Articolo
03 apr 2020

BOLOGNA | “Ad oggi non è possibile pianificare la data di avvio dell’esercizio del People Mover”

di mobilita

L’assessore alle Politiche della mobilità del Comune di Bologna, Claudio Mazzanti, durante la Question Time relativo al People Mover, ha specificato che lo slittamento della data di avvio dell’esercizio sino a febbraio era dovuta sostanzialmente a due aspetti: la necessità e la volontà di attuare una serie di interventi di perfezionamento del sistema, tecnici e procedurali, emersi durante la simulazione di esercizio al fine di aumentare la garanzia di disponibilità del servizio in fase ordinaria attuando, ove possibile, anche interventi preventivi e la necessità di concludere le procedure di formazione e abilitazione del personale della società di gestione. Inoltre, per la particolare situazione in cui si è venuto a trovare l’intero territorio italiano, a causa del coronavirus, ha limitato le attività sia laddove si necessitava di specifiche forniture sia di formazione e abilitazione del personale. "A seguito dell'emanazione del DPCM 22/3/2020 si sono interrotte tutte le attività. In questo quadro, ad oggi non è possibile pianificare la data di avvio dell'esercizio che va rimandata alla effettiva ripresa disposta dal Governo; solo allora sarà possibile verificare lo scostamento temporale rispetto alle previsioni e riprogrammare le attività a finire" ha affermato l'assessore Claudio Mazzanti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 apr 2020

VENEZIA | Chiusura del People Mover per manutenzione programmata

di mobilita

AVM informa che, per permettere l'esecuzione di lavori di manutenzione programmata all'impianto "PEOPLE MOVER", si rende necessaria la chiusura dell'impianto nei seguenti giorni ed orari sotto riportati: Durante i periodi di fermo impianto il servizio sarà effettuato mediante autobus sostitutivi: per l’utilizzo del servizio sostitutivo è valido il medesimo titolo di viaggio acquistato per il People Mover. Da sabato 04 a Venerdì 10 Aprile - Chiusura impianto FERMATE SOSTITUTIVE BUS: Piazzale Roma: corsia A8 Porto di Venezia/Marittima: c/o rotonda stradale Tronchetto: fermata n. 1394 (difronte al piazzale degli autobus)  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 feb 2020

BOLOGNA | Ancora un rinvio per il People Mover

di mobilita

Arriva la conferma ufficiale del rinvio della messa in esercizio del People Mover, (inizialmente prevista per il 7 marzo), a data da destinarsi.  Si concluderà il 28 febbraio l’attuale fase di pre-esercizio del People Mover, il sistema di trasporto veloce su monorotaia tra la stazione centrale di Bologna e l’aeroporto Marconi, gestito dalla società Marconi Express Spa. In un incontro di aggiornamento, convocato oggi dal sindaco Virginio Merola a Palazzo d’Accursio a cui hanno preso parte rappresentanti di Marconi Express spa, Consorzio Integra e Tper, sono stati illustrati al sindaco i motivi che hanno rallentato lo svolgimento del pre-esercizio. Questa attività, in cui si simula la gestione ordinaria con il mezzo che viaggia a vuoto rispettando le medesime frequenze del futuro servizio passeggeri, sta fornendo numerosi dati di funzionamento, alcuni dei quali hanno posto la necessità di attuare degli interventi di perfezionamento. In particolare, in vista dell’avvio dell’esercizio con i primi passeggeri a bordo, è stato necessario mettere a punto una serie di aspetti tecnici e procedurali, nel rispetto dei piani di manutenzione e del regolamento di esercizio approvato dall’ufficio ministeriale competente ai primi di dicembre. Si sta intervenendo sulla stazione del Lazzaretto, in particolare nelle aree di manutenzione, e su alcuni aspetti della logistica a terra nelle altre stazioni. Si tratta complessivamente di lavorazioni dall’impatto minimo sull’infrastruttura generale che stanno, tuttavia, richiedendo alcuni tempi tecnici di realizzazione. Due relazioni intermedie sul pre-esercizio sono state redatte e inviate nei giorni scorsi dal direttore dell’esercizio alle autorità competenti. Il 28 febbraio, a conclusione del pre-esercizio, avverrà la trasmissione della relazione conclusiva. A fronte della validazione di tale attività, Marconi Express potrà avviare la procedura di richiesta di nulla osta all’esercizio (NOE). Si prevede, quindi, che ci sarà uno scostamento rispetto alla data di avvio esercizio, prevista per il 7 marzo. Una nuova data ufficiale potrà essere stabilita solo dopo che si sarà pronti a formalizzare la richiesta del NOE. Parallelamente, sta procedendo l’abilitazione degli operatori addetti alla gestione del servizio. In merito alle mitigazioni acustiche, la produzione delle barriere è in corso e gli interventi sulle abitazioni private sono in progettazione. Le opere saranno concluse entro poche settimane.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
21 gen 2020

BOLOGNA | Marconi Express, c’è la data ufficiale di avvio

di mobilita

Il 7 marzo il Marconi Express, il servizio di navetta veloce su monorotaia che collega la stazione centrale di Bologna e l'aeroporto Marconi, entrerà  finalmente in servizio. "Da domani parte la fase di preesercizio - ha affermato la presidente di Marconi Express, Rita Finzi - che tra circa un mese ci porterà all'esercizio, e poco dopo, all'apertura del servizio passeggeri. Con le nostre navette il sistema dell'Alta velocità ferroviaria e il Marconi, uno dei principali scali nazionali, si connetteranno dunque attraverso un collegamento innovativo". Il Marconi Express è la prima monorotaia in Italia a connettere la rete dell’Alta velocità ferroviaria con uno tra i primi 10 aeroporti nazionali per traffico di passeggeri. Collega infatti l’aeroporto Marconi (settimo scalo italiano con 9,4 milioni di passeggeri nel 2019) con l’Alta velocità e con il centro di Bologna grazie al terminal presso la stazione FS, centro nevralgico delle linee ferroviarie nazionali dove ogni anno transitano oltre 50 milioni di passeggeri. Il Marconi Express è un sistema di trasporto di massa a guida vincolata e integralmente automatizzato, cioè senza conducente a bordo. Il tracciato scorre su una via di corsa lunga 5 km in sopraelevazione, quindi senza interferenze con il traffico stradale. A metà tracciato è presente la stazione intermedia Lazzaretto che ospita la centrale operativa (OCC), il “cervello” del sistema da cui gli operatori controllano i veicoli. Vi sono collocate anche le rimesse e le cabine elettriche di trasformazione per alimentare le navette. Il Marconi Express collega l’aeroporto Marconi alla stazione FS in circa 7 minuti. Il servizio sarà attivo dalle ore 5,40 alle 24, sette giorni su 7 per 365 giorni all’anno. Nelle ore di punta sono previste 8 corse l’ora, con un’attesa media per i passeggeri di circa 4 minuti. La capacità di trasporto del sistema con gli attuali 3 veicoli è di 570 passeggeri all’ora per direzione. Il biglietto costerà 8,70 euro, 16 euro andata-ritorno, con possibilità di accedere pagando direttamente al tornello con carte contactless. Per la tratta Lazzaretto-stazione FS, la tariffazione sarà di 1,70 euro, mentre la tratta Lazzaretto-aeroporto sarà a tariffa piena. Il biglietto va validato sia in entrata che in uscita e il tornello si apre solo esibendo il titolo di viaggio coerente. I biglietti potranno essere acquistati online, sulle APP del trasporto pubblico della Regione Emilia-Romagna (RogER e MuvER), e presso rivendite Tper, Bologna Welcome e in altri punti convenzionati. Il servizio è privo di barriere architettoniche ed è dotato di percorsi per non vedenti in continuità con quelli di aeroporto e stazione, tutti al coperto. Nei primi mesi di esercizio sarà presente in banchina personale per offrire supporto ai passeggeri.      

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 dic 2019

BOLOGNA | Definite le tariffe per il Marconi Express

di mobilita

La tariffa ordinaria a data aperta sarà di 8,70 euro, l’andata e ritorno costerà 16 euro, famiglie e gruppi pagheranno meno e ci sarà la possibilità di acquistare i biglietti on-line o direttamente ai tornelli “intelligenti” con carta di credito o con smartphone. È l’offerta tariffaria del Marconi Express, il sistema di trasporto veloce su monorotaia che collegherà in 7 minuti l’aeroporto Marconi alla stazione centrale FS, passando dalla stazione Lazzaretto, con corse dalle ore 5 alle 24, sette giorni su 7, 365 giorni l’anno. “La tariffa è stata stabilita attraverso un meccanismo di adeguamento all’inflazione come previsto dal nostro contratto di concessione e il livello è assolutamente in linea con quello di collegamenti città-aeroporto di medie e grandi città europee: due poli trasportistici di rilievo nazionale come l’aeroporto Marconi e la stazione FS di Bologna avranno a breve una connessione rapida che ne amplierà il raggio di azione e porterà grande valore aggiunto a tutto il territorio. Siamo molto soddisfatti di essere arrivati finalmente alla vigilia del completamento della fase dei collaudi e siamo pronti a completare il pre-esercizio e poi partire”, dichiara Rita Finzi, presidente di Marconi Express Spa. Ormai infatti non manca molto all’apertura del servizio: dopo il collaudo tecnico-amministrativo, sull’infrastruttura del Marconi Express sono state realizzate anche le ultime modifiche richieste dalla Commissione ministeriale di agibilità e la relativa documentazione sarà trasmessa a Roma entro questa settimana. Nel frattempo, l’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif) ha nominato la Commissione di esame per l’abilitazione degli operatori del centro di controllo dei mezzi, prove d’esame che si svolgeranno all’inizio del nuovo anno. Dopo l’abilitazione, la conclusione del pre-esercizio, il rilascio del Nulla Osta all’Esercizio e la vera e propria partenza. Biglietto ordinario Il biglietto ordinario con tariffa flex (utilizzabile entro 12 mesi dall’acquisto) ha un prezzo di 8,70 euro. L’andata e ritorno è scontata a 16 euro, con ritorno da effettuare entro 30 giorni dall’andata. Possibile anche utilizzare il people mover per la sola tratta dalla stazione FS al Lazzaretto: in questo caso il costo è di 1,70 euro. Un sistema “antifurbi” impedisce a chi ha il biglietto per il Lazzaretto di proseguire verso l’aeroporto: il biglietto va infatti validato sia in entrata che in uscita e i tornelli (a tutta altezza) si aprono solo esibendo il titolo di viaggio corretto. I biglietti si potranno acquistare on-line sul sito Marconi Express, ai tornelli Pay&Go Contactless e alle emettitrici automatiche presenti nelle stazioni del people mover, sulle app Muver e Roger e presso le rivendite fisiche. Biglietti Famiglia I biglietti per le famiglie costano 18 euro una sola tratta e 34 euro andata e ritorno. Sono validi per un massimo di 2 adulti e 3 ragazzi di età tra 5 e 16 anni compresi (il minimo è un adulto con un ragazzo). I biglietti possono essere utilizzati solo nelle date scelte in fase di acquisto e sono nominativi. I biglietti Famiglia saranno acquistabili esclusivamente on-line e verranno spediti all’indirizzo e-mail indicato in fase di acquisto come PDF contenenti un QR-code per ciascun viaggiatore che consente l’accesso ai varchi. Biglietti Gruppi Pagano meno anche i gruppi composti da almeno 10 persone. Il prezzo è di 7 euro a persona, 14 euro nel caso di biglietto andata e ritorno. I biglietti Gruppi sono utilizzabili solo nelle date scelte in fase di acquisto e si possono comprare entro le ore 24 del giorno precedente il viaggio di andata. I biglietti Gruppi saranno acquistabili esclusivamente on-line e vengono spediti all’indirizzo e-mail indicato in fase di acquisto come PDF contenenti un QR-code per ciascun viaggiatore che consente l’accesso ai varchi. Acquisto con carta di credito o smartphone Nelle stazioni del Marconi Express sarà possibile acquistare il biglietto ordinario con carta di pagamento contactless o con uno smartphone e altri device con tecnologia NFC (collegato a un sistema di pagamento elettronico quale Apple Pay o Google Pay). Per farlo basterà avvicinare la carta o il dispositivo contactless a una qualsiasi delle validatrici Pay&Go: l’importante sarà utilizzare sempre lo stesso dispositivo in ingresso e in uscita. Per viaggi di andata e ritorno da e per l’aeroporto effettuati nell’arco di 30 giorni, il sistema applicherà automaticamente una tariffa scontata a 7,30 euro per il secondo viaggio, così che il totale andata e ritorno sarà di 16 euro. Non ci sono commissioni o costi extra. Al momento, ogni carta permette il viaggio a un solo passeggero per volta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 dic 2019

BOLOGNA | Marconi Express, luce verde dall’Ustif al regolamento di esercizio

di mobilita

L’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif) del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato parere favorevole al Regolamento di esercizio del people mover e si appresta a trasmettere il proprio nulla osta ufficiale al Comune di Bologna, che così potrà approvare formalmente il documento. Il Regolamento contiene tutte le procedure operative per la gestione del funzionamento del servizio e delle eventuali emergenze. Nel frattempo, la scorsa settimana è stata superata con esito positivo la prova di evacuazione alla presenza della Commissione di agibilità. Gli esperti del Ministero, in quella che è stata la loro ultima visita tecnica ufficiale al people mover nell’ambito dell’iter di avvio dell’opera, hanno anche verificato l’esecuzione degli interventi che avevano richiesto ai primi di agosto. Hanno fissato alcune ulteriori prescrizioni, che comportano interventi già in corso di attuazione e che si prevede di concludere entro pochissimi giorni. Ricevuta la documentazione su questi ultimi aggiustamenti, la Commissione potrà completare la relazione sull’agibilità dell’infrastruttura e tutti gli adempimenti ministeriali relativi alla certificazione della sicurezza del people mover di Bologna potranno considerarsi conclusi. Si attende nel frattempo che l’Ustif comunichi la data degli esami di abilitazione del personale addetto al controllo dei mezzi. Ad abilitazione e agibilità ottenute, si potrà procedere con gli ultimi 15 giorni di pre-esercizio in cui le navette viaggeranno a vuoto lungo il tracciato dalla stazione all’aeroporto con frequenza e modalità analoghe a quelle del vero e proprio servizio passeggeri. Concluso il pre-esercizio, verrà rilasciato il Nulla Osta all’Esercizio (NOE) e il Marconi Express diventerà operativo. L’iter dovrebbe concludersi in gennaio. Infine, a proposito delle notizie riportate dalla stampa in questi giorni relativamente all’assenza di vie di accesso per i mezzi di soccorso in un tratto del percorso del people mover, Marconi Express Spa informa che il problema non sussiste: tutte le vie di accesso sono state verificate e certificate dalle autorità competenti e la documentazione di riferimento è disponibile presso il Comune di Bologna. Un tratto di circa 50 metri di monorotaia è accessibile attraverso un’area di proprietà di Poste Italiane che è oggetto di un permesso di transito provvisorio; a breve il permesso diventerà permanente sulla base di accordi tra le parti. Si precisa inoltre che non risultano bocciature di alcun tipo da parte dei Vigili del fuoco, contrariamente a quanto è apparso sulla stampa.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
26 nov 2019

BOLOGNA | People Mover: collaudo tecnico-amministrativo ok, si procede verso l’avvio

di mobilita

Marconi Express Spa ha comunicato il completamento di un altro fondamentale passo verso l’apertura del servizio al pubblico: si è svolto nei giorni scorsi il sopralluogo finale della commissione per il collaudo tecnico-amministrativo dell’opera, con valutazione di tutte le molteplici componenti dell’innovativa infrastruttura. Tutto si è svolto come da programma, l’esito è stato positivo ed è stato già trasmesso ufficialmente alle autorità competenti la scorsa settimana. Nonostante qualche rallentamento dovuto al grado di innovazione e di unicità del progetto che ha comportato esigenze di specifiche e puntuali verifiche di inquadramento all’interno del sistema regolatorio per il trasporto, controlli possibili solo in fase di avvio dei test operativi, il Marconi Express è ormai pronto per i passaggi finali. Si tratta della prima monorotaia automatica (cioè senza conducente a bordo), con veicoli motorizzati alimentati dalla via di corsa che viene realizzata in Italia; ogni singolo punto del complesso sistema è stato sottoposto nelle scorse settimane ad approfondite verifiche per garantirne la piena funzionalità. Un risultato frutto dello stretto lavoro di coordinamento con le direzione generali del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna e con i tecnici del settore mobilità del Comune. “Stiamo gestendo le ultime fasi preliminari alla partenza – spiega Rita Finzi, presidente di Marconi Express Spa –, l’opera creerà grande valore per tutto il territorio regionale e nella macro area del Centro-Nord raggiunta dall’Alta velocità ferroviaria”. “Riscontriamo che c’è forte attesa da parte dei cittadini e degli utenti dell'Aeroporto Marconi di Bologna di poter utilizzare al più presto il nuovo servizio, - commenta Finzi – e come Marconi Express ci fa ovviamente piacere;  il  lavoro che ha caratterizzato questi mesi è non solo importante per definire tutto il complesso sistema che regolerà il servizio anche dal punto di vista procedurale ma anche per l’attenzione alla sicurezza che deve avere sempre la massima priorità in opere di trasporto pubblico;  ringraziamo per questo la Commissione ministeriale e tutte le maestranze impegnate in queste ultime settimane nella scrupolosa verifica di tutte le procedure e dei relativi sistemi”. In questo percorso saranno ancora necessari alcuni ulteriori passaggi prima dell’apertura del servizio Marconi Express al pubblico: il Regolamento di esercizio è stato revisionato ed è stato nei giorni scorsi sottoposto all’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif) per l’approvazione ufficiale; nei prossimi giorni è prevista la prova di evacuazione e in successione sarà la volta delle ultime verifiche richieste dalla Commissione di agibilità; subito dopo si potrà procedere con gli esami di abilitazione del personale addetto al controllo dei mezzi, personale qualificato già assunto e anche già formato direttamente sul campo; ad abilitazione ottenuta, si svolgeranno 15 giorni di pre-esercizio, in cui le navette viaggeranno a vuoto lungo il tracciato dalla stazione all’aeroporto, esattamente come accadrà poi con i passeggeri a bordo quando il servizio sarà attivo. Il Nulla Osta all’Esercizio (NOE) sarà rilasciato dopo i passaggi suindicati e il collegamento potrà finalmente diventare operativo a tutti gli effetti. L’iter dovrebbe concludersi tra fine dicembre e i primi di gennaio. Marconi Express Spa terrà aggiornati tutti gli interessati su questi ultimi passaggi procedurali attraverso il proprio sito web e specifiche comunicazioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ott 2019

BOLOGNA | Ancora ritardi per il Marconi Express

di Roberto Lentini

Il Marconi Express, la monorotaia che collegherà l'aeroporto di Bologna con la stazione centrale, continua i test di prova ma ancora non è certa una data di entrata in servizio. Manca ancora un ultimo visto della commissione ministeriale, successivamente la palla passerà all'Ustif, Ufficio Speciale Trasporti a Impianti Fissi, che avrà trenta giorni per rilasciare il nulla osta all’esercizio. Successivamente ci saranno altre due settimane di pre-esercizio e finalmente potrà partire la monorataia. Viste le procedure ancora da effettuare l'inaugurazione slitterà probabilmente a Natale. Il Marconi Express collegherà, in circa 7 minuti e mezzo di viaggio, il centro città e l’aeroporto, effettuando un’unica fermata intermedia presso Bertalia-Lazzaretto, la grande area urbana in corso di riqualificazione destinata ad ospitare nuovi insediamenti residenziali e commerciali, nonché nuove aule e laboratori universitari ed un nuovo studentato. L’intero percorso è dotato di una passerella di sicurezza che ogni 500 metri prevede un sistema di scale che portano a terra per l’eventuale necessità di evacuare i passeggeri dal veicolo. I tre veicoli utilizzati sono del modello P30 della Intamin Transportation, azienda che ha realizzato i mezzi per monorotaie simili a quella bolognese in varie altri parti del mondo. Il P30 è un veicolo integralmente automatico, controllato da remoto, che consente il trasporto di 560 passeggeri all’ora per direzione, nelle ore di punta. L’attesa media prevista, sempre nelle ore di punta, sarà inferiore ai 4 minuti. Lungo circa 18 metri, alto 3,5 metri e largo 2,3 metri, il P30 può raggiungere una velocità massima di 70 km/h. Sulla distanza di 5 chilometri che separa la Stazione Centrale dall’Aeroporto, il Marconi Express viaggerà mediamente a 40 km/h, percorrendo l’intera tratta in poco meno di 7 minuti e mezzo, compresa la sosta per la fermata intermedia al Lazzaretto. I pannelli fotovoltaici che saranno applicati al parapetto della passerella di emergenza che costeggia la via di corsa, copriranno circa un terzo del fabbisogno energetico del Marconi Express.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ago 2019

BOLOGNA | Concluse le prove di agibilità sul people mover

di mobilita

Si sono concluse le prove di agibilità sul people mover condotte dalla commissione del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. I tecnici hanno osservato il comportamento del sistema e degli operatori in simulazione di esercizio e nelle molteplici casistiche di emergenza previste dalla normativa. A ciò si è accompagnata un’approfondita analisi documentale delle certificazioni di tutte le componenti del sistema, cioè le parti infrastrutturali, la centrale operativa e i veicoli. Proseguono nelle prossime settimane come da programma le verifiche richieste dai tecnici della commissione ministeriale, in vista dei sopralluoghi già calendarizzati a fine agosto. Tra le altre verifiche, si svolgeranno anche le prove di evacuazione. A seguire, è previsto il completamento della fase di pre-esercizio, al cui termine sarà rilasciato il Noe (Nulla osta all’esercizio). Nel frattempo, sta per terminare il monitoraggio acustico che, in accordo con il Comune di Bologna, concedente l’opera, la società Marconi Express ha anticipato alla fase di test e di pre-esercizio, al fine di poter verificare i livelli di impatto acustico per risolvere le eventuali anomalie nel più breve tempo possibile. I punti di recepimento delle emissioni acustiche (“ricettori”) sono stati ricollocati per coprire al meglio le zone abitate e maggiormente esposte.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 giu 2019

BOLOGNA | People Mover, a che punto siamo?

di Roberto Lentini

La presidente di Marconi Express spa, Rita Finzi, in un'intervista del TGR Rai Emilia-Romagna, ha spiegato cosa si sta facendo con questa importante  infrastruttura, che, in poco meno di 7 minuti e mezzo, compresa la sosta per la fermata intermedia al Lazzaretto, collegherà la Stazione Centrale con l'Aeroporto. La presidente ha confermato che si stanno conducendo, sotto la direzione della commissione ministeriale le ultime prove di agibilità che sono prove sull'intero sistema, mentre sono state concluse positivamente tutte le prove sui singoli sub sistemi, come veicolo su sistema, le porte in banchina, sistema scambio. Appena saranno finite le prove sull'intero sistema, ci sarà un periodo di pre-esercizio così come stabilito dal ministero. Il ritardo dell'entrata in servizio non inciderà comunque sul piano economico-finanziario quarantennale perchè è stato tenuto in conto un avvio dell'esercizio lento, legato soprattutto ad infrastrutture di mobilità di questo genere.  

Leggi tutto    Commenti 1