Articolo
12 nov 2018

MILANO | Lavori in piazza Missori e via Mazzini su asfalto e binari del tram

di mobilita

Nella notte tra lunedì 12 e martedì 13 novembre si svolgeranno in piazza Missori interventi per sistemare l’asfalto ammalorato e riparare uno scambio tranviario in via Mazzini. Sono lavori attesi da tempo e segnalati anche dal Municipio 1.  Nei giorni scorsi i tecnici del Comune di Milano e di Atm, insieme a Polizia locale, hanno definito gli interventi necessari e programmato la loro esecuzione per oggi, lunedì 12 novembre, dalle ore 21 fino alle ore 4 di domani mattina.Data la tipologia degli interventi e la necessità di sospendere per una sola notte l’esercizio di sei linee di trasporto pubblico, si è deciso di adottare alcuni provvedimenti viabilistici: per i veicoli provenienti da corso Italia in direzione piazza Missori, obbligo di svolta a destra in via Maddalena; per i veicoli che da piazza Missori sono diretti in via Mazzini, obbligo a svoltare in via Gonzaga sul percorso alternativo Gonzaga-Diaz-Giardino; per i veicoli provenienti da via Mazzini in direzione corso di porta Romana, obbligo di proseguire diritto sul percorso alternativo Italia-Maddalena; per i veicoli provenienti da via Mazzini in direzione via Albricci, la svolta a sinistra potrà avvenire al centro di piazza Missori.Sul sito di ATM è possibile avere maggiori informazioni sulle linee di trasporto pubblico deviate e sui percorsi alternativi.Pattuglie della Polizia locale saranno presenti sul posto durante l’intera esecuzione degli interventi. Nella planimetria sottostante, in rosso le cantierizzazioni e i presbarramenti e in verde i percorsi consentiti/alternativi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

ROMA | Tornano le domeniche ecologiche

di mobilita

Prevenire e contenere l’inquinamento atmosferico, contribuire a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e ad un uso responsabile delle fonti energetiche sono alcuni degli obiettivi delle Domeniche ecologiche, che tornano nella Capitale a partire dal 18 novembre. La Giunta capitolina ha dato il via libera all’iniziativa che prevede il divieto totale della circolazione ai veicoli dotati di motore endotermico, nella ZTL "Fascia Verde" del PGTU (il Piano generale del traffico urbano), nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. La limitazione comprende anche gli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) Euro 6. Le domeniche ecologiche sono state programmate secondo il seguente calendario:  18 novembre 2018, 2 dicembre 2018, 13 gennaio 2019, 10 febbraio 2019, 24 marzo 2019. Le date e gli orari possono essere modificati, qualora si verifichino eventi, ad oggi non previsti e non prevedibili, che, da valutazioni effettuate dagli organi di governo competenti, siano ritenuti non compatibili e di interesse pubblico prevalente. L'Assessorato alla Città in Movimento e i relativi uffici dipartimentali provvedono al potenziamento del trasporto pubblico locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La Polizia Locale di Roma Capitale vigila per garantire il rispetto del provvedimento. “Le domeniche ecologiche rappresentano occasioni importanti - dichiara l'assessora alla Città in movimento Linda Meleo - per promuovere la mobilità sostenibile e sensibilizzare i cittadini al tema del rapporto tra inquinamento e trasporti. Con il piano per la mobilità elettrica stiamo mettendo in atto un’azione incisiva per la riduzione delle emissioni inquinanti. Come ogni anno, in occasione del blocco del traffico è previsto il potenziamento del trasporto pubblico locale, con un incremento delle corse di bus, tram e taxi”. L'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale promuove il coinvolgimento dei Municipi affinché realizzino iniziative volte a sensibilizzare la popolazione sul tema della qualità dell'aria e dei suoi effetti sulla salute e sull'ambiente, con particolare riferimento alla mobilità sostenibile e all'utilizzo più responsabile delle fonti energetiche. "La sfida dei cambiamenti climatici - spiega Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale - è una delle sfide principali che dobbiamo affrontare, soprattutto nelle grandi città come Roma. Questa iniziativa rientra tra tutte le azioni volute dall'Amministrazione per garantire una migliore qualità dell’aria. Su questi temi occorre un approccio rigoroso e scientifico e iniziative concrete a favore del benessere e della salute".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

FIRENZE | Completata la riqualificazione di Parco Anconella

di mobilita

L’Anconella torna a nuova vita, dopo tre anni dall’ondata devastante di maltempo che nell’agosto del 2015 distrusse il parco e causò la caduta di 150 alberi. Adesso i lavori di riqualificazione sono terminati e lo spazio verde è di nuovo nella piena disponibilità della comunità fiorentina. Ma vediamo nel dettaglio gli interventi di ripristino: rifatti i percorsi pedonali, il pontile e il ponticello di accesso alla vasca, manotenuta l’area dell’anfiteatro e le sedute, installati nuovi giochi, riaperta l’area cani, riparati la casetta degli scout, i locali dei servizi igienici, del bar, così come gli impianti sportivi e gli impianti elettrici. In ultimo, ma non ultimo, ricostituito il patrimonio arboreo con la piantumazione di 180 alberi

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 nov 2018

FIRENZE | Adottata la variante di Viale Belfiore

di mobilita

Adottata dalla giunta di Palazzo Vecchio la variante relativa al piano di recupero dell’area ex Fiat che chiude il ‘buco’ di viale Belfiore, dopo l’interruzione dei lavori avviati nel 2006 per le difficoltà della proprietà originaria. Il progetto prevede tre edifici con un grande ‘boulevard’ pedonale, una piazza verde e un tetto-giardino aperti al pubblico, oltre a  nuovi marciapiedi, illuminazione, pista ciclabile e una terza corsia lungo via Benedetto Marcello. L’edificio destinato ad albergo, affacciato su viale Belfiore in angolo con via Benedetto Marcello, è articolato in due immobili divisi da un grande passaggio pedonale a uso pubblico e comunicanti attraverso un tetto-giardino in parte adibito anch’esso a uso pubblico. Per far sì che la struttura risulti il più possibile in continuità con gli edifici circostanti, il fronte su viale Belfiore si presenta suddiviso in quattro corpi di fabbrica, intervallati da giardini pensili. L’attacco a terra è caratterizzato da un’ampia gradinata che lambisce lo spazio di uso pubblico, coperto e porticato, che corre lungo viale Belfiore. Il progetto ‘dialoga’ architettonicamente con l’edificio storico della palazzina Mazzoni, collocato nel lato opposto tra viale Belfiore e viale Redi. Il grande passaggio pedonale a uso pubblico unisce/separa i due edifici, attraversa l’isolato e prosegue nello spazio verde, sempre di uso pubblico, posto davanti al terzo edificio, creando così una diretta comunicazione tra il viale Belfiore e via Benedetto Marcello. All’interno del passaggio pedonale si trova una scala centrale con struttura leggera e trasparente, che conduce allo spazio in copertura, destinato per la maggior parte della sua superficie a uso pubblico. La variante al Piano di recupero prevede infine, secondo le modalità che saranno specificate nella convenzione da sottoscrivere, la realizzazione delle opere di urbanizzazione funzionali all’intervento di trasformazione urbanistica con opere interne ed esterne al perimetro (marciapiedi, pista ciclabile, terza corsia lungo via Benedetto Marcello, pubblica illuminazione, sottoservizi e organizzazione della raccolta rifiuti). Per quanto riguarda la tempistica dei lavori la proprietà del ‘The Student Hotel’ ha annunciato l’imminente avvio  della messa in sicurezza del sito e nella prima metà del prossimo anno la realizzazione della struttura interrata. Non appena questi lavori e l'iter autorizzativo saranno completati si potrà dare il via alla costruzione vera e proprio del complesso alberghiero.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

MILANO | Sabato 17 novembre sarà inaugurato il nuovo viale d’ingresso al parco di Villa Litta

di mobilita

Sarà inaugurato sabato 17 novembre il nuovo viale d’ingresso al parco di Villa Litta, oggetto, negli ultimi 4 mesi, di un importante intervento di riqualificazione.  I lavori hanno riguardato in particolar modo il rifacimento della pavimentazione, realizzata con pietra di luserna e lastre di granito dall’ingresso del parco fino alla piazzola che ospita la fontana.  L’originale pavimentazione in calcestre infatti si era ammalorata a causa del notevole afflusso di mezzi diretti ai servizi della Villa e alla manutenzione del parco. Si è inoltre intervenuto sui sottoservizi, con la realizzazione di un nuovo sistema fognario. Sono stati sostituiti anche la condotta dell’acqua potabile che serve le fontanelle del parco e i cavidotti contenenti i sottoservizi elettrici e telefonici a servizio della biblioteca. A completamento dell'intervento sono state realizzate delle aiuole dove nei prossimi giorni verranno posati arbusti serviti da un impianto di irrigazione a goccia dedicato. L’intervento, realizzato su una pavimentazione di circa 1.100 mq, è costato circa 230mila euro, cofinanziati da Comune e Municipio 9.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

FIRENZE | Iniziati lavori di riqualificazione di via Maragliano

di mobilita

Sono partiti i lavori di riqualificazione di via Maragliano che riguardano l’asfaltatura della carreggiata e il ripristino di tratti di marciapiede. Previsto anche l’intervento nell’area di intersezione tra via Maragliano-viale Redi-Ponte San Donato in programma in orario notturno lunedì e martedì prossimo. Il fine lavori è previsto a fine mese. Inoltre, da inizio anno dopo l’entrata in esercizio della linea 2 e la modifica del Tpl su gomma si procederà al rifacimento della segnaletica e la riorganizzazione della sosta anche con il recupero di posto auto a seguito della revoca della corsia prefenziale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2018

VENEZIA | Tutte le disposizioni per il ponte votivo della Madonna della Salute

di mobilita

La Direzione comunale Servizi al cittadino e imprese, settore Traffico acqueo, mobilità e trasporti, ha emanato oggi l'ordinanza dirigenziale che regola le limitazioni alla navigazione in Canal Grande, la modifica dei servizi di trasporto pubblico e la sospensione delle occupazioni di spazi acquei durante le operazioni di allestimento e rimozione del ponte votivo in occasione della festività della Madonna della Salute. Limitazioni alla navigazione In particolare, per quanto riguarda le limitazioni alla navigazione, mercoledì 14 novembre (o giovedì 15, a seconda delle condizioni meteorologiche), dalle ore 7 alle ore 18, e comunque fino alla conclusione delle operazioni di allestimento del ponte votivo, la circolazione nel tratto di Canal Grande interessato dal montaggio sarà consentita a senso unico alternato nel suo tratto centrale. Le dimensioni consentite Dal 14 novembre, e comunque a partire dal termine delle opere di montaggio, fino alle ore 15 di giovedì 22 novembre, il transito sarà invece consentito attraverso il varco centrale del ponte votivo esclusivamente alle imbarcazioni con larghezza e altezza inferiori rispettivamente a 4,5 e 3,7 metri, con precedenza ai mezzi del servizio pubblico di linea. Nel tratto di Canal Grande compreso tra Bacino San Marco e Ponte dell’Accademia non potranno di conseguenza transitare imbarcazioni con dimensioni superiori. Le medesime modalità di navigazione si dovranno rispettare fino alla conclusione delle operazioni di smantellamento della struttura. Imbarcaderi e approdi sussidiari L'approdo Actv di Santa Maria del Giglio sarà sospeso dalle ore 8 di lunedì 12 novembre fino alle ore 17 di venerdì 30 novembre, mentre la fermata sussidiaria Actv "Salute" sarà invece operativa fino a venerdì 23 novembre. Occupazioni di spazio acqueo Per quanto riguarda le occupazioni di spazio acqueo, nel tratto interessato dai lavori di costruzione del Ponte votivo saranno temporaneamente sospese le occupazioni di spazio e/o specchio acqueo in uso al Traghetto gondole di Santa Maria del Giglio e ai privati. L'interdizione scatterà dalle ore 8 di venerdì 9 novembre e durerà fino alle ore 18 di venerdì 7 dicembre, o comunque fino a fine lavori. Le gondole rimosse saranno autorizzate a occupare, nel periodo di tempo interessato, spazi acquei alternativi in Canal Grande in corrispondenza della Fondazione Guggenheim-Palazzo Venier dei Leoni.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 nov 2018

Arriva la sorveglianza 5G per le stazioni ferroviarie

di mobilita

In occasione dell’evento “Vodafone 5G Experience Day” dedicato a partner, start up e imprese coinvolte nella sperimentazione 5G a Milano, Vodafone ha presentato una soluzione innovativa di video sorveglianza con video analisi per le stazioni ferroviarie su tecnologia 5G, sviluppata con IBM e Ferrovie dello Stato Italiane in sperimentazione presso la Stazione Centrale di Milano. La soluzione consiste in un sistema di videocamere ad altissima risoluzione collegate tramite rete 5G a un sistema di elaborazione e video analisi delle immagini gestito sull’architettura di Multi-Access Edge Computing (MEC) della rete Vodafone. Il sistema di video analisi consente di identificare in maniera automatica una serie di situazioni anomale o di pericolo mentre l’acquisizione dei video e l’applicazione degli algoritmi di analisi intelligente su piattaforma 5G fornisce allarmi in tempo reale, consentendo di reagire in maniera tempestiva. L’operatore della centrale di controllo della stazione ferroviaria viene allertato in tempo reale nel caso di intrusioni in aree non consentite, rimozione e danneggiamento di oggetti, assembramenti anomali e può visualizzare i particolari tramite video e immagini, nel pieno rispetto delle norme relative alla privacy, per decidere prontamente la modalità di intervento più appropriata. “L’introduzione del 5G consente di dislocare le telecamere all’interno della stazione ferroviaria con la massima flessibilità, senza dover eseguire cablaggi di rete" – afferma Sabrina Baggioni, Direttore Programma 5G di Vodafone Italia. "Questo consente di ridurre drasticamente i tempi e i costi di implementazione degli impianti senza rinunciare alla qualità delle immagini acquisite, che grazie al 5G possono essere trasmesse ad altissima risoluzione. Inoltre, la collocazione e gestione dei sistemi di video analisi nell’infrastruttura di edge cloud all’interno della rete Vodafone fornisce le informazioni in tempo reale e garantisce la massima sicurezza ed affidabilità”. “Le infrastrutture ferroviarie sono presenti in tutto il territorio nazionale, per questo motivo abbiamo partecipato con grande interesse, insieme a Vodafone Italia e IBM, alla sperimentazione della tecnologia 5G nella Stazione Centrale di Milano” – ha dichiarato Alessandro La Rocca, Direttore Innovazione e Sistemi informativi di FS Italiane. “Il lavoro fatto ci permetterà di allargare il campo d’azione e di sviluppo di questa nuova tecnologia non solo all’ambito della security, ma anche al più ampio scenario dell’Internet of Things. Continueremo quindi a sostenere con interesse le iniziative di sviluppo della tecnologia 5G”. Vodafone è capofila della sperimentazione 5G a Milano e area metropolitana, con l'obiettivo di coprire l’80% della popolazione entro dicembre 2018 per trasformarla nella capitale europea del 5G.  Sta lavorando con 38 partner industriali e istituzionali per realizzare 41 progetti negli ambiti sanità e benessere, sicurezza e sorveglianza, smart energy e smart city, mobilità e trasporti, manifattura e industria 4.0, education e entertainment, digital divide.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 nov 2018

GENOVA | A breve riapertura al traffico veicolare di corso Perrone

di mobilita

A breve corso Perrone potrà essere riaperta al traffico veicolare e potranno anche riprendere le attività produttive delle aziende in zona rossa (lato ponente). Oggi è infatti arrivato il via libera da parte della Commissione tecnica, dopo la definizione delle soglie di attenzione del sistema di monitoraggio, sulle pile sovrastanti la strada, del troncone di ponente di Ponte Morandi. Per la riapertura saranno necessari alcuni lavori per garantire la sicurezza: un impianto semaforico collegato al sistema di monitoraggio a sensori (come per via 30 giugno) e la creazione di una mantovana a protezione della strada da eventuali cadute di materiali dal viadotto. Contestualmente, anche le aziende della zona rossa dovranno applicare delle regole sulla sicurezza e prevedere piani efficaci per eventuali evacuazioni. La riapertura di questa strada permetterà anche di riattivare i collegamenti dei mezzi pubblici tra i quartieri a nord di ponte Morandi e l’area di Campi, permettendo così ai dipendenti della zona tempi più celeri per gli spostamenti da e per il posto di lavoro

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 nov 2018

CAGLIARI | Chiusi parchi, cimiteri e siti dei Beni Culturali per le forti piogge

di mobilita

La pioggia intensa e i temporali che stanno interessando la città di Cagliari hanno portato alla chiusura di cimiteri, parchi, musei e tutti i siti dei Beni Culturali cittadini. Fa eccezione il Parco della Musica all’interno del quale non ci sono situazioni di pericolo. La chiusura dello stesso causerebbe disagi a chi lo attraversa e a chi utilizza il relativo parcheggio. La riapertura di tutti i luoghi pubblici verrà comunicata non appena cesseranno le condizioni di pericolo.

Leggi tutto    Commenti 0