova effettuano aperture straordinarie.CIRCUMNAVIGANDOCircumnavigando Festival, rassegna internazionale di Teatro e Circo contemporaneo, a cura dell'Associazione Culturale Sarabanda, ritorna a Genova dal 26 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 per la 18^ edizione. Per 11 giorni, da Santo Stefano alla Befana con una serata speciale a Capodanno, vi aspettano 27 spettacoli con 13 compagnie circensi da tutto il mondo per un cartellone ricco di spettacoli e novità.SANTO STEFANO DAY AL PORTO ANTICOIl 26 dicembre, in occasione della festa di Santo Stefano, la pista di pattinaggio sul ghiaccio del Porto Antico di Genova apre gratuitamente le porte a tutti gli Stefano e le Stefanie.CAPODANNO A GENOVAA Genova si può trascorrere l’ultima notte dell’anno nella magica atmosfera del suo centro storico, tra le piazzette illuminate a festa, gli splendidi Palazzi dei Rolli, Patrimonio Unesco, il Porto Antico e l'Acquario.Al Porto Antico appuntamento, come da tradizione, con la magia del circo nell’ambito del Festival Circumnavigando. Una serata ricca di spettacolo e divertimento per tutte le età insieme al Circo Zoé. L’ultima notte del 2018 si potrà trascorrere all’insegna del divertimento con il fascino della ruota panoramica, l’allegria della pista di pattinaggio, gli eventi speciali a La città dei bambini e dei ragazzi.Per chi sceglie un brindisi a teatro, molte le proposte dei teatri cittadini: il Teatro Nazionale mette in scena al Duse Poker, di Patrick Marber e alla Corte Colpi di Timone di Vincenzo La Rosa e Gilberto Govi; il Teatro della Tosse mette in scena La Prima Luna, di Emanuele Conte, uno spettacolo di teatro e canzoni adatto ad un pubblico di tutte le età; al Teatro Politeama Genovese, come da tradizione degli ultimi anni, Capodanno con Maurizio Lastrico; al Teatro Govi Zelig vs Colorado, con Daniele Raco e Gianpiero Perone.L’Acquario di Genova rinnova l’appuntamento suggestivo ed esclusivo per festeggiare la notte di San Silvestro immersi nella magia dei fondali marini, con una speciale visita libera al percorso espositivo, cocktail, Gran Cenone e brindisi di mezzanotte. Il costo del Capodanno all’Acquario di Genova è di 160 Euro a persona. È necessario prenotare, fino ad esaurimento posti disponibili, contattando C-Way tel. 010 2345666; email info@c-way.it. In occasione dell’evento, il 31 dicembre l’Acquario anticiperà la chiusura alle ore 14.00 (ultimo ingresso ore 12.00).DA CAPODANNO ALL'EPIFANIAIl 2019 inizia in musica al Teatro Carlo Felice con il suggestivo musical West Side Story il 1° gennaio alle ore 16.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 nov 2018

BOLOGNA | È arrivato l’albero di Natale in piazza Nettuno, si accenderà sabato 24 novembre

di mobilita

Sabato 24 novembre alle 18.30, in piazza Nettuno, il sindaco di Bologna Virginio Merola, parteciperà all'accensione delle luci del tradizionale albero di Natale. Subito dopo saranno accese anche le luminarie di strade e piazze del centro. All'inaugurazione dell'albero saranno presenti oltre al Sindaco, il sindaco di Lizzano in Belvedere Elena Torri e il presidente di Confcommercio Ascom Bologna, Enrico Postacchini. L'albero è stato donato dal Comune di Lizzano in Belvedere, in collaborazione con l'Unione dei Comuni dell'Appennino bolognese, nell'ottica di un progetto di promozione turistica più ampia che guardi anche al territorio della montagna. L'albero è un abete rosso di circa 16 metri e sarà addobbato con decorazioni di microluci led a luce bianco caldo, avvolte attorno ai rami, e con sfere rosse e oro del diametro di circa 40 centimetri. La cima dell'albero sarà illuminata da una stella, sempre con microluci led. Da mercoledì 21 a domenica 25 novembre l'Appennino scende in Piazza: l'associazione Montagnamica – ente gestore della Strada dei Vini e dei Sapori Appennino Bolognese - allestirà in Piazza Maggiore un piccolo villaggio con diversi stand di promozione turistica per far conoscere le bellezze dell'Appennino bolognese, le opportunità di turismo e i prodotti tipici dell'enogastronomia locale

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 nov 2018

FIRENZE | City of Flowers in the Sky, un’esplosione di fuochi d’artificio diurni

di mobilita

Domenica 18 novembre alle 16 l’artista contemporaneo Cai Guo-Qiang esegue City of Flowers in the Sky, un’esplosione di 50 mila fuochi d’artificio diurni che per circa 10 minuti sbocceranno” sullo sfondo del cielo di Firenze. L’evento, organizzata in collaborazione con il Comune di Firenze, introduce Flora Commedia: Cai Guo-Qiang agli Uffizi, la mostra personale di Cai Guo-Qiang, in programma alle Gallerie degli Uffizi dal 20 novembre al 17 febbraio 2019. City of Flowers in the Sky si ispira alla Primavera di Botticelli ed è un’opera pirotecnica composta da un preludio e sei atti: Tuono primaverile e, a seguire, Dio del vento dell’Ovest e dea della Terra, Nascita di Flora, Caduta di Venere, Le tre Grazie, Giardino spirituale e Giglio rosso. City of Flowers in the Sky è la performance più complessa di Cai Guo-Qiang dopo Black Ceremony, la prima esplosione di fuochi d’artificio diurni nel deserto di Doha nel 2011, ed Elegia realizzata lungo il fiume Huangpu di Shanghai nel 2014. L’artista ha ideato l’effetto pirotecnico di ogni scena dipingendo centinaia di disegni e il team di Liuyang, città in cui sono nati i fuochi d’artificio, ha contribuito alla realizzazione degli effetti speciali in base ai lavori progettati dall’artista. PROVVEDIMENTI DI CIRCOLAZIONE Per ragioni di pubblica sicurezza e pubblica incolumità, gli uffici della Mobilità hanno predisposto una serie di provvedimenti di circolazione che riguardano la viabilità dell’area intorno a piazzale Michelangelo. Tra questi, il divieto di transito, dalle 5 alle 18.30, del viale dei Colli.  Ecco tutte le misure di circolazione. Dalla mezzanotte di sabato 17 novembre, deroga al divieto di sosta e transito nel piazzale Michelangelo per i mezzi interessati alla manifestazione, dalla notte di domenica 18 novembre sono previsti divieti di sosta anche nelle parti normalmente usate a parcheggio del piazzale, in viale Michelangiolo (tra piazzale e via San Miniato al Monte), viale Poggi, viale Galilei (tra piazzale Michelangelo e via del Monte alle Croci). Termine previsto alle 18.30 di domenica. Per le operazioni di messa in sicurezza propedeutiche all’evento, dalle 5 alle 18.30 di domenica 18 novembrescatteranno ulteriori provvedimenti. Il primo è il divieto di transito pedonale sul piazzale Michelangelo, viale Michelangiolo (tratto in corrispondenza del piazzale e l’area antistante il Flo), viale Poggi, via dei Bastioni (da viale Poggi a via San Salvatore al Monte). A questo si aggiunge il divieto di transito per i veicoli (eccetto i mezzi dell’organizzazione) in piazzale Michelangelo, viale Michelangiolo (eccetto direttrice di collegamento via Marsuppini-piazza Ferrucci), viale Galileo, viale Poggi, via dei Bastioni (tratto viale Poggi-via San Salvatore al Monte), via Giramonte (all’incrocio con piazza Unganelli). Previste deroghe in viale Michelangiolo per i veicoli diretti/in uscita dall’ex IOT, veicoli dei frontisti, veicoli diretti/in uscita da attività ricettive interne all’area, veicoli provenienti da via San Miniato al Monte per la sola corsia discendente in direzione di via Marsuppini. Altre deroghe sono previste in viale Galilei per i veicoli provenienti da via San Leonardo in uscita verso piazzale Galileo, veicoli dei frontisti compresi quelli di via del Giramontini, mezzi con contrassegno invalidi. A questi si aggiungeranno, fino alle 14, i veicoli delle persone dirette alle funzioni religiose presso la Chiesa di San Salvatore a Monte e all’Abbazia di San Miniato al Monte, oltre a quelli diretti al cimitero delle Porte Sante utilizzando l’itinerario piazzale Galileo-viale Galileo-via delle Porte Sante-via del Monte alle Croci-viale Galilei-piazzale Galilei. Ancora deroghe per i mezzi dei frontisti in via del Giromontino È prevista la chiusura anche in via dei Bastioni (tratto viale Michelagiolo-via Ser Venturi) con deroghe, oltre,che per i mezzi dell’organizzazione, per i veicoli dei frontisti di via Ser Ventura Monachi e di quelli di via dei Bastioni nel tratto viale Michelangelo-viale Poggi. Il tratto di via dei Bastioni compreso fra via Ser Ventura Monachi e viale Poggi diventerà senza sfondo con ingresso/uscita lato via Ser Ventura Monaci solo per i frontisti. Dalle 5 alle 18.30 di domenica saranno chiuse le stradelaterali afferenti alle aree chiuse. Previste deroghe per i veicoli diretti ai passi carrabili o in sosta sulla strada in uscita dall’area chiusa. Dalle 14 alle 18.30 di domenica sarà in vigore anche un divieto di sosta in via delle Porte Sante (tratto viale Galileo-via Monte alle Croci) mentre dalle 5 alle 18.30 sarà revocata l’area pedonale sull’itinerario piazza Pitti-via Guicciardini-via dei Bardi con spegnimento della porta telematica.

Leggi tutto    Commenti 0