Articolo
07 lug 2020

130 cantieri prioritari inseriti in “Italia veloce”, il piano di investimenti per il rilancio dell’economia

di mobilita

Sono 130 le opere prioritarie per l'Italia, inserite in "Italia veloce", il piano di investimenti per il rilancio dell'economia messo a punto dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che affianca il dl Semplificazioni e il Piano nazionale di riforma passati dal Consiglio dei ministri nella notte tra lunedì e martedì. Nella parte più corposa del programma, quella del Mit appunto, si va dai porti alle direttrici ferroviarie (come il nodo di Genova, il Terzo Valico di Giovi, la Pontremolese e la Palermo-Catania-Messina) fino agli aeroporti, alle città metropolitane e alle strade e autostrade (come la Pedemontana lombarda, il potenziamento a 4 corsie della Salaria, la Salerno-Potenza-Bari). Tra le opere strategiche ci sono "la Salerno-Reggio Calabria, la Palermo-Catania-Messina, la Pescara-Roma, la Pescara-Bari, la Venezia-Trieste, la Gronda, la Ionica, l'ampliamento della Salaria, la Pontina". Nel dettaglio "Italia Veloce" prevede il completamento dell'alta velocità tramite: Il collegamento Genova-Roma (La Spezia-PisaLivorno), valutando diverse opzioni di intervento: direttrice adriatica Bologna - Lecce; collegamenti tra Roma, Ancona e Pescara, verificando i possibili adeguamenti delle direttrici trasversali appenniniche; collegamenti tra Roma/Napoli e la Calabria - Basilicata – Puglia meridionale, con un nuovo macro studio di fattibilità; • collegamento Genova – Ventimiglia Sono stati individuate 40 opere priorotarie e 66 Programmi di interventi nei nodi strategici o lungo una direttrice. Tra i nodi sono stati individuati: TORINO - Upgrading infrastrutturale e tecnologico, linea veloce P.Nuova - P.Susa, completamento fermate SFM, scalo Orbassano MILANO - Upgrading infrastrutturale e tecnologico e nuovo terminale di Milano smistamento GENOVA - Upgrading infrastrutturale e collegamento con l'aeroporto VENEZIA - Upgrading infrastrutturale e tecnologico, ripristino linea dei bivi e collegamento con l'aeroporto BOLOGNA - Upgrading infrastrutturale e tecnologico nodo di Bologna FIRENZE - Nodo AV • ROMA - Upgrading infrastrutturale e tecnologico, completamento anello nord, nodo di Pigneto NAPOLI - Nodo AV, upgrading infrastrutturale, progetto Traccia BARI - Sistemazione nodo e potenziamento Bari Sud REGGIO C. - Upgrade infrastrutturale e tecnologico PALERMO - Potenziamento, upgrading infrastrutturale e tecnologio CATANIA - Sistemazione nodo e collegamento ferroviario con l'aeroporto Le opere prioritarie sulle direttrici ferroviarie sono: Nuova linea Torino-Lione: tunnel di base ed adeguamento linea storica Connessioni con i valichi svizzeri: potenziamento Gallarate-Rho, raddoppio Vignale-Oleggio-Arona, potenziamento asse del Sempione Velocizzazione Torino/Milano-Genova: quadruplicamento Milano-Pavia, AVR Milano-Tortona-Genova, AVR Torino-Alessandria-Genova Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi Linea Brescia Verona Padova Potenziamento Venezia-Trieste, upgrading infrastrutturale e tecnologico Trieste-Divaca, raddoppio Udine-Cervignano Tratta di valico del Brennero: galleria e lotto 1 (Fortezza-P.te Gardena) Velocizzazione Bologna-Lecce; raddoppio Termoli-Lesina Raddoppio e velocizzazione Cancello-Frasso- Telesino-Vitulano-Apice ed Orsara-Bovino-Cervaro; nuova tratta di valico Apice-Orsara; integrazione linea Cancello-Napoli con AV/AC Upgrading tecnologico ed infrastrutturale itinerario Napoli-BariLecce/Taranto Upgrading infrastrutturale e tecnologico; variante Agropoli Raddoppio e velocizzazione Messina-Catania-Siracusa Nuovo collegamento Palermo-Catania-Messina Pontremolese IN PROJECT REVIEW  (revisione di progetti da ottimizzare) Tratta di adduzione Verona – Brennero Direttrice Ionica: potenziamento Taranto-Metaponto-Sibari-Paola; potenziamento Sibari-Catanzaro-Reggio Calabria Raddoppio Palermo-Messina IN PROGETTAZIONE DI FATTIBILITA’ (per gli interventi privi di progettazione completa) Tirrenica Nord Trasversali appenniniche Centro Italia - AV (Roma – Pescara; Orte – Falconara;) AV Salerno-Reggio Calabria AV; Battipaglia-Potenza-Metaponto-Taranto AV Genova - Ventimiglia Tra i programmi prioritari, per quanto riguarda le strade e autostrade risulta la valorizzazione del patrimonio stradale esistente (fra cui manutenzione ponti e viadotti statali e provinciali; es. ponti sul Po), Il potenziamento tecnologico A2 e digitalizzazione (fra cui programma smart road) Il ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture a rischio sismico (strade del sisma Italia centrale) Il decongestionamento e fluidificazione tratte autostradali (quarta corsia A1 tra Milano sud e Lodi; terza corsia A13 fra Monselice e Padova sud e fra Bologna e Ferrara sud; quarta corsia A14 tra il nuovo svincolo di Ponte Rizzoli e la diramazione per Ravenna; terza corsia dinamica dell’A12 fra Cerveteri e Torrimpietra) Il decongestionamento delle aree metropolitane (fra cui potenziamento della tangenziale di Bari; potenziamento del nodo di Firenze; potenziamento del sistema autostradale e della tangenziale nel nodo di Bologna; Gronda di Genova). Sempre per strade e autostrade, tra le opere prioritarie figurano: Potenziamento dell'autostrada A22 tra Bolzano sud e l'interconnessione con l'autostrada A1 Verona Nord Nuovo collegamento autostradale Campogalliano – Sassuolo tra l’autostrada A22 e la S.S. 467 Potenziamento a 4 corsie della via Salaria Potenziamento dell'autostrada A4 mediante l'ampliamento alla terza corsia nelle tratte tra San Donà di Piave ed Alvisopoli e tra Gonars e Villesse Nuova superstrada regionale Pedemontana Veneta Nuova Autostrada regionale Pedemontana Lombarda Raccordo Autostradale A15 - A22 - TiBre 1° lotto Parma – Terre Verdiane Nuova Autostrada Regionale Cispadana Completamento SS 675 Orte-Civitavecchia - Nuova tratta Monte Romano est - Civitavecchia Selci Lama (E45) - S. Stefano di Gaifa Adeguamento a 2 corsie: della Galleria della Guinza (Lotto 2°) e del Tratto Guinza - Mercatello Ovest (Lotto 3°) • Selci lama (E45) – S.Stefano di Gaifa. Adeguamento a 2 corsie del tratto della Variante di Urbania Selci Lama (E45) - S. Stefano di Gaifa. Adeguamento a 2 corsie del tratto Mercatello sul Metauro ovest - Mercatello sul Metauro est (Lotto 4°) Tratto Selci lama (E45) – S.Stefano di Gaifa. Adeguamento a 2 corsie del tratto Mercatello sul Metauro est - S Stefano di Gaifa (Lotti 5-10) - Completamento Tratto 1° Grosseto - Siena: lotto 4°. Adeguamento a 4 corsie dal km 27+200 al km 30+040 Tratto 1° Grosseto - Siena: lotto 9°. Adeguamento a 4 corsie dal km 41+600 al km 53+400 • Tratto Siena – Bettolle (A1). Adeguamento a 4 corsie del Tratto Siena - Ruffolo (Lotto 0) Itinerario E78 S.G.C. Grosseto – Fano ‐ Tratto Grosseto – Siena. Interventi di miglioramento Galleria Casal di Pari (esistente). Nodo di Arezzo (S.Zeno)-Selci lama (E45). Adeguamento a 4 corsie del Tratto San Zeno – Arezzo - Palazzo del Pero - 1° Lotto Nodo di Arezzo (S.Zeno)-Selci lama (E45). Adeguamento a 4 corsie del Tratto San Zeno – Arezzo - Palazzo del Pero - Completamento Selci Lama (E45) - S. Stefano di Gaifa Adeguamento a 2 corsie del tratto Selci Lama (E45) - Parnacciano (Guinza) lotto 1 Nodo di Arezzo (S.Zeno)-Selci lama (E45). Adeguamento a 4 corsie del Tratto Le Ville - Selci Lama (E45) Lotto 7 Quadrilatera Umbria – Marche - Opere integrative a completamento dell'itinerario Corridoio Tirrenico Meridionale autostradale Tor de Cenci – Latina Bretella stradale Cisterna - Val Montone SS372 - Adeguamento a 4 corsie dal km 0+000 al km 60+900 – 1° lotto dal km 37+000 (svincolo di San Salvatore Telesino) al km 60+900 (svincolo di Benevento) • SS 372 - Adeguamento a 4 corsie dal km 0+000 al km 60+900 – 2° lotto dal km 0+000 (A1 Caianello) al km 37+000 (svincolo di San Salvatore Telesino) Riqualificazione RA5 5 e SS 407 Basentana - 2° Stralcio e completamento SS 658 Melfi - Potenza - Messa in sicurezza del tracciato e allacciamento stabilimento industriale Adeguamento collegamenti SS 96 Matera-Bari Adeguamento delle sedi esistenti e tratti di nuova realizzazione Salerno-Potenza-Bari - 4° tratta: da zona industriale Vaglio a svincolo SP Oppido - SS 96 Miglioramento viabilità di adduzione (A2 Salerno-Reggio Calabria) - svincoli di Cosenza Nord (località Settimo di Rende) e Cosenza Sud Completamento 3° megalotto della S.S. 106 Jonica, dall’innesto con la S.S. 534 a Roseto Capo Spulico SS.N.131 Carlo Felice e Diramazione Centrale Nuorese - Adeguamento, messa in sicurezza e risoluzione dei nodi critici con il completamento dell'itinerario Sassari-Olbia Riqualificazione e Manutenzione A19 Palermo-Catania Potenziamento collegamento SS 640 Agrigento-Caltanissetta Itinerario Ragusa – Catania SS 16 Adriatica Falconara Baraccola IN PROJECT REVIEW/PROGETTAZIONE DI FATTIBILITA’ • Completamento itinerario Livorno-Civitavecchia Riqualifica E45/SS 3 bis Orte-Ravenna Riqualifica SS 309 Ravenna-Venezia Potenziamento SS 7 quater Domitiana I programmi prioritari che riguardano gli aeroporti sono: Accessibilità su ferro Collegamenti agli aeroporti di alcuni dei principali nodi urbani tramite metropolitana o rete RFI (Napoli, Milano Linate, Genova, Lamezia Terme, Bergamo, Firenze, Venezia, Catania), anche attraverso la realizzazione di fermate di interscambio o il miglioramento della loro accessibilità o integrazione Sviluppo del cargo aereo Dotazione di capacità (cargo city, spazi logistici, piazzali) per la competitività nel settore air cargo, e l'integrazione della rete logistica per gli aeroporti di Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Bergamo Orio Al Serio, Catania, Bologna, Venezia Sviluppo della capacità air side degli aeroporti attuali Potenziamenti infrastrutture di volo in asservimento alle piste Terminal passeggeri, Security e passengers experience Introduzione di interventi per il miglioramento della security, e interventi a supporto del passeggero per migliorare la qualità del servizio e la travelling experience in generale Espansione della capacità dei terminal per gli hub intercontinentali (Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia) Interventi in project review Sviluppo aeroporto di Fiumicino air side and land side (Verifica delle strategie di sviluppo dello scalo alla luce degli esiti della VIA condotta sul Masterplan al 2030) Nuova pista aeroporto di Catania Nuova pista aeroporto di Firenze (Verifica delle strategie di sviluppo dello scalo alla luce della proposizione dell’istanza di compatibilità ambientale in esito alle risultanze del precedente ricorso) I programmi prioritari che riguardano i porti sono: Manutenzione del patrimonio pubblico demaniale Digitalizzazione della logistica e ICT Ultimo/penultimo miglio ferroviario e connessioni alla rete dei porti Ultimo miglio stradale Accessibilità marittima Efficientamento energetico e ambientale (cold ironing) Waterfront e servizi crocieristici e passeggeri Attività industriali nei porti Aumento selettivo della capacità portuale Tra i programmi prioritari delle città metropolitane risultano: Rinnovo materiale rotabile (bus, tram, metro) Valorizzazione infrastrutture esistenti Estensione rete trasporto rapido di massa Nuove linee trasporto rapido di massa Esempi: linea 2 Torino prolungamento M1, M5 Milano tram di Bologna nuove linee tranviarie Firenze nuove linee tranviarie Roma e prosecuzione metro C completamento linee 1, 6 metropolitana Napoli Sono 36 le opere commissariate elencate nel piano di infrastrutture messo a punto dal Mit. Si tratta di 12 opere idriche (dighe o acquedotti) di nuova realizzazione o di messa in sicurezza, 15 opere ferroviarie (valico di Giovi, Napoli-Bari, Roma-Pescara e via dicendo) e 9 infrastrutture stradali come la Grosseto-Fano, la Roma-Latina, la SS106 Ionica e la Tarquinia San Pietro in Palazzi. Ci sarà tempo fino a dicembre 2020 per indicare i commissari delle opere indicati in elenco, con appositi Dpcm.       

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 lug 2020

Autostrade liguri: nelle prossime ore il piano integrato per la viabilità

di mobilita

È prevista per il 10 luglio la conclusione, da parte del concessionario, delle ispezioni previste con il ripristino della circolazione su due corsie, una per ogni senso di marcia, su tutta la rete autostradale, salvo eventuali esigenze che dovessero emergere durante lo svolgimento dei controlli, finalizzati a garantire la sicurezza della circolazione. Lo ha comunicato la ministra Paola De Micheli nel corso della videoconferenza con i sindaci liguri sulla situazione della viabilità e i disagi causati dalle verifiche in corso nelle gallerie. La Ministra ha anticipato inoltre i contenuti  del piano integrato Mit - FS - Anas e Autostrade per l’Italia per l’ottimizzazione dei collegamenti liguri che diventerà operativo nelle prossime 24 ore. In particolare, Ferrovie dello Stato Italiane presenterà un piano di potenziamento dell’offerta ferroviaria con 52 treni in più dalla Lombardia e dal Piemonte e un ulteriore incremento nel fine settimana. Anas sospenderà i cantieri di intralcio a quelli autostradali, liberando così la viabilità alternativa e sarà valutata inoltre l’estensione degli sconti e dell’esenzione dei pedaggi autostradali in caso di nuove interruzioni. La Ministra ha invitato alla collaborazione le istituzioni e tutti i soggetti coinvolti nel fornire un’informazione puntuale agli utenti sui collegamenti disponibili, anche alternativi all’auto: la Liguria è raggiungibile monitorando le informazioni sulla viabilità e scegliendo gli orari più idonei per viaggiare in autostrada o su percorsi alternativi. “Tutto il lavoro svolto sulle infrastrutture liguri ha sempre visto la compartecipazione degli amministratori locali e perseguito l’obiettivo comune della garanzia di sicurezza che i cittadini meritano. La Liguria sicura è ancora più bella” le parole del ministro De Micheli al termine dell’incontro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2020

Domani l’Europa apre le frontiere a 15 paesi non UE, l’Italia frena

di mobilita

L'Europa apre le frontiere a 15 paesi extra-Ue: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Tailandia, Tunisia e Uruguay. Tra questi c'è anche la Cina, inserita in fondo alla lista se accetterà di fare entrare gli europei. Esclusi dalla lista gli Stati Uniti, India, Israele, Turchia, Gran Bretagna e Russia dove i dati della pandemia di Covid sono ancora troppo allarmanti. I residenti ad Andorra, Monaco, San Marino e Vaticano sono considerati residenti nell'Ue ai fini di questo provvedimento. L'Italia, su suggerimento del ministro della Salute, Roberto Speranza, sta però valutando di non aprire i confini a questi paesi per un eventuale rischio contagio e di tenere ancora obbligatoria la quarantena obbligatoria a coloro che arrivano da una nazione non Ue. "Nel mondo la situazione è molto complessa, dobbiamo mantenere un livello di grandissima precauzione. Abbiamo bisogno di dire alle persone che ripristiniamo l'apertura delle frontiere, e ci mancherebbe, ma chi viene dai paesi a rischio, extra Schengen, deve fare 14 giorni di quarantena. Non possiamo permetterci un'altra ondata", ha affermato il ministro ad una trasmissione su Radio2. Per avere maggiori informazioni vi consigliamo di visionare la  piattaforma online, ‘RE-open EU’ lanciata dalla Commissione europea  in cui è possibile tenere traccia dei vari aggiornamenti sui confini europei, stato per stato.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2020

Alitalia parte da zero con i nuovi vertici

di Roberto Lentini

Alitalia parte da zero con i nuovi vertici. Il nuovo presidente sarà Francesco Caio, amministratore delegato Fabio Lazzerini, già manager di Emirates. Lo ha annunciato il Premier Giuseppe Conte sulla propria pagina Facebook: "In questi giorni abbiamo lavorato al dossier Alitalia in modo da procedere rapidamente alla sottoscrizione della nuova Società, tramite un decreto proposto dal ministro Gualtieri e cofirmato dai ministri De Micheli, Patuanelli e Catalfo. Abbiamo condiviso le linee guida che orienteranno il piano industriale, che dovrà consentire il perseguimento di strategie aziendali nel segno della economicità di gestione, in modo da affrontare, con piena capacità competitiva, le complesse sfide del mercato dei trasporti aerei post-Covid 19. Nell’ambito della condivisione di questa strategia complessiva, che prevede anche una riforma del trasporto aereo nazionale, abbiamo individuato l’ing. Francesco Caio quale Presidente della nuova Società, e il dott. Fabio Lazzerini quale Amministratore delegato. Il vertice neo-designato potrà da subito lavorare, con gli advisor già individuati dal Ministero dell’Economia, al nuovo piano industriale, che sarà poi notificato alla Commissione Europea. Questa decisione consente una risolutiva accelerazione del progetto riguardante la nuova compagnia, come prefigurato nel decreto “rilancio”. Abbiamo fretta di procedere e di rilanciare un vettore nazionale che possa offrire le massime garanzie non solo di una gestione aziendale efficace ed efficiente, ma anche di valorizzazione dell’intero sistema dei trasporti nazionali, approfittando delle occasioni che l’intermodalità e la nuova fase mondiale possono offrire al nostro mercato dei trasporti aerei, che è il secondo in Europa" Le linee guida puntano sostanzialmente su rotte a lungo raggio con nuove tratte intercontinentali non soltanto sull’hub di Roma Fiumicino, ma anche su Milano Malpensa. Milano Linate servirà invece ad intercettare la clientela business. Si punterà ad un numero maggiore di aerei nuovi di proprietà, più effcienti e che consumano meno rispetto a quelli in leasing per ridurre i costi. Ci sarà anche un ritorno al trasporto merci, rientrando in un mercato che era stato abbandonato. "L’accelerazione di oggi con la designazione di Caio e Lazzerini apre una nuova era per la compagnia di bandiera e le qualità professionali del presidente e dell’ad siamo certi faranno maturare le condizioni per una nuova grande compagnia, come merita questo Paese. A loro va la nostra piena fiducia. A loro, adesso, la responsabilità e l’onore di rilanciare con la nuova Alitalia. Alitalia può e deve essere rilanciata: questo il nostro obiettivo fin dall’insediamento del governo. In un quadro di mercato internazionale profondamente diverso dal passato, abbiamo voluto non solo approfondire tutte le opportunità che si possono aprire per il settore aereo del nostro paese ma realizzare anche un grande investimento industriale trasportistico e Turistico. Per questo la scelta del management è strategica", Così in un post su Facebook il ministro dei Trasporti Paola De Micheli sulla nomina dei vertici dell'aviolinea.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 giu 2020

Precisazione dell’ENAC ai vettori aerei sull’utilizzo delle cappelliere

di mobilita

L’ENAC, a chiarimento di quanto già comunicato, ha precisato, in una nota inviata alle compagnie aeree, che il divieto di utilizzo delle cappelliere è limitato ai voli dove non viene effettuato il distanziamento sociale a bordo; viceversa, l’utilizzo delle medesime è consentito sui voli dove viene attuato tale distanziamento. Quindi l’utilizzo delle cappelliere è consentito sugli aeromobili dove viene rispettato il distanziamento sociale previsto dal DPCM dell’11/6/2020. Qualora, invece, si intenda derogare al limite consentito dal distanziamento sociale, solo in quel caso viene interdetto l’uso delle cappelliere. Si tratta, pertanto, di misure che consentono di derogare al distanziamento sociale per poter ottenere un maggior riempimento degli aerei. Infatti, nell’Allegato 15 del DPCM 11/6/2020 è indicato il divieto di portare a bordo bagagli di grosse dimensioni tra le condizioni affinché i vettori possano beneficiare della deroga sul distanziamento a bordo dell’aeroplano. Per ottenere la deroga al distanziamento, pertanto, è necessario il rispetto di una serie di prescrizioni tra cui quella relativa al bagaglio a mano e all’uso delle cappelliere. Si ricorda che l’obbligo di distanziamento deve essere rispettato da tutti i vettori a prescindere dalla nazionalità e che tutte le condizioni previste per derogare al distanziamento devono sussistere contemporaneamente. Ove anche una sola delle condizioni non sia osservata, il distanziamento deve essere mantenuto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 giu 2020

In arrivo 412 mln di euro per sostenere le aziende di trasporto pubblico locale

di mobilita

E’ stata acquisita l’intesa della Conferenza Unificata sul decreto interministeriale, proposto dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, che prevede l’immediata assegnazione alle Regioni di complessivi 412 milioni di euro da ripartire alle aziende del Tpl a compensazione dei mancati introiti causati dal fermo dei servizi nel periodo di lockdown. Si tratta di una prima e importante dotazione di 500 milioni di risorse stanziate in questa fase iniziale, a neanche un mese dalla pubblicazione del Dl Rilancio. Risorse che sono state definite in base ai ricavi da traffico certificati dalle aziende relativi all’esercizio 2018, in attesa che siano disponibili e certificati quelli del 2019. In dettaglio, l’anticipazione di oggi corrisponde al 55% dei ricavi certificati nel periodo intercorrente dal 23 febbraio 2018 al 3 maggio 2018 ed è stata ritenuta la più congrua dagli uffici del MIT e del MEF, nonché  dal Coordinamento delle Regioni in base ai dati forniti dalla banca dati dell’Osservatorio per le Politiche del TPL. Gli 88 milioni di euro circa che costituiscono il residuo di risorse da ripartire, consentiranno di rivedere eventualmente le attuali assegnazioni in sede di riparto definitivo.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 giu 2020

Fase 3: la Ministra De Micheli ha firmato un nuovo decreto sul trasporto aereo

di mobilita

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato oggi con il Ministro della salute, Roberto Speranza, un decreto per razionalizzare il servizio di trasporto aereo. In considerazione delle numerose richieste dei gestori aeroportuali, della collocazione geografica degli aeroporti in grado di servire bacini di utenza in modo uniforme sul territorio e della loro capacità infrastrutturale, nonché della necessità di garantire i collegamenti insulari, l’operatività dei servizi è limitata agli aeroporti di Alghero, Ancona, Bari, Bergamo – Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze – Peretola, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Parma, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, Venezia Tessera e Verona Villafranca. Negli aeroporti commerciali non inclusi nell’elenco sono consentite le attività di aviazione generale. Rimangono chiusi gli aeroporti di Bolzano, Brescia, Comiso, Crotone, Cuneo, Milano Linate, Perugia, Reggio Calabria, Rimini, Salerno, Trapani, Treviso, Trieste L’Ente nazionale per l’aviazione civile, può sulla base delle ulteriori richieste ed esigenze di trasporto aereo, previo parere del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, modificare e integrare l’elenco di cui sopra. Le disposizioni del decreto sono in vigore fino al 14 luglio 2020.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 giu 2020

Olimpiadi Milano-Cortina: Riunione al Mit con le Regioni sulle opere stradali e ferroviarie

di mobilita

Le opere infrastrutturali per le Olimpiadi di Milano-Cortina del 2026 al centro della riunione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra la Ministra Paola De Micheli e i rappresentanti di Regione Lombardia, Regione Veneto, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano. Si tratta di opere stradali e ferroviarie del valore di un miliardo di euro finanziate nella Legge di Bilancio 2020. La Ministra De Micheli ha illustrato il percorso per passare alla fase realizzativa degli interventi e ricordato la loro importanza strategica per migliorare l’accessibilità, i collegamenti e la dotazione infrastrutturale dei territori coinvolti dall’Olimpiade, nel segno della piena sostenibilità ambientale. La ministra ha proposto tempi e metodi. “C'è stato un accordo – ha affermato la Ministra – su un primo elenco delle opere ed entro l'estate definiremo il relativo cronoprogramma, al termine degli ultimi approfondimenti con le Regioni e le province autonome. A breve inoltre si costituirà la nuova società pubblica incaricata della realizzazione delle infrastrutture”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 giu 2020

De Micheli convoca Regione Liguria, Aspi, Anas e Rfi per il riassetto

di mobilita

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha chiesto al presidente Toti una moratoria sulle polemiche relative ai cantieri autostradali. Come previsto dal Mit, l’apertura dei cantieri per la doverosa manutenzione delle strade ha avuto un impatto sul traffico molto complicato. La Regione Liguria aveva ritenuto il piano della mobilità alternativa sufficiente. Alla luce dei disagi rilevati questa settimana, e poiché la responsabilità istituzionale del Mit e della Regione consiste nel garantire la sicurezza, la ministra De Micheli ritiene sia necessario uno sforzo maggiore da parte di tutti gli attori coinvolti nei processi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, e di quelli che possono garantire la mobilità alternativa. Pertanto, al fine di dare un riassetto generale a tutto il lavoro, lunedì 15 giugno al ministero sono stati convocati la Regione Liguria, Aspi, Anas ed Rfi per valutare ulteriori misure di mitigazione dell’impatto dei cantieri sulla viabilità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 giu 2020

Air Italy: ammortizzatori sociali e integrazione di asset al centro dell’incontro al Mit

di mobilita

Si è concluso l’incontro al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra la Ministra Paola De Micheli, i liquidatori di Air Italy, i sindacati del trasporto aereo, il Ministero del Lavoro, il Ministero dello Sviluppo economico, la Regione Sardegna e la Regione Lombardia. La ministra De Micheli ha confermato l’imminente costituzione della Newco Alitalia, lo sviluppo degli obiettivi del piano industriale e la valutazione, nel contesto di questo mandato, di un’eventuale integrazione alla nuova Alitalia di alcuni asset di Air Italy. Valutazione che spetterà alla nuova società e per la quale comunque il MIT e le Regioni provvederanno a predisporre un approfondimento dell’impatto industriale. La Ministra De Micheli ha voluto anche rassicurare i rappresentanti dei lavoratori sul ricorso agli ammortizzatori sociali che saranno oggetto di un tavolo, convocato per la prossima settimana con i Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo Economico, al fine di garantire una giusta prospettiva temporale ai lavoratori. Determinante in questo percorso anche il ruolo delle Regioni Lombardia e Sardegna  chiamate a fornire il supporto necessario. Infine la Ministra De Micheli ha confermato il percorso di riforma del settore aereo avviato nel DL Rilancio con la predisposizione del nuovo regolamento e del nuovo piano aeroportuale che coinvolgerà sindacati e Regioni.

Leggi tutto    Commenti 0