Articolo
02 giu 2020

Trasporti: nuove disposizioni per collegamenti Sardegna. Nessuna limitazione per la Sicilia

di mobilita

Nuove disposizioni per il trasporto aereo e marittimo per i collegamenti da e per la Sardegna e conferma delle precedenti misure per le navi da crociera con bandiera estera, nel decreto firmato oggi dalla ministra Paola De Micheli. Per quanto riguarda il trasporto aereo, l'operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo-Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze-Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, e Venezia Tessera. Negli aeroporti commerciali non inclusi nell'elenco sono consentite le attività di aviazione generale. L'Enac, previo parere conforme della ministra De Micheli, potrà  integrare l'elenco degli aeroporti oggi già operativi. Non è  prevista alcuna limitazione per gli spostamenti da e per la Sicilia. Per la Regione Sardegna, considerata la particolare situazione dell'organizzazione sanitaria dell’isola, fino al 12 giugno il trasporto marittimo e aereo (su Cagliari, Alghero e Olbia) di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna è limitato ai servizi svolti in continuità territoriale in servizio pubblico. Il trasporto delle merci non è invece soggetto a limitazioni. A partire dal 13 giugno è previsto il riavvio di tutti i voli domestici da e per la Sardegna e anche il trasporto marittimo passeggeri non avrà limitazioni. Infine, alle navi di bandiera estera impiegate in servizi di crociera è consentito l’ingresso nei porti italiani esclusivamente ai fini della sosta inoperosa. Le disposizioni del decreto sono efficaci fino al 14 giugno 2020. Per visualizzare il decreto clicca qui

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2020

Firmato Accordo Quadro fra Regione Sardegna e RFI

di mobilita

Modifica dell’attuale gestione della rete e avvio di nuovi investimenti e progetti che porteranno a un aumento del 15% del volume dei servizi in Sardegna. Sono le principali novità a cui guarda l’Accordo Quadro siglato tra la Regione e RFI (Gruppo FS Italiane). Previste, rispetto alla situazione attuale, la velocizzazione dei servizi lungo la dorsale Cagliari - Olbia/Sassari, con l’obiettivo di portare i tempi di percorrenza tra Oristano e Chilivani a 57 minuti, e l’aumento della frequenza dei servizi da/per l’Iglesiente, con un treno ogni 30 minuti nel tragitto Cagliari -Iglesias/Carbonia. Le stazioni saranno rese sempre più accessibili e verrà incentivata l’integrazione con altre modalità di trasporto. Previsti, inoltre, investimenti per il miglioramento della linea esistente e la creazione di nuovi collegamenti e stazioni. Si va dal raddoppio della linea Villamassargia-Decimomannu, al potenziamento delle infrastrutture tra S. Gavino e Ozieri/Chilivani, fino alla realizzazione del collegamento tra Aeroporto di Olbia e Olbia città e la nuova fermata di interscambio tra la linea regionale Sassari - Alghero e la Chilivani - Sassari - Porto Torres. Tutta la rete sarà adeguata ai più recenti e innovativi sistemi tecnologici. “La Regione Sardegna – ha affermato il presidente della Regione Christian Solinas - si avvale da oggi, e per la prima volta, di un importante strumento tecnico che nel breve periodo permette di definire con RFI il miglior utilizzo della capacità attuale della rete ferroviaria sarda e nel contempo disegna il modello dei servizi futuri consentendo di programmare nel medio e lungo periodo gli interventi di sviluppo e potenziamento delle infrastrutture ferroviarie nell’isola”. L’impegno sottoscritto riveste una particolare rilevanza anche perché consente a RFI di individuare i fabbisogni da destinare, nell’ambito della sottoscrizione dei Contratti di Programma col Ministero dei Trasporti le risorse specifiche che interessano la realizzazione delle infrastrutture e dei servizi individuati per la Sardegna. “Stiamo realizzando gli impegni di dotare la Sardegna di una rete efficiente e moderna di trasporto su rotaia, nonché di potenziare i servizi per rendere competitivo il nostro sistema di trasporti", ha sottolineato l’assessore dei Trasporti Giorgio Todde.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2020

Air Italy, la regione Sardegna sta pensando di entrare nel capitale della compagnia aerea

di mobilita

La regione Sardegna ha in serbo un piano B nel caso in cui, sulla questione Air Italy non si cambiasse la procedura, passando dalla attuale liquidazione 'in bonis' al concordato, come chiede il governo.  "In questo momento registriamo una dichiarazione di intenti molto interessante e positiva da parte dei Qatar Airways sull'intendimento di continuare a investire sul settore. Non essendo un vettore comunitario, Qatar Airways non puo' andare oltre il 49 per cento. Il 51%, nel breve termine puo' anche essere oggetto della partecipazione della societa' finanziaria regionale con l'idea di dare l'abbrivio a un piano industriale lungimirante, che possa favorire una ripartenza con la partecipazione della Regione. Stiamo verificando, sia dal punto di vista giuridico sia industriale, la percorribilità di questa strada". Lo ha detto il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, nel forum promosso da Il Sole 24 Ore Radiocor rispondendo a una domanda sulla crisi di Air Italy.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 nov 2019

REGIONE SARDEGNA | Continuità territoriale, De Micheli incontra Solinas

di mobilita

La ministra Paola De Micheli ha incontrato il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas e l’assessore regionale ai Trasporti Giorgio Todde sul tema della continuità territoriale. Gli amministratori hanno illustrato la proposta della Regione per la definizione del nuovo regime degli Oneri di Servizio Pubblico per i collegamenti aerei con l’isola, approfondendo i temi del dimensionamento dei servizi e delle tariffe per gli utenti. Sei aeroporti italiani, (Bologna, Torino, Firenze, Verona, Napoli e Palermo oltre a Roma e Milano, sono i prescelti per un nuovo regime di continuità territoriale allargata dalla Sardegna. Il nuovo progetto di continuità territoriale avrà la caratteristica di una sola tariffa per residenti e non. La proposta dovrà essere sottoposta al vaglio della Commissione Europea, che ha già segnalato nelle settimane passate i problemi legali derivanti dal ritardo nell’introduzione del nuovo regime, in contrasto con il diritto comunitario in tema di proroghe. La ministra De Micheli si è impegnata a verificare a Bruxelles, nel corso di un incontro a latere del Consiglio dei Trasporti in programma il prossimo 2 dicembre, la fattibilità del nuovo progetto di continuità territoriale, superando le criticità avanzate dalla Commissione

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 ott 2019

REGIONE SARDEGNA | Lo scenario futuro dell’infrastruttura ferroviaria definita dal MIT e RFI

di mobilita

Continuiamo la serie di approfondimenti sul nuovo piano commerciale, redatto nel settembre 2019, in coerenza con la strategia di sviluppo dell’infrastruttura ferroviaria definita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Rete Ferroviaria Italiana. Qui i progetti di sviluppo tecnologico e infrastrutturale messe in campo dal Gestore Infrastruttura per la Regione Sardegna I criteri principali del progetto di revisione dei servizi, contenuti nella bozza di Accordo Quadro in fase di condivisione tra Regione Sardegna e RFI si focalizzano sia sulla velocizzazione dei servizi a lungo raggio che sull’incremento e sulla specializzazione dei servizi più capillari. L’immissione di nuovo materiale rotabile accompagnato da importanti lavori di potenziamento, con l’istituzione del rango P sulla rete, consentirà di prevedere servizi più performanti in termini qualitativi e quantitativi. Sarà pertanto possibile velocizzare i collegamenti di estremità (Cagliari - Olbia/Sassari) nel rispetto di una più efficace integrazione dei servizi nelle località individuate per gli opportuni interscambi tra servizi lenti e veloci (adduzione/distribuzione). Verranno potenziati i collegamenti extraurbani per Oristano, integrandoli con la rimanente offerta e si registrerà un incremento dell’utilizzo della fermata di Elmas Aeroporto per garantire, da Cagliari, una frequenza di 15’ a sostegno della mobilità turistica e di business. Il piano stazioni In Sardegna sono presenti complessivamente 41 Località di Servizio attive per servizio viaggiatori. RFI, con il piano di attuazione dei progetti “Easy Station” e “Smart Station”, entro il 2026 prevede di trasformare ed adeguare 9 stazioni medio/grandi presenti nella regione per renderle più accessibili e confortevoli ai viaggiatori caratterizzandole con uno standard architettonico unico (brand) e funzionale. Nell’ambito degli interventi previsti dal progetto Easy Station, RFI adotterà inoltre misure adeguate per garantire l’accesso in stazione alle persone con disabilità ed alle persone a mobilità ridotta secondo i requisiti definiti dalla normativa europea (STI PMR), coerentemente con la programmazione ed i finanziamenti disponibili. Azioni di piano 2019 - 2023 Upgrading infrastrutturale e tecnologico rete sarda 1° fase Il progetto prevede l’upgrade tecnologico dall’attuale sistema di protezione della marcia del treno (SSC - Sistema Supporto Condotta) al più performante SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno) sulle linee a nord di San Gavino. Questo intervento, insieme ad altri interventi tecnologici diffusi, consentirà di attivare il rango P sull’intera tratta, al fine di sfruttare le caratteristiche dei nuovi treni CAF acquistati da Regione Autonoma Sardegna. Nel progetto sono anche previsti interventi propedeutici all’arretramento della stazione di Olbia. Velocizzazione impianti ferroviari rete sarda Il progetto prevede la modifica del piano del ferro delle stazioni di Villamassargia, Decimomannu, Siliqua, Oristano, Macomer, Chilivani e Iglesias, con la velocizzazione degli itinerari percorsi in deviata da 30 km/h a 60 km/h. Sono previsti inoltri interventi per rendere possibili i movimenti contemporanei tra treni. Molti interventi sono stati già realizzati, per il 2020 si prevede il completamento dell’intero progetto. Upgrading infrastrutturale e tecnologico rete sarda 2° fase Il progetto prevede: Interventi puntuali di rettifiche di tracciato e piccole varianti nella tratta Oristano - Golfo Aranci e Ozieri Chilivani - Porto Torres Upgrade tecnologico dall’attuale sistema di protezione della marcia del treno (SSC - Sistema Supporto Condotta) al più performante SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno) sulla linea Cagliari - San Gavino Upgrade tecnologico del sistema di distanziamento e del sistema di gestione della circolazione sulla tratta Cagliari - San Gavino Soppressione di alcuni passaggi a livello Azioni di piano oltre il 2023 San Gavino - Sassari - Olbia Il progetto prevede la realizzazione di due varianti di tracciato nei pressi delle località di Bauladu e Bonorva. La variante di tracciato di Bonorva - Torralba si innesterà al km 180+700 della linea Oristano - Ozieri Chilivani, subito a valle della stazione di Bonorva lato sud e al km 190+500 lato nord. L’attuale tracciato costeggia il monte Martis, per una lunghezza di circa 10 km, mentre la variante di tracciato di 5,5 km lo attraverserà, garantendo una riduzione di percorso di circa 5 km. La velocità di rango C dell’attuale tracciato è di 85 km/h, mentre quella del nuovo tratto sarà di 160 km/h. La variante di tracciato di Bauladu si innesterà al km 108+400 della linea Oristano - Ozieri Chilivani lato sud eal km 118+000 lato nord ed ha una lunghezza di 7 km, di cui 3,3 in galleria. Il progetto prevede anche la realizzazione della nuova stazione di Bauladu perché l’attuale insiste sul tracciato da dismettere. La velocità di rango C dell’attuale tracciato è di 85 km/h, mentre quella del nuovo tratto sarà di 160 km/h.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 ago 2019

REGIONE SARDEGNA | Ancora treni bidirezionali Stadler per ARST S.p.A

di mobilita

Ancora treni Stadler per ARST S.p.A, la principale azienda di trasporto pubblico in Sardegna, totalmente controllata dall'amministrazione regionale. L'unica offerta per l’appalto della fornitura di 15 Unità di Trazione (UdT) bidirezionali, a trazione diesel-elettrica, è arrivata dalla Stadler Rail SA, società costruttrice di veicoli ferroviari, con sede a Bussnang, Svizzera. Saranno treni a scartamento ridotto 950 mm e verranno utilizzati nelle linea gestite da ARST. Ogni convoglio sarà lungo 36 metri ed è composto di due casse, ognuna dotata di un carrello motore ed uno portante, con due motori diesel Cummins a 6 cilindri e trasmissione diesel-elettrica e per una velocità massima di 120 km/h. La collocazione degli equipaggiamenti di propulsione al di sopra dei carrelli motori garantisce una aderenza ottimale e la trasmissione di un elevato sforzo di trazione anche su tratte ad elevata pendenza, consentendo inoltre di avere il 50% del treno con pianale parzialmente ribassato ed una capacità di 186 passeggeri (di cui 100 seduti) e 10 strapunti.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mag 2019

Continuità Territoriale Sardegna, approvato accordo quadro con Regione Sardegna, Air Italy e Alitalia

di mobilita

Air Italy comunica di aver raggiunto un accordo quadro con Alitalia e la Regione Sardegna, in relazione alle rotte di continuità territoriale di Olbia. I dettagli sono ancora in fase di definizione, ma l'obiettivo principale di Air Italy, di proteggere il proprio personale di Olbia e gli investimenti in Sardegna negli ultimi 50 anni, è stato raggiunto, grazie all'impegno dei propri azionisti. "Questo è stato indubbiamente un periodo molto impegnativo per tutte le parti", ha dichiarato il Chief Operating Officer di Air Italy, Rossen Dimitrov. "Ma oggi, grazie all'impegno dei nostri azionisti e agli sforzi della Regione Sardegna e di Alitalia, abbiamo raggiunto un accordo quadro che soddisfa le nostre esigenze principali: proteggere il personale, che conta oltre 500 dipendenti nella nostra sede di Olbia e permetterci di continuare servire la Sardegna come abbiamo fatto per più di mezzo secolo”"Ora siamo in fase di definizione dei dettagli in modo da poter mettere in vendita i voli il prima possibile e permettere ai sardi e ai turisti una brillante stagione estiva 2019". Foto di Copertina: Enrique Perrella

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2019

Tregua tra Air Italy e Alitalia per i voli da Olbia per Milano e Roma

di mobilita

Tregua tra Air Italy e Alitalia. Si è infatti svolto al ministero delle Infrastrutture e trasporti un incontro tra il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, il sottosegretario Armando Siri e i rappresentanti delle compagnie aeree in cui le due compagnie, ma per ora solo fino al 5 maggio, serviranno in collaborazione la gestione dei voli le rotte per Milano e Roma da Olbia. «Abbiamo riaperto il dialogo con i vettori aerei ed individuato un percorso per assicurare il diritto alla mobilità sulle rotte da e per Olbia in regime di continuità territoriale  e scongiurare i paventati licenziamenti in attesa di una definizione più puntuale dei ruoli operativi dei due vettori", ha affermato il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas. Ti potrebbero interessare: Air Italy ribadisce la propria decisione a non volare su Olbia Air Italy rinuncia alle rotte in continuità territoriale in favore di Alitalia Nota stampa Air Italy in merito al Bando di Gara di Continuità Territoriale in Sardegna REGIONE SARDEGNA | Alitalia si aggiudica tutte le rotte in continuità territoriale  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 apr 2019

REGIONE SARDEGNA | Proroga continuità territoriale da Cagliari e Alghero verso Roma e Milano

di mobilita

Su richiesta del presidente della Regione, Christian Solinas, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha disposto la proroga, dal 17 aprile prossimo e per 12 mesi, della continuità aerea sui collegamenti tra gli scali di Cagliari e Alghero e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate. Sui collegamenti tra lo scalo di Olbia e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate entrerà invece in vigore un regime di continuità con accettazione di oneri senza compensazione da parte di alcuni vettori. La firma del provvedimento è avvenuta a margine dell’incontro tra il presidente Solinas e il ministro Toninelli in programma stasera a Roma. La soluzione concordata tra il presidente e il ministro è finalizzata alla definizione di un progetto di continuità territoriale da e per la Sardegna che ha l’obiettivo di restituire a tutti i cittadini il diritto alla mobilità. La nuova prospettazione già allo studio, prevede di considerare anche i cosiddetti scali minori che rappresentano destinazioni importanti per la mobilità dei sardi che vogliono raggiungere la Penisola per motivi di salute, studio e lavoro e permetterà di decongestionare il traffico aereo su Roma e Milano. La firma del provvedimento scongiura la situazione di grave incertezza che si sarebbe determinata in vista della stagione estiva per i collegamenti aerei sulla Sardegna, già oggetto di uno specifico provvedimento negativo della Commissione europea che aveva annunciato l’annullamento coatto del bando e il conseguente recupero delle compensazioni. “Accogliamo con soddisfazione il provvedimento che smantella di fatto una situazione di incertezza e confusione nel sistema di collegamento aereo da e per la Sardegna. E’ stato sventato un salto nel buio determinato da un progetto inefficace che ha evidenziato cinque anni di immobilismo e che è stato bocciato pesantemente anche dalla Commissione europea. Siamo adesso al lavoro per garantire ai sardi il diritto alla mobilità”, ha sottolineato il presidente Solinas.  Durante l’incontro si sono affrontati anche altri temi di stretta attualità, tra i quali, la vertenza sul Porto canale di Cagliari, per il quale il presidente Solinas ha chiesto e ottenuto la convocazione di un apposito tavolo al Ministero per martedì prossimo. Il ministro ha delegato alla gestione della vertenza il suo vice Edoardo Rixi, e ha assicurato il massimo impegno sia per la definizione della vertenza che mette a rischio l’occupazione dei lavoratori coinvolti, sia per il rilancio strategico del comparto. Anche sul tema della continuità territoriale marittima il presidente ha voluto ribadire l’esigenza di superare il modello dell’attuale convenzione e ha chiesto di trasferire le competenze sulla definizione della stessa in capo alla Regione, guardando le best practice europee quali quelle attualmente in uso per la continuità in Corsica e Spagna. Infine, Solinas e Toninelli hanno affrontato la questione della ripartizione dei fondi per il piano infrastrutturale delle dighe e degli invasi. Il presidente ha contestato la ripartizione dei fondi alle Regioni reclamando per la Sardegna un investimento maggiore che adesso passa dai 66 milioni di euro previsti ai 100 milioni, con l’incremento percentuale che si innalza quindi dall’6,85% delle risorse attualmente assegnate al circa 12%.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2019

AEROPORTO DI CAGLIARI | Inaugurato il nuovo Infopoint della Regione Sardegna

di mobilita

È stato inaugurato oggi, martedì 19 febbraio, il nuovo Infopoint della Regione Sardegna presso l'Aeroporto di Cagliari, un punto multimediale di accoglienza e informazione turistica che sarà operativo tutti i giorni della settimana dalle 9.00 alle 21.00 nell'area Arrivi del ‘Mario Mameli’. L'Infopoint occupa ora uno spazio di circa 67 mq suddiviso in tre aree principali: banco informazioni, area espositiva e area multimediale dotata di quattro videowall informativi e un monitor interattivo. Grazie a un team multilingue di operatori specializzati e all'avvincente allestimento multimediale e interattivo curato dall'architetto Olindo Merone, il nuovo Infopoint si propone come porta di accesso digitale al territorio. I visitatori possono ricevere suggerimenti e informazioni, ma anche visualizzare contenuti audiovisivi, richiedere brochure e materiale illustrativo sull'offerta turistica e culturale di tutta la Sardegna. Rivolgendosi agli operatori sarà inoltre possibile ottenere informazioni sugli orari di treni, autobus, navi e aerei e scoprire la Sardegna meno conosciuta attraverso una vasta gamma di itinerari. Il servizio, nato dalla collaborazione tra SOGAER e l'Assessorato del Turismo della Regione Autonoma Sardegna, rappresenta un ulteriore passo avanti per potenziare una strategia di comunicazione e promozione territoriale rivolta sia ai visitatori in arrivo per la prima volta nel principale aeroporto sardo, che a coloro che conoscono già l'Isola e desiderano avere informazioni e spunti per vivere esperienze sempre diverse e affascinanti in terra sarda. “Si tratta di un ufficio innovativo che unisce accoglienza, ospitalità e valorizzazione dei nostri punti di forza principali, soprattutto l’artigianato”, ha dichiarato l’assessora del Turismo, Barbara Argiolas”. “Qui il marchio ISOLA diventa parte integrante della nostra offerta di destinazione e di territorio sempre più interconnesso, che dialoga e mette a disposizione dei viaggiatori in arrivo a Cagliari gli attrattori principali quali quelli paesaggistici, naturalistici, archeologici, enogastronomici e turismo attivo. Ora l’aeroporto ha ben due spazi ISOLA, uno agli arrivi e l’altro agli imbarchi e l’Infopoint inaugurato oggi assume il ruolo di vera e propria vetrina delle eccellenze regionali e dell’accoglienza”, ha proseguito Argiolas.  “L'inaugurazione del nuovo Infopoint conferma che il compito della società di gestione aeroportuale non è solo quello di garantire l'operatività dell'infrastruttura, bensì anche quello di far conoscere la nostra splendida Isola ai passeggeri, in stretta sinergia con le Istituzioni e il territorio,” ha commentato Alberto Scanu, amministratore delegato  “Sono certo che il nuovo servizio, reso possibile dalla nostra collaborazione con la Regione Autonoma della Sardegna, potrà migliorare ulteriormente l'esperienza di viaggio dei passeggeri e dei turisti che verranno accolti dalla tradizionale ospitalità sarda sin dal loro arrivo all'Aeroporto di Cagliari” ha concluso Scanu.

Leggi tutto    Commenti 0