Articolo
28 mag 2019

ROMA | Dal 3 giugno 2019 la nuova rete di trasporto notturna con più linee

di mobilita

Dal 3 giugno 2019 ci sarà una nuova rete di trasporto notturna per lavoratori, turisti e popolo della movida e per vivere la città da mezzanotte all'alba: 15 linee bus della rete portante che, tutti i giorni prolungano il servizio sino alle ore 2 servendo per la prima volta nelle ore notturne Tre nuove linee notturne attive da mezzanotte all´alba al servizio dei quartieri delle zone est e sud della città altre 13 linee della rete notturna modificate ed estese nel percorso o potenziate per servire quartieri della periferia e aumentare la capillarità nella zona centrale della città una nuova denominazione di tutte le linee per migliorare la leggibilità e la comprensibilità della rete Saranno 46, quindi, le linee di bus in servizio nella fascia oraria che va da mezzanotte alle 2 ovvero quella più frequentata dal popolo della notte fatto di turisti, romani ma anche di lavoratori Saranno due le fasi di attivazione della nuova rete notturna: nella notte tra il 3 e il 4 giugno entra in vigore la prima fase con il prolungamento orario delle 15 linee diurne che normalmente terminano il servizio alle ore 24 e che resteranno in strada sino alle ore 2. nella notte tra il 10 e l´11 giugno scatteranno le modifiche a tutta la rete notturna (linee N) DAL 3 GIUGNO 15 LINEE BUS DELLA RETE PORTANTE PROLUNGANO L'ORARIO, TUTTI I GIORNI 15 linee della rete portante prolungheranno, tutti i giorni le corse sino alle 2 della notte. Si tratta dei collegamenti: 38-44-61-86-170-246-301-314-404-444-451-664-881-916-980 che daranno per la prima volta un collegamento notturno a 20 quartieri (corso Trieste, Porta di Roma, Bufalotta, Cinquina, Montespaccato, Pineta Sacchetti, Villa Bonelli, Monti Tiburtini, lungotevere Testaccio, viale Marconi - nella tratta ponte Marconi, via Pincherle via Aurelia, Malagrotta, Grottarossa, Casal Tidei, la zona di via Pievebovigliana, viale Palmiro Togliatti, via della Pisana, la parte sud di via di Torrevecchia e Quartaccio) Nei dettagli le 15 linee portanti garantiranno il servizio di trasporto pubblico sino alle ore 2 nelle zone: 38 Termini-piazza Fiume-corso Trieste-viale Libia-Conca d´Oro-Vigne Nuove-Porta di Roma 44 piazza Venezia-Monteverde Vecchio-Monteverde Nuovo-Villa Bonelli (ex linea n19) 61 Casal Bruciato-Monti Tiburtini-piazza Bologna-Policlinico-Porta Pia-via XX Settembre-via Veneto-Villa Borghese-piazzale Flaminio 86 stazione Conca d'Oro metro B1-Bufalotta-quartiere Cinquina 170 Termini-via Nazionale-piazza Venezia-Testaccio-Marconi-Eur 246 Cornelia metro A-via Aurelia-Malagrotta 301 piazza Augusto Imperatore-Lepanto-Ponte Milvio-Cassia-Grottarossa 314 largo Preneste-Tor Sapienza-via Collatina-Ponte di Nona-Lunghezza-Castelverde 404 Ponte Mammolo metro B-San Basilio-Casal Monastero 444 Ponte Mammolo metro B-Casal Tidei-San Basilio-Torraccia 451 Ponte Mammolo metro B-viale Palmiro Togliatti-Parco di Centocelle metro C-Subaugusta 664 Colli Albani metro A-via Appia Nuova-Capannelle 881 via Paola-Gregorio VII-Bravetta-via della Pisana 916 piazza Venezia-corso Vittorio-via Gregorio VII-Cornelia metro A-Boccea-Battistini metro A-Primavalle-Torrevecchia, Quartaccio 980 Montespaccato/via Antonio Pane-Boccea-metro A Battistini-via della Pineta Sacchetti-Monte Mario-San Filippo Neri LA NUOVA RETE NOTTURNA, DAL 10 GIUGNO PERCORSI ESTESI E NUOVI QUARTIERI SERVITI La nuova rete dei bus notturni (linee contraddistinte dalla lettera N) che viene attivata il 10 giugno prevede: 3 nuove linee, N543, N74 e N075 la modifica e il potenziamento di 13 linee (le attuali N2L-N3-N5-N8-N10-N11-N13-N18-N20-N21-N22-N24-N28) NUOVI COLLEGAMENTI PER LA LAURENTINA E PONTE DI NONA La nuova linea N74 collegherà la stazione Laurentina al nuovo quartiere di Fonte Laurentina percorrendo via Laurentina, viale Ignazio Silone, via Filippo Tommaso Marinetti e il corridoio della mobilità Eur Laurentina-Tor Pagnotta sino al capolinea di via Rita Brunetti La nuova linea N075 collegherà largo Preneste a Colle degli Abeti (via Don Tonio Bello). Percorrerà via Prenestina, via Avola, via Roccalumera, via della Borghesiana, Ponte di Nona la linea N543 (ex n12 prolungata) estende il percorso per servire il quartiere di Tor Sapienza (viale Morandi via De Chirico). In questo modo si completa la modifica della rete del quartiere che nelle diurne è collegato direttamente con metro A e C e nelle ore notturne, direttamente con il Centro (Termini, Tridente e piazza Venezia) TREDICI LINEE MODIFICATE PER AUMENTARE IL SERVIZIO NELLE ORE NOTTURNE - I DETTAGLI la linea nMB1 (ex N2L) che, nelle ore notturne sostituisce la metro B nella tratta Termini-Conca d´Oro sarà prolungata sino alla stazione metro B Ionio. la linea nMC (ex N28) che nelle ore notturne sostituisce la metro C viene prolungata a piazza Venezia transitando in via dell´Amba Aradam, via Celimontana, via Claudia, via Celio Vibenna, via di San Gregorio, via del Circo Massimo, via Luigi Petroselli e via del Teatro Marcello per dare collegamento diretto verso il Centro alla direttrice che si muove lungo la terza linea del metro e, in generale nella zona est della città per aumentare i collegamenti notturni nella zone turistiche più frequentate la linea n46 (ex N5) viene prolungata da largo Millesimo alla stazione FL3 di Monte Mario la linea n8 che, nelle ore notturna sostituisce il tram, viene prolungata da Casaletto a via dei Capasso lungo via dei Silvestri, via Camillo Serafini e via di Bravetta Le linee n3 destra e sinistra (ex N10 e N11) estendono il percorso a Trastevere, ai Parioli, al Villaggio Olimpico e all´Auditorium. Le due circolari, in questo modo servono tutte le zone a traffico limitato notturne e alcuni punti di interesse turistico la linea n11 (ex n18) (Grotte Celoni-Torbellamonaca-piazza Venezia) viene potenziata nel numero delle corse per dare maggiore offerta su una direttrice particolarmente frequentata la linea n92 (ex N13) estende il percorso a via Salaria e via Tagliamento raggiungendo il nuovo capolinea di piazza Sempione. La zona di viale Baseggio viene servita dalla linea 38 la linea n705 (ex n21) collegherà la stazione metro laurentina a via Giuseppe Piermarini mentre la zona di via Laurentina viene servita dalla nuova linea n74 la linea n66 è un nuovo collegamento diretto tra la stazione Termini, piazza Sempione e le zone Talenti, Casal Boccone e Casal de Pazzi. Sostituisce la linea N22 la linea n200 (ex linea N24) farà capolinea alla stazione Prima Porta e transiterà in entrambi i sensi nella zona di via delle Galline Bianche la linea n904 (ex linea N20)  che modifica il percorso all´interno del quartiere Casalotti la linea nME (ex linea N3), sostitutiva notturna della ferrovia Roma-Lido) che, in direzione di piazza Venezia modifica il percorso tra Ostia e Acilia per servire meglio le zone attraversate le funzioni delle linee N2P-N19-N26 vengono sostituite dalle linee 404-444-44-664 UNA NUOVA DENOMINAZIONE DEI COLLEGAMENTI DELLA NOTTE Tutte le linee della rete N sono state rinominate per consentire una maggiore leggibilità della rete e riconoscibilità dei collegamenti: le linee che seguono il percorso delle linee metro si chiameranno come la linea metro di cui prendono il posto. A esempio, la linea N1 che, nelle ore notturne sostituisce la metro A si chiamerà nMA. L'N3 che sostituisce la ferrovia Roma-Lido viene denominata nME in considerazione del fatto che la Roma-Lido, nel Piano urbano della mobilità sostenibile sarà denominata metro E. E ancora, la linea n9 viene denominata n716 e le due circolari notturne che servono tutte le zone a traffico limitato e seguono il percorso del tram 3 si chiameranno n3d (circolare destra) e n3s (circolare sinistra).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2019

ROMA | Stazione metro Repubblica chiusa per altri due mesi

di mobilita

La stazione metro Repubblica della linea A rimarrà chiusa per altri due mesi. Lo si apprende da Atac, che nel corso della Commissione Mobilità, ha reso noto che la ditta Otis, che ha realizzato e riparato la struttura, ha prodotto una relazione che prevede 8 settimane di lavoro per completare l’intervento di ripristino delle scale mobili. Nella relazione, Otis confermerebbe anche l'impegno e interesse a comprimere i tempi nel rispetto di tutti i criteri di sicurezza.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 mag 2019

ROMA | Riapre la stazione Spagna della metro A

di mobilita

Dopo circa un mese e mezzo ha riaperto oggi pomeriggio la fermata Spagna della metro A di Roma. Lo ha comunicato Atac su Twitter  in cui viene confermato che alle ore 18, i treni hanno ripreso a fermare alla stazione Spagna. Restano, per ora, chiuse, le stazioni Repubblica e Barberini. Resta attiva, inoltre, la linea bus di supporto MA10 Termini-Flaminio Roma5.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2019

Con la app Nugo è più facile acquistare i servizi Atac di Roma

di mobilita

A Roma con l’app nugo è più facile e semplice acquistare i servizi ATAC. Con la startup del Gruppo FS Italiane per la mobilità integrata è infatti possibile acquistare anche l’abbonamento integrato mensile e i biglietti con durata 24, 48 e 72 ore, oltre al biglietto integrato a tempo valido 100 minuti. Il nuovo accordo con ATAC consente di utilizzare i mezzi del trasporto pubblico locale della Capitale senza limiti di corse. “L’accordo con ATAC – ha dichiarato Renzo Iorio, Amministratore Delegato e Direttore Generale di nugo – permette di ampliare i servizi acquistabili su nugo per la mobilità nella Capitale. La possibilità di acquistare sul journey planner diverse tipologie di biglietti e l’abbonamento mensile permette di muoversi sui mezzi pubblici a Roma in modo integrato e sostenibile. L’acquistabilità dei servizi ATAC con nugo sta ottenendo un ottimo riscontro tra le persone che usano l’app. Siamo impegnati per incrementare le collaborazioni con gli operatori del trasporto pubblico locale nelle principali aree urbane. nugo è uno strumento importante e innovativo del processo digitale di ricerca e acquisto dei biglietti di viaggio. Una nuova modalità che facilita il turismo in tutta Italia”. Tramite smartphone e altri device mobili le persone possono programmare facilmente i propri spostamenti. Con nugo i biglietti sono acquistabili in un’unica transazione, con un semplice click e in modo sicuro tramite carta di credito o altri sistemi innovativi quali Amazon Pay, Paypal, Satispay, ApplePay o con bonifico Mybank. I titoli di viaggio acquistati tramite nugo non hanno alcun sovrapprezzo e possono essere comodamente salvati nel device elettronico. Dunque niente più carta da portare con sé e da validare. Il controllo avviene tramite un codice univoco attraverso il quale i controllori di ATAC possono accertare la validità del biglietto. Lanciata a giugno 2018 dal Gruppo FS Italiane, nugo permette di acquistare soluzioni di viaggio che integrano diverse modalità di trasporto: dal treno all’aereo, dall’autobus alla metropolitana, dal traghetto al car e bike sharing. L’app è semplice e intuitiva: selezionando partenza e arrivo, nugo elenca tutte le possibili soluzioni per raggiungere la destinazione, combinando diversi mezzi di trasporto e indicando per ognuno di essi la durata del viaggio e il prezzo del biglietto. Una volta scelto il mezzo, o la combinazione di mezzi proposti, è possibile acquistare con un solo click tutti i biglietti, rendendo quindi molto più rapido e pratico organizzare i propri viaggi. Attraverso filtri e preferenze è inoltre possibile personalizzare il viaggio rendendo gli itinerari sempre più affini alle esigenze di ogni persona. Ti potrebbe interessare: Nasce Nugo, l’app che cambia il modo di viaggiare  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2019

ROMA | I 70 bus presi a noleggio da Atac non possono essere immatricolati

di mobilita

I 70 bus usati da Tel Aviv, datati 2008 e presi da Atac in affitto, sono bloccati nei depositi di Salerno e Roma e, secondo quanto affermato dalla consigliera del Pd in Campidoglio Ilaria Piccolo all'agenzia DIRE,  non entreranno mai in servizio, perché non possono essere immatricolati visto che sono Euro 5 e non Euro 6.  I veicoli sono datati 2008 e una volta arrivati in Europa è necessaria la procedura di reimmatricolazione. Il Campidoglio ha già pagato ai fornitori il 16% dell'importo, che e pari a circa 500mila euro al mese. Immediata la replica di Atac che però non smentisce i fatti. “In relazione a notizia di stampa riferite al noleggio di 70 bus provenienti da Israele, Atac precisa che l’azienda non corre alcun rischio economico per la fornitura. I corrispettivi finora versati al noleggiatore sono infatti coperti da specifica polizza di garanzia. Relativamente all’immatricolazione delle vetture a noleggio, il fornitore sta provvedendo, a sua propria cura ed onere, alla finalizzazione di quanto necessario per mettere in strada le vetture come previsto dal contratto". Ti potrebbe interessare: ROMA | Arrivati 38 nuovi autobus Atac di una prima tranche di 108 mezzi

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 apr 2019

ROMA | Arrivato il primo minibus elettrico a emissioni zero

di mobilita

Arrivato al deposito Atac di Prenestina il primo minibus elettrico, a emissioni zero, completamente rinnovato, che presto circolerà sulle strade del centro storico. La prima linea partirà a breve ed entro l’estate verrà ripristinata anche la seconda. L'obiettivo dell'amministrazione capitolina è di recuperare 60 mezzi che erano fermo in deposito, entro il 2020. "Grazie al nostro intervento sono state rimodernate ed ora avranno la manutenzione garantita per almeno sei anni, come previsto dall'accordo quadro voluto da questa amministrazione", ha affermato l'assessore Linda Meleo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mar 2019

ROMA | La Roma-Lido diventerà la Linea E della metropolitana

di mobilita

Dal 15 giugno la Roma-Lido, salvo cambiamenti dell'ultimo minuto, passerà da Atac alla Regione Lazio che la trasformerà in Linea Metropolitana E. E' quanto si è appreso in commissione Mobilità del Comune di Roma che ne ha delineato anche il futuro della tratta che diventerà una metropolitana con frequenze di 7 minuti.  «Non è detto che la linea non sarà più di Atac. Il 15 Giugno di quest’anno scadrà l’attuale contratto di servizio, e che eventualmente, potrebbe esserci una proroga dell’affidamento ad Atac. Abbiamo sempre ribadito, e continueremo a farlo, l’opportunità della cessione della infrastruttura a Roma Capitale e la trasformazione in Metropolitana (Linea E)". ha affermato il presidente della commissione Enrico Stefàno Attualmente la frequenza è di un treno ogni 10-15 minuti e per raggiungere le frequenze prefissate occorreranno nuovi treni e la costruzione di nuove sottostazioni elettriche per permettere più convogli in linea. La Roma-Lido è una linea ferroviaria urbana che collega la stazione di Roma Porta San Paolo al limite sud del quartiere costiero Lido di Ostia, utilizzata ogni giorno da oltre 100mila persone ed è considerata da anni tra le tratte peggiori d'Italia. È lunga 28,359 km con 13 fermate (che diverranno 14 al completamento della nuova stazione di Acilia Sud). Proprio il mese scorso la giunta capitolina ha approvato lo schema di convenzione con il ministero delle Infrastrutture e del Trasporti, Rete Ferroviaria Italiana e Atac relativo ai 180 milioni destinati agli interventi di ammodernamento e potenziamento della linea.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mar 2019

ROMA| Carta di credito contactless per viaggiare sui mezzi Atac

di mobilita

Atac è alla ricerca di un partner che garantisca supporto tecnico ed economico, per almeno 1.9 milioni di euro, per sviluppare il sistema di accesso alla rete di trasporto con carta di credito contactless. Il partner individuato, oltre a contribuire economicamente e tecnicamente alla realizzazione della piattaforma, avrà l'esclusiva, insieme ad Atac, sulla comunicazione del progetto. L'esclusiva non riguarda l'accessibilità al servizio che sarà aperto a tutte le carte bancarie contactless abilitate nel circuito EMV. È stato pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale l’avviso a manifestare interesse per l’avvio - a settembre - della sperimentazione che consentirà di passare, direttamente con carta di credito contactless e con un semplice "tap", i tornelli di metropolitane e ferrovie urbane. Sarà quindi possibile accedere, con qualsiasi tipo di carta di credito bancaria contactless abilitata, a tutte le stazioni della metro e delle ferrovie Roma-Lido e Roma-Viterbo, con la possibilità di proseguire il viaggio sui mezzi di superficie. Il sistema addebiterà sulla carta di credito del viaggiatore la migliore tariffa (sistema Best Fare). Sarà inoltre possibile usare la carta di credito contactless come abbonamento mensile pagando la tariffa prevista online attraverso il portale di Atac (sistema white list).

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
25 mar 2019

ROMA | Stazioni metro chiuse, revocato l’appalto a Metroroma Srl per la manutenzione delle scale mobili

di mobilita

Atac comunica che è' stato risolto il contratto con il fornitore della manutenzione degli impianti nelle stazioni della metropolitana per gravi e inconfutabili ragioni. La manutenzione è affidata all'Ati di scopo Metroroma Srl, capitanata dalla Del Vecchio srl di Napoli, che si è aggiudicata l’appalto triennale da 23 milioni di euro offrendo il 49% di ribasso, per un totale di 11,8 milioni. La Metroroma srl opera su tutte le fermate delle metro A, B, B1 e C e sulle ferrovie regionali Roma-Lido e Roma-Viterbo.  Verso Metroroma srl Atac sta valutando altre azioni, anche di natura risarcitoria. L'azienda sta lavorando per riaprire la stazione Spagna, la cui chiusura è stata determinata dalla decisione del responsabile degli impianti, intervenuta dopo il sequestro disposto dalla magistratura degli impianti di Barberini, di fermare le scale mobili presenti che sono della stessa tipologia di Barberini. Anche la chiusura della stazione Spagna è stata determinata dalla circostanza che nelle stazioni non ci sono scale fisse. Questa mattina si sono inoltre dimessi dal loro incarico tutti gli 8 responsabili Atac degli impianti di traslazione,  A tal proposito Atac ricorda che la decisione di rimettere l'incarico, a norma di legge, non avrà effetto prima di 90 giorni, durante i quali verranno trovate tutte le opportune soluzioni. Dall'inizio del servizio di stamattina, infine, è attivo con cadenza di cinque minuti un servizio di superficie di supporto per alleviare i disagi nel tratto della metro A fra Flaminio e Termini. "Sin da questo weekend Atac ha istituito una flotta sostitutiva che seguirà lo stesso orario della metro. Siamo in contatto con la centrale che eroga il servizio di superficie per monitorare passo dopo passo la situazione. Voglio ricordare che in questi giorni Atac è impegnata per la risoluzione del contratto con la ditta responsabile della manutenzione delle metro in città. Un atto dovuto. Consapevoli dei disagi provocati dalla chiusura di queste tre fermate siamo a lavoro per trovare soluzioni nel più breve tempo possibile e rispondere ai bisogni della cittadinanza", ha detto l'assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale, Linda Meleo.   Metro A: bus navette Termini e Flaminio, tutte le fermate Direzione Flaminio Termini: piazzale capolinea, corsia A fermata 70031 viale Luigi Einaudi fermata 70032 via Nazionale/Torino fermata 70601 via del Tritone altezza piazza Barberini fermata 70886 via Veneto angolo piazza Barberini fermata 70604 Veneto/Sardegna Flaminio: fermata 81152 piazzale Flaminio Direzione Termini Flaminio: fermata  81151 piazzale Flaminio fermata 70855 Veneto/Sardegna fermata 70858 via Veneto angolo piazza Barberini fermata 73889 via Barberini fermata 75892 via Vittorio Emanuele Orlando fermata 70085 via delle Terme di Diocleziano piazzale stazione Termini corsia A Sul sito www.atac.roma.it e sul canale Twitter @infoatac sono presenti tutte le informazioni sulle fermate sostitutive. Atac si scusa con tutti i cittadini per i disagi che si stanno verificando e assicura che è in corso l'individuazione di soluzioni che consentano di arrivare prima possibile alla riapertura delle stazioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2019

ROMA | Disposta la chiusura della stazione metro Spagna dopo Barberini e Repubblica

di mobilita

Chiude anche la stazione metro Spagna della linea A, dopo Barberini e Repubblica a causa di problemi con le scale mobili. Ecco il comunicato di ATAC: “A seguito della decisione dell’Autorità giudiziaria, che ha disposto il sequestro della stazione Barberini, il responsabile di esercizio degli impianti di traslazione di Spagna ha  deciso di inibire all’uso le scale mobili presenti, che sono della  stessa tipologia di quelli presenti a Barberini, al fine di svolgere  ulteriori controlli. Ciò ha reso necessario la chiusura della stazione, che non dispone di altre vie di accesso in banchina. Frattanto, a conclusione dell’iter istruttorio da tempo avviato a  carico della ditta che ha gestito la manutenzione degli impianti,  Atac ritiene che sussistano gravi e inconfutabili ragioni per la  risoluzione del contratto, che verrà notificata a stretto giro al  fornitore. L’azienda individuerà nel minor tempo possibile le  soluzioni utili a garantire la riapertura delle stazioni e la  continuità e il miglioramento delle attività manutentive”  

Leggi tutto    Commenti 0