Articolo
14 set 2021

La Ferrovia del futuro corre a 800km/h

di ospite

Con il salone dell’automobile di Monaco si torna a parlare di mobilità del futuro. Per quanto il salone dell’automobile proponga soluzioni innovative ed ecologiche, la vera rivoluzione rimane nella mobilità ferroviaria e nell’adeguamento delle reti di interconnessione cittadine, extra cittadine e di collegamento con porti ed aeroporti. L’impegno ingegneristico prima, industriale ed economico poi, dovrà essere all’altezza dei tanto sbandierati programmi pubblici e privati di ammodernamento delle reti e del materiale rotabile. L’alta velocità ferroviaria, già presente in molti paesi Europei ed Asiatici, ha dimostrato la sua importanza sia nel ridurre i tempi di percorrenza sulla grandi distanze sia nel rapporto di impatto ambientale, migliore rispetto a tutti gli altri sistemi di trasporto persone. I nuovi vettori in via di sviluppo, adattabili alle tratte ferroviarie classiche, promettono velocità prossime ai 600 km orari, tali da rendere obsolete e del tutto inutili le tratte aeree di breve percorrenza, togliendo dai cieli centinaia di vettori altamente inquinanti e poco convenienti anche nel calcolo complessivo dei tempi di utilizzo. Anche durante i viaggi a queste velocità, i passeggeri sono in grado di godere dell’intrattenimento a bordo dei vagoni e di accedere ad internet senza interruzioni, continuando, ad esempio a nagivare in tutta tranqullità e utilizzare magari il sito di Bonusfinder.     Diverso approccio sembra essere quello dell’industria privata americana che, mentre si prepara ad affrontare il rinnovamento delle linee ferroviarie nazionali varato dall’Amministrazione Biden, ha accolto con grande favore l’idea di Elon Musk di realizzare l’Hyperloop. Mentre si sviluppano i prototipi ancora non si è accesa la discussione sull’impatto ambientale che avrebbe la realizzazione di linee dedicate a questo sistema di trasporto “canalizzato” in un vero e proprio tunnel sotto vuoto. I costi di tale rete sarebbero altissimi ed in più non potrebbero essere utilizzati i percorsi ferroviari esistenti. Puntare quindi sull’alta velocità già sviluppata dai diversi operatori europei, cinesi e giapponesi sembra essere la scelta più adeguata.   Perché la mobilità ferroviaria è vincente   Lo sviluppo delle reti ferroviarie vede un crescente miglioramento dei collegamenti tra nazioni, regioni, e città, con un evidente incremento del numero di passeggeri e merci da trasportare. Grande risalto ha avuto in questi ultimi mesi la linea merci Cina-Olanda che consente di ridurre i tempi rispetto al trasporto marittimo a meno di 28 giorni, con grandi volumi ed un rapporto di consumi di carburante per tonnellata del tutto vantaggioso. L’elettrificazione futura della linea e la sua implementazione con altre tratte la renderanno assolutamente competitiva sia con il trasporto via aerea che via mare, con un enorme vantaggio ecologico e di impatto ambientale complessivo. Ogni convoglio merci che effettua un viaggio transcontinentale toglie dal cielo, dal mare e dalla terra centinaia di veicoli, riducendo di fatto il traffico su strada, mare e cielo e aiutando il pianeta a contenere le emissioni di CO2 prodotte da questi mezzi di trasporto. Mentre la mobilità ferroviaria elettrica deve solo essere implementata su quelle reti “datate” dove ancora manca l’elettrificazione, pensare che l’autotrasporto, i cargo e gli aerei possano passare ad alimentazioni elettriche in pochi anni è utopistico.  I tempi di adeguamento dell’industria di produzione, delle reti di alimentazione e la sostituzione dei veicoli presenti rende il materiale rotabile l’arma vincente contro l’inquinamento prodotto dai sistemi di trasporto.   Il futuro è oggi   Maglev ha aperto la strada in maniera pionieristica, TGV e il Treno Proiettile giapponese hanno portato sulle reti l’uso quotidiano dell’alta velocità ferroviaria, Frecciarossa e Italo ne seguono l’esempio, gli strateghi della linea commerciale Cina-EU hanno tracciato la via del trasporto merci, ora aspettiamo solo che USA e Russia inizino ad adeguare le loro infrastrutture. La prossima frontiera è il superamento della barriera degli 800 km orari su binario, più vicina di qualsiasi sbarco sulla Luna.        

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 mar 2020

SNCF Voyages Italia ha predisposto la modifica dell’offerta dei TGV Milano – Parigi

di mobilita

SNCF Voyages Italia, ottemperando alle misure per il contenimento del COVID-2019 disposte dalle autorità sanitarie italiane, ha predisposto la modifica dell'offerta dei TGV Milano - Parigi: fino a venerdì 3 aprile, il servizio TGV verrà rimodulato con 2/3 delle corse giornaliere andata/ritorno tra Milano e Parigi. Il dettaglio sulle corse effettuate e le informazioni in tempo reale sulla circolazione e sulle possibili variazioni del servizio saranno progressivamente resi disponibili sul sito web sncf.com nella sezione "Itinéraires & réservation" e sul profilo ufficiale [email protected], attivo anche nei weekend. A bordo dei TGV il servizio di ristorazione sarà garantito parzialmente. Si ricorda, come previsto dalle autorità italiane, che in attuazione del DPCM 8 marzo 2020 e successive integrazioni, recante misure urgenti per il contenimento della diffusione del virus COVID-19, "tutti gli spostamenti potranno avvenire solo se motivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione". La necessità di muoversi all'interno delle aree di sicurezza varate per il coronavirus deve essere giustificata con un documento di autocertificazione e un documento di identità. Il modulo di autocertificazione è a disposizione sul sito del Ministero dell'Interno italiano al seguente link. I passeggeri che sono già in possesso del biglietto per una delle corse che non saranno effettuate nell'ambito del piano di rimodulazione potranno richiedere il rimborso integrale del biglietto tramite il sito sncf.com al seguente link: http://www.sncf.com/fr/service-client/reclamations/tgv-intercites Per iniziativa autonoma di SNCF Voyages Italia, per i passeggeri che hanno già acquistato o acquisteranno un titolo di viaggio fino al 30 aprile si prevede la possibilità di rimborso integrale del biglietto - indipendentemente dalla tariffa acquistata - o di cambio di data senza costi aggiuntivi fino alla partenza del treno. I viaggiatori potranno procedere alla richiesta di rimborso o di cambio del biglietto in modo semplice e veloce, tramite lo stesso canale utilizzato per l'acquisto. SNCF Voyages Italia ricorda che per il personale in servizio a bordo treno sono stati distribuiti kit con dispositivi di protezione contenenti mascherine con filtro, guanti monouso, sacchetti e disinfettante. Le attività di pulizia e di sanificazione a bordo dei convogli sono svolte in conformità con le raccomandazioni del Ministero della Salute italiano. L'azienda, tramite i propri canali di comunicazione interni, ha invitato dipendenti e passeggeri a rispettare le 10 regole di prevenzione diffuse dal Ministero della Salute italiano consultabili sul sito salute.gov.it. SNCF Voyages Italia desidera infine ringraziare il proprio personale che in questo periodo delicato continua ad assicurare, con immutata professionalità, l'effettuazione dei servizi offerti ai passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2019

Milano-Parigi in sei ore con un Frecciarossa 1000 di Trenitalia

di mobilita

Da giugno 2020 sarà possibile raggiungere Parigi da Milano con un Frecciarossa 1000 di Trenitalia grazie all'apertura, da dicembre 2020, del mercato ferroviario europeo prevista nel IV Pacchetto ferroviario.  Il treno è stato trainato lo scorso 26 giugno presso il circuito di Tronville en Barrois, nel nord est del Paese, per compiere i test necessari per utilizare la rete dell’alta velocità francese. Trenitalia ha annunciato che il prezzo sarà molto competitivo rispetto al Tgv, che oggi per percorrere quei circa 900 km in sette ore. Per dicembre del 2020 è allo studio anche il varo della Parigi-Marsiglia sempre di Trenitalia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 mag 2019

Con i treni ad alta velocità Air France ha perso il 90% della sua quota di mercato sul corto raggio

di mobilita

Al Consiglio centrale sociale ed economico (CSEC) sono state presentate e discusse le linee guida strategiche di Air France, nonché le loro implicazioni in termini di pianificazione della gestione delle competenze e delle mansioni (GPEC): migliorare le prestazioni operative, offrire il massimo livello della qualità del prodotto e del servizio ai clienti, nonché per ripristinare la competitività di Air France, compreso l'adeguamento della sua attività a corto raggio. L'intera azienda e i suoi dipendenti sono impegnati da anni per garantire che l'azienda si adatti alle condizioni del mercato e alla concorrenza estremamente agguerrita nel settore. Aumento della concorrenza dal TGV Negli ultimi cinque anni, la rete domestica di Air France è stata fortemente influenzata dalla concorrenza delle tratte ferroviarie ad alta velocità, che hanno aumentato la loro capacità su tutto il territorio nazionale, ridotto i tempi di viaggio e sviluppato un'offerta molto conveniente a basso costo. Le autorità francesi hanno assicurato che il viaggio in treno si è espanso nel corso degli anni ed è diventato il principale concorrente dell'Air France sulla rete nazionale, con partenza dagli aeroporti di Parigi o dalle regioni francesi, senza essere soggetto a tasse o oneri direttamente destinati al trasporto aereo. Si prevede che il lancio di quattro nuove rotte ad alta velocità nel 2016 e 2017 attirerà 4,7 milioni di passeggeri aggiuntivi entro il 2020  e su rotte in cui treni ad alta velocità collegheranno Parigi alle province in meno di due ore, Air France ha perso il 90% della sua quota di mercato. Il rapido sviluppo di compagnie aeree a basso costo Inoltre, negli ultimi anni le compagnie aeree a basso costo hanno creato basi nei principali aeroporti e hanno guadagnato terreno rapidamente con politiche di prezzo aggressive e spesso con l'aiuto delle autorità pubbliche. A differenza di Air France, dove il 90% del personale ha sede in Francia, la maggior parte di queste compagnie aeree non ha contribuito allo sviluppo dell'occupazione nelle regioni in cui operano, sfruttando la mobilità europea e basando i dipendenti in giurisdizioni con costi di manodopera inferiori. I team di Air France hanno lanciato diverse iniziative Di fronte a questa situazione delicata, riferisce Air France, i team di sono stati fortunatamente in grado di adattarsi a un ambiente sempre più difficile. Air France ha portato avantia molte iniziative commerciali innovative che hanno migliorato l'offerta per soddisfare le aspettative dei clienti in termini di orari di volo, esperienza del cliente e puntualità, e hanno permesso di mantenere una quota di mercato del 65% sul mercato nazionale. Tuttavia, su alcune rotte non è stato possibile evitare il calo delle entrate né ridurre i costi unitari. Di conseguenza, la situazione finanziaria di Air France si è notevolmente deteriorata sulla sua rete nazionale e nel 2018 ha registrato una perdita di € 189 milioni, in netto calo rispetto al 2017 (€ 96 milioni). Dal 2013, le perdite cumulative ammontano a 717 milioni di euro. Nessuna partenza forzata La pianificazione della gestione delle mansioni e delle competenze (GPEC) di Air France per il periodo 2019-2021 rivela importanti requisiti in materia di assunzioni in numerosi settori della società, ma anche un eccesso di personale nelle attività di operazioni a terra a corto raggio. Air France prevede inoltre di ridurre la propria capacità a corto raggio in termini di km-sedile disponibili (ASK) del 15% entro la fine del 2021. I rappresentanti sindacali dei dipendenti sono stati quindi informati di un piano di partenze volontarie pianificato che potrebbe riguardare fino a 465 posti di lavoro sulla rete domestica, realizzati su un periodo di un anno. Questo piano sarà a breve oggetto di una consultazione con le parti interessate. Non ci saranno partenze forzate. Questo progetto include misure di supporto personalizzate per il personale interessato. Le misure saranno dettagliate e negoziate con i gruppi di lavoro durante la consultazione. "Molti nuovi talenti - piloti, assistenti di volo, meccanici e ingegneri - si uniranno a noi nel 2019", ha affermato Anne Rigail, CEO di Air France, "per sostenere la crescita di Air France, ma abbiamo anche la responsabilità di garantire un equilibrio equilibrato di le nostre attività in determinati settori per garantirne la redditività a lungo termine. Questa è l'idea alla base del progetto presentato oggi per il settore a corto raggio. Condurremo il processo di consultazione con i nostri gruppi di lavoro come parte di un dialogo aperto e trasparente, e ci impegniamo a sostenere tutto il personale che desidera passare a una nuova posizione o sviluppare la propria carriera " "La rete domestica francese è strettamente legata alla storia di Air France", ha affermato Benjamin Smith, CEO di Air France-KLM Group. "Garantisce la sua base regionale e collega le regioni francesi al resto del mondo offrendo diverse migliaia di opportunità di connessione giornaliera. In un mercato altamente competitivo, siamo tutti impegnati a difendere un mercato nazionale che è vitale per Air France e anche a livello mondiale per il Gruppo Air France-KLM. "

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2019

Presentati oggi a Parigi il programma “Milano e Leonardo 500” e il TGV personalizzato che viaggerà tra Italia e Francia per tutto il 2019

di mobilita

L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha presentato oggi alla stampa francese, durante una conferenza stampa alla Gare de Lyon a Parigi, il programma “Milano e Leonardo 500”, promosso e coordinato dal Comune di Milano in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci. Milano, la città in cui Leonardo visse più a lungo, celebra infatti il suo genio eclettico con un ricco programma di iniziative multidisciplinari durante tutto il 2019. Già presentato a New York e a Londra nei mesi scorsi, il palinsesto verrà presentato a Berlino il prossimo 25 febbraio. In occasione della conferenza stampa di Parigi, è stato presentato alla stampa anche il TGV personalizzato Leonardo. SNCF, la società nazionale delle ferrovie francesi, partecipa infatti alle celebrazioni leonardesche con un’iniziativa speciale: la personalizzazione del TGV che collega ogni giorno Milano e Parigi con le immagini di Leonardo, dei luoghi in cui ha vissuto e delle sue opere. In particolare, la decorazione esterna è dedicata alla Francia, luogo in cui Leonardo è sepolto e in cui visse gli ultimi due anni della sua vita, con il volto della Monna Lisa da un lato e una veduta del Castello di Clos Lucé ad Amboise dall’altro. La decorazione interna, nella vettura bar, è invece dedicata a Milano: i tavoli e i pannelli sono personalizzati con immagini del Codice Trivulziano e della Sala delle Asse stampati in alta definizione. Sulla base di queste immagini, i digital artist di Bepart hanno costruito scenari di realtà aumentata, fruibili da tutti i viaggiatori gratuitamente grazie a un’app scaricabile gratuitamente sullo smartphone (Bepart). Il TGV che collegherà per tutto il 2019 Milano e Parigi sarà quindi un potente strumento di connessione tra i due Paesi, che hanno entrambe beneficiato dell’eredità culturale del genio vinciano.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2017

Il treno TGV Francia-Italia ti fa immergere nel cinema immersivo

di mobilita

A partire dal 12 luglio, il treno TGV Italia-Francia propone ai clienti di prima classe che viaggiano tra Milano e Parigi di immergersi nell'atmosfera del cinema, guardando film in 2D / 3D durante il viaggio. I viaggiatori potranno così fare un'esperienza cinematografica inedita e unica, grazie a un visore per cinema immersivo. Sviluppata dalla società franco-statunitense Skylights, questa soluzione rappresenta un'opportunità di divertimento inedita, mettendo a disposizione il visore e i film, per trasformare l'esperienza del cliente a bordo. Questo visore ultraleggero, comodo, dotato di cuffia audio con riduzione del rumore, offre al viaggiatore un'immersione totale e la visione tipica di una sala cinematografica. Un catalogo di venti film in 2D/3D costituisce un grandangolo che verrà proposto e rinnovato ogni mese con nuovi film. La maggior parte dei film sono disponibili in più lingue (italiano, francese e inglese). Come funziona a bordo? Il servizio viene proposto al cliente direttamente al suo posto. Il cliente ordina e paga allo steward della ristorazione, senza doversi spostare. Il visore viene consegnato al cliente a cui viene chiesto di sottoscrivere un contratto di noleggio, indicando il numero di passaporto o di carta d'identità. Questa soluzione inedita di divertimento premium Skylights viene proposta al prezzo di 8€, senza limiti di durata nel corso del viaggio. Con questa nuova offerta, SNCF intende rinnovare e arricchire l'esperienza di viaggio a bordo dei treni TGV Italia-Francia.

Leggi tutto    Commenti 0