Articolo
11 dic 2019

REGIONE CALABRIA | Firmato il contratto di servizio con Trenitalia, 27 nuovi treni e circa 300 milioni di investimenti

di mobilita

Circa 300 milioni di euro di investimenti, 27 nuovi treni e rinnovo della flotta regionale entro il 2026, con consegna del primo nuovo convoglio già nel 2020. Questi i punti principali del nuovo Contratto di Servizio 2018-2032 firmato da Regione Calabria e Trenitalia (Gruppo FS Italiane) e illustrato da Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria, e da Sabrina De Filippis, Direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia. Presenti anche, per la Regione Calabria, Roberto Musmanno, Assessore alle Infrastrutture, Giuseppe Pavone, Dirigente Settore TPL Regione Calabria e Francesco Cribari, Commissario ART-CAL; per Trenitalia, Domenico Scida, Direttore Regionale Calabria. Con l’ampliamento del contratto Trenitalia investirà circa 300 milioni di euro per migliorare l’offerta di servizi ai pendolari della Calabria: la maggior parte dell’investimento (69,4 milioni di euro da parte di Trenitalia e 140,8 milioni da parte della Regione Calabria, per un totale di 210,2 milioni) riguarderà l’acquisto e la messa in servizio di 27 nuovi treni made in Italy, fra cui i nuovissimi Pop, i convogli di Media Capacità e i treni ibridi, eccellenze della flotta regionale di Trenitalia. Ciò garantirà di passare da un’età media della flotta di 30 anni a 8 nel 2026. Ulteriori 98 milioni di euro saranno investiti invece per: migliorare le attività industriali con investimenti sulla manutenzione ciclica dei treni (50,5 milioni); il rinnovamento e ampliamento degli impianti industriali sul territorio (31,8 milioni); in sviluppo di nuove tecnologie (4 milioni); revamping tecnologico e restyling della flotta già esistente per 11,7 milioni. La scelta della Regione Calabria di affidare a Trenitalia il servizio regionale per 15 anni è confermata anche dal notevole miglioramento del servizio. Infatti, dal 2014 al 2019 la soddisfazione dei viaggiatori regionali è aumentata per tutti gli indicatori del viaggio, in particolare del 20,5% per l’informazione a bordo. Sempre nello stesso periodo le cancellazioni sono diminuite del 39%. Nel 2018 su tutto il territorio nazionale la percentuale di cancellazioni dei treni regionali di Trenitalia (1,5%) è stata confermata come benchmark europeo. Grande attenzione anche all’intermodalità nell’ottica di favorire l’interscambio rapido treno+bus: oltre al Lamezia Airlink ed ai combinati modali già attivi per le università di Catanzaro (Magna Grecia) e Cosenza (UNICAL), una novità è rappresentata dal nuovo servizio intermodale, attivo dallo scorso 1 dicembre, Trenitalia+Ferrovie della Calabria che collega le stazioni di Catanzaro Lido e Cosenza con i centri delle rispettive città. Nel nuovo Contratto di Servizio è prevista, inoltre, la riprogrammazione dell’offerta: nel 2020 ci sarà un aumento di 100mila treni/km* (unità di misura utilizzata per calcolare il volume del servizio ferroviario), arrivando così a toccare quota 6,4 milioni di treni/km annui. Ad oggi in Calabria circolano 188 treni regionali al giorno, per un totale di oltre 16mila viaggi al giorno. Sono attivi oltre mille e cinquecento punti vendita di titoli di viaggio e due impianti di manutenzione. In questo sistema lavorano 600 persone. Il trasporto regionale su ferro in Calabria registra quindi un trend positivo confermando l’impegno costante del Gruppo FS verso le esigenze di chi, ogni giorno, viaggia sui convogli di Trenitalia. Risultati che sottolineano come il trasporto regionale nel suo complesso sia determinante per tutte le attività del Gruppo e al centro del Piano Industriale 2019-2023.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 dic 2019

REGIONE CALABRIA | Sottoscritto con Trenitalia il nuovo Contratto di Servizio

di mobilita

Lunedì 2 dicembre 2019 è stato sottoscritto con Trenitalia il nuovo Contratto di Servizio, di durata quindicennale, per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale. Il contratto prevede ingenti investimenti ed un articolato sistema di controllo della qualità del servizio erogato ai clienti pendolari. I contenuti di dettaglio del nuovo Contratto saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa prevista per il prossimo 11 dicembre alla presenza dei vertici di Trenitalia, di Art-Cal e del Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 ott 2019

REGIONE CALABRIA | Lo scenario futuro dell’infrastruttura ferroviaria definita dal MIT e RFI

di mobilita

Continuiamo la serie di approfondimenti sul nuovo piano commerciale, redatto nel settembre 2019, in coerenza con la strategia di sviluppo dell’infrastruttura ferroviaria definita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Rete Ferroviaria Italiana. Qui i progetti di sviluppo tecnologico e infrastrutturale messe in campo dal Gestore Infrastruttura per la Regione Calabria. Lo scenario di sviluppo dei servizi commerciali nel quinquennio 2017 - 2021 prevede la razionalizzazione dei collegamenti a garanzia della qualità del servizio di trasporto su ferro. In particolare è necessario intervenire ulteriormente a favore della specializzazione delle missioni (lente e veloci) incrementando e migliorando la qualità dell’integrazione tra i vari servizi regionali e a mercato ed evitando sovrapposizione di servizi oggi ancora esistente. A tal fine verrà ulteriormente ottimizzato l’orario nelle località di Lamezia T., Paola, Reggio Calabria, Melito, Sibari e Catanzaro Lido, in un percorso che veda coinvolto anche il segmento dei servizi a lunga percorrenza. I collegamenti regionali ivi presenti verranno ulteriormente ottimizzati al fne di poter garantire l’interscambio modale per soddisfare le esigenze manifestate dal territorio e terranno conto anche del nuovo assetto della navigazione per poter integrare gli orari dei treni del Continente con il nuovo servizio di navi veloci e la prosecuzione del viaggio in Sicilia. Il piano Stazioni In Calabria sono presenti complessivamente 98 Località di Servizio attive per servizio viaggiatori. RFI, con il piano di attuazione dei progetti “Easy Station” e “Smart Station”, entro il 2026 prevede di trasformare ed adeguare 18 stazioni medio/grandi presenti sul territorio calabro per renderle più accessibili e confortevoli ai viaggiatori caratterizzandole con uno standard architettonico unico (brand) e funzionale. Nell’ambito degli interventi previsti dal progetto Easy Station, RFI adotterà inoltre misure adeguate per garantire l’accesso in stazione alle persone con disabilità ed alle persone a mobilità ridotta secondo i requisiti defniti dalla normativa europea (STI PMR), coerentemente con la programmazione ed i fnanziamenti disponibili. Villa S.Giovanni In linea con le azioni dei progetti Easy e Smart station, la stazione sarà coinvolta da interventi volti a incrementare la funzionalità ed il decoro, a potenziare l’informazione al pubblico, ad abbattere le barriere architettoniche ol- treché a migliorare l’accessibilità al treno. Azioni di piano 2019 - 2023 Metaponto - Sibari - Bivio S. Antonello opere prioritarie Il potenziamento della linea Metaponto - Sibari - Cosenza ha l’obiettivo di creare le condizioni per ridurre i tempi di percorrenza dei servizi tra Cosenza e Sibari e di incrementare i livelli prestazionali per il traffco merci in adduzione ai porti ed agli scali della regione Calabria. Il progetto prevede la realizzazione di opere suddivise per lotti indipendenti ed in parte già completati: potenziamento della linea di contatto da Castiglione C. a Trebisacce, messa a modulo merci 750 m, velocizzazione itinerari, realizzazione sottopassaggio e marciapiede h55 nelle stazionidi Amendolara, Torano (già realizzata nel 2016) e, Rocca Imperiale, realizzazione di rettifche di tracciato per circa 10,5 km, trasformazione in fermata di Tarsia con realizzazione marciapiede h55 e soppressione dell’impianto di Cassano e di alcuni PL di linea. Upgrading e potenziamento tecnologico itinerario Salerno - Reggio Calabria e linee afferenti I lavori prevedono interventi fnalizzati all’istituzione del rango C di velocità anche sulla direttrice Jonica nella tratta Sibari - Crotone - Catanzaro Lido e sulla direttrice «trasversale» Lamezia Terme - Catanzaro Lido. È stato già sostituito il Sistema di Supporto alla Condotta con il più performante Sistema di Controllo Marcia Treno sulla tratta Catanzaro L. - Lamezia Terme C.le. Adeguamento e velocizzazione linea ferroviaria jonica - tratta Sibari - Melito Porto Salvo La linea jonica si estende per 394 km su un tracciato ferroviario prevalentemente non elettrifcato e a semplice binario. L’intervento consiste nella velocizzazione della tratta Sibari - Melito Porto Salvo (320 km circa) attraverso l’istituzione del rango C, la soppressione di alcuni passaggi a livello, la velocizzazione dei deviatoi nelle principali località di servizio sede di incrocio, il prolungamento o la realizzazione di sottopassi nelle stazioni di Montegior- dano, Villapiana, e, in prima fase, nelle stazioni di Rossano e Botricello, il ripristino del 4^ binario dell’impianto di Melito Porto Salvo e la riqualifcazione e rifunzionalizzazione delle principali stazioni. Attraverso questa azione di Piano saranno create le condizioni per ridurre i tempi di percorrenza e incrementare il livello di affdabilità e regolarità della linea. Potenziamento collegamento Lamezia Terme - Catanzaro Lido 1^ fase La linea a semplice binario non elettrifcata Lamezia Terme C.le - Catanzaro Lido si estende per 43,2 km tra le due località. Gli interventi previsti consistono nel potenziamento infrastrutturale e velocizzazione della tratta ferroviaria Lamezia Terme – Settingiano nonché nell’elettrifcazione dell’intera linea Lamezia Terme – Catanzaro L. ed, a seguire, nell’elettrifcazione della linea ionica nella tratta Sibari – Catanzaro L., con l’obiettivo di: incrementare le caratteristiche prestazionali della rete fnalizzate a garantire maggiori velocità di linea creare le condizioni per una riduzione dei tempi di percorrenza tra Lamezia C.le e Catanzaro Lido garantire un incremento dei livelli qualitativi del servizio creare le condizioni infrastrutturali per una rilettura del modello dei servizi per il trasporto pubblico locale creare le condizioni per favorire i collegamenti da/per l’aeroporto di Lamezia Foto di copertina: Andrea De Berti  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 set 2019

Da lunedì 16 settembre un nuovo collegamento Roma-Sibari con un Frecciargento

di mobilita

Da lunedì 16 settembre un nuovo collegamento di Trenitalia unirà con un ulteriore treno la Calabria a Roma e Napoli Afragola, oltre che ad altre città del Centro e Nord Italia. I biglietti saranno in vendita da sabato 7 settembre sul sito web trenitalia.com, attraverso l’App di Trenitalia, nelle biglietterie e nelle agenzie di viaggio convenzionate. Il servizio è svolto su richiesta della Regione Calabria che contribuisce alla sostenibilità economica dei due collegamenti considerandoli essenziali per la mobilità da e per l’area jonica, dopo aver invitato più operatori a presentare un’offerta. I costi, infatti, sono coperti solo in parte dalla vendita dei biglietti. A svolgere il servizio è il Frecciargento la cui corsa da Bolzano a Roma e viceversa è prolungata fino a Sibari, con fermate intermedie a Napoli Afragola, Salerno, Scalea e Paola. Sarà così possibile raggiungere Roma da Sibari in poco più di quattro ore. Il Frecciargento di Trenitalia parte da Sibari alle 6:15 con fermate a Paola (7:05/7:08), Scalea (7:34/7:36), Salerno (8:57/8:59), Napoli Afragola (9:26/9:28) con arrivo a Roma Termini alle 10:30. Il treno prosegue per Bolzano con partenza da Roma alle 10:45 e arrivo alle 15:14 con fermate a Firenze Campo di Marte, Bologna, Verona, Rovereto e Trento. Da Roma il treno parte alle 18:14 con fermate a Napoli Afragola (19:17/19:19), Salerno (20:02/20:04), Scalea (21:28/21:30), Paola (21:56/21:58) e arrivo a Sibari alle 22:45. Il treno proviene da Bolzano con partenza alle 13:16 e arrivo a Roma Termini alle 17:52 con fermate a Trento, Rovereto, Verona, Bologna, Firenze Campo di Marte. Ulteriore conferma dell’impegno di Trenitalia per il Sud, il collegamento sarà avviato in via sperimentale e ha l’obiettivo di soddisfare, con elevati standard, la domanda di mobilità del bacino jonico-calabrese verso Roma e il Nord Italia. In un’ottica complessiva di miglioramento dei collegamenti nella Sibaritide, la Regione Calabria ha potenziato le connessioni di primo e ultimo miglio con Corigliano Rossano, integrando gli orari degli autobus con la partenza e l’arrivo del nuovo Frecciargento. Ciò consentirà un facile interscambio modale treno-autobus invogliando sempre più persone a lasciare l’auto privata a casa con enormi benefici anche per l’ambiente.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mag 2019

Completata la copertura della rete ferroviaria calabra con l’SCMT

di mobilita

Completata la copertura della rete ferroviaria calabrese - 852 km - con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT). Il Sistema Controllo Marcia Treno (SCMT) attua la protezione della marcia del treno, istante per istante, rispetto alle condizioni imposte dai segnali, alla velocità massima consentita dalla linea in condizioni normali e di degrado e alla velocità massima ammessa dal tipo di convoglio, attivando la frenatura d’emergenza automatica in caso di superamento dei limiti previsti. Attivo infatti l’ultimo tassello mancante, tra Lamezia Terme e Catanzaro Lido, ulteriore step del programma di interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale. L’intervento, interamente progettato e realizzato da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) con un investimento di oltre 1 milione di euro, ha visto all’opera 30 tecnici per la messa in esercizio. L'SCMT garantisce una migliore gestione del traffico ferroviario ed elevati standard di regolarità e puntualità. Rientra fra gli interventi di velocizzazione della linea che, a lavori ultimati, consentiranno un aumento medio di velocità del 10% rispetto all’attuale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ott 2018

REGIONE CALABRIA | Finanziati i porti di Tropea, Belvedere, Amantea e Scilla

di mobilita

Il Vicepresidente Francesco Russo ha incontrato i Sindaci e i Commissari dei Comuni di Amantea, Belvedere, Scilla e Tropea, per comunicare la deliberazione della Giunta Regionale di finanziare lo scorrimento della graduatoria relativa al bando sui Porti Regionali e la stipula delle convenzioni. Presenti all'incontro: per il comune di Amantea, il sindaco Pizzino, il vicesindaco Iannì e l'ing. Lorello; per il comune di Belvedere Marittimo il vicesindaco Spinelli e l'ing. Lo Giudice; per il Comune di Scilla l'arch. Donato e l'ing. Briganti; per il comune di Tropea il Commissario Straordinario Fortuna.Per la Regione Calabria, l'ing. Merante, dirigente del settore porti e l'arch. Errico. Nei mesi scorsi era già stata approvata la graduatoria delle domande di partecipazione al bando che metteva a disposizione 21 milioni di euro ed erano stati ammessi al finanziamento i progetti dei comuni di Isola Capo Rizzuto, Roccella Jonica, Cirò Marina e Cetraro. Durante l'incontro sono state consegnate ai rappresentanti dei quattro Comuni le bozze delle convenzioni relative ai progetti per i porti. Il Vicepresidente Russo, nel suo intervento, ha sottolineato l'impegno che si è assunto il Presidente Oliverio e la Giunta Regionale nel voler finanziare ulteriormente questo bando, completando la graduatoria, impegno che richiede pari impegno per i Comuni nel produrre i risultati: la Calabria non può permettersi di non utilizzare al meglio le risorse programmate e finanziate. Il prof. Russo ha segnalato 3 punti fondamentali: rispettare i cronoprogramma da parte dei Comuni per la realizzazione degli interventi: i vincoli temporali fissati sono ineludibili, pena il definanziamento; puntare alla realizzazione di progetti di grande qualità per generare sinergie con le altre potenzialità del territorio: architettoniche, ambientali, piste ciclabili, percorsi pedonali, etc; lavorare insieme per avere altre risorse da utilizzare per interventi condivisi su tutti i porti turistici. "La fase attuativa per i porti - ha dichiarato il Vicepresidente Russo - sta procedendo speditamente. Abbiamo avviato e mantenuto una forte interlocuzione con i Comuni e le Amministrazioni locali per massimizzare l'efficacia di queste risorse finalizzate ad uno degli asset più qualificanti del Piano Regionale dei Trasporti". L'attenzione della Regione è rivolta a tutto il sistema portuale, dal porto intercontinentale di Gioia Tauro ai grandi porti internazionali e nazionali, ai porti regionali. Gli investimenti nei porti sono strategici perché intervengono subito, durante la loro realizzazione, nel settore delle costruzioni facendolo crescere, anche in qualità. Sono cruciali quando, dopo essere realizzati, vengono messi in esercizio perché aumentano sicurezza ed efficienza delle infrastrutture portuali generando occupazione diretta nei porti, indiretta con artigiani e piccole-medio imprese collegate alla portualità e alla nautica, indotta con i settori che vanno dalla ristorazione al commercio. In questo senso l'investimento nel settore portuale è ritenuto trai più importanti in assoluto nel moltiplicare il valore degli investimenti. Bisogna continuare a lavorare duramente nella prospettiva di uno sviluppo sempre più sostenibile.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ott 2018

REGIONE CALABRIA | I principali interventi che RFI ha messo in campo per la Calabria

di mobilita

È di circa 1,2 miliardi di euro l’investimento complessivo che Rete Ferroviaria Italiana ha messo in campo per la Calabria, per interventi che mirano a cambiare radicalmente l’esperienza di viaggio dei cittadini e rendere il treno una valida alternativa al mezzo di trasporto privato. Linea Jonica (Sibari – Catanzaro Lido – Melito Porto Salvo e trasversale Lamezia - Catanzaro Lido) Rete Ferroviaria Italiana sta attuando un vasto programma di interventi sulla linea Jonica e sulla trasversale Lamezia – Catanzaro Lido, con investimenti complessivi per oltre 750 milioni di euro. Sono già in corso gli interventi di adeguamento e velocizzazione della linea Jonica, tra Rocca Imperiale e Melito Porto Salvo, con un costo complessivo di circa 480 milioni di euro, oggetto del Protocollo di Intesa tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, RFI e Regione Calabria siglato a maggio 2017. Prevista l’eliminazione di passaggi a livello, la realizzazione di opere viarie alternative per migliorare gli standard prestazionali e qualitativi dei servizi di trasporto su ferro e su gomma; il rinnovo degli scambi e dei binari. Sono in corso anche interventi di manutenzione straordinaria, come ad esempio il rinnovo dei binari nelle tratte fra Catanzaro Lido - Crotone e Sibari; la riqualificazione delle stazioni, con particolare attenzione a quelle con maggiore traffico di viaggiatori e il rinnovo dei sistemi di informazione per i passeggeri. A fine agosto è stata anche avviata la prima fase di interventi per l’elettrificazione del tratto fra Sibari e Catanzaro Lido, che si concluderà entro la fine del 2019. L’ultimazione dei lavori è prevista per fasi progressive tra il 2022 e il 2023. In aggiunta, di recente, è stato avviato il progetto che prevede il potenziamento infrastrutturale della tratta ferroviaria Lamezia Terme – Settingiano nonché l’elettrificazione dell’intera linea Lamezia Terme – Catanzaro Lido, attraverso diverse fasi di intervento. L’investimento complessivo di questi progetti è pari a 275 milioni di euro. Linea Tirrenica Sud (Battipaglia – Reggio Calabria) Tra i principali interventi di Rete Ferroviaria Italiana c’è la velocizzazione della direttrice Tirrenica Sud, da Battipaglia a Reggio Calabria, grazie all’ upgrade tecnologico e al miglioramento del tracciato ferroviario, che consentirà una maggiore regolarità e la riduzione dei tempi di percorrenza lungo la linea. In tale ambito sono state realizzate opere di potenziamento tecnologico, rinnovo dell’armamento, adattamento del profilo delle gallerie per permettere la circolazione di treni merci con maggiori prestazioni e l’adeguamento del Piano Regolatore Generale di alcune stazioni. Sulla linea sono in corso interventi per 390 milioni di euro. La realizzazione completa degli interventi è programmata per fasi entro il 2020. Metaponto – Sibari – Bivio S. Antonello In corso di completamento gli interventi per realizzare varianti di tracciato e l’upgrading prestazionale della linea Metaponto – Sibari – Bivio Sant’Antonello, per migliorare gli itinerari merci da e per il Porto di Gioia Tauro e per diminuire i tempi di percorrenza. Sono in corso interventi di adeguamento al Piano Regolatore Generale delle stazioni, la velocizzazione degli itinerari a 60 km/h, unitamente alla realizzazione di sottopassi e marciapiedi alti 55 cm per facilitare la salita e discesa dal treno. In corso, inoltre, lavori per la soppressione di passaggi a livello e la realizzazione di varianti di tracciato. Investimento economico di 155 milioni di euro. Riqualificazione Stazioni RFI, nell’ambito di un programma nazionale di interventi, prevede di trasformare ed adeguare 18 stazioni medio/grandi presenti sul territorio calabrese, migliorando l’accessibilità, il decoro e l’intermodalità delle principali stazioni ferroviarie calabresi. In particolare la stazione di Reggio Calabria è attualmente interessata da lavori di restyling del fabbricato viaggiatori, riqualificazione del sottopasso, rifacimento delle pensiline e dell’impianto di illuminazione. Previsto inoltre l’abbattimento delle barriere architettoniche, attraverso la realizzazione di ascensori, l’innalzamento dei marciapiedi all’altezza di 55 cm per favorire l’accesso in stazione e ai treni alle persone con disabilità ad a mobilità ridotta (PRM) e il rinnovo del sistema di informazione per i viaggiatori. L’investimento economico è di 10 milioni di euro

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 ago 2018

REGIONE CALABRIA | Partiti i lavori per l’elettrificazione della linea Jonica

di mobilita

Partiti i lavori per l’elettrificazione della linea Jonica, con la posa dei primi pali per la linea elettrica. Presenti il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, l’Assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno, e l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana Maurizio Gentile. L’elettrificazione permetterà di migliorare l’esperienza di viaggio dei cittadini calabresi, garantendo la continuità del servizio ferroviario con mezzi elettrici, con benefici per l’ambiente e per l’intero sistema di trasporto. Il Protocollo d’intesa per la linea Jonica, siglato nel maggio 2017 tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, RFI e Regione Calabria, prevede inoltre l’eliminazione di passaggi a livello e la realizzazione di opere viarie alternative per migliorare gli standard prestazionali e qualitativi dei servizi di trasporto su ferro e su gomma; il rinnovo degli scambi e dei binari; la riqualificazione delle stazioni, con particolare attenzione a quelle con maggiore traffico di viaggiatori. La prima fase degli interventi si concluderà entro la fine del 2019 mentre l’ultimazione complessiva dei lavori di elettrificazione è prevista per fasi progressive tra il 2022 e il 2023. L’investimento economico complessivo è di 150 milioni di euro. Mario Oliverio e Maurizio Gentile hanno inoltre firmato oggi l’Accordo Quadro tra Regione Calabria e Rete Ferroviaria Italiana, un documento valido dieci anni (rinnovabile dopo i primi cinque) che consentirà di programmare la capacità di traffico sulle linee ferroviarie della Calabria, potenziare la rete e i servizi, realizzare una progressiva omogeneizzazione dei trasporti, sia in termini di fermate sia di velocità commerciale, garantendo un sistema di integrazione tra diverse modalità di trasporto nelle principali stazioni della Calabria. Per la Regione si tratta di uno strumento tecnico con cui prenotare capacità di traffico per la rete ferroviaria regionale e programmare nel medio/lungo periodo l’utilizzo dell’infrastruttura ferroviaria, in funzione del Piano Regionale dei Trasporti. Per RFI invece l’Accordo Quadro serve a determinare le reali esigenze di mobilità del territorio, intervenendo e programmando, dove necessario, piani di upgrade infrastrutturale per ottimizzare lo sviluppo dei servizi regionali, con benefici sulla regolarità e puntualità del servizio. “L’avvio dei lavori per l’elettrificazione della linea Jonica - ha dichiarato Maurizio Gentile - è la dimostrazione concreta dell'impegno di Rete Ferroviaria Italiana per la Calabria nonché dell’importanza che il Sud riveste nei piani di potenziamento della rete ferroviaria nazionale. L’elettrificazione, unita a tutti gli altri interventi previsti per la linea Jonica, produrrà significativi miglioramenti in termini di confort e regolarità dei collegamenti ma anche di benefici per l’ambiente, con un sensibile cambiamento della qualità di viaggio dei pendolari calabresi. Un vero e proprio cambio di passo, sottolineato anche dalla firma dell’Accordo Quadro tra RFI e Regione Calabria: questo strumento armonizza le scelte strategiche dell’amministrazione regionale in tema di trasporti ed i piani di sviluppo della rete ferroviaria, consentendoci quindi di programmare interventi condivisi che, promuovendo l’uso del treno, soddisfino le esigenze di mobilità dei calabresi, in un’ottica di sistema intermodale efficiente”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 lug 2018

REGIONE CALABRIA | In mezz’ora dall’aeroporto di Lamezia Terme a Catanzaro

di mobilita

Ieri è stato presentato nella sala consiliare "Napolitano" del Municipio di Lamezia Terme,  il "Collegamento Multimodale Aeroporto di Lamezia Terme-Stazione di Lamezia Terme Centrale-Germaneto-Catanzaro Lido". L'investimento ammonta a oltre 300 milioni di euro: 150 per il collegamento dell'aeroporto con Catanzaro Lido e circa 150 milioni di euro per l'elettrificazione. "Si determinerà, quindi, una velocizzazione della mobilità, - ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio - ,sarà garantita maggiore sicurezza ed una riduzione dei tempi di percorrenza. Di fatto si creerà, anche qui, una metropolitana di superficie per lo spostamento del trasporto pubblico locale e per la mobilità interna dei cittadini. La stazione di Lamezia sarà direttamente collegata con l'aeroporto. E' un progetto importante che riconosce a Lamezia il ruolo centrale che essa deve avere all'interno della nostra regione. Oggi si chiude, quindi, una complessa fase di preparazione iniziata con la stipula di un protocollo d'intesa a febbraio 2016 tra il sottoscritto e l'amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi). A seguito di quell' accordo, nel novembre 2017 RFI ha predisposto, in condivisione con la Regione Calabria, uno studio di fattibilità dell'intervento il cui obiettivo era il potenziamento del servizio ferroviario e la riduzione dei tempi di percorrenza che, attualmente, sono di 43 minuti per il collegamento ferroviario Catanzaro Lido-Lamezia Terme C.le e di 5 minuti (ogni 30 minuti) per il servizio navetta stradale di collegamento fra la stazione FS e l'aeroporto. Per ciò che concerne la linea ferroviaria Lamezia T. Centrale-Catanzaro Lido sono state analizzate da RFI tre alternative: velocizzazione con miglioramento della curvatura del tracciato esistente; modifica del tracciato esistente con realizzazione nuova tratta Feroleto- Lamezia Centrale; elettrificazione della tratta esistente. La migliore soluzione, è risultata quella che prevede il miglioramento della curvatura del tracciato esistente congiuntamente all'elettrificazione. Il tempo di percorrenza del collegamento ferroviario potrà essere ridotto di 14 minuti eliminando l'attesa di mezz'ora per un totale di 29 minuti Catanzaro Lido-Lamezia Terme Centrale. Anche per ciò che concerne il collegamento tra la stazione di Lamezia Terme Centrale e l'Aeroporto di Lamezia, sono state analizzate da RFI tre ipotesi: potenziamento del servizio stradale con bus navetta attualmente in esercizio; realizzazione di un collegamento ferroviario dalla stazione all'aeroporto che permetta servizi ferroviari di tipo diretto o a spola; realizzazione di un collegamento People Mover. La migliore soluzione è risultata la soluzione che prevede un People mover, immaginando di utilizzare bus elettrici che percorrano una corsia dedicata. Per il servizio di navetta con minibus elettrici di collegamento fra la stazione FS e l'aeroporto si avranno: una riduzione del tempo di percorrenza (4 minuti invece di 5 minuti con frequenza di 8 minuti invece di 30 minuti); maggiore sicurezza nel collegamento; maggiore confort per i passeggeri; accessibilità a diversi parcheggi con fermate adiacenti; rispetto dell'ambiente". "E' un'opera davvero importante -ha concluso Oliverio- che contribuirà notevolmente a cambiare il volto del sistema della mobilità dell'intera regione". 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mag 2018

REGIONE CALABRIA | Parte il progetto di elettrificazione della ferrovia Jonica

di mobilita

Nei giorni scorsi si è tenuto a Roma un incontro tra il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio e l'Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (RFI), Maurizio Gentile, sul tema dei lavori di ammodernamento della linea ferroviaria ionica. Nel corso dell'incontro il presidente Oliverio ha sottolineato la necessità di definire un cronoprogramma per il progetto di elettrificazione delle linee tra Sibari e Catanzaro Lido e tra Catanzaro Lido e Lamezia Terme, sulle quali, come è noto, sono state già allocate le risorse necessarie per l'esecuzione dei lavori. L'interruzione programmata nell'estate 2018 per dare continuità ai lavori di potenziamento della linea jonica, oggetto del Protocollo d'Intesa siglato nel maggio 2017 tra Regione Calabria, MIT e RFI, prevedeva l'interruzione della tratta Metaponto-Sibari. A seguito della richiesta del presidente Oliviero di avviare da subito i lavori per l'elettrificazione della tratta Sibari-Catanzaro Lido, con l'obiettivo di completare l'intervento in tempi rapidi, è stato condiviso di estendere l'interruzione estiva, programmata dal 10 giugno al 10 settembre 2018, anche alla tratta Sibari-Rossano. In tale periodo sarà realizzata la prima fase del programma di elettrificazione (realizzazione dei plinti e posa in opera dei pali per la trazione elettrica) nel tratto tra Sibari e Rossano. La sospensione della circolazione consentirà anche la sostituzione dei binari, proseguendo così con il programma di ammodernamento dell'armamento ferroviario, avviato nell'estate 2017 tra Catanzaro Lido e Rossano. Nella tratta Sibari-Rossano i plinti e i pali per la trazione elettrica saranno dunque realizzati entro il mese di settembre 2018. Nel tratto successivo, tra Rossano e Catanzaro Lido, analoghi lavori di predisposizione all'elettrificazione della linea saranno eseguiti in periodo notturno (in modo da non causare interruzioni al servizio ferroviario) con l'obiettivo di realizzare il 50% delle opere entro il dicembre 2018 e il relativo completamento fino a Catanzaro Lido entro l'estate del 2019. Il presidente Oliverio osserva che: "l'avvio della prima fase del programma di elettrificazione ha un significato che va ben al di là del pur rilevante aspetto tecnico. Rappresenta un'occasione di rinascita per l'infrastruttura. Secondo il piano fissato nel protocollo di intesa del 2017 fra MIT, Regione e RFI, la linea ionica sarà più moderna (nuovi binari, nuovi sviluppi tecnologici), sarà più performante grazie alla rimozione di passaggi a livello, sarà dotata di stazioni più decorose e, ora, con l'elettrificazione potranno essere elevate le performance degli standard di servizio". "Siamo impegnati a concordare con RFI", prosegue il presidente Oliverio, "un cronoprogramma che per l'anno 2019, in concomitanza della programmata chiusura estiva della tratta Catanzaro Lido-Roccella Jonica, assicuri, oltre ai lavori di ammodernamento dell'infrastruttura (sostituzione dell'armamento, adeguamento tecnologico, interventi sulle stazioni ferroviarie, eliminazione dei passaggi a livello), anche nella tratta fino a Melito Porto Salvo l'avvio delle operazioni di elettrificazione, per consegnare a tutta la Calabria una infrastruttura moderna ed efficiente, sulla quale potranno circolare anche i nuovi treni che saranno acquistati con risorse della Regione Calabria". Durante il periodo di chiusura estiva della tratta tra Rossano e Metaponto, Trenitalia ha previsto un servizio sostitutivo con bus il cui programma sarà consultabile a breve sui propri sistemi informativi.

Leggi tutto    Commenti 0