Articolo
02 mag 2020

BARI | Ferrotramviaria proroga al 17 maggio regime di esercizio ridotto

di mobilita

Ferrotramviaria informa i viaggiatori che, a seguito delle disposizioni contenute nel DPCM del 26 aprile 2020 e nell'Ordinanza del Presidente della Giunta della Regione Puglia n. 215 del 28 aprile 2020, è prorogato l'orario ferroviario e automobilistico in vigore dal 4 al 17 maggio 2020. I mezzi sono regolarmente sanificati nel rispetto delle disposizioni impartite a livello nazionale (DPCM 01 marzo 2020 [art. 3 punto 1 lettera e] - DPCM 04 marzo 2020 [art. 2 punto 1 lettera h]) per il contrasto e il contenimento del Covid-19. Nel periodo intercorrente fra i cicli di sanificazione, le attività di pulizia giornaliera a bordo dei mezzi sono effettuate utilizzando specifici prodotti igienizzanti e disinfettanti. Processo analogo di sanificazione e pulizia viene effettuato regolarmente nelle stazioni e nelle fermate. Si ribadisce ai signori viaggiatori che è assolutamente vietato accedere ai nostri servizi di trasporto senza indossare una mascherina che copra naso e bocca. Per consultare gli orari cliccare sul seguente link: http://www.ferrovienordbarese.it/orari

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2020

BARI | La stazione centrale snodo di tutte le ferrovie concesse che attraversano la Puglia

di mobilita

Questa mattina alle ore 10:57 è partito da Foggia  la corsa sperimentale del treno n. 34653 di Ferrovie del Gargano ed è arrivato a Bari Centrale al binario IV tronco Ovest alle ore 11:59. Ciò è la dimostrazione che l’interoperabilità sulla rete ferroviaria pugliese per i treni provenienti dal nord della Puglia è tecnicamente realizzabile. Un servizio di cui i residenti della provincia di Foggia potranno usufruire nel giorno 23 febbraio prossimo, quando, in occasione della visita a Bari del Santo Padre, Ferrovie del Gargano assicurerà il collegamento A/R Ischitella/Bari Centrale. Il treno diretto partirà da Ischitella alle ore 3:40 per arrivare a Bari C.le alle ore 6:18, ripartirà da Bari C.le alle ore 14:47 con arrivo a Ischitella alle ore 17:32 (fermate a Carpino, Cagnano Varano, Sannicandro Garganico, Apricena e San Severo). Certamente si tratta di un servizio speciale e attivo solo nel giorno 23 febbraio, in attesa che l’ipotesi di collegamenti di linee con il Gargano possa essere commercialmente possibile e regolamentata dai nuovi contratti di servizio. L’iniziativa di oggi infatti è destinata anche a stimolare il mercato, perché possa garantire un’offerta integrata rispetto al TPL, in ragione di una stagionalità della domanda da e verso il Gargano estremamente interessante dal punto di vista numerico. La possibilità che un treno di Ferrovie del Gargano colleghi direttamente la provincia di Foggia con Bari e il resto della Puglia apre scenari nuovi per il trasporto su ferro nella Regione Puglia. Renderà accessibile a tutti i pugliesi il collegamento con aeroporti e porti regionali e aprirà la strada a obiettivi di integrazione dei servizi su tutta la rete (per la cui infrastruttura è allo studio l’individuazione del gestore unico), in una prospettiva di tariffa unica integrata e di biglietto unico, su cui si sta già lavorando . Così come si sta lavorando sul potenziamento delle infrastrutture della stazione di Bari Centrale, che con l’interoperabilità dei binari del tronco Ovest potrà accogliere i treni di Ferrotramviaria che provengono da nord e i treni di FSE provenienti da sud-est. Il futuro della stazione di Bari Centrale, dove già oggi convergono tre reti interconnesse fra di loro, è quello di diventare lo snodo di tutte le ferrovie concesse che attraversano la Puglia e la uniscono, dando un importante contributo allo sviluppo dell’intermodalità con la rete isolata delle FAL e gli scali aeroportuali e portuali regionali. Tutte queste iniziative, lungi dall’isolare talune aree della Puglia, le connetteranno al resto del territorio e a destinazioni internazionali non altrimenti raggiungibili.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 nov 2019

REGIONE PUGLIA | Si va verso gestore unico dell’infrastruttura ferroviaria

di mobilita

Il 12 novembre alle ore 11.00 presso la sede della Presidenza della Regione, verrà sottoscritto da Regione Puglia, RFI, Ferrotramviaria, Ferrovie del Gargano, Ferrovie Sud Est e Ferrovie Appulo Lucane il protocollo d'intesa per l'avvio di un percorso finalizzato alla realizzazione del gestore unico dell'infrastruttura ferroviaria. Saranno presenti il Presidente Michele Emiliano, l'assessore ai Trasporti Giovanni Giannini e i legali rappresentanti delle società gestori dei servizi ferroviari.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 gen 2019

Ferrovie pugliesi, arriva il gestore unico dell’infrastruttura e dei servizi

di mobilita

Dopo i numerosi incontri dello scorso anno, che si sono tenuti con i diversi gestori della rete ferroviaria regionale, incluso il gestore della rete nazionale RFI, si è preso atto dell’impossibilità per quest’ultimo di procedere a qualsiasi accordo con società nelle quali non c’è ancora una distinzione giuridica tra la componente infrastruttura da quella servizi  si è arrivati ad una prima importante condivisione. E’ stata infatti individuata nel “contratto di rete d’imprese” lo strumento giuridico più idoneo a salvaguardare da un lato, l’autonomia di gestione e responsabilità della circolazione di ogni rete, e dall’altro la necessità di costituire un soggetto unico che possa gestire la capacità della rete assegnando le tracce ferroviarie, determinare i canoni di accesso alla rete e accrescere individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato. Le società Ferrotramviaria e Ferrovie del Gargano si sono dichiarate disponibili da subito a procedere con la separazione societaria dell’unità infrastruttura dall’unità servizi, mentre Ferrovie del Sud Est e Ferrovie Appulo Lucane si sono invece riservate di sottoporre la questione alle rispettive proprietà, nonché ai competenti organi sociali, pur condividendone i progetti. Di questo è stata avvertita anche RFI, perché si proceda alla redazione di una preliminare bozza di “contratto di rete” da sottoscrivere al termine del percorso. Procede invece per le Imprese ferroviarie erogatrici di servizi, il disegno - forse più semplice - di integrazione dei sistemi di vendita. Primo obiettivo è infatti, rendere disponibile, una comune piattaforma di vendita, individuata oggi nella piattaforma PICO, già utilizzata di Trenitalia e Ferrovie del Sud Est. I percorsi sono stati resi necessari dal decreto Delrio del 5 agosto 2016, che ha annesso le ferrovie regionali nel novero delle ferrovie interconnesse, sotto il controllo dell’agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria e che ha comportato per le imprese ferroviarie pugliesi Ferrotramviaria, Ferrovie del Gargano e Ferrovie del Sud Est l’applicazione della disciplina del decreto legislativo 112/2015. Quest’ultimo decreto, al fine di accelerare il processo di liberalizzazione avviato con la direttiva europea 2012/34/UE “Recast”, di cui ne è l’attuazione, ha ridisegnato l’assetto del sistema ferroviario in tema di accesso alle reti, di prestazione dei servizi di trasporto, di separazione contabile e societaria, di gestione dell’infrastruttura e di organismo di regolazione. Sono stati confermati infatti i principi di autonomia e indipendenza gestionale, amministrativa e contabile delle imprese ferroviarie rispetto ai gestori delle infrastrutture, viene affermato il principio della separazione tra “impresa ferroviaria” e “gestore dell’infrastruttura” al fine di consentire la libertà di accesso sulle reti ferroviarie evitando discriminazioni in un mercato sempre più competitivo. Per dare allora compimento, entro l’esercizio 2019, alle previsioni già contenute nel Piano triennale dei servizi approvato delibera di giunta dell’aprile 2016, l’Assessorato ai trasporti ha avviato una intensa interlocuzione con le imprese ferroviarie per completare detta separazione anche al fine di scongiurare eventuali situazioni di compensazione incrociata tra corrispettivi erogati per servizi di trasporto e quelli erogati per la gestione infrastrutturale. “In una regione come la Puglia – ha concluso l’assessore ai Trasporti Giovanni Giannini –  interessata da 5 linee ferroviarie diverse e gestite da altrettante società, diventa allora imprescindibile un percorso che ponga le basi per avviare possibili sinergie fra gestori per dare compiutezza ad un disegno di gestione integrata. “Prosegue dunque il processo di innovazione del servizio di trasporto pubblico locale che sempre più assume le caratteristiche di un servizio moderno, europeo ed aderente alle esigenze dell’utenza”. -- 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 nov 2018

BARI | Ferrotramviaria, corsa aggiuntiva da Corato in direzione Bari

di mobilita

Sarà rinforzata con un autobus in più la corsa automobilistica di Ferrotramviaria diretta AS 1005 in partenza alle ore 07,00 da Corato in direzione Bari. Per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori, sarà dunque disponibile un bus in più a partire da venerdì 12 ottobre. L’arrivo a Bari è previsto alle ore 07,50. La corsa sarà effettuata dal lunedì al sabato. Non si effettuerà la domenica ed i giorni festivi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
10 apr 2018

BARI | In funzione il sistema SCMT nella Ferrotramviaria BARI – RUVO

di mobilita

Ferrotramviaria, nel rispetto delle proprie corrette consuetudini aziendali, al termine di un congruo periodo di rodaggio, comunica che la tratta ferroviaria Bitonto - Ruvo di Puglia (via Sovereto e Terlizzi), totalmente attrezzata con i sistemi di sicurezza indicati dall’ANSF, dal 26 febbraio, ha la marcia dei treni al massimo livello di sicurezza richiesto dalle norme. La linea di Ferrotramviaria è la prima ferrovia regionale a doppio binario attrezzata nelle tratte operative con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) attivato. L’attuale regime di marcia, tornato alla normalità, consente una maggiore puntualità negli arrivi e nelle partenze dei treni e un notevole miglioramento della qualità generale del servizio riscontrabile dai passeggeri. La velocità media commerciale non potrà avere incrementi significativi fino alla rimozione delle cause che obbligano ad ottemperare a delle mitigazioni in merito.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mar 2018

REGIONE PUGLIA | In funzione il sistema SCMT nella tratta BARI – RUVO di Ferrotramviaria

di mobilita

Ferrotramviaria comunica che la tratta ferroviaria Bitonto - Ruvo di Puglia (via Sovereto e Terlizzi), totalmente attrezzata con i sistemi di sicurezza indicati dall’ANSF, dal 26 febbraio, ha la marcia dei treni al massimo livello di sicurezza richiesto dalle norme. La linea di Ferrotramviaria è la prima ferrovia regionale a doppio binario attrezzata nelle tratte operative con il Sistema di Controllo Marcia Treno (SCMT) attivato. L’attuale regime di marcia, tornato alla normalità, consente una maggiore puntualità negli arrivi e nelle partenze dei treni e un notevole miglioramento della qualità generale del servizio riscontrabile dai passeggeri. La velocità media commerciale non potrà avere incrementi significativi fino alla rimozione delle cause che obbligano ad ottemperare a delle mitigazioni in merito. Ferrotramviaria, in quanto soggetto attuatore ed esecutore per conto della Regione Puglia delle opere di ammodernamento dell’infrastruttura regionale, nonostante le oggettive lungaggini burocratiche che si ripercuotono sui tempi di realizzazione delle opere stesse, continuerà ad adoperarsi, come ha sempre fatto, per portare a termine detti interventi nel rispetto degli accordi presi.    

Leggi tutto    Commenti 0