Articolo
21 mag 2019

Alitalia, Air Italy non scarichi su altri sue responsabilità

di mobilita

Alitalia risponde al comunicato rilasciato ieri da Air Italy in merito alla continuità territoriale in Sardegna Dispiace constatare ancora una volta che una compagnia aerea ritenuta seria come Air Italy possa fare dichiarazioni totalmente prive di fondamento oltre che lesive della reputazione di altri vettori. Come Air Italy sa benissimo, Alitalia ha regolarmente vinto il bando di gara e, su esplicita richiesta della Regione Sardegna, ha iniziato a vendere i voli al momento dell’aggiudicazione delle rotte da/per Olbia. Quando Air Italy, dopo quasi due mesi, ha inaspettatamente deciso di operare senza compensazione, Alitalia si è vista costretta a fare lo stesso proprio per tutelare i tanti passeggeri che avevano già prenotato e per evitare ulteriori esborsi economici visto che, a quel punto, non volare sarebbe stato più oneroso che operare le rotte (pur senza compensazione). Air Italy sostiene che vi fosse un accordo in base al quale Alitalia si sarebbe impegnata a lasciare le rotte su Olbia alla fine di maggio. Ricostruzione fantasiosa che lascia sconcertati: come sanno perfettamente i vertici di Air Italy presenti ai diversi incontri istituzionali, si stava tentando di trovare una soluzione di compromesso che consentisse ad Air Italy di operare le rotte in continuità a condizione che Alitalia fosse in grado di rispettare gli impegni presi con decine di migliaia di passeggeri, sia nazionali che internazionali. Peccato che Air Italy non abbia mai voluto confrontarsi veramente su questa ipotesi e anzi abbia fatto di tutto per far saltare l’accordo, rifiutandosi di rispondere ai reiterati appelli affinché presentasse proposte formali che dessero seguito al negoziato. Alitalia è rimasta in attesa di un interlocutore credibile e i passeggeri hanno continuato a prenotare sull’unica Compagnia che aveva mantenuto in vendita i voli (visto che Air Italy aveva arbitrariamente chiuso le vendite). Alitalia si è così ritrovata con un numero sempre maggiore di prenotazioni: oggi sono circa 70mila per l’intero periodo estivo. Ecco perché un passo indietro da parte della compagnia italiana non era e non è più possibile. Alitalia, per senso di responsabilità e rispetto delle Istituzioni, conferma comunque la presenza al tavolo convocato domani dalla Regione Sardegna e a eventuali futuri incontri istituzionali. La verità è sotto gli occhi di tutti: Air Italy ha preferito, e preferisce tuttora, accusare altri di scelte strategiche che nulla hanno a che fare con la continuità territoriale. La sua volontà di abbandonare la Sardegna era palese da mesi. E ora che ha ottenuto il suo scopo vuole scaricare su altri la responsabilità delle sue scelte. Foto di Copertina: Enrique Perrella    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 mag 2019

Sciopero del trasporto aereo martedì 21 maggio, Alitalia cancella metà dei voli

di mobilita

Domani si prevede una giornata nera per chi si sposta con gli aerei a causa dello nazionale di 24 ore proclamato da Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo. Lo sciopero interesserà i lavoratori del comparto aereo, aeroportuale e indotto degli aeroporti, del personale trasporto aereo (personale navigante operante nei sedimi aeroportuali), del personale dipendente delle società/compagnie settore trasporto aereo, del personale navigante della società gruppo Alitalia e del personale navigante della società Air Italy. “Lo sciopero delle sigle maggiormente rappresentative del settore coinvolgerà piloti e assistenti di volo di Alitalia, Blue Air e Blu Panorama, tecnici della manutenzione e personale di terra delle compagnie aeree, gli addetti all’handling, al catering e delle gestioni aeroportuali. Sono esclusi i dipendenti Enav”, fanno sapere Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo. Alitalia ha cancellato la metà dei voli, sia nazionali che internazionali, programmati per domani. Alitalia fa sapere inoltre che i passeggeri che hanno acquistato un biglietto aereo per viaggiare fra la serata del 20 maggio e la mattina del 22 maggio, in caso di cancellazione o di modifica dell’orario del proprio volo, potranno cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto (solo nel caso in cui il volo sia stato cancellato o abbia subìto un ritardo superiore alle 5 ore) fino al 28 maggio 2019. Ryanair in un comunicato fa sapere: "Abbiamo ricevuto notifica di uno sciopero nazionale del trasporto aereo per il giorno di martedí 21 maggio 2019. Lo sciopero impatterá sulle operazioni di tutti le compagnie aeree e di tutti gli aeroporti italiani e saremo sfortunatamente costretti a cancellare alcuni voli. I clienti affetti da cancellazioni sono giá stati informati via email o SMS e sono state loro offerte opzioni di rimborso o di cambio gratuito su voli alternativi nelle giornate di lunedi, mercoledi o giovedi. Ryanair fará tutto il possibile per minimizzare i disservizi, che sono completamente al di fuori del nostro controllo" Per conoscere tutti i voli garantiti cliccate qui.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 mag 2019

Alitalia: nel primo trimestre 2019 soddisfazione clienti al 91,2%

di mobilita

I passeggeri Alitalia sono sempre più soddisfatti: è quanto evidenziano gli indici di gradimento che nel primo trimestre del 2019 hanno registrato un forte miglioramento. Nei primi 3 mesi dell’anno, il 91,2% dei viaggiatori ha espresso i giudizi “eccellente”, “molto buono” e “buono” nella valutazione complessiva dei servizi a terra e a bordo di Alitalia: il dato sulla customer satisfaction segna una crescita di oltre 3 punti percentuali rispetto al primo trimestre del 2018. Anche il net promoter score, l’indicatore che misura la propensione dei clienti a raccomandare Alitalia ad amici e parenti in base alla propria esperienza, ha registrato un incremento di 8,8 punti rispetto all’anno precedente. Entrambe le misurazioni evidenziano il gradimento più alto da quando Alitalia effettua le rilevazioni e confermano il lavoro svolto dalla Compagnia per migliorare e rendere unica l’esperienza di viaggio del cliente. I viaggiatori, attraverso un formulario inviato via mail, hanno espresso particolare gradimento per la puntualità dei voli Alitalia, un elemento cruciale del servizio e sempre più apprezzato soprattutto nei collegamenti di breve durata come quelli domestici. Il giudizio dei passeggeri conferma i risultati operativi eccellenti ottenuti dalla compagnia italiana che, secondo le rilevazioni di FlightStats, nel primo trimestre del 2019 è risultata la più puntuale al mondo. Le indagini sulla soddisfazione dei clienti evidenziano poi una crescita generalizzata per tutte le componenti del servizio, con significative variazioni in positivo per quanto riguarda le lounge (grazie all’apertura della nuova Casa Alitalia al molo E di Fiumicino per i passeggeri dei voli extra-Schengen), il processo di acquisto (grazie alle nuove funzionalità della App Alitalia e ai nuovi strumenti tecnologici per rendere più personale l’esperienza digitale su alitalia.com), la gestione dell’imbarco sull’aereo e l’aspetto della cabina. In miglioramento anche la valutazione del catering di bordo, a seguito del perfezionamento dei pasti di classe economy sui voli oltre le tre ore di durata e del rinnovo del pluripremiato menu della business class di lungo raggio Magnifica, ora disegnato in collaborazione con Gambero Rosso.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 mag 2019

Torna, dopo 13 anni, il volo diretto Alitalia Roma-Washington

di mobilita

Alitalia, dopo un’assenza di 13 anni su questa tratta, torna a volare tra Roma Fiumicino e Washington Dc. E’ infatti dall’ottobre del 2006, quando Alitalia volava fra Milano Malpensa e Washington Dulles International, che la Compagnia italiana non includeva la capitale degli Stati Uniti fra le proprie destinazioni di lungo raggio.     Il nuovo collegamento diretto è stato inaugurato questa mattina, all’aeroporto di Fiumicino. “Il nuovo volo è un’opportunità per Alitalia per continuare lo sviluppo sul Nord America, dove da tempo non aprivamo una nuova destinazione, importante anche per il mondo business e corporate, e sul nostro lungo raggio, e per migliorare le nostre performances di crescita che hanno visto, a marzo, il 16esimo mese consecutivo di crescita nei ricavi e che si confermerà anche ad aprile”,  ha detto al taglio inaugurale Nicola Bonacchi, Vice President Leisure Sales di Alitalia, presente anche Emiliana Limosani, Vice President Business Travel Sales & Commercial Partnerships di Alitalia “Siamo onorati di presenziare all’avvio di questo nuovo volo diretto – ha detto Federico Scriboni, Responsabile Sviluppo Traffico aereo di Aeroporti di Roma – Uno sviluppo doppiamente rilevante perché amplia l’offerta di voli diretti con la Capitale degli Usa e perché conferma ulteriormente la dinamicità  del primo mercato di lungo raggio di Roma, gli Stati Uniti, che lo scorso anno è cresciuto di oltre il 15% superando la soglia dei 2,5 milioni di passeggeri. Un mercato con ulteriori margini di sviluppo”. La tratta tra Fiumicino e Washington Dulles International è operata con aerei Airbus 330 da 249 posti a sedere con tre classi di servizio (Magnifica, Premium Economy ed Economy) e allestimenti di cabina completamente rinnovati, oltre al servizio di connettività Wi-Fi per telefonate, internet ed email (gratuito per i passeggeri di Magnifica): prevede, nell'orario estivo 2019, cinque collegamenti alla settimana; da Fiumicino ogni lunedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica alle ore 9:30 per atterrare al Dulles di Washington alle 13:30 (ora locale) dopo 10 ore di volo. Negli stessi giorni della settimana, da Washington alle 16:15 (ora locale) per fare ritorno a Roma alle 7:00 del mattino successivo, dopo 8 ore e 45 minuti di volo. Inoltre, sfruttando la posizione geografica dell’hub di Roma Fiumicino, il nuovo collegamento per Washington consentirà di intercettare quei flussi di traffico che partendo dal Medio Oriente (in particolare Israele e Libano), dal Nord Africa (soprattutto Egitto) e dall’India, e transitando a Fiumicino, potranno comodamente raggiungere Washington con un solo scalo. Gli orari del volo, infatti, consentono connessioni da 44 città italiane e internazionali servite da Alitalia. La rotta ha, inoltre, un’importante connotazione business perché potranno viaggiare per Washington e il District of Columbia anche passeggeri ‘premium’ del mondo dell’industria, della finanza e della politica che di solito arrivano nella Capitale americana per recarsi, ad esempio, nelle sedi di grandi aziende, nelle ambasciate o nei quartieri generali del Governo Usa o di istituzioni internazionali come la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 apr 2019

18 nuove destinazioni raggiungibili con Alitalia grazie al codeshare con Saudia

di mobilita

Alitalia all'inizio di questo mese ha esteso la partnership in codeshare con Saudia, la compagnia aerea di bandiera dell'Arabia Saudita, Adesso sono ben 18 le località raggiungibili da Jeddah e Riyadh con il codice AZ. Ecco le località che si potranno raggiungere con Alitalia in codeshare  Jeddah – Abha Jeddah – Hail Jeddah – Jazan Jeddah – JoufJeddah – MadinahJeddah – Qassim Jeddah – Tabuk Jeddah – Taif Jeddah – Turaif Jeddah – Yanbu Riyadh – AbhaRiyadh – Hail Riyadh – Jazan Riyadh – JoufRiyadh – MadinahRiyadh – TabukRiyadh – Taif Riyadh – Yanbu 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 apr 2019

Alitalia, il prestito da 900 milioni non ha più scadenza

di mobilita

Nella bozza del decreto semplificazioni, volta a consentire l’eventuale ingresso del Mef nel capitale sociale della Newco Nuova Alitalia, viene cancellata la scadenza del 30 giugno 2019, giorno in cui la ex compagnia di bandiera avrebbe dovuto ripagare i suoi debiti. La bozza stabilisce che i 900 milioni del "prestito ponte" saranno restituiti al Mef nell’ambito della procedura di ripartizione dell’attivo dell’amministrazione straordinaria a valere e nei limiti dell’attivo disponibile di Alitalia Società aerea italiana Spa in amministrazione straordinaria. L'obiettivo è di agevolare l’ingresso del Mef ed utilizzare i proventi degli interessi sul prestito, stimati in 145 milioni, per sottoscrivere quote di capitale della "nuova Alitalia".  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2019

Tregua tra Air Italy e Alitalia per i voli da Olbia per Milano e Roma

di mobilita

Tregua tra Air Italy e Alitalia. Si è infatti svolto al ministero delle Infrastrutture e trasporti un incontro tra il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, il sottosegretario Armando Siri e i rappresentanti delle compagnie aeree in cui le due compagnie, ma per ora solo fino al 5 maggio, serviranno in collaborazione la gestione dei voli le rotte per Milano e Roma da Olbia. «Abbiamo riaperto il dialogo con i vettori aerei ed individuato un percorso per assicurare il diritto alla mobilità sulle rotte da e per Olbia in regime di continuità territoriale  e scongiurare i paventati licenziamenti in attesa di una definizione più puntuale dei ruoli operativi dei due vettori", ha affermato il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas. Ti potrebbero interessare: Air Italy ribadisce la propria decisione a non volare su Olbia Air Italy rinuncia alle rotte in continuità territoriale in favore di Alitalia Nota stampa Air Italy in merito al Bando di Gara di Continuità Territoriale in Sardegna REGIONE SARDEGNA | Alitalia si aggiudica tutte le rotte in continuità territoriale  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 apr 2019

Air Italy ribadisce la propria decisione a non volare su Olbia

di mobilita

Air Italy, in seguito all’incontro di ieri con il Presidente della Regione Sardegna e la delegazione di Alitalia, in un proprio comunicato afferma: “La proposta illustrata ieri è purtroppo inaccettabile. Air Italy ha in più occasioni dichiarato di non essere in grado di condividere le rotte da Olbia con Alitalia. Pertanto, pur apprezzando lo sforzo fatto dal Governatore, di trovare una soluzione in questo senso, ribadisce che si tratta di una soluzione insostenibile. Air Italy ha accettato lo scorso 12 marzo di volare da Olbia a Roma e da Olbia a Linate (e viceversa), senza compensazioni finanziarie, per proteggere il proprio personale di oltre 500 persone e l’investimento fatto negli ultimi 50 anni al servizio della Sardegna. Sfortunatamente, la soluzione proposta non garantirebbe questi obiettivi e determinerebbe un risultato ancora più negativo rispetto a quello già previsto nell’ipotesi di accettazione appena citata. La proposta avanzata ieri conteneva elementi di forte ambiguità, con concessioni trascurabili e nessuna soluzione praticabile. Allo stesso modo, non è una proposta in grado di risolvere lo squilibrio tariffario che è stato creato sui tre aeroporti di Olbia, Alghero e Cagliari. Come conseguenza di quanto sopra, Air Italy dovrà ora rinunciare alle rotte in favore di Alitalia. Air Italy inizierà ora a riproteggere i passeggeri e ad avviare immediatamente una valutazione completa sul modo migliore per proteggere il nostro personale e chiederà supporto ai ministeri competenti”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 apr 2019

Alitalia, continuano a migliorare i ricavi da traffico passeggeri

di mobilita

Continuano a migliorare i ricavi da traffico passeggeri di Alitalia: la Compagnia italiana ha registrato nel primo trimestre del 2019 un aumento del fatturato dell’1,4% rispetto allo stesso periodo del 2018. Marzo è stato il sedicesimo mese consecutivo di incremento dei ricavi passeggeri. Il risultato raggiunto quest’anno è particolarmente significativo perché si confronta con il primo trimestre del 2018 che aveva visto un +6,4% di crescita del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un dato che però, a differenza dei primi tre mesi del 2019, ha potuto beneficiare delle vacanze pasquali – che tradizionalmente spingono il traffico aereo – cadute l’anno scorso proprio nel primo trimestre. L’incremento dei ricavi nel 2019 è stato trainato soprattutto dalle ottime performance del settore intercontinentale che nel primo trimestre di quest’anno ha registrato una crescita di fatturato del 4,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, anche grazie a un aumento del 2,8% del numero dei passeggeri trasportati rispetto al primo trimestre del 2018. Il fatturato legato al settore cargo è aumentato nei primi tre mesi dell’anno dell’1,9% rispetto agli stessi tre mesi del 2018, mentre i ricavi complessivi, nel primo trimestre del 2019, sono cresciuti del 2,7% rispetto al primo trimestre dell’anno precedente.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 apr 2019

Air Italy rinuncia alle rotte in continuità territoriale in favore di Alitalia

di mobilita

In merito alla soluzione proposta dalla Regione Sardegna e dal Ministero dei Trasporti Air Italy ci ha fatto pervenire il seguente comunicato: "La "soluzione" proposta ieri sera dalla Regione Sardegna e dal Ministero dei Trasporti non è una soluzione, è una farsa. Estendendo la vecchia continuità per Cagliari e Alghero, e non per Olbia, si crea uno squilibrio ridicolo, in particolare rispetto alla diversa politica tariffaria: dal 17 aprile ci sarà la tariffa unica su Alghero, mentre su Olbia varrà dal doppio al triplo della tariffa residenti. Alitalia sarà sia ad Alghero, sia ad Olbia, potrà servire sia i passeggeri con alta capacità di spesa su Olbia e indirizzare - in alternativa - gli altri su Alghero. Air Italy non può condividere questo schema e non condividerà il programma dei voli di Olbia con Alitalia. Dopo l'assegnazione della gara ad Alitalia, ci sono stati incontri sia con il Ministero, sia con la Regione Sardegna - spiace constatare che tutte le promesse fatte non abbiano portato a nulla. Air Italy ha deciso di volare da Olbia a Roma e da Olbia a Linate (e viceversa), come dichiarato in più occasioni, per proteggere il proprio personale di oltre 500 persone e l’investimento fatto negli ultimi 50 anni al servizio della Sardegna. Questa "soluzione" proposta contiene elementi di forte ambiguità e spiace constatare che in definitiva, sia la Regione, sia il Ministero abbiano scelto di non gestire la situazione, limitandosi ad invitare Air Italy e Alitalia ad incontrarsi ed a concordare una soluzione rispetto alle frequenze dei voli da e per Olbia. Ciò, non solo - e innanzitutto - crea una situazione di incertezza estremamente dannosa per i passeggeri a pochi giorni dall’inizio dei voli con il nuovo regime, ma pone altresì Air Italy in una situazione di inaccettabile svantaggio competitivo, avendo Alitalia già venduto migliaia di biglietti per la stagione estiva, iniziando le vendite prima dell’aggiudicazione definitiva e continuando a vendere anche dopo la dichiarazione del 12 marzo, con cui Air Italy accettava di operare senza compensazione. Questo non è accettabile. Grazie a questa "soluzione", centinaia di dipendenti di Air Italy, migliaia di famiglie a Olbia e decine se non centinaia di migliaia di viaggiatori sono rimasti completamente all'oscuro rispetto a quanto accadrà sulla nuova Continuità Territoriale fra soli cinque giorni. Come conseguenza di quanto sopra, Air Italy dovrà ora rinunciare alle rotte in favore di Alitalia. Cercheremo quindi di incontrare la Regione Sardegna e il Ministero per avere indicazioni e supporto su come affrontare le conseguenze che indubbiamente deriveranno da quanto deciso oggi".

Leggi tutto    Commenti 0