Articolo
28 feb 2019

ROMA | Iniziati i lavori di pedonalizzazione di piazza Perin del Vaga

di mobilita

Sono iniziati infatti i lavori per pedonalizzare piazza Perin del Vaga, nel quartiere Flaminio e presto diventerà un “salotto urbano” a disposizione di residenti e turisti. La parte centrale sarà rialzata a livello dei marciapiedi e interamente lastricata. Il progetto prevede anche interventi di riqualificazione: attraversamenti pedonali più sicuri, l’installazione di una rastrelliera per le biciclette, nuovi scivoli per le persone con disabilità e percorsi per ipovedenti.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 feb 2019

MILANO | Riqualificazione di corso Sempione: più verde e più spazio per bici e pedoni

di mobilita

Presentato in un incontro presso il Municipio 8 dall'assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli il progetto di riqualificazione di Corso Sempione. I lavori, che inizieranno nel 2020, rinnoveranno completamente uno degli assi principali di accesso alla città. Più verde e corsie dedicate alla ciclabilità e ai pedoni, più sicurezza agli incroci, eliminazione del degrado e della sosta selvaggia ma anche più spazi regolari per i residenti: Corso Sempione passerà da essere un vialone urbano a quattro corsie per senso di marcia a viale alberato con - per ogni direzione - un controviale, due parterre verdi alberati con all'interno una corsia da due metri di larghezza per ciascuno riservata alle le biciclette e ai pedoni e due corsie per senso di marcia per i veicoli, riequilibrando in questo modo completamente gli spazi. Saranno riordinate le aree libere e verdi, oggi spesso utilizzate per la sosta selvaggia. La riqualificazione consentirà di ridisegnare gli spazi della sosta regolare destinata soprattutto ai residenti, che passeranno da circa 700 a 966 posti. L'investimento è di quattro milioni di euro provenienti dai fondi europei Pon Metro e il progetto è già stato affidato a MM. "Un intervento importante - dichiara Marco Granelli - non solo per il peso dell'investimento ma soprattutto per l'impatto sul quartiere e su tutta la città. La strada oggi è completamente squilibrata a favore della mobilità a motore e presenta forti problemi di sosta selvaggia e degrado di tutta l'area verde benché si tratti di uno dei più begli accessi alla città, a carattere fortemente residenziale. Il progetto valorizza le caratteristiche del corso e disegna un nuovo asse ciclo pedonale in direzione centro-nord che collegherà l'Arco della Pace, piazza Firenze, Cascina Merlata e il distretto Mind". Il percorso ciclo pedonale di corso Sempione comprenderà anche la riqualificazione di piazza Firenze, la moderazione di velocità (Zona 30) dei controviali di viale Certosa e il collegamento con il piazzale del Cimitero Maggiore sempre con interventi di moderazione della velocità. Questa ciclabile sarà collegata attraverso la Zona 30 di via Domodossola alle ciclabili di City Life. Il progetto disegnato dal Comune e da MM ha raccolto le osservazioni del Municipio 8 e dei comitati di quartiere che da tempo chiedevano questo intervento.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 feb 2019

Air France passa all’elettrico per i veicoli in pista con CarWatt

di mobilita

Air France sta cercando di migliorare continuamente l'esperienza del cliente riducendo al contempo l'impatto ambientale e migliorando le sue procedure, in particolare attraverso l'innovazione. Come parte del suo impegno e in linea con l'annuncio del governo del suo sostegno al settore delle batterie elettriche, Air France sta gradualmente iniziando a sostituire i motori diesel nei veicoli a nastro utilizzati per caricare e scaricare i bagagli sugli aerei sostituendoli con motori elettrici. Per sviluppare questo progetto collaborativo, Air France ha scelto di collaborare con CarWatt, una start-up francese che recupera le batterie agli ioni di litio usate dai singoli veicoli elettrici e le ricicla per dargli una nuova vita. Il primo prototipo operativo è appena entrato in servizio all'aeroporto di Parigi-Charles de Gaulle e si sta valutando la conversione di 10 ulteriori veicoli da diesel a elettrici. Ecco i vantaggi di questa conversione: sostenere la transizione energia riducendo le emissioni di CO2 di 3 tonnellate all'anno, limitando emissioni di particelle fini e riducendo i livelli di rumore in aeroporto, migliorare le prestazioni operative , migliorando la sicurezza in fase di avvicinamento dell'aeromobile, garantire un miglior rendimento economico per ridurre obsolescenza pianificata estendendo la vita di questi veicoli e limitando i costi di manutenzione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 feb 2019

ROMA | Ecco come sarà piazza Flavio Biondo dopo il progetto di riqualificazione

di mobilita

Un completo restyling per il piazzale di fronte alla stazione Trastevere. Piazza Flavio Biondo cambierà completamente aspetto grazie ad un intervento radicale per renderla uno spazio funzionale e moderno. Nel piazzale sarà realizzata un'area ordinata e funzionale pensata per i pedoni e gli utenti del trasporto pubblico con nuove banchine bus, tram e aree verdi. Previste inoltre aree dedicate alla sosta dei ciclomotori, alla ricarica dei veicoli elettrici e al car sharing. Una trasformazione che darà un valore aggiunto a tutta la zona e alla stazione stessa. Previsti inoltre una riorganizzazione dei parcheggi taxi, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il potenziamento dell’illuminazione. E ancora un ampio passaggio pedonale che porterà, in totale sicurezza, alle banchine del trasporto pubblico e all’interno della stazione ferroviaria. Il marciapiede della piazza verso Circonvallazione Gianicolense sarà allargato mentre sul lato opposto ci sarà anche spazio per un parcheggio riservato alle biciclette. Un progetto di riqualificazione importante per favorire gli spostamenti sui mezzi pubblici e rendere più vivibile tutto il quartiere.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2019

ROMA | Completate altre quattro nuove banchine per scendere e salire dal bus in tutta sicurezza

di mobilita

Buone notizie per chi utilizza ogni giorno i mezzi pubblici. Sono state infatti completate su via Tuscolana, tre in direzione Cinecittà e una in direzione centro, altre quattro nuove banchine per scendere e salire dal bus in tutta sicurezza, dotate di elementi di protezione parapedonali, scivoli per persone con disabilità e percorsi per ipovedenti. Lavori resi possibili dal cantiere della ciclabile Tuscolana che collegherà cinque fermate della metro A, ricucendo parti strategiche della zona con l’obiettivo di promuovere la ciclabilità e allo stesso tempo tutelare gli utenti del trasporto pubblico, attraverso opere di riqualificazione che restituiscono spazi ai cittadini. Ti potrebbero interessare: ROMA | Proseguono i lavori per la realizzazione della pista ciclabile su via Tuscolana

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2019

MILANO | Da lunedì 25 febbraio attiva la ZTL anti inquinamento

di mobilita

 Da lunedì 25 febbraio sarà attiva Area B che vieta l'ingresso ai veicoli benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e alle moto a due tempi Euro 0, 1 dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle ore 19:30, esclusi i festivi. Milano cambia aria e accende la ZTL più grande d’Italia che delinea, all’interno del perimetro urbano, circa il 72% dell’intero territorio comunale, un’area a basse emissioni inquinanti. Si tratta del primo provvedimento di queste dimensioni in Europa: regole certe, progressive e graduali per abbattere le polveri inquinanti e migliorare la qualità urbana a Milano. Dopo quello del 25 febbraio il secondo step di Area B sarà il 1° ottobre 2019 con lo stop ai diesel Euro 4, già vietati dal 2017 in Area C. Seguiranno gli altri divieti progressivi per classi di veicoli immatricolati persona e merci a step successivi fino al 2030, quando a Milano saranno vietati tutti i veicoli diesel. Sono 187 i varchi, tutte le strade di ingresso in città, 15 dei quali già dotati di telecamere collegate a un sistema informatico sviluppato che consente anche di registrarsi e verificare se la propria auto può entrare in Area B, tenere il conto degli accessi ancora possibili del pacchetto di 50 a disposizione di ogni automobilista e svolgere tutte le pratiche relative alla ztl. Per informazioni è anche aperto al pubblico un infopoint dedicato nel mezzanino della stazione Duomo della linea rossa della metropolitana. Gli orari di apertura del servizio sono dalle 8:30 alle 15:30 dal lunedì al venerdì con 16 sportelli a disposizione per qualsiasi informazione relativa al provvedimento. Tutte le pratiche possono sempre essere fatte on line attraverso le pagine web del Comune e di Atm. Area B copre un’area di quasi 1.400.000 abitanti, ovvero il 97,6% della popolazione residente a Milano, ma interessa tutti coloro che ogni giorno entrano in città a bordo di un veicolo a motore, vietando in modo graduale e progressivo quelli più inquinanti per migliorare la qualità dell'aria in città. A partire dall’introduzione di Area B, tra il 2019 e il 2026, le emissioni atmosferiche da traffico si ridurranno complessivamente di circa 25 tonnellate di PM10 allo scarico e di 900-1.500 tonnellate di ossidi di azoto: nel primo caso si tratterà di un’accelerazione immediata con già il 14% di emissioni in meno nel 2019 (-24% nel 2020 e -21% nel 2021); nel caso dell’ossido di azoto il calo maggiore si presenterà tra il 2023 e il 2026 con -11% ogni anno, ma già dal 2019 e gli anni successivi il NOx diminuirà del 5% ogni anno. FACILITAZIONI Al fine di consentire a tutti di adeguarsi alle nuove regole e senza penalizzare l’uso occasionale dell’auto vi saranno alcune facilitazioni per particolari tipologie di veicolo, anche a seconda dell’utilizzo. In particolare nei primi dodici mesi di attuazione del provvedimento tutti avranno cinquanta giorni di libera circolazione anche non consecutivi. Al primo accesso l’automobilista riceverà via posta un alert che spiega il funzionamento del provvedimento invitandolo a mettersi in regola ma anche ad iscriversi al portale per controllare e gestire gli accessi disponibili. Dal secondo anno di entrata in vigore di Area B i residenti a Milano e le imprese della città avranno 25 giorni all’anno di libera circolazione anche non consecutivi, previa registrazione al sistema on line, tutti gli altri cinque giorni. Solo all’esaurimento dei giorni di libera circolazione scatterà la sanzione. INCENTIVI In totale, tra il 2017 e il 2019, il Comune di Milano mette a disposizione 32 milioni di euro per aiutare i milanesi a combattere l’inquinamento, cambiando i vecchi veicoli inquinanti, scegliere modalità di mobilità più sostenibili e migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Nello specifico, sono 8 i milioni dedicati alla mobilità e 24 quelli per l’efficientamento energetico. Per i veicoli immatricolati persone e merci, taxi e ncc sono e saranno attivati quattro bandi per un totale di circa 7 milioni di euro di contributi per la rottamazione di diesel euro 0, 1, 2, 3, 4 immatricolati merci e loro sostituzione con veicoli meno inquinanti, e per quelli immatricolati persona anche per acquisto di scooter, biciclette a pedalata assistita e/o pieghevoli, cargo bike e abbonamenti annuali Atm. Il Comune ha invece concluso i bandi sull’acquisto dei FAP, con i quali in questi due anni ha dato 1.370.800 euro di contributi per 474 veicoli merci. Questi contributi, destinati a migliorare la qualità dei veicoli circolanti, si aggiungono ai 25 milioni di euro che il Comune ha già messo a disposizione dei privati per il rinnovo delle caldaie e dei sistemi di coibentazione degli edifici residenziali. In totale un ingente investimento di 32 milioni di euro. PER INFORMARSI Per conoscere nei dettagli la disciplina di Area B e informarsi sui calendari dei divieti, si può consultare www.comune.milano.it/areab dove sono presenti informazione utili, atti e normativa di riferimento. Anche da qui sarà possibile accedere al portale  https://areab.atm.it  (consigliato l’utilizzo del browser Chrome) dove è possibile, previa registrazione, verificare e controllare gli accessi effettuati e richiedere la deroga: consente quindi di gestire le targhe dei propri veicoli attraverso una registrazione di campi obbligatori. Inoltre l'infopoint dedicato nel mezzanino della stazione Duomo della linea rossa della metropolitana aperto dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 feb 2019

BOLOGNA | In corso sostituzione dei punti luce in altre 240 strade

di mobilita

Bologna continua a brillare di nuova luce e diventa ancora più efficiente, pulita, intelligente, sicura: nel 2019 si completeranno i lavori di rinnovo della pubblica illuminazione previsti dal contratto con Enel Sole, con la sostituzione degli ultimi 5.050 punti luce e 120 chilometri di cavi in 14 zone della città. Saranno dunque ancora di più le strade illuminate meglio, nel segno del risparmio energetico ma anche della tutela della sicurezza dei cittadini. Gli interventi sono sviluppati all’interno del contratto di fornitura dell’energia e gestione della pubblica illuminazione che il Comune di Bologna, per 9 anni a partire dal 2013, ha con Enel Sole. Il contratto prevede oltre 25,7 milioni di euro di investimenti del gestore per la riqualificazione energetica e l’adeguamento normativo e tecnologico dell’intera rete, a cui si sommano oltre 7,6 milioni di euro di investimenti diretti del Comune di Bologna. I lavori eseguiti nel 2018 La riqualificazione consiste nel passaggio dalla rete in serie a quella in derivazione con la sostituzione di 1.000 chilometri di cavi e 60 vecchie cabine elettriche con 300 nuovi quadri smart che permettono il controllo punto per punto di ogni singolo corpo illuminante: accensione, spegnimento, regolazione e verifica del corretto funzionamento. A ciò si aggiunge il ricambio completo di tutte le lanterne dei 5.100 semafori presenti in città e dei circa 33.000 corpi illuminanti (su un totale di circa 45.000), con lampade a tecnologia led. Questi interventi consentiranno un risparmio finale di circa 10 milioni di kWh ogni anno e una riduzione di emissioni in atmosfera di 8.000 tonnellate CO2 l’anno. Sono oltre 240 strade dove stanno arrivando i nuovi punti luce. Queste sono le principali: Quartiere Borgo Panigale-Reno Cabina Bertocchi – principali vie: Battindarno, Bertocchi, Giotto Cabina Ducati – principali vie: Cavalieri Ducati, Alcide De Gasperi, Boiardo Cabina Borgo Panigale – principali vie: Persicetana, Del Carroccio, Martin Luther King Cabina Vivaio – principali vie: Tassoni, Marco Emilio Lepido. Quartiere Navile Cabina Lazzaretto – principali vie: Bertitalia, Zanardi, Terracini, Agucchi Quartiere Porto-Saragozza Cabina Dall'Olio – principali vie: Certosa, Emilia Ponente, Pasubio, Sabotino, Saffi Quartiere San Donato-San Vitale Cabina Michelino – principali vie: Viale Europa, Michelino, Ondina Valla Cabina Menarini – principali vie: Calamosco, Cadriano, Viadagola Cabina Savena – principali vie: Giovanni II Bentivoglio, Marescotti Cabina Guelfa – principali vie: Vighi, degli Stradelli Guelfi, Canova Quartiere Savena Cabina Tambroni – principali vie: Borghi Mamo, Marchetti, Murri Cabina Giovanni XXIII – principali vie: Roma, Cavina, Genova, Firenze Quartiere Santo Stefano Cabina San Mamolo – principali vie: Bellombra, Codivilla, San Mamolo Cabina Marconi – principali vie: Alberti, Mezzofanti, Oriani, Tambroni

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 feb 2019

NAPOLI | Domani previsto vento forte in città: chiuse scuole parchi e cimiteri

di mobilita

L’Amministrazione comunale di Napoli ha emanato un’ordinanza con la quale ha disposto per la giornata di sabato 23 febbraio la chiusura di tutte le scuole cittadine pubbliche e private, compresi gli asili nido, di ogni ordine e grado, dei parchi e dei cimiteri centrali e periferici cittadini. La decisione di Palazzo San Giacomo è maturata dopo che la Protezione civile della Regione Campania ha emanato un “avviso di criticità meteo “ nel quale sono previsti tra l’altro “venti forti o localmente molto forti nord-orientali, con possibili raffiche “ oltre che a “precipitazioni locali, prevalentemente nevose oltre i 200 metri e localmente anche a quote inferiori, con apporto al suolo da debole a localmente moderato. Mare agitato al largo e lungo le coste esposte, con possibili mareggiate. Gelate oltre i 200-300m, soprattutto sul settore interno della zona. “ Il Comitato operativo del Comune si è, come sempre, immediatamente attivato ed ha assunto una serie di decisioni anche sulla scorta dei rilievi tecnici sollevati dai responsabili comunali del verde pubblico e della protezione civile, tenendo ovviamente conto della fragilità di alcune zone del territorio cittadino a seguito dell’eccezionale evento atmosferico del 29 ottobre . Si ricorda che fino al 3 marzo sono aperte le stazioni metro di Museo e di Municipio per l'accoglienza dei senza fissa dimora, in vista del forte abbassamento delle temperature. In mancanza di ulteriore avviso, da domenica 24 febbraio tutte le attività saranno nuovamente ripristinate. L’Amministrazione comunale invita inoltre la cittadinanza a limitare la mobilità ai soli spostamenti strettamente necessari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 feb 2019

FIRENZE | Approvata mozione per un bando noleggio dei monopattini elettrici

di mobilita

E' stata approvata oggi nelle Commissioni ambiente e sviluppo economico la mozione per dare il via al bando per individuare un soggetto che garantisca il noleggio dei monopattini elettrici anche a Firenze. "All'amministrazione la richiesta di attivarsi immediatamente per la pubblicazione del bando e di individuare le regole per la sua gestione, anche se nella mozione abbiamo già dato alcune linee guida a partire dalla selezione delle aree ove questi mezzi potranno essere utilizzati, non pensiamo certo che possano circolare dove la pericolosità non lo consente, ma su piste ciclabili, parchi urbani e aree pedonali non troviamo alcun problema, se ben regolamentato. Attenzione abbiamo prestato all'utilizzo dei dati sugli spostamenti e sui fruitori che, a differenza di quanto succede per gli altri sharing, dovrebbero rimanere anonimi e comunque in possesso del Comune e non essere venduti, così come la ricarica delle batterie pensiamo debba essere preferibilmente da fonti rinnovabili, e che il Comune insieme al futuro gestore possa condurre campagne di sensibilizzazione sul corretto uso del mezzo in termini di sicurezza e di rispetto della cittadinanza e della città."affermano i Consiglieri del gruppo Firenze Riparte a Sinistra, Adriana Alberici, Tommaso Grassi e Donella Verdi, insieme all'ex Consigliere Giacomo Trombi che ha portato avanti la proposta negli scorsi mesi. "Una innovazione che aiuterebbe la Città di Firenze ad essere meno inquinata, a velocizzare e rendere agevoli gli spostamenti della cittadinanza, a partire da quella più giovane, e che se si pensa come ogni monopattino potrà essere un'auto in meno sulla strada, a rendere più bella e vivibile la nostra Firenze". 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2019

ROMA | Stop ai veicoli più inquinanti 21 e 22 febbraio

di mobilita

La Sindaca Virginia Raggi, con l'Ordinanza n. 21/2019 ha disposto, per le giornate del 21 e 22 febbraio 2019, la limitazione della circolazione ai veicoli più inquinanti. Per le giornate del 21 e 22 FEBBRAIO 2019, oltre ai divieti già previsti dalla D.C.S. n. 4/2015, il DIVIETO DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE PRIVATA, nella Z.T.L. “FASCIA VERDE” del P.G.T.U. (come in Allegato I, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento), dalle ore 7.30 alle ore 20.30, per le seguenti tipologie veicolari: - ciclomotori e motoveicoli “PRE-EURO 1” ed “EURO 1”, a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi (ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 97/24/CE - fase II e successive, oppure alla Direttiva 2002/51/CE – fase A e successive); - autoveicoli alimentati a benzina “EURO 2” (ovvero non conformi alla Direttiva 98/69/CE e successive, oppure alla Direttiva 1999/96/CE – Riga A e successive). dalle ore 7.30 alle ore 10.30 e dalle 16.30 alle ore 20.30 per: - autoveicoli diesel “EURO 3” (ovvero non conformi, a seconda della categoria di veicolo, alla Direttiva 98/69/CE – Fase B e successive oppure non conformi alla Direttiva 1999/96/CE – Riga B1 e successive). Dai suddetti divieti di circolazione veicolare sono derogate/esentate le seguenti categorie: 1. veicoli muniti del contrassegno per persone invalide previsto dal D.P.R. n. 503 del 24 luglio 1996; 2. veicoli adibiti a servizio di polizia e sicurezza, emergenza anche sociale ivi compreso il soccorso, anche stradale e il pronto intervento per acqua, luce, gas, telefono ed impianti per la regolazione del traffico e al trasporto salme; 3. veicoli adibiti al trasporto collettivo pubblico; 4. veicoli adibiti a servizi Piano Spostamenti Casa Lavoro (PSCL) attivati sulla base di appositi provvedimenti del Ministero dell’Ambiente e del Territorio e del Mare o dall’Amministrazione di Roma Capitale; 5. veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano; 6. veicoli adibiti al trasporto di partecipanti a cortei funebri; 7. veicoli con targa C.D., S.C.V. e C.V.; 8. veicoli adibiti al trasporto dei medici in servizio di emergenza, adeguatamente motivato, purché muniti di contrassegno dell’Ordine dei medici; 9. veicoli BI-FUEL (benzina / GPL o metano), anche trasformati, marcianti con alimentazione GPL o metano; 10. veicoli regolamentati ai sensi delle deliberazioni di Assemblea Capitolina n. 66/2014 e n. 55/2018. Si ordina anche che, sull’intero territorio comunale, gli IMPIANTI TERMICI destinati alla climatizzazione invernale degli ambienti vengano gestiti in modo che, durante il periodo di funzionamento giornaliero consentito (massimo 12 ore) non siano superati i seguenti valori massimi di temperatura dell’aria negli ambienti: A. 18°C  negli edifici classificati, in base all’art.3 del D.P.R. n. 412/93, nelle categorie E.1, E.2, E.4, E.5 ed E.6; B. 17°C  negli edifici classificati, in base all’art.3 del D.P.R. n. 412/93, nella categoria E.8. Tali disposizioni, quindi, non si applicano agli edifici rientranti nella categoria E.3 (ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili) ed E.7 (scuole e assimilabili). 

Leggi tutto    Commenti 0