Articolo
06 dic 2018

MILANO | Misure antismog, dal 7 dicembre blocco dei veicoli diesel euro 4

di mobilita

Le centraline di Arpa hanno registrato oggi il superamento dei livelli consentiti di polveri sottili (PM10)  nell'aria per oltre quattro giorni consecutivi, quindi da domani, venerdì 7 dicembre, saranno attivate le misure temporanee di primo livello previste dal Protocollo Aria sottoscritto delle Regioni del bacino Padano (Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna). Tra queste il divieto di circolazione per i veicoli privati diesel euro 4 tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30,  il divieto di superare la temperatura di 19°C nelle abitazioni e negli esercizi commerciali e il divieto di utilizzare di sistemi di riscaldamento domestico a legna non efficiente (classe emissiva fino a 2 stelle compresa). I superamenti del valore limite di 50 microgrammi si sono verificati nelle giornate comprese tra il 30 novembre e il 5 dicembre. Si rammenta che la disattivazione delle limitazioni temporanee si verifica dopo due giorni di rientro nei valori definiti, sempre previa certificazione di Regione Lombardia. Per informazioni sulle altre limitazioni temporanee si invita a consultare il paragrafo “Misure temporanee omogenee per il miglioramento della qualità dell’aria”  cliccando qui. Sulla pagina dedicata  del sito  è possibile consultare aggiornamenti giorno per giorno, informazioni sulle misure attivate, dati sulla qualità dell'aria, comuni coinvolti e provvedimenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 dic 2018

VENEZIA | Via libera alla quarta rotatoria nei quattro cantoni

di mobilita

La Giunta comunale ha dato il via libera alla proposta di delibera che prevede il progetto definitivo degli “interventi di fluidificazione dei nodi viari e dei collegamenti sostenibili tra parcheggi scambiatori e centro città – lotto 2”. Il testo verrà ora inviato alle competenti commissioni consiliari e al Consiglio comunale per la sua discussione e votazione. L’intervento, per un totale di 300mila euro, prevede la riorganizzazione viaria dell’incrocio tra Via Einaudi e Via Padre Giuliani con la realizzazione di una rotatoria di 25 metri di diametro. Un intervento che completa quel progetto di riorganizzazione di fluidificazione viaria avviato questa estate con la realizzazione di tre rotatorie sperimentali e che comprende le altre principali arterie stradali come Via Castellana, Via Terraglio, Via Circonvallazione e via Miranese. “Non appena il Consiglio comunale si esprimerà e potranno iniziare i lavori di realizzazione di questa quarta rotatoria – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto– potremmo portare a compimento il progetto del sindaco Brugnaro per i Quattro cantoni e garantire un ingresso molto più fluido e veloce al Candiani e alle aree centrali di Mestre, sgravando di una parte non trascurabile di traffico anche le altre due rotatorie vicine a questa”. “La sistemazione dei quattro nodi – continua l’assessore alla viabilità Renato Boraso – avrà come risultati concreti la diminuzione dei tempi di percorrenza e la riduzione dell’inquinamento, sia acustico che atmosferico, su queste strade senza contare il conseguente aumento del livello di accessibilità dei parcheggi scambiatori presenti nelle immediate vicinanze di questi interventi”. Nello specifico, oltre al miglioramento della circolazione dei veicoli, particolare attenzione è stata dedicata al miglioramento e sicurezza della mobilità dei pedoni e dei ciclisti prevedendo la realizzazione dei tratti mancanti di marciapiedi e piste ciclabili tra quelli esistenti. Più precisamente si procederà con un intervento lungo la pista ciclabile di Via Einuadi con la costruzione di un tratto di circa 230 metri tra la nuova rotatoria e l’esistente pista ciclabile in prossimità della rotatoria “Sirio” tra Via Circonvallazione e Via Einaudi. Sempre in tema di piste ciclabili se ne realizzerà un tratto di 146 metri in prossimità dello svincolo est tra Via Filiasi e Via Da Verrazzano in modo tale da completare il collegamento tra la pista ciclabile esistente su Via Santa Maria dei Battuti e la pista ciclabile in programma su Via Filiasi. Infine si procederà con il rifacimento totale in porfido del marciapiede di via Einaudi (lato giardino pubblico). “Per fare spazio alla nuova rotatoria – conclude Zaccariotto- è purtroppo necessario abbattere cinque tigli presenti nel parco di Via Einaudi. Questa inevitabile operazione sarà compensata con la piantumazione di dieci nuove alberature. Inoltre saranno trapiantati di pochi metri, due alberi presenti nel parco”. L’inizio dei lavori, una volta espletate le procedure burocratiche, è previsto entro l’estate del 2019.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 dic 2018

Un bando di gara per la vendita del lotto C1 di Roma Tiburtina

di mobilita

Il Gruppo FS Italiane mette in vendita il lotto C1, un'area di circa 7.200 metri quadrati sul lato Ovest Nomentano della stazione di Roma Tiburtina.  Il bando di gara prevede una superficie utile lorda (SUL) a destinazione d’uso ricettivo di 12mila metri quadrati (base d’asta 12.450.000 euro) e una superficie utile lorda (SUL) a destinazione commerciale di 7mila metri quadrati (base d’asta 7.250.000 euro). L'operazione, che rientra in un più ampio processo avviato dal Gruppo, ha come obiettivo la riqualificazione e rigenerazione di aree adiacenti agli scali ferroviari. Il bando di gara è stato presentato oggi nella stazione Roma Tiburtina da Gianfranco Battisti Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato Italiane, Umberto Lebruto Amministratore Delegato FS Sistemi Urbani, Maurizio Gentile Amministratore Delegato Rete Ferroviaria Italiana. Presenti Luigi Abete Presidente BNL, e Virginia Raggi Sindaca Roma Capitale. "Con la vendita di questo lotto Roma Tiburtina diventerà il cuore pulsante della città" - ha affermato Gianfranco Battisti nel corso della conferenza stampa - "Sull'hub di Tiburtina - ha aggiunto l'ad di FS - continueremo a investire: il nostro programma prevede di arrivare a 200 treni Alta Velocità rispetto agli attuali 120". Fonte Il Sole 24 Ore Radiocor Plus I CONCEPT DEL LOTTO C1 Per rappresentare al meglio le potenzialità dell’area in vendita, FS Sistemi Urbani ha chiesto a tre giovani architetti di sviluppare ognuno il proprio concept del lotto C1. Le tre vision insieme ad una mostra fotografica sull’area di Tiburtina sono in esposizione in stazione fino al 7 dicembre dalle 9.00 alle 18.00. I tre concept del Lotto C1 su YouTube IL BANDO DI GARA Le offerte dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del 15 marzo 2019. La vendita è curata da FS Sistemi Urbani per conto di Rete Ferroviaria Italiana e con il supporto tecnico-amministrativo di Ferservizi. A Roma Tiburtina sono stati già venduti due lotti: uno a BNL, che ha aperto una nuova sede, e un altro all’Università La Sapienza, che ha in progetto di realizzare laboratori di ricerca.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

ROMA | Installati i primi 18 totem informativi

di mobilita

Nuove mappe in punti strategici e centrali della nostra città a disposizione di tutti: con questo obiettivo sono stati installati i primi 18 totem informativi che cittadini e turisti potranno consultare per trovare monumenti, musei, parchi, fermate bus e metro più vicini.  Sono stati  riutilizzati pannelli dei parcheggi riservati al car sharing, trasformati ora in mappe chiare e intuitive con itinerari pedonali e ciclabili per raggiungere i maggiori punti d’interesse. Via Barberini, Ara Pacis, piazza Fiume, Policlinico, Spagna, Flaminio, Laurentina sono solo alcuni dei luoghi in cui sono stati posizionati questi totem. Le installazioni rientrano nel piano “Walking in Rome", progetto che è partito i mesi scorsi e che prende spunto da quanto già realizzato nelle più importanti città del mondo, come New York, Parigi, Londra e Mosca. L’obiettivo è arrivare a 60 nuovi punti informativi entro fine anno, per coprire le zone più frequentate e visitate dai turisti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

ROMA | Oltre 313 milioni di euro per strade, infrastrutture e manutenzione urbana

di mobilita

Oltre 313 milioni di euro nei prossimi tre anni, per intervenire sulla manutenzione urbana e sulla realizzazione delle infrastrutture, rifare strade e ponti, programmare e agire per la messa in sicurezza degli edifici pubblici, delle scuole e del territorio. Questi sono gli obiettivi degli stanziamenti per il Dipartimento Lavori pubblici del Campidoglio (Simu) previsti nel Piano investimenti contenuto nel Bilancio di previsione 2019-2021. Altri 60 milioni di euro vengono assegnati ai Municipi per le opere di loro competenza.  “La nostra visione del futuro non può prescindere dal prendersi cura della città attraverso la manutenzione di strade e infrastrutture, la salvaguardia del territorio, la legalità degli affidamenti per la realizzazione delle opere. Gli interventi che abbiamo deciso di finanziare sono importanti e necessari: nuovi ponti, strade più sicure e consolidamento dei punti fragili del territorio, senza trascurare l'edilizia pubblica. Abbiamo impostato un lavoro nuovo, che punta a una più efficiente programmazione degli interventi, affinché i fondi stanziati dalla manovra ‘Sblocca Roma’ si trasformino al più presto in cantieri e opere per migliorare la vita dei cittadini”, dichiara la sindaca di Roma, Virginia Raggi.  “Abbiamo previsto interventi in gran parte subito cantierabili, grazie a una intensa opera di progettazione svolta durante l'anno. In questo modo sarà dato il via a un ciclo virtuoso che renderà possibile, già dai primi mesi del prossimo anno, vedere nuovi cantieri in tutta la città. Una particolare attenzione è stata posta al dissesto idrogeologico che caratterizza il nostro territorio, prevedendo opere puntuali e attivando nuovi canali di collaborazione per organizzare gli interventi e i finanziamenti. Voglio senz'altro ringraziare il Dipartimento per l'assidua collaborazione”, aggiunge l’assessora alle Infrastrutture, Margherita Gatta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

MILANO | Semafori sincronizzati, torna fluida la viabilità in piazza della Repubblica

di mobilita

Tornata alla normalità la circolazione di piazza della Repubblica. Dopo i lavori di taratura dei giorni scorsi, dalle 14.30 di ieri è stato attivato il nuovo diagramma dei semafori con tutte le sincronizzazioni tra semafori e tram. La situazione è notevolmente migliorata e gli accodamenti anche nelle ore di punta, tra le ore 18.00 e 18.30, si sono molto ridotti rispetto ai giorni precedenti. Continua comunque il monitoraggio dei tecnici per verificare eventuali difficoltà. Sempre ieri, in serata sono iniziati i lavori per la segnaletica orizzontale aggiuntiva in viale Monte Santo, per aiutare i veicoli a disporsi correttamente e in tre file in accesso all’incrocio, velocizzando così le manovre.  "Abbiamo sistemato un incrocio complesso e tarato con precisione tutti i semafori dopo la realizzazione della pista ciclabile, affinché non ci siano ripercussioni sul traffico automobilistico - dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità -. Un pezzo importante di mobilità sostenibile si aggiunge e integra la rete cittadina. Sulla Cerchia dei Bastioni, il nuovo tratto di ciclabile si connette con la pista di via Vittor Pisani e in futuro potrà proseguire in piazza 25 Aprile e quindi alla ciclabile ormai in ultimazione in via Cenisio. Questa è una zona della città molto servita dal trasporto pubblico, fondamentale per collegare tra loro i percorsi ciclabili radiali. Continueremo a monitorare e se necessario i tecnici ritoccheranno ancora i tempi semaforici, fiduciosi che i milanesi ci aiutano a migliorare la qualità della vita in città scegliendo sempre più la mobilità sostenibile, che porta meno traffico e meno inquinamento: un obbligo per Milano".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

Firenze torna ad accendersi con F-Light

di mobilita

Firenze si prepara ad accendersi con “F-Light”: il Firenze Light Festival per un mese rivestirà di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento proporrà video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni artistiche, attività educative, visite speciali nei musei, spettacoli e incontri culturali. Il festival, promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e, quest’anno nasce all’insegna della genialità di Leonardo da Vinci, di cui si celebreranno nel 2019 i cinquecento anni dalla morte. Coinvolti numerosi spazi della città: su tutti Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Piazza Santa Maria Novella e l’Oltrarno, con un’attenzione particolare alle Torri e alle Porte della città e ai quartieri fuori dal centro storico. F-light prenderà ufficialmente il via sabato 8 dicembre: dopo i saluti di fronte all’albero di Natale nel cortile di Palazzo Vecchio alle ore 16.30, il Sindaco si dirigerà in Piazza Duomo per l’accensione del grande abete di fronte alla cattedrale.  A seguire  in Piazza Santa Maria Novella verrà acceso un cono di 18 metri, composto da rosoni luminosi, ispirato ai motivi architettonici della basilica.  Sempre in Piazza Santa Maria Novella, uno dei luoghi di F-light sarà il Museo Novecento dove il loggiato esterno, eccezionalmente animato da fasci di colore, accompagnerà i visitatori a scoprire le mostre in corso. Ponte Vecchio anche in questa edizione si trasformerà in un suggestivo videomapping che celebra Leonardo Da Vinci. Sempre a Leonardo sarà dedicata una mostra digitale nella Sala d’Armi di Palazzo Vecchio. Sulla Torre d’Arnolfo  le più sofisticate tecnologie trasformeranno il camminamento di ronda in una spettacolare parete LED animata. Sempre in Piazza della Signoria, una luce particolare illuminerà le pareti e le volte della Loggia de’ Lanzi.  Un’altra sede storica coinvolta sarà Palazzo Medici Riccardi dove una delle pareti del cortile ospiterà il lavoro di giovani designer. Dopo i recenti interventi di recupero e restauro, un’illuminazione scenografica valorizzerà il palazzo della Camera di Commercio. Tra gli altri spazi coinvolti spiccano: la Rinascente in Piazza della Repubblica e il Mercato Centrale. Inoltre tutti i giorni, dalle 18 alle 24, saranno illuminate la Torre della Zecca, Torre di San Niccolò, Porta al Prato, Porta Romana, Porta San Gallo, Porta San Frediano. Per la prima volta F-Light uscirà inoltre dal centro storico, e toccherà tutti i cinque quartieri cittadini, con una luminaria d’artista che verrà installata in cinque diversi punti: la fontana della Fortezza da Basso, Piazza Niccolò Tommaseo a Settignano per il Q.2, Piazza Elia dalla Costa nel Q.3, la Passerella delle Cascine all’Isolotto per il Q.4 e il Parco di San Donato a Novoli, per il Q.5. Anche lo stadio si mostrerà sotto una nuova veste scenografica assumendo i colori della Fiorentina e dei 4 quartieri del calcio storico di Firenze. Come da tradizione F-Light sarà anche l’occasione per offrire una nuova illuminazione permanente ad alcuni monumenti o luoghi della città: dopo aver donato un nuovo sistema di illuminazione alla Loggia del Pesce, alla Basilica di Santa Croce, a Piazza Ghiberti e al Mercato di Sant’Ambrogio, quest’anno verrà portata una nuova illuminazione permanente alla facciata della Basilica di San Miniato, che celebra quest’anno il Millenario, e in Piazza Santissima Annunziata.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2018

FIRENZE | Stop in ZTL ai veicoli a benzina euro 1 e ai diesel euro 2

di mobilita

Dal primo gennaio stop totale in ZTL ai veicoli a benzina euro 1 e ai diesel euro 2: lo prevede un’ordinanza che attua il Piano di azione comunale per la qualità dell’aria 2016-2019, approvato dal consiglio comunale due anni fa. Si stima che il provvedimento riguarderà circa 2500 autovetture. La nuova misura è stata concepita in concomitanza con l’entrata in esercizio delle linee tranviarie. Dal 2019 potranno quindi accedere alla ZTL solo i veicoli euro 2 o superiori a benzina ed euro 3 o superiori diesel e nello specifico quelli sulla cui carta di circolazione sono riportate le direttive CE sotto indicate o successive (che variano in relazione alla tipologia di veicolo identificato dai vari articoli del Codice della Strada): Ciclomotori, articolo 52 C.d.S., direttiva 97/24/CE Cap. 5 fase II [Euro 2] Motoveicoli articolo 53 C.d.S., direttiva 2002/51/CE fase A [Euro2] Autoveicoli articolo 54, C.d.S., direttive 91/542/CE punto 6.2.1.B, 94/12 CE, 96/1 CE, 96/44 CE, 96/69 CE, 98/77 CE [Euro 2 benzina,] Autoveicoli, 54 C.d.S., direttive 98/69/CE, 98/77/CE fase A, 99/96/CE, 99/102/CE fase A, 2001/1/CE fase A, 2001/27/CE, 001/100/CE fase A, 2002/80/CE fase A, 2003/76/CE fase A, 2006/96/CE fase A [Euro 3 diesel]. Per quanto riguarda i permessi già rilasciati rimarranno validi fino alla data di scadenza, o fino a revoca, ma non potranno essere rinnovati o sostituiti. Dal primo gennaio 2019 non sarà rilasciato alcun nuovo permesso di accesso in ztl agli aventi diritto come categoria ma il cui veicolo sia immatricolato in base alle direttive che lo identificano come Euro 1 benzina o Euro 2 diesel o precedenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

ROMA | Ecco i 18 progetti scelti dal bilancio partecipativo sui quali investire circa 17 milioni di euro

di mobilita

Grazie al bilancio partecipativo i cittadini romani hanno scelto 18 progetti sui quali investire circa 17 milioni di euro che l’amministrazione destinerà a interventi nel Municipio VIII. Per la prima volta Roma ha sperimentato un bilancio partecipativo di tale entità, con una votazione online sul nuovo portale di Roma Capitale, offrendo ai cittadini la possibilità di decidere. Nello specifico, i residenti del Municipio hanno potuto scegliere come investire circa 17 milioni di euro recuperate mediante il nuovo accordo raggiunto tra il Campidoglio e i curatori fallimentari delle imprese che avrebbero dovuto occuparsi della riqualificazione di Piazza dei Navigatori e Viale Giustiniano Imperatore. Ecco i progetti vincitori: Montagnola – Parco via Badia di Cava €420.000 Sistemazione dei marciapiedi municipali €3.160.000 Messa in sicurezza stazione metro San Paolo €165.000 Riqualificazione del parco del Forte Ardeatino €265.000 Abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel territorio municipale €550.000 Opere di sistemazione e messa a dimora di essenze arboree Tor Marancia, Giustiniano Imperatore, Garbatella e San Paolo €750.000 Riqualificazione delle piste ciclabili esistenti €400.000 Collegamento ciclopedonale Tenuta Tor Marancia – Parco Scott – Caffarella €1.000.000 Progetto di rilancio del Polo Civico di Viale Aldo Ballarin €1.020.000 Demolizione e ricostruzione ex edificio scolastico via di Grotta Perfetta 302 per uffici e servizi del Municipio €5.200.000 Pista ciclabile Grotta Perfetta - Appia Antica €1.425.000 Riqualificazione dello spazio esterno del plesso scolastico Ferrari/Ranocchio Scarabocchio e del giardino Piero Taruffi €290.000 Messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e miglioramento della viabilità nei pressi delle scuole Roma 70 e Rinnovamento €80.000 Demolizione dell’ex edificio scolastico di Viale di Tor Marancia 103 €700.000 Recupero del campetto di Piero e dell’area verde €129.632,52 Integrazione del Parco di Via Rosa Raimondi Garibaldi €335.000 Parco della fotografia: giochi, arredi e recinzioni €370.000 Risistemazione di via Leonardo Da Vinci e del Largo Leonardo Da Vinci €630.000 Sono stati  più di  2.200 cittadini che hanno votato sul portale di Roma Capitale tra gli 80 progetti selezionati tra le oltre 200 proposte pervenute dai cittadini o avanzate dall’Amministrazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

ROMA | Procedono i lavori sulla ciclabile Nomentana

di mobilita

Procedono i lavori sulla ciclabile Nomentana, per completare i 4 chilometri di tracciato fino a via Valdarno, nella zona nord est della città.  I lavori, partiti da Porta Pia, sono arrivati fino a viale XXI Aprile. L’opera consentirà il collegamento di diversi quadranti della città e amplierà la rete di ciclabili, disegnando una nuova mobilità per Roma.  

Leggi tutto    Commenti 0