Articolo
19 apr 2018

ROMA | Riapre il Roseto Comunale, oltre 1000 tipi di rose da tutto il mondo

di mobilita

Da sabato 21 aprile riapre al pubblico il Roseto comunale, lo splendido spazio ai piedi dell’Aventino. Un Natale di Roma speciale tra le oltre mille varietà di rose botaniche, antiche e moderne provenienti da tutto il mondo che potranno essere ammirate da cittadini e turisti. L’ingresso è libero e gratuito. Fino al 17 giugno, tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30, comprese le domeniche e i festivi, si potrà ammirare una delle più prestigiose collezioni botaniche di rose, che permette di ripercorrere la storia e l’evoluzione della rosa dall’antichità ai giorni nostri. Il Roseto ospiterà sabato 19 maggio - unico giorno di chiusura al pubblico – il “Premio Roma”, organizzato dall’assessorato alla Sostenibilità Ambientale, prestigioso concorso internazionale per nuove varietà di rose ottenute da ibridatori stranieri e italiani. Dal 20 maggio al 17 giugno anche l'area concorso verrà aperta al pubblico.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 apr 2018

MESSINA | Parte la riqualificazione della pavimentazione stradale, tutte le limitazioni al traffico

di mobilita

Nell’ambito dei lavori di riqualificazione della pavimentazione di alcune strade comunali ad elevato flusso veicolare e delle relative pertinenze, il dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità ha adottato provvedimenti viari che interesseranno la via Adda, il viale Principe Umberto e via del Vespro. Lunedì 16 e martedì 17, saranno quindi istituiti i divieti di sosta e di transito veicolare in via Adda, nel tratto a monte di via Carrai; i divieti di sosta, di transito veicolare nella semicarreggiata lato valle ed il senso unico alternato di circolazione, nel viale Principe Umberto in prossimità dell’intersezione con via Nicotra. Mercoledì 18, dalle ore 14 alle 17, i divieti di sosta e di transito veicolare interesseranno la via del Vespro, nel tratto compreso tra le vie La Farina e Natoli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 apr 2018

ROMA | Oggi E-Prix all’Eur, ecco tutte le modifiche alla viabilità

di mobilita

Oggi Roma ospita per la prima volta l’E-Prix, il Gran Premio della Formula Elettrica che darà vita a uno spettacolo automobilistico su un circuito sensazionale nel cuore dell’Eur. Il tracciato della competizione è di 2,8 km per 19 giri tra via Cristoforo Colombo e Palazzo dei Congressi. Da oltre sei mesi gli uffici e l’Amministrazione, in sinergia con gli organizzatori, sono al lavoro per la migliore pianificazione e gestione della corsa dei bolidi elettrici. Dettagli nella nostra notizia-evento. Sul sito ufficiale della manifestazione  tutto quel che c'è da sapere sulla competizione. In tema di modifiche alla viabilità per consentire lo svolgimento del Prix, l'informazione in tempo reale è sul sito di Roma Mobilità . Questi gli elementi principali: dalle 20.30 del 12 alle 5.30 del 16 aprile è in vigore il divieto di circolazione nell’area del circuito dell'E-Prix. Prevista dunque la chiusura di via Cristoforo Colombo, tra via Laurentina e viale dell’Oceano Atlantico. A ridosso della gara proseguono gli allestimenti con le conseguenti limitazioni alla sosta, al transito e con deviazioni dei bus nell'intera zona dell'Eur. "È stata condotta anche una vasta operazione di decoro con sgomberi e bonifiche lungo la Cristoforo Colombo, in prossimità delle aree interessate dal Gran Premio", afferma Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale. "Un’operazione congiunta, su input dell'Assessorato, condotta dal nucleo Pics della Polizia Locale, Ama e Servizio Giardini di Roma Capitale”. Il piano viabilità, messo a punto da Roma Mobilità, è concepito (afferma la stessa agenzia in una nota) "per regolare l'afflusso e il deflusso dal circuito e decongestionare la circolazione stradale durante l'allestimento e lo smontaggio delle strutture". Per elaborarlo, e per controllare sul momento i flussi di traffico, Roma Mobilità si avvale di sistemi Its (Intelligent Transport System), tra i quali il "Big Data" di Infoblu. Grazie ad essi l'agenzia conta di "ridurre al minimo i disagi per chi dovrà muoversi da o verso l'Eur". Dopo la gara è subito previsto il ripristino delle normali condizioni di traffico e di viabilità nell'intera zona. Gradualmente si riaprirà al traffico pubblico e privato, i parcheggi torneranno utilizzabili e i bus riprenderanno a viaggiare sui consueti percorsi. Domenica 15 aprile iniziano i lavori di disallestimento: tutte le strade del quartiere Eur tornano percorribili a piedi. La conclusione dei lavori con il completo ripristino e il ritorno alle normali condizioni di viabilità è prevista per il 22 aprile. Potenziato il trasporto pubblico (bus e metro B): “In vista della gara vogliamo ridurre al minimo i disagi e facilitare gli spostamenti dei cittadini nel quartiere e dei visitatori che dovranno raggiungere il circuito", dichiara l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo. "Obiettivo è incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico e limitare la circolazione delle auto. Lo schema di circolazione messo in campo è pensato per minimizzare gli impatti sulla viabilità". Nel dettaglio: Servizio bus. Previste corse aggiuntive sulle Linee 30-170-700-705-708-714-722-723-764-771-777-779-788-791 per venerdì 13 dalle ore 6.30 alle ore 10 e dalle ore 15.30 alle ore 19.30 e sabato 14 aprile dalle ore 10 alle ore 19. Metro. Programmata l'intensificazione della metro B per sabato 14 aprile con 48 corse aggiuntive e 6 treni in più rispetto all’ordinario. Roma-Lido. Potenziato il servizio con 24 corse aggiuntive tra Piramide e Acilia e viceversa, nelle fasce orarie 8.30-11.10 e 16.50-19.30. Anche la Protezione Civile di Roma Capitale è impegnata nell'evento, con circa quattocento unità per turno, lungo l’intero percorso di gara. I volontari agiscono sulle sei aree di coordinamento individuate nell’ambito del circuito, in particolare sui corridoi dei mezzi di soccorso, sulle aree verdi riservate al pubblico non pagante e nei pressi dei ponti pedonali. Personale della Protezione Civile è inoltre presente al centro di controllo dell’evento, allestito al Palazzo dei Congressi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 apr 2018

ROMA | Al via cantieri per pedonalizzazione completa di Largo Agnesi

di mobilita

È avvenuta la consegna delle aree e in settimana partiranno i lavori per la pedonalizzazione completa di Largo Gaetana Agnesi, il Belvedere sul Colosseo. Il primo intervento, come da programma, prevede la chiusura al traffico del tratto che affaccia su via dei Fori Imperiali, in corrispondenza dell'uscita della stazione metropolitana della linea B. Le operazioni dureranno circa una ventina di giorni. Il nuovo percorso sarà delimitato con protezioni studiate per impedire l’entrata dei veicoli, saranno istituiti limiti di velocità su vie limitrofe e verranno collocate delle fioriere che delimiteranno i confini dell’area pedonale. Ad oggi l'area prospicente il colosseo è destinata a parcheggio. “Oggi la terrazza sul Colosseo è ostaggio di auto e della sosta selvaggia. L'avvio dei cantieri significa che presto potremo restituire questo spazio ai romani e ai turisti. Un'operazione che punta a incrementare le aree pedonali, valorizzare il Centro Storico e a garantire maggiore vivibilità" ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi. "Per la riqualificazione dell'intera zona - spiega l’assessora capitolina alla Città in Movimento, Linda Meleo - stiamo per partire con una seconda fase, che porterà alla chiusura al traffico di tutta l'area, oltre Largo Agnesi, anche la via antistante l'istituto comprensivo di zona. Una pedonalizzazione ancora più 'radicale', che ci ha chiesto chi frequenta il plesso scolastico di fronte alla piazza e che condividiamo pienamente. Il prossimo passaggio sarà presentare un progetto di modifica della delibera di Giunta, avviare la Conferenza dei servizi e approvare il nuovo assetto".  “Nei prossimi giorni partirà, quindi, una fase di ascolto per spiegare il nostro piano - ha detto il presidente della Commissione capitolina Mobilità, Enrico Stefàno - e andare incontro alle esigenze di chi vive quei luoghi tutti i giorni. Una volta completati i lavori la piazza sarà protetta da fioriere. L'uscita e l'entrata delle auto da via degli Annibaldi avverrà attraverso il tratto di Largo Agnesi in prosecuzione di via Vittorino da Feltre. E lungo lo stesso tratto sarà realizzato un percorso per raggiungere l’accesso al ponte pedonale esistente sopra via degli Annibaldi verso San Pietro in Vincoli".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 apr 2018

CAGLIARI | Al via il posizionamento di 400 nuovi punti luce a led

di mobilita

Un anno di attività e 1.100.000 euro di risorse per il cantiere di riqualificazione degli impianti di illuminazione nella zona tra la via Scano e la piazza Repubblica. Saranno convertiti a LED 400 punti luce attualmente costituiti da vecchie lampade a vapori di sodio e a vapori di mercurio. Diverse le strade interessate dall'intervento. In via Scano, via dell'Abbazia, via Sanna Randaccio, via De Gioannis, via Palomba sarà rifatto l'intero impianto e saranno posizionati nuovi pali. In via dei Conversi (da largo Gennari alla rotatoria), via Loru, via Chironi, via Gianturco, via Fadda, via Carrara, via Taramelli, via Marini, via Lovisato, via Carboni Boi, piazza Falcone e Borsellino, via Tuveri e nei relativi vicoli saranno sostituite le lampade. Altri 80 pali saranno rimpiazzati dove necessario. Attiva da oggi l'ordinanza di divieto di sosta che dalla via Scano, in corrispondenza dell'incrocio con la via Gazano, determina un restringimento della carreggiata e una parziale occupazione del marciapiede indispensabile per portare avanti i lavori in sicurezza. Il cantiere procederà per sezioni ancora nel lato destro della via Scano in direzione largo Gennari, per poi riprendere sul lato opposto per il tempo necessario a ultimare le lavorazioni sulla stessa via. I nuovi pali saranno sistemati su entrambi i marciapiedi e, contemporaneamente, l'impresa inizierà a sostituire le lampade nelle altre vie, con un intervento meno impattante sulla viabilità. Obiettivo del progetto è assicurare la massima efficienza degli impianti con una luminosità migliore e capace di garantire la sicurezza di pedoni e automobilisti, la riduzione del consumo di CO2 e il risparmio dei costi energetici e di manutenzione. La riduzione della spesa annua per l'energia nella zona interessata dai lavori è pari, infatti, al 51%: si passerà dagli attuali 32.375 € annui (fatture 2015) a 16.600 €. Vi è poi l'ulteriore vantaggio economico derivante dalla minore manutenzione necessaria, con costi stimati in circa un decimo rispetto agli impianti tradizionali e un risparmio per le casse comunali tra il 50% e l'80%. Gli impianti a LED infatti hanno una vita di circa 12 anni, mentre una lampada al sodio di circa 4: il risparmio quantificato per la sostituzione delle lampade è quindi di 48.000 € in totale. Questo progetto si inserisce a pieno nelle misure per la riduzione delle emissioni di CO2 previste dal PAES con una diminuzione del consumo annuo di tonnellate di petrolio (TEP) pari al 51%: dalle attuali 42, 23 TEP a 22, 68 TEP. Accanto alla maggior efficienza, il LED garantisce inoltre un'illuminazione più efficace e sicura perché rende i veicoli più visibili anche in caso di fumo e nebbia; gli studi sulla visibilità hanno confermato che il LED, per la colorazione bianca, è meglio percepito e richiede la metà della potenza luminosa necessaria con i vecchi impianti a luce gialla. Il LED inoltre riduce l'inquinamento luminoso perché ha un fascio illuminante direzionale a differenza delle lampade al sodio che diffondono la luce in tutte le direzioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 apr 2018

Un nuovo orologio per la stazione di Roma Termini

di mobilita

Un nuovo orologio a Roma Termini. Concepito come integrazione tra “vecchio e nuovo”, tra “classico e moderno”, riassume il concept dell’orologio analogico e funziona come un dispositivo digitale. Il tutto in perfetta armonia stilistica con la linea architettonica pensata da Mazzoni nel 1925. Un omaggio del terzo millennio all’arte dei primi del novecento. Tondo, dal diametro di 2 metri, è composto da due lancette, numeri romani e tacche in alluminio anodizzato fissate direttamente alla parete. Si trova all’ingresso di Via Marsala, ad un’altezza di 8 metri. Si può ammirare in tutta la sua imponenza ed eleganza volgendo lo sguardo verso la facciata. Il meccanismo che ne regola il funzionamento è sincronizzato con tutti gli altri sistemi informativi della stazione. Il  progetto di Rete Ferroviaria Italiana prevede l’installazione di due orologi gemelli e speculari, posizionati sulle due facciate laterali della stazione. A breve infatti la stazione si arricchirà di un secondo orologio che sarà posizionato all’entrata di via Giolitti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 mar 2018

REGGIO CALABRIA | Confermata la sosta gratuita per i veicoli a trazione elettrica e le vetture ibride

di mobilita

La Giunta comunale di Reggio Calabria ha deliberato di autorizzare i proprietari ed equiparati di veicoli a trazione elettrica (benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrico) residenti nella città di Reggio Calabria ed area metropolitana della stessa, dalla data della consegna dell’autorizzazione e fino al 31 marzo 2020, alla sosta gratuita in tutte le aree pubbliche a raso delle strade comunali. Così recita il testo della delibera «L’amministrazione Falcomatà intende continuare ad imprimere un forte impulso alla mobilità sostenibile attraverso un ampliamento dell’offerta della mobilità alternativa a zero impatto ambientale ed allo sviluppo di un modello di trasporto, non solo con vetture elettriche , ma anche con vetture ibride, visti gli elevati vantaggi dell’ibrido con motori a trazione benzina/elettrica, benzina/idrogeno e gasolio/elettrico, sia in termini di rispetto ambientale che di risparmio energetico stante l’abbattimento dei consumi». «Il provvedimento rinnova e conferma la linea green scelta dall’amministrazione dagli albori del suo insediamento che di fatto incoraggia e sostiene le scelte del consumatore in chiave di sostenibilità ambientale» dichiara Giuseppe Marino. La stessa delibera di giunta demanda alla Società A.T.A.M. S.p.A la predisposizione di tutti gli atti e le procedure per l’emissione di abbonamenti/contrassegni gratuiti (parking cards), da richiedere con il versamento di € 25,00 per diritti di segreteria, riservati alle vetture a trazione elettrica, da esporre in maniera ben visibile nel veicolo anche attraverso sistemi di vetrofania

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
26 mar 2018

BOLOGNA | Ecco i cantieri stradali in programma questa settimana

di mobilita

Ecco i lavori stradali in corso e in programma da questa settimana a Bologna. In caso di maltempo alcuni dei cantieri potrebbero essere ricalendarizzati. Lavori in corso Proseguono, con termine previsto per il 6 aprile, i lavori di realizzazione di nuovi marciapiedi nel tratto di via Larga compreso tra via Pioppe e via Sighinolfi, con l'istituzione del senso unico in direzione nord sul tratto di strada interessato. Fino al 20 aprile continuano anche gli scavi in Largo Bartolo Nigrisoli per le indagini preliminari alla realizzazione del parcheggio interrato di fronte all'Ospedale Maggiore. Prosegue, infine, il cantiere di Italferr in via Paolo Bovi Campeggi, che interesserà tutto il tratto di fronte al civico 15 fino al passo carraio di RFI, per la demolizione di alcuni fabbricati, del muro di recinzione che delimita di lato la via e la realizzazione di nuovo passo carraio e di una rotonda. Il termine dei lavori è previsto per il 27 giugno e per tutta la durata sarà in vigore il divieto di sosta sul tratto di strada coinvolto. Lavori in fase di attivazione Da lunedì 26 marzo avranno inizio i lavori in via della Rampa per la realizzazione di un percorso pedonale a raso e l’istituzione permanente del senso unico di marcia con direzione da via dell’Argine verso via Verde. In via Monte Donato il 29 marzo dalle 9 alle 16 è stata autorizzata la chiusura della strada nel tratto tra via del Poggio a via Santa Liberata per lavori di potatura alberi presso il civico 18. Rappezzi e rifacimenti di pavimentazione stradale Di seguito i cantieri Global Strade previsti in città la settimana prossima, dal 26 marzo. In viale XII Giugno prosegue fino al 30 marzo il ripristino della pavimentazione in ciottoli sulle piazzole di area sosta lungo tutta la via. Termineranno il 30 marzo anche i lavori di rifacimento della pavimentazione dei marciapiedi sull’intera via Vicenza. Infine fino al 30 marzo in via San Vittore è in programma la pulizia e la risagomatura dei fossi. Per quanto riguarda i rappezzi puntuali per ripristinare la pavimentazione stradale (questi lavori prevedono restringimenti di carreggiata), i tecnici di Global Strade saranno al lavoro in via Triumvirato (26 marzo), via San Mamolo (26 marzo), via Castiglione (26 marzo), viale Felsina (26 marzo), viale Abramo Lincoln (26 marzo), viale Salvemini (26 e 27 marzo), via Larga (27 marzo), via Tolmino (27 e 28 marzo), via San Donato (28 marzo), via Sabotino (28 marzo), via Emilia Ponente (29 marzo), via Massarenti (29 marzo), via Enrico Mattei (29 marzo), via Toscana (30 marzo), via Murri (30 marzo). Ancora, sulla rotonda Romagnoli dal 26 al 28 marzo è in programma la sigillatura di fessure stradali per tratti di circa 200 metri alla volta. In via Battindarno sono previsti gli stessi lavori di sigillatura dal 28 al 30 marzo. Infine in via di Roncrio è in programma dal 28 marzo al 6 aprile la pulizia e risagomatura dei fossi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 mar 2018

FIRENZE | Inaugurato un nuovo giardino nella zona residenziale attorno alla Stazione Leopolda

di mobilita

Un nuovo giardino è stato inaugurato nel fine settimana nella zona residenziale attorno alla stazione Leopolda, proseguendo un percorso di dotazione di servizi e arredi che l’amministrazione ha attivato, in costante confronto con i cittadini, dopo una serie di vicissitudini che hanno reso problematico il completamento del programma urbanistico locale. La nuova area verde presenta una superficie di circa 1.000 metri quadrati tra via Ponte alle Mosse e via Luciano Bausi dove sono stati messi a dimora 19 alberi (6 tigli, una magnolia, quattro cipressi e 8 koelreuteria), oltre a 490 piante tra lavande, corbezzoli, mirti, rosmarini ed altre specie. Le aiuole sono delimitate da ringhiere artistiche, sul modello di quelle di piazza Santo Spirito. L'impianto di irrigazione automatico è alimentato a batteria ed è dotato di tubazioni particolari per poter meglio garantire l’attecchimento delle nuove piante. Il giardino (che comprende anche 220 metri quadrati di percorsi pedonali) ha la funzione di collegamento tra via Ponte alle Mosse e via Bausi attraverso un vialetto pedonale centrale, pavimentato in masselli autobloccanti, con una rampa pedonale a margine del lato nord, percorribile anche da persone con ridotte capacità motorie. L’accesso alla rampa è interdetto ai motocicli da dissuasori parapedonali di ingresso su via Ponte alle Mosse e su via Bausi. Il progetto ha comportato anche la riqualificazione e il recupero delle facciate su via Ponte alle Mosse e il rifacimento di quelle esterne, sull’area verde. Per operare tali  interventi di riqualificazione si è utilizzato un intonaco con malta di calce idraulica naturale ad alta traspirabilità, ricreando il disegno geometrico del prospetto originario. Infine, con la collaborazione di Silfi spa, è stato possibile incrementare l'illuminazione e, in questo modo, garantire una adeguata visibilità all’interno di tutta l’area. L'investimento ammonta a 215mila euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

MiBACT, dal CIPE 6 milioni per le grandi destinazioni turistiche

di mobilita

L’annuncio al Town Meeting di FactorYmpresa a Firenze. I fondi, parte dei 55,7 milioni stanziati per il turismo, saranno destinati a raccolta dati, mobilità sostenibile, gestione flussi e normativa sulle locazioni. “Sei milioni di euro per le grandi destinazioni turistiche che saranno dedicati alla raccolta dati, alla mobilità sostenibile, alla gestione dei flussi e alla normativa sulle locazioni”. Questo l’annuncio del Direttore Generale del Turismo del MiBACT, Francesco Palumbo nel corso del Town Meeting di FactorYmpresa Turismo a Firenze, organizzato in collaborazione con Invitalia - L’obiettivo è arrivare ad una gestione innovativa e sostenibile dei grandi flussi turistici nelle ‘top destinations’ d’Italia: Firenze, Roma, Venezia, Milano e Napoli”. Questa la nuova sfida lanciata da Mibact e Invitalia al primo Town Meeting, un grande evento di brainstorming tra esperti del settore turistico, organizzato a Firenze nell’ambito di FactorYmpresa Turismo, il programma che sostiene e premia le idee di business innovative nella filiera turistica, promosso dal Ministero dei Beni culturali e del Turismo e gestito da Invitalia. Oltre 100 stakeholder ed esperti del settore, provenienti dalle cinque più importanti destinazioni turistiche italiane, si sono confrontati con l’obiettivo comune di far emergere criticità, fabbisogni e possibili soluzioni. Oltre al DG Turismo, Francesco Palumbo, al Town Meeting hanno partecipato anche gli Assessori al turismo delle cinque grandi città. Tre i temi affrontati in tre diversi tavoli di lavoro: Smart city: costruire città intelligenti è una grande opportunità per turisti, cittadini e imprese, cosa serve fare? Mobilità: come rendere la mobilità di turisti e cittadini più efficiente e sostenibile per l’ambiente e la vita delle città? Accoglienza: milioni di turisti in più nei prossimi anni, come programmare e gestire una accoglienza sostenibile per la qualità della vita, l’economia ed il patrimonio delle città? I risultati delle discussioni verranno utilizzati per focalizzare meglio i temi attorno ai quali costruire il prossimo Accelerathon, la gara tra idee imprenditoriali organizzata da Factorympresa Turismo, che si terrà a Firenze il 17 e il 18 maggio 2018 e che sarà centrato sul tema “Top italian destinations. In una full immersion di 36 ore, 20 startupper lavoreranno insieme a tutor e mentor di Invitalia per accelerare lo sviluppo dei loro progetti in grado di innovare la gestione del turismo nelle grandi città, migliorando le capacità del team di presentarlo a potenziali investitori/partner/clienti. Sarà il quinto Accelerathon, dopo le quattro call del 2017, con 350 team partecipanti e 112 progetti sostenuti. Per partecipare all’Accelerathon è necessario rispondere alla call che sarà lanciata dopo il Town Meeting e inviare la propria candidatura dal 30 marzo 2018 fino alle 12.00 del 7 maggio 2018. Saranno selezionati i 20 migliori progetti, che il 17 e 18 maggio si sfideranno sotto il profilo della qualità e del tasso di innovazione. Una giuria nominata dal Ministero dei Beni culturali e da Invitalia premierà le 10 migliori startup con un sostegno finanziario: ciascuna di esse riceverà una somma di 10.000 euro da utilizzare per lo sviluppo del progetto imprenditoriale. Il regolamento e tutte le informazioni utili per partecipare all’Accelerathon saranno disponibili dal 30 marzo 2018 su www.factorympresa.invitalia.it. Questo il commento dell’Assessora al turismo del Comune di Firenze, Anna Paola Concia: “Siamo nella fase operativa per trovare le soluzioni migliori per la gestione dei flussi. Da questo importante appuntamento di oggi a Firenze abbiamo individuato sfide e bisogni da lanciare alle startup di tutta Italia, che si ritroveranno qui a Firenze a maggio, per produrre soluzioni e nuovi business. Siamo al lavoro per sviluppare città intelligenti, capaci di conoscere i flussi in tempo reale e offrire servizi smart per la mobilità di turisti e cittadini. Allo stesso modo, per la prima volta, tutti gli operatori del settore lavorano insieme alle soluzioni di problemi comuni a tutte le grandi capitali del turismo: conciliare vecchie e nuove forme di accoglienza turistica, mantenere l’autenticità dei centri storici e allargare le aree di attrazione. Senza una nuova generazione di imprese non troveremo mai le idee giuste per affrontare le grandi sfide del turismo globale. E’ stata una giornata di lavoro piena di futuro”. Paola Mar, Assessora al Turismo del Comune di Venezia, ha aggiunto: “Si continua nell'importante lavoro di fare rete e condividere con le altre città d'arte non solo le buone pratiche, ma anche le idee di business innovativo, per individuare problematicità e soluzioni relative al turismo. Venezia, con la sua particolarità strutturale, rivendica il ruolo di progetto pilota nella gestione dei flussi e nell'individuazione di una soluzione innovativa per quanto riguarda le locazioni turistiche e nella campagna di sensibilizzazione #enjoyrespectvenezia già ripresa da altre città”. Adriano Meloni, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro del Comune di Roma, ha precisato: “La crescita di un turismo sostenibile è direttamente proporzionale alle buone pratiche di settore messe a sistema dalle città ospitanti. Quella di Town Meeting è una preziosa occasione di confronto tra le principali destinazioni di viaggio italiane sulle azioni virtuose intraprese per governare i flussi. Accoglienza, smart city e mobilità sono i temi fondanti di questa condivisione”. "Ritengo sia decisivo fare rete e ragionare insieme sulle continue evoluzioni del turismo moderno nelle città – ha detto Roberta Guaineri, Assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano - Roma, Firenze, Venezia, Napoli e Milano, offrono opportunità e richiami culturali, artistici, economici e sportivi molto diversi fra loro, ma possono certamente lavorare in network per trovare risposte comuni a grandi temi quali la ricettività, la mobilità sostenibile e la costruzione di città sempre più intelligenti. È per questo che guardiamo con favore al progetto Town meeting ‘Top italian destinations”. “Napoli si sta affermando come meta turistica da pochi anni - ha concluso Nino Daniele, Assessore al Turismo del Comune di Napoli - e grazie a questo network può partire in un modo giusto e sostenibile, impegnandosi fortemente in questa direzione. Con la giornata di oggi si passa finalmente dalle parole ai fatti e la sostenibilità diventa una priorità, un fatto concreto, anche grazie al coinvolgimento e al contributo di tutti gli stakeholder coinvolti”.

Leggi tutto    Commenti 0