Articolo
13 gen 2020

MILANO M4 | Al via test con la circolazione del treno nella tratta Linate – Forlanini FS

di mobilita

Al via la circolazione del treno per i test di funzionamento della prima tratta Linate - Forlanini FS della nuova metro M4 di Milano, che collegherà il centro di Milano all’aeroporto di Linate in soli 12 minuti. L’opera, che rappresenta uno dei progetto di sostenibilità underground più importanti d’Europa, è commissionata dal Comune di Milano e realizzata dalla società mista concessionaria M4, incaricata della realizzazione e della gestione e partecipata dal Comune di Milano e da un raggruppamento di soci privati guidato da Salini Impregilo e Astaldi. I test tra Linate e Forlanini FS rappresentano uno step fondamentale per la verifica dei treni e di tutti i sistemi, dal segnalamento, alla ventilazione, all’antincendio, in vista della messa in esercizio di questa prima tratta nel 2021. La linea, che vede al momento 56 cantieri aperti anche nel centro di Milano con 1500 persone all’opera nel complesso (di cui 500 dirette del consorzio costruttore Metro Blu), arriverà poi a Dateo a metà 2022, per poi toccare San Babila entro dicembre 2022. La linea metropolitana sarà lunga 15 chilometri con 21 stazioni e attraverserà in soli 30 minuti il centro storico della città collegando il quadrante Est (aeroporto di Linate) con il quadrante Sud-Ovest, fino alla stazione di San Cristoforo. Interscambi che contribuiranno ad aumentare un “effetto di rete” intermodale atteso su tutto il sistema di trasporto urbano ed extra-urbano, con benefici ambientali significativi che rendono più forte l’impronta sostenibile della città di Milano: la linea permetterà una riduzione del traffico in città di circa 16 milioni di veicoli ogni anno, con una contrazione annuale delle emissioni di CO2 fino a 54mila tonnellate. Con un traffico di 86 milioni di persone per anno, la linea è una “metropolitana leggera ad automatismo integrale”: un sistema tecnologico che conserva le caratteristiche della metropolitana classica, ma con standard tecnici prestazionali e di sostenibilità più elevati e meno dispendiosi. L’innovativo sistema di guida automatica (driverless: senza conducente) adotta una tecnologia per il controllo intelligente del traffico che garantisce ai passeggeri i più elevati standard di sicurezza. La M4, con cui la rete metropolitana milanese raggiungerà i 118 chilometri divenendo la sesta in Europa per estensione, è un esempio della leadership di Salini Impregilo nel settore della mobilità sostenibile. L’opera è infatti una delle 9 metropolitane che il Gruppo sta contribuendo a realizzare nel mondo, per migliorare la mobilità sostenibile urbana ed extra-urbana di 3,6 milioni di persone al giorno, come la Linea Red Line di Doha (Qatar), uno dei maggiori progetti infrastrutturali in Medio Oriente, insieme alla Hurontario Light Rail Transit in Canada e la Forrestfield-Airport Link a Perth in Australia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 nov 2019

AEROPORTO FIUMICINO | Parte il riconoscimento facciale che permetterà di viaggiare senza documenti

di mobilita

Entro la fine del mese verrà introdotto nell'aeroporto di Fiumicino, il riconoscimento facciale che permetterà di viaggiare senza carta d'imbarco e documenti e permetterà inoltre di portare con se i liquidi nel bagaglio a mano. Il passeggero verrà riconosciuto nelle macchine fai da te attraverso un riconoscimento biometrico che memorizzerà i dati del volto. Si partirà in forma sperimentale, per ora per il volo KLM per Amsterdam,  ma l'obiettivo è di estenderlo a tutti i voli. L’altra novità partirà tra febbraio e marzo con i nuovi impianti di controllo dei bagagli a mano, in grado di rintracciare anche piccolissime quantità di esplosivo. Risolto anche il problema privacy, tutti i dati saranno cancellati dopo un'ora. A  Linate il riconoscimento biometrico arriverà  prima dell’estate 2020 e a Malpensa prima della fine dell’anno 2020. Il primo aeroporto ad utilizzare questa tecnologia è stato l’aeroporto di Singapore. Nel terminal 4 esiste addirittura un percorso completamente automatizzato per effettuare il check-in, bag drop, controllo passaporto e imbarco, senza interazioni con altre persone. Ti potrebbe interessare: Domani riapre Linate, l’aeroporto più tecnologico d’Italia

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 ott 2019

Domani riapre Linate, l’aeroporto più tecnologico d’Italia

di mobilita

Il 27 ottobre l’aeroporto di Milano.Linate riapre e riprende la sua normale operatività. Sono stati completati gli interventi di rinnovamento della pista e contestualmente sono iniziati i lavori di restyling dell’intero terminal.I cantieri si concluderanno nel marzo 2021, restituendo un aeroporto completamente rinnovato, accogliente e funzionale, capace di ottimizzare flussi dei passeggeri, di regalare un’esperienza di viaggio completa, comoda e agevole e di trasformare Linate in un vero city airport europeo, all’altezza della città di Milano. Sarà l'aeroporto più tecnologico d'Italia e tra i primi in Europa. Grazie ad una nuova "tecnologia tac", che riesce a vedere gli oggetti contenuti nelle valigie in 3d, non ci saranno più limitazioni per i liquidi oltre i 100 ml e per le apparecchiature elettroniche (pc, tablet, telefonini). E' stato rinnovato anche l’impianto che riceve le valigie (BHS) e le prepara per l’imbarco nelle stive degli aerei, aumentando ancor di più il livello di security dell’aeroporto, grazie a nuovi sistemi all’avanguardia.10,9 milioni di euro di investimento). Questi sistemi di ultima generazione permettono controlli più accurati delle valigie, aumentando i livelli di sicurezza e accorciando i tempi di controllo e smistamento. E' stata rifatta la pista di decollo e atterraggio, lunga 2,4 chilometri e larga 60 metri, e quella di rullaggio, come previsto dalla normativa vigente che ne impone la manutenzione ogni 15/20 anni. Ne è stato completamente rifatto il manto, per uno spessore totale di circa 60 centimetri, e sono state sostituite le testate in calcestruzzo con altre testate in cemento, un materiale più flessibile, moderno e sicuro L'ultima fase è quella che verrà maggiormente percepita dal passeggero una volta completata e riguarda il restyling e l’ampliamento dell’aerostazione (per un investimento di 27,2 milioni). Sarà volta alla creazione di una nuova area commerciale, di un’area food&beverage e di spazi più ampi, luminosi e accoglienti per rendere il percorso del viaggiatore più piacevole.Questa fase è iniziata contestualmente all’avvio dei lavori di rifacimento della pista e si concluderà a metà del 2021. Al termine dei lavori Linate sarà un city airport moderno e all’avanguardia, votato all’accoglienza dei passeggeri per garantire loro sempre il massimo in termini di sicurezza, di comfort e di servizio. Ti potrebbero interessare: Milano Linate si rinnova, ecco come diventerà Aeroporto Linate: al termine dei lavori sarà un vero City Airport per la città di Milano

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 ott 2019

MILANO M4 | Foto, aggiornamento lavori tratta Linate-Forlanini FS

di mobilita

La Linea 4 attraversa la città di Milano da est a ovest, collegando l’Aeroporto di Linate con il quartiere Lorenteggio fino a San Cristoforo, per una lunghezza complessiva di circa 15 km e un totale di 21 stazioni. Sono previsti interscambi con la Linea 1 (San Babila), Linea 2 (S. Ambrogio) e con le linee del Passante e del Servizio Ferroviario Regionale (San Cristoforo, Dateo, Forlanini FS). M4 è una metropolitana leggera ad automazione integrale, senza guidatore a bordo e con un sistema di controllo intelligente del traffico, che garantisce ai passeggeri i più elevati standard di sicurezza. Le carrozze sono dotate di porte automatiche di banchina contro il rischio di cadute o infortuni. Lo sviluppo dell’intera linea avviene in sotterraneo: lo scavo e il rivestimento delle gallerie viene realizzato mediante TBM (tunnel boring machine) più comunemente chiamata talpa. La tratta “Linate – Forlanini FS” si sviluppa lungo viale Enrico Forlanini collegando le prime tre stazioni della linea: dall’Aeroporto di Linate alla stazione Q.re Forlanini, per poi proseguire fino alla stazione Forlanini FS (interscambio con le linee del Servizio Regionale Ferroviario). I lavori per la realizzazione della tratta, lunga circa 3,8 km, sono attualmente in corso. Il cronoprogramma lavori prevede l’attivazione anticipata di 3 tratte funzionali: la tratta Linate–Forlanini Fs, che verrà messa in esercizio entro gennaio 2021, la tratta Linate-Stazione Dateo entro giugno 2022, la Linate–Piazza S. Babila entro dicembre 2022, per finire con la parte restante fino a S.Cristoforo nel luglio 2023. Ecco un aggiornamento fotografico della tratta Linate-Forlanini aggiornate a settembre 2019.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ott 2018

REGIONE SARDEGNA | 290 mila posti in vendita fino all’8 gennaio 2019 sui voli in continuità territoriale

di mobilita

Sono 289.946 i posti in vendita dal 28 ottobre prossimo all’8 gennaio 2019 sui voli in continuità territoriale dai tre aeroporti sardi di Cagliari, Olbia e Alghero da e verso Fiumicino e Linate. Lo ha stabilito oggi il comitato di monitoraggio convocato dall’assessore dei Trasporti Carlo Careddu, con il direttore generale Gabriella Massidda, al quale hanno partecipato le compagnie Alitalia, Air Italy e Blue Air alla presenza dell’Enac. Si tratta di un incremento del 37,7 % sul totale dei posti offerti previsti dal decreto ministeriale di imposizione degli oneri di servizio pari a 210.432. Non sono esclusi ulteriori aumenti di capienza nelle prossime settimane in funzione della dinamica della domanda. Alitalia. Nel ponte di Ognissanti, dal 28 ottobre al 6 novembre, sulle rotte da Cagliari per Roma e Milano e da Alghero per Linate, la compagnia di bandiera incrementa i posti del 41% con 63.982 poltrone in vendita su 45.228 previste per decreto. Dal 7 all’11 dicembre, ponte dell’Immacolata, l’aumento di capienza arriva al 34% con 23.962 posti disponibili sui 17.890 minimi per norma. Nel periodo natalizio, dal 20 dicembre all’8 gennaio 2019, i posti in più offerti da Alitalia raggiungono il 40% del numero minimo passando da 68.536 a 95.716.   Air Italy. Nello stesso periodo di festività, dal 28 ottobre prossimo all’8 gennaio 2019, Air Italy aumenta complessivamente la capienza del 48,7% passando da 41.842 posti previsti dal decreto a un totale di 62.222 poltrone messe in vendita sulle tratte da Olbia da e per Fiumicino e Linate. Specificamente, dal 28 ottobre al 6 novembre, l’incremento sarà del 36,7% (da 14.850 a 20.302 posti), dal 7 all’11 dicembre sarà del 51,5% (da 5480 posti a 8302), mentre, durante i giorni di Natale, supererà il 56% con 33.618 poltrone totali in vendita su 21.512 previste per decreto. Blue Air. Dal 1 novembre all’8 gennaio prossimo la compagnia che opera sull’Alghero-Roma aggiungerà il quarto volo passando da 36.936 posti previsti per decreto a 44.064 totali offerti.

Leggi tutto    Commenti 0