Articolo
04 dic 2018

ROMA | Installati i primi 18 totem informativi

di mobilita

Nuove mappe in punti strategici e centrali della nostra città a disposizione di tutti: con questo obiettivo sono stati installati i primi 18 totem informativi che cittadini e turisti potranno consultare per trovare monumenti, musei, parchi, fermate bus e metro più vicini.  Sono stati  riutilizzati pannelli dei parcheggi riservati al car sharing, trasformati ora in mappe chiare e intuitive con itinerari pedonali e ciclabili per raggiungere i maggiori punti d’interesse. Via Barberini, Ara Pacis, piazza Fiume, Policlinico, Spagna, Flaminio, Laurentina sono solo alcuni dei luoghi in cui sono stati posizionati questi totem. Le installazioni rientrano nel piano “Walking in Rome", progetto che è partito i mesi scorsi e che prende spunto da quanto già realizzato nelle più importanti città del mondo, come New York, Parigi, Londra e Mosca. L’obiettivo è arrivare a 60 nuovi punti informativi entro fine anno, per coprire le zone più frequentate e visitate dai turisti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

Firenze torna ad accendersi con F-Light

di mobilita

Firenze si prepara ad accendersi con “F-Light”: il Firenze Light Festival per un mese rivestirà di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento proporrà video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni artistiche, attività educative, visite speciali nei musei, spettacoli e incontri culturali. Il festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e, quest’anno nasce all’insegna della genialità di Leonardo da Vinci, di cui si celebreranno nel 2019 i cinquecento anni dalla morte. Coinvolti numerosi spazi della città: su tutti Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Piazza Santa Maria Novella e l’Oltrarno, con un’attenzione particolare alle Torri e alle Porte della città e ai quartieri fuori dal centro storico. F-light prenderà ufficialmente il via sabato 8 dicembre: dopo i saluti di fronte all’albero di Natale nel cortile di Palazzo Vecchio alle ore 16.30, il Sindaco si dirigerà in Piazza Duomo per l’accensione del grande abete di fronte alla cattedrale.  A seguire  in Piazza Santa Maria Novella verrà acceso un cono di 18 metri, composto da rosoni luminosi, ispirato ai motivi architettonici della basilica.  Sempre in Piazza Santa Maria Novella, uno dei luoghi di F-light sarà il Museo Novecento dove il loggiato esterno, eccezionalmente animato da fasci di colore, accompagnerà i visitatori a scoprire le mostre in corso. Ponte Vecchio anche in questa edizione si trasformerà in un suggestivo videomapping che celebra Leonardo Da Vinci. Sempre a Leonardo sarà dedicata una mostra digitale nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio. Sulla Torre d’Arnolfo  le più sofisticate tecnologie trasformeranno il camminamento di ronda in una spettacolare parete LED animata. Sempre in Piazza della Signoria, una luce particolare illuminerà le pareti e le volte della Loggia de’ Lanzi.  Un’altra sede storica coinvolta sarà Palazzo Medici Riccardi dove una delle pareti del cortile ospiterà il lavoro di giovani designer. Dopo i recenti interventi di recupero e restauro, un’illuminazione scenografica valorizzerà il palazzo della Camera di Commercio. Tra gli altri spazi coinvolti spiccano: la Rinascente in Piazza della Repubblica e il Mercato Centrale. Inoltre tutti i giorni, dalle 18 alle 24, saranno illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano. Per la prima volta F-Light uscirà inoltre dal centro storico, e toccherà tutti i cinque quartieri cittadini, con una luminaria d’artista che verrà installata in cinque diversi punti: la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q.2, Piazza Elia dalla Costa nel Q.3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q.4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q.5. Anche lo stadio si mostrerà sotto una nuova veste scenografica assumendo i colori della Fiorentina e dei 4 quartieri del calcio storico di Firenze. Come da tradizione F-Light sarà anche l’occasione per offrire una nuova illuminazione permanente ad alcuni monumenti o luoghi della città: dopo aver donato un nuovo sistema di illuminazione alla Loggia del Pesce, alla Basilica di Santa Croce, a Piazza Ghiberti e al Mercato di Sant’Ambrogio, quest’anno verrà portata una nuova illuminazione permanente alla facciata della Basilica di San Miniato, che celebra quest’anno il Millenario, e in Piazza Santissima Annunziata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2018

MILANO | La volta della Galleria e i portici di piazza del Duomo si accendono di luci e colori

di mobilita

La città si veste di luci e colori per le festività natalizie. Sono state la vicesindaco Anna Scavuzzo e l’assessore Cristina Tajani (Attività Produttive e Commercio) ad accendere oggi la grande volta della Galleria Vittorio Emanuele II e a dare il via al calendario dell’Avvento che per 25 giorni trasformerà i portici meridionali di piazza Duomo in un grande schermo con suggestive proiezioni.   “Come Amministrazione – dichiarano Scavuzzo e Tajani – abbiamo voluto regalare alla città una volta illuminata da un nuovo e suggestivo tetto di stelle scintillanti e grazie all’efficacia della collaborazione tra Comune, associazioni del commercio, associazioni di imprese e di via, laboratori di quartiere e grandi aziende private, siamo riusciti a illuminare in maniera diffusa la città, valorizzando tutti i suoi quartieri. Nel periodo natalizio la città sarà ancora più bella e attrattiva, confermandosi come una delle principali attrazioni turistiche da vivere anche nelle festività, al termine di un anno straordinario per affluenza di visitatori provenienti dall’estero”. Il regalo del Comune di Milano alla città e ai suoi visitatori sarà un’inedita e sfavillante cascata di luce per rendere ancor più suggestiva ed emozionante la volta del ‘Salotto’ di Milano. Saranno infatti oltre 50mila led bianchi, posti a 47 metri d’altezza per un diametro di oltre 30 metri, a illuminare e arricchire gli 800 metri quadrati della volta. Un progetto illuminotecnico voluto dall’Amministrazione per rendere ancor più attrattivo uno dei luoghi più visitati e fotografati della città soprattutto durante le festività. L’innovativo Christmas Calendar, realizzato da Urban Up Unipol in piazza del Duomo, trasformerà il Palazzo dei Portici Meridionali, dall’1 al 24 dicembre, in un immenso schermo (60 metri per 20 metri d’altezza, per un totale di 1.200 mq), ospitando una video-proiezione sulla reinterpretazione contemporanea del tradizionale calendario dell’avvento. Il video durerà circa  6 minuti e verrà proiettato 3 volte al giorno ogni giorno dalle 18.30. Racconta la storia di una renna, simbolo della tradizione natalizia, che nasce a Milano e durante la sua crescita cammina per la città passando accanto ad alcuni dei  suoi luoghi più iconici, Duomo, Castello Sforzesco, Arco della Pace, la Darsena, Torre Velasca e Torre Galfa. Colonna sonora il brano “Baby please come home”, riarrangiato dall’orchestra dei Musici Estensi. Per ognuno dei 24 giorni che accompagnano l’attesa del Natale, all’interno del video ci sarà un focus su un musicista diverso. Oltre alla volta del Mengoni e ai portici di piazza Duomo sono 180 le vie, dal centro alla periferia, che nei prossimi giorni si accenderanno grazie alla collaborazione tra Comune di Milano, Confcommercio Milano, associazioni di via, sponsor e laboratori di quartiere. Un complessivo di circa 36 km di strade illuminate ai quali si aggiungono le illuminazioni realizzate da MM nelle vie e sui cantieri della M4.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

ROMA | Ecco i 18 progetti scelti dal bilancio partecipativo sui quali investire circa 17 milioni di euro

di mobilita

Grazie al bilancio partecipativo i cittadini romani hanno scelto 18 progetti sui quali investire circa 17 milioni di euro che l’amministrazione destinerà a interventi nel Municipio VIII. Per la prima volta Roma ha sperimentato un bilancio partecipativo di tale entità, con una votazione online sul nuovo portale di Roma Capitale, offrendo ai cittadini la possibilità di decidere. Nello specifico, i residenti del Municipio hanno potuto scegliere come investire circa 17 milioni di euro recuperate mediante il nuovo accordo raggiunto tra il Campidoglio e i curatori fallimentari delle imprese che avrebbero dovuto occuparsi della riqualificazione di Piazza dei Navigatori e Viale Giustiniano Imperatore. Ecco i progetti vincitori: Montagnola – Parco via Badia di Cava €420.000 Sistemazione dei marciapiedi municipali €3.160.000 Messa in sicurezza stazione metro San Paolo €165.000 Riqualificazione del parco del Forte Ardeatino €265.000 Abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel territorio municipale €550.000 Opere di sistemazione e messa a dimora di essenze arboree Tor Marancia, Giustiniano Imperatore, Garbatella e San Paolo €750.000 Riqualificazione delle piste ciclabili esistenti €400.000 Collegamento ciclopedonale Tenuta Tor Marancia – Parco Scott – Caffarella €1.000.000 Progetto di rilancio del Polo Civico di Viale Aldo Ballarin €1.020.000 Demolizione e ricostruzione ex edificio scolastico via di Grotta Perfetta 302 per uffici e servizi del Municipio €5.200.000 Pista ciclabile Grotta Perfetta - Appia Antica €1.425.000 Riqualificazione dello spazio esterno del plesso scolastico Ferrari/Ranocchio Scarabocchio e del giardino Piero Taruffi €290.000 Messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e miglioramento della viabilità nei pressi delle scuole Roma 70 e Rinnovamento €80.000 Demolizione dell’ex edificio scolastico di Viale di Tor Marancia 103 €700.000 Recupero del campetto di Piero e dell’area verde €129.632,52 Integrazione del Parco di Via Rosa Raimondi Garibaldi €335.000 Parco della fotografia: giochi, arredi e recinzioni €370.000 Risistemazione di via Leonardo Da Vinci e del Largo Leonardo Da Vinci €630.000 Sono stati  più di  2.200 cittadini che hanno votato sul portale di Roma Capitale tra gli 80 progetti selezionati tra le oltre 200 proposte pervenute dai cittadini o avanzate dall’Amministrazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

Milano partecipa a “Reinventing Cities” un bando internazionale per progetti urbani a zero emissioni di carbonio

di mobilita

Milano insieme ad altre città del mondo partecipa a Reinventing Cities. È la modalità innovativa con cui son stati messi in vendita 5 vuoti urbani con una selezione che non premia la miglior offerta economica ma il miglior progetto secondo 10 parametri ambientali. Il secondo elemento di valutazione è la qualità del team proponente e solo in terza battuta il rilancio economico. Nella prima fase che si e' conclusa in estate Milano con Parigi è stata la città che ha attratto più offerte e ognuna delle 5 aree (Scalo Greco, Mercato Gorla, Scuderie de Montel, un lotto in Via Serio e uno in Andrea Doria) ha ora tre team finalisti. Martedì 11 dicembre, a partire dalle 9 all’Urban center, associazioni, comitati e cittadini interessati potranno portare i propri contributi e suggerimenti relativi al futuro sviluppo di porzioni di via Serio e viale Doria, del Mercato Gorla, delle Scuderie de Montel e dello Scalo Greco. All’incontro, oltre ai rappresentanti di ciascun team finalista, saranno presenti per ascoltare i rappresentanti del Comune e di Ferrovie dello Stato, attuali proprietari di quattro delle cinque aree soggette ad alienazione a favore di progetti di elevata qualità ambientale. Per partecipare all’incontro gli interessati devono iscriversi a questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-reinventing-cities-as… specificando, nel caso vogliano intervenire, il sito di interesse. È inoltre possibile mandare suggerimenti senza presenziare all’evento inviandoli all’indirizzo reinventingcities@comune.milano.it entro il 9 dicembre. Il bando “Reinventing cities” è stato avviato dal C40 Cities Climate Leadership Group, con 16 città pioniere: oltre a Milano, Auckland, Città del Capo, Chicago, Houston, Madrid, Città del Messico, Montreal, Oslo, Parigi, Portland, Reykjavík, Rio de Janeiro, Salvador, San Francisco e Vancouver. Il progetto ricalca quello di Reinventer Paris, il bando che nel 2015 ha consentito di avviare la rivitalizzazione, attraverso progetti di elevata qualità ambientale e urbanistica, di 22 aree parigine.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 nov 2018

MILANO | Al via l’alleanza tra pubblico e privato per la realizzazione di interventi naturalistici

di mobilita

Promuovere la realizzazione di tetti e facciate verdi attraverso una grande campagna informativa che coinvolga i cittadini nella rinaturalizzazione della città; integrare il verde nelle infrastrutture a partire dalla futura stazione ferroviaria di Tibaldi, con l’inserimento di barriere antirumore sperimentali; introdurre soluzioni innovative nella manutenzione e gestione del verde pubblico. Sono gli obiettivi cardine del progetto Europeo Horizon 2020 Clever Cities, condotto dalle città capofila Milano, Amburgo e Londra, e seguito da sei altre città, coadiuvate da 25 partner scientifici e tecnici. Se ne è parlato approfonditamente nell’ambito dell’Exchange Program “Nature-based solutions for resilient and biodiverse cities”, il workshop svolto il 28 e 29 novembre alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli che ha visto riunirsi gli Chief Resilience Officer di città europee ed extraeuropee del network 100 Resilient Cities. L’evento è stato per l’Amministrazione Comunale un’occasione per condividere obiettivi e contenuti del progetto Clever con una platea di esperti in grado di offrire spunti per lo sviluppo di soluzioni naturalistiche, in connessione con il più ampio obiettivo di forestazione a Milano.  La presentazione di Clever al workshop ha segnato quindi l’avvio del processo di collaborazione tra i vari soggetti coinvolti che proseguirà con la costituzione di una “Alleanza” tra gli enti locali, le associazioni di categoria, gli ordini professionali, le associazioni per la protezione dell’ambiente e gli enti di ricerca e formazione, finalizzata tra l’altro alla redazione di tre percorsi di progettazione partecipata dedicati agli interventi sperimentali. Cittadini, associazioni, professionisti e imprese interessate al progetto possono segnalarlo scrivendo a: urb.progrfinanziati@comune.milano.it Nelle prossime settimane gli attori individuati per la diffusione delle "natural-based solutions" saranno coinvolti per la costruzione della strategia per la costruzione e promozione degli interventi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 nov 2018

ROMA | Un nuovo “salotto urbano” in piazza Perin del Vaga

di mobilita

Presto piazza Perin del Vaga, nel quartiere Flaminio, attualmente occupata da auto in sosta, diventerà un nuovo “salotto urbano” a disposizione di residenti e turisti.  L’area sarà infatti pedonalizzata e interamente riqualificata e prevede anche interventi per la sicurezza degli attraversamenti pedonali, l’installazione di una nuova rastrelliera per le biciclette, nuovi scivoli per le persone con disabilità e percorsi per ipovedenti. Il progetto, realizzato da Roma Servizi per La Mobilità,  prevede inoltre un intervento capillare: la parte centrale della piazza sarà rialzata a livello dei marciapiedi e interamente lastricata in modo da creare una grande area pedonale. Le operazioni partiranno da gennaio e dureranno circa quattro mesi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2018

GENOVA | Dall’albero in piazza De Ferrari al Confeugo, tutte le iniziative per il Natale 2018

di mobilita

Da questa sera calerà sulle strade di Genova un'immensa e sfavillante «tela» di Natale. La città si veste di luci e lo farà nella cornice di un programma di eventi in grande stile, che avrà il suo epicentro nel tunnel luminoso più lungo d'Europa di 60 metri in Piazza De Ferrari. Ma non solo: un arco luminoso arriverà anche in Val Polcevera, dal capolinea di metro e bus di Brin, mentre il palazzo di Regione Liguria avrà enormi bande luminose sulla facciata. A spiegare nei dettagli l'atmosfera natalizia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci e l'assessore al turismo Paola Bordilli.  "Genova vuole fare un grande Natale e un grande Capodanno - ha detto Marco Bucci -. La città se lo merita e quest'anno ancora di più perché, come ha sottolineato il presidente Toti, vogliamo passare dalla commozione all'emozione e faremo tutto il possibile perché ciò si avveri. Queste feste devono dimostrare che Genova non si ferma di fronte alle difficoltà ma migliora. Ci saranno due alberi principali. Oltre a quello di De Ferrari ne metteremo uno identico in rappresentanza della città a Certosa nei pressi di Ponte Morandi". I tanti mercatini organizzati in centro e nelle delegazioni dai Civ, rappresentano un buon motivo per non lasciare la città per l'acquisto dei regali da mettere sotto l'albero. In piazza Matteotti, dal 1 al 24 dicembre ci sarà il Mercatino di Natale, che sarà poi proseguito dal 27 al 6 gennaio dal Mercato della Befana. In piazza Campetto e Soziglia il classico e attesissimo appuntamento con lo Storico Mercato artigianale di piazza Campetto (dall’ 8 dicembre al 24), mentre in Galleria Mazzini appuntamento con la Fiera del Libro (dal 1 al 24 dicembre). In piazza della Vittoria la Fiera di Natale (dal 1 al 24) mentre in piazza Sarzano, per la 30esima edizione Il mercatino di San Nicola dal 6 al 23. "Abbiamo coinvolto tutte le delegazioni, con un'attenzione particolare per Certosa  Ogni municipio avrà il suo albero, le sue luci e un programma di iniziative già fissate e nuove idee ancora da definire, in una logica di città policentrica. E' un segnale forte di coinvolgimento, frutto di un lavoro in forte sinergia con municipi e Civ che darà un’immagine vivace della città per genovesi e turisti". Ecco il programma: ACCENSIONE DELLE LUCI IN CENTRO Le Feste di Natale a Genova quest'anno iniziano ufficialmente il 23 novembre, con l'accensione delle suggestive luci in centro! A cura dei CIV Centri Integrati di Via di Confcommercio e Confesercenti, grazie al contributo del Comune di Genova.Tutti i CIV del Comune, da ponente a levante, dal mare alle vallate, contribuiranno alla illuminazione della nostra città in maniera unica e vivace.Si inizia il 23 novembre con le luci in Centro Città: dalle 17 alle 23 di venerdì 23 novembre, grande festa a cura del Civ Confcommercio Sestiere Carlo Felice. Le vie del sestiere (via Roma e dintorni) si colorano con l'accensione delle luminarie natalizie, dalle ore 18, per continuare con musica ed eventi fino a sera. Alle 17 la zona sarà chiusa al traffico e ci sarà una sfilata di auto storiche. Inoltre, per sottolineare l'inizio della Stagione Sinfonica, il Teatro Carlo Felice alle 18 suonerà un estratto dall'Aida di Giuseppe Verdi, in Via Roma ci sarà la Zena Singers Band e in tutta la zona sarà possibile ascoltare musica.Dal 24 novembre, i festeggiamenti continuano nell’intera città tra cui il CIV Confesercenti di Via Luccoli, dalle 9 alle 19.30, organizza “Luccoli In Fiore Winter Edition”, mostra-mercato floreale.MERCATINI DI NATALEA Natale, il centro di Genova si anima con la presenza di tanti colorati mercatini natalizi.In Piazza De Ferrari, arriva l'ormai tradizionale "Mercatale". Fino a lunedì 24 dicembre, intorno alla fontana simbolo del centro città, in un'atmosfera di luci e decorazioni scintillanti, si svilupperà una grande fiera natalizia, aperta tutti i giorni, in cui sarà possibile assaporare la magia delle feste con i prodotti alimentari della tradizione ligure e artigianato di qualità.Tanti i mercatini previsti in Piazza Matteotti: dal 1° al 24 dicembre "Mercatino di Natale", domenica 2 dicembre "Mercatino dell'artigianato", sabato 8 e domenica 9 dicembre "Sapori al Ducale", giovedì 13, 20 e 27 dicembre" Mercatino Campagna Amica", dal 27dicembre al 6 gennaio "Mercatino della Befana".La Galleria Mazzini ospita la tradizionale "Fiera del Libro" dal 1° al 24 dicembre. Dall'8 al 24 dicembre in Campetto e Soziglia ci sarà lo "Storico Mercatino di Natale di Piazza Campetto". In centro città, inoltre, dal 1° al 24 dicembre è prevista in piazza della Vittoria la "Fiera di Natale", in Piazza Sarzano torna per la 30 edizione il dal 6 al 23 dicembre gli espositori popoleranno, per le seconda volta, Piazza Sarzano con le loro bancarelle piene di idee regalo e tradizioni senza dimenticare il valore della solidarietà.RUOTA PANORAMICA AL PORTO ANTICOTorna al Porto Antico per tutto l’inverno la grande ruota panoramica dalla quale godere della vista più bella della città. La location è ancora una volta il grande piazzale di Calata Gadda, in fondo ai Magazzini del Cotone. Dalla magica ruota si può godere della vista sempre nuova di Genova dall’alto e condividerla sui propri social network preferiti.INIZIATIVE DEI CIVDa inizio dicembre e per tutte le feste natalizie, tantissimi eventi nelle vie e nelle piazze della città, a cura dei Centri Integrati di Via. Mercatini, alberi di Natale, musica, danza, spettacoli, animazione per bambini, enogastronomia, mostre, e tante altre iniziative, colorano le vie della città con le tinte della tradizione.10 ALBERI DI NATALE IN CITTA'Le prossime festività natalizie saranno allietate, quest’anno, dalla presenza di 10 alberi di Natale nelle piazze della città. Oltre a quello tradizionale in Piazza De Ferrari, ci sarà quest'anno anche un abete nel quartiere di Certosa, come segno di vicinanza alla cittadinanza colpita dalla tragedia del ponte Morandi. L'accensione di questi due alberi, che dà il via alle festività natalizie, è prevista per venerdì 7 dicembre.  Gli altri 8 alberi saranno addobbati nei Municipi genovesi.IL NATALE AL CARLO FELICE TRA OPERE E CONCERTIAnche il teatro Carlo Felice festeggia l'arrivo del Natale con una serie di concerti e grandi opere a tema a partire dal mese di dicembre.Dal 2 al 16 dicembre andrà in scena l'opera AIDA di Giuseppe Verdi, in memoria del maestro Tullio Serafin.Venerdì 7 dicembre alle ore 20:30 si terrà il Concerto di Natale con il direttore Andrea Battistoni, Francess & Sonic Factory.Venerdì 14 dicembre alle 20:30 ci sarà il concerto di Igudesman & Joo, Happy Carol.Dal 20 dicembre fino al 23 andrà in scena il balletto Lo Schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con coreografie di Yuri Grigorovich e scene di Simon Virsaladze.Per informazioni e biglietti consultare il sito del Teatro Carlo Felice.NATALIDEADal 14 al 23 dicembre torna, al Padiglione Blu della Fiera di Genova, Natalidea. Un’edizione speciale con iniziative a favore dei commercianti e degli artigiani delle zone più colpite dal crollo del ponte Morandi.IL TEMPO DEI PRESEPINon solo luci, spettacoli e musica: Genova è profondamente legata anche alle sue tradizioni più antiche, come quella dei presepi. Fino alla fine di febbraio Il Tempo dei Presepi proporrà allestimenti di presepi di ogni tipo, da quelli storico-artistici ai presepi viventi, oltre a concerti di musica sacra, classica, barocca e tradizionale, itinerari tematici, visite e tour guidati, mercatini natalizi e tante altre iniziative. Agli storici “presepi viventi”, quest’anno se ne aggiungeranno molti altri per popolare le vie cittadine.CHIESE IN MUSICALa rassegna, nata proprio in occasione dello scorso Natale, quest’anno offrirà ogni weekend di dicembre una serie di concerti nelle chiese genovesi per allietare, con musiche natalizie della tradizione sacra, genovesi e turisti.LUNAPARK INVERNALEDal primo dicembre 2018 al 13 gennaio 2019 torna in Piazzale Kennedy lo spettacolare Lunapark sul mare, il più grande d'Europa. Come sempre, saranno presenti moltissime attrazioni per grandi e piccini.SFIACCOLATA NATALIZIASabato 15 dicembre torna a Genova, per la terza edizione, la Sfiaccolata Natalizia.Il punto di partenza è in Calata Falcone Borsellino, al Porto Antico, dalle ore 20:30. Per una sera le vie della città si riempiranno di mezzi ecologici a due ruote: bici, skateboard, pattini e segway.IL CONFEUGOIl 22 dicembre (come ogni anno l'ultimo sabato prima di Natale) si svolgerà il Confeugo, la tradizionale cerimonia che rievoca l’omaggio dell’Abate del Popolo al Doge con l’accensione del gran ceppo di alloro e affascinanti coreografie in costume.CAMMINATA DEI BABBI NATALEIl 23 dicembre, a favore dell'ospedale Gaslini, anche quest'anno torna a Genova la camminata dei Babbi Natale. Un'allegra passeggiata natalizia a cui farà seguito una festa per tutti i Babbi Natale partecipanti. Il punto di ritrovo è piazzale Mandraccio alle ore 9:00, e l'evento è aperto a tutti.APERTURE DEI MUSEI PER LE FESTIVITA' NATALIZIEIn occasione delle festività natalizie i Musei di Genova effettuano aperture straordinarie.CIRCUMNAVIGANDOCircumnavigando Festival, rassegna internazionale di Teatro e Circo contemporaneo, a cura dell'Associazione Culturale Sarabanda, ritorna a Genova dal 26 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 per la 18^ edizione. Per 11 giorni, da Santo Stefano alla Befana con una serata speciale a Capodanno, vi aspettano 27 spettacoli con 13 compagnie circensi da tutto il mondo per un cartellone ricco di spettacoli e novità.SANTO STEFANO DAY AL PORTO ANTICOIl 26 dicembre, in occasione della festa di Santo Stefano, la pista di pattinaggio sul ghiaccio del Porto Antico di Genova apre gratuitamente le porte a tutti gli Stefano e le Stefanie.CAPODANNO A GENOVAA Genova si può trascorrere l’ultima notte dell’anno nella magica atmosfera del suo centro storico, tra le piazzette illuminate a festa, gli splendidi Palazzi dei Rolli, Patrimonio Unesco, il Porto Antico e l'Acquario.Al Porto Antico appuntamento, come da tradizione, con la magia del circo nell’ambito del Festival Circumnavigando. Una serata ricca di spettacolo e divertimento per tutte le età insieme al Circo Zoé. L’ultima notte del 2018 si potrà trascorrere all’insegna del divertimento con il fascino della ruota panoramica, l’allegria della pista di pattinaggio, gli eventi speciali a La città dei bambini e dei ragazzi.Per chi sceglie un brindisi a teatro, molte le proposte dei teatri cittadini: il Teatro Nazionale mette in scena al Duse Poker, di Patrick Marber e alla Corte Colpi di Timone di Vincenzo La Rosa e Gilberto Govi; il Teatro della Tosse mette in scena La Prima Luna, di Emanuele Conte, uno spettacolo di teatro e canzoni adatto ad un pubblico di tutte le età; al Teatro Politeama Genovese, come da tradizione degli ultimi anni, Capodanno con Maurizio Lastrico; al Teatro Govi Zelig vs Colorado, con Daniele Raco e Gianpiero Perone.L’Acquario di Genova rinnova l’appuntamento suggestivo ed esclusivo per festeggiare la notte di San Silvestro immersi nella magia dei fondali marini, con una speciale visita libera al percorso espositivo, cocktail, Gran Cenone e brindisi di mezzanotte. Il costo del Capodanno all’Acquario di Genova è di 160 Euro a persona. È necessario prenotare, fino ad esaurimento posti disponibili, contattando C-Way tel. 010 2345666; email info@c-way.it. In occasione dell’evento, il 31 dicembre l’Acquario anticiperà la chiusura alle ore 14.00 (ultimo ingresso ore 12.00).DA CAPODANNO ALL'EPIFANIAIl 2019 inizia in musica al Teatro Carlo Felice con il suggestivo musical West Side Story il 1° gennaio alle ore 16.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 nov 2018

ROMA | Nasce l’Ufficio Coordinamento del Decoro Urbano, regia unica per cantieri “integrati”

di mobilita

Decoro urbano, si cambia. Non più singoli lavori di manutenzione urbana ma una regia unica per coordinare gli interventi che interessano una stessa area, così da incidere in maniera più profonda e globale. Dal rifacimento del manto stradale alla cura del verde, dal ripristino di marciapiedi alla pulizia e sistemazione delle caditoie, dalla sostituzione dei cestini per i rifiuti all’illuminazione pubblica, fino all’igiene e agli arredi urbani: tutte le azioni dovranno far parte di cantieri “integrati” per restituire decoro complessivo a intere zone della città. Il nuovo sistema è stato presentato in Campidoglio dalla sindaca Virginia Raggi. L’Amministrazione Capitolina, per fornire risposte più efficaci e di lungo periodo alla manutenzione urbana, ha individuato la regia unica nell’Ufficio Coordinamento per il Decoro Urbano, istituito appositamente. Un ufficio speciale che lavorerà per creare una stretta sinergia tra tutti i Dipartimenti interessati. Grazie a questa struttura, inoltre, sarà possibile interagire in maniera più diretta anche con cittadini, comitati e associazioni che potranno collaborare attivamente alla definizione degli interventi di riqualificazione e partecipare alla loro realizzazione. L’ufficio potrà operare attraverso una Conferenza di Servizi permanente che stabilirà un cronoprogramma definito e coordinato di interventi, valutando priorità, tempi e risorse da impiegare. Esempio di cantiere integrato è quello per la riqualificazione dell’area di Castro Pretorio, dove di recente si è intervenuti per riasfaltare il manto stradale deteriorato e, allo stesso tempo, sulle caditoie e le "bocche di lupo" per favorire il deflusso delle acque piovane, per la sistemazione dei cigli dei marciapiedi ammalorati, per il rifacimento della segnaletica orizzontale e delle aiuole. Lo stesso approccio verrà utilizzato per altre aree oggetto di lavori come via Ostiense, piazza Armellini e la rotatoria di via Cassia all’altezza di via Giustiniana. O per quelle già individuate come “cantierabili”: via di Tor Bella Monaca, via Salaria, piazza Re di Roma. La dotazione iniziale a disposizione dell’Ufficio Decoro Urbano, fino alla fine del 2018, ammonta a 230.000 euro e prevede già un appalto in fase di aggiudicazione. Lo stanziamento sarà incrementato nel 2019 fino a 1 milione e mezzo di euro, mentre per il triennio successivo il funzionamento della struttura sarà inserito in un ”Accordo quadro per il decoro urbano” che potrà contare su un finanziamento di 3 milioni di euro all’anno. L’ufficio si occuperà anche di “pronto intervento”, sempre seguendo un modello integrato. Potrà disporre azioni immediate sul territorio, ma dovrà anche valutarne l’inserimento in cantieri di natura più complessa, in attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, mettendo in relazione le attività operative con quelle programmate e di lungo periodo. A questo scopo funzionerà come un vero “centro di monitoraggio e controllo” degli interventi manutentivi sulla città, anche attraverso l’analisi e la gestione delle richieste provenienti dai cittadini attraverso il portale di Roma Capitale, verificando la corretta esecuzione e continua manutenzione delle aree su cui si è già intervenuto. Infine, sarà demandato all’Ufficio anche un riordino della regolamentazione vigente in tema di decoro urbano: da sanzioni più efficaci all’elenco di arredi urbani omogenei su tutto il territorio. Non da ultimo, si occuperà di campagne di sensibilizzazione e informazione, anche attraverso la promozione di iniziative sul riuso degli spazi urbani. “L’Ufficio nasce per imprimere un profondo cambiamento al precedente modello di interventi pubblici sul territorio”, dichiara la sindaca Virginia Raggi. “Un nuovo approccio che punta a pianificare i lavori in città mettendo attorno al tavolo tutti i soggetti coinvolti, le diverse strutture amministrative, i Municipi, i cittadini, per raccordare le attività e segnare una più profonda riqualificazione di intere aree della Capitale. Troppo spesso, in passato, abbiamo assistito a interventi parziali che affrontavano un singolo aspetto tralasciando gli altri, con il duplice negativo risultato di non incidere in maniera definitiva sul decoro e sulla fruibilità degli spazi, ma soprattutto moltiplicando nel tempo i cantieri e i disagi per i cittadini. Questo modello ci consentirà di ottimizzare tempi e risorse, ottenendo risparmi per l’amministrazione, e di verificare la corretta esecuzione dei lavori e la loro durata, favorendo anche il pieno coinvolgimento di cittadini e Municipi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 nov 2018

MILANO | Sabato si inaugura un nuovo lotto del parco di Cascina Merlata

di mobilita

Sette nuovi ettari di verde pubblico si aggiungeranno al parco di Cascina Merlata, che completerà così la propria fisionomia confermandosi, con i suoi 300.000 mq, una delle realtà di verde urbano più grandi di Milano. Sabato 24 novembre sarà inaugurata la nuova area verde prospiciente via Gallarate (7 ettari), annettendola al parco di Cascina Merlata. L’area compresa tra l’anello stradale costituito dalle vie Pasolini, Jona e Gallarate, è ora interamente fruibile e si trova al centro del progetto di rigenerazione urbana di Cascina Merlata. Cascina Merlata, negli ultimi anni oggetto di un importante intervento di riqualificazione, oggi è tornata a nuova vita e ospita funzioni di interesse pubblico destinate a crescere nei prossimi anni. Il parco, con i suoi 30 ettari e i dieci chilometri di piste ciclopedonali, è oggi un luogo pienamente fruibile in cui praticare sport e trascorrere giornate all’aria aperta. Attraversato da un corso d’acqua da nord a sud, il parco richiama in chiave paesaggistica e ambientale la rete idrografica superficiale che caratterizzò la fase di sfruttamento agricolo dell’area nel corso del XIX secolo. Una serie di piante acquatiche lungo il suo percorso impreziosiscono il ruscello, offrendo così il giusto habitat per il ritorno delle piccole rane e un riparo per le coppie di germani. “Da sabato Milano avrà 70mila mq di verde in più – dichiara l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran –. Il Parco di Cascina Merlata cresce in un’area strategica della nostra città trovandosi in continuità con il verde che nascerà tra pochi anni a Mind, con la Goccia in Bovisa, fino al grande parco che nascerà allo scalo Farini. È il terzo parco che inauguriamo in tre mesi, dopo il parco della Torre alla Bicocca e la Biblioteca degli Alberi a Porta Nuova. È una crescita diffusa e capillare, che sarà sempre più evidente con la nascita di almeno 20 nuovi parchi entro il 2030”. E il Parco è destinato ad ampliarsi ulteriormente. L’Amministrazione infatti è diventata proprietaria dell’area ex Vivaio Gasolini, 5 ettari di terreno che, a seguito del perfezionamento di accordi tra il Comune ed Euromilano, potranno dare ulteriore continuità al parco di Cascina Merlata, portandolo a 30 ettari complessivi. Nell’ex vivaio Gaslini, chiuso da una decina di anni circa, erano stati messi a dimora diversi filari di alberi, destinati a essere poi zollati e posizionati su strade, giardini e aree di varia natura. La chiusura dell’attività aveva comportato il sostanziale abbandono del vivaio, con tutte le sue piante all’interno, che hanno continuato a crescere autonomamente, trasformando l’area in un piccolo bosco. La natura, sostanzialmente, ha riconquistato gli antichi spazi dell’ormai estinto Bosco della Merlata. L’area verrà riqualificata e messa in sicurezza, valorizzando il patrimonio boschivo ormai consolidato. Necessiterà di un intervento paesaggistico per la sua integrazione con il resto del parco e di un intervento agronomico, che provvederà a mettere in sicurezza le piante ormai divenute adulte; infine si sistemerà il sottobosco. Non appena definiti gli accordi con l’Amministrazione comunale, approvato il progetto di recupero ed eseguiti i lavori, l’ex vivaio sarà definitivamente assicurato alla fruizione pubblica. In questo modo un’area ormai sostanzialmente abbandonata tornerà nella disponibilità della comunità, trasformando un problema in un’opportunità. La pista ciclopedonale che costeggia via Gallaratese sarà prolungata fino al Cimitero Maggiore.

Leggi tutto    Commenti 0