Articolo
17 dic 2018

AEROPORTO VENEZIA | Presentato il progetto del nuovo ampliamento del terminal passeggeri area Schengen.

di mobilita

Il progetto del nuovo ampliamento del terminal passeggeri dell’aeroporto Marco Polo di Venezia è stato presentato in data odierna alla presenza del Presidente di SAVE, Enrico Marchi, del Direttore Generale di ENAC, Alessio Quaranta, del Direttore Centrale Vigilanza Tecnica di ENAC, Roberto Vergari, e del Vicepresidente di BEI, Dario Scannapieco. A sette mesi dalla posa della prima pietra dell’ampliamento area Extra Schengen, i cui lavori stanno proseguendo sulla base della prevista tabella di marcia, viene presentato il secondo ampliamento dell’aerostazione che riguarda l’area Schengen e il cui progetto esecutivo è stato di recente approvato da ENAC. Il costo del nuovo ampliamento è di circa 350 milioni di euro. BEI finanzierà con 150milioni di euro opere per complessivi 477 milioni. Il finanziamento è destinato in parte al nuovo ampliamento del terminal, in parte ai lavori di rifacimento delle piste di volo attualmente in corso di esecuzione. I lavori del nuovo ampliamento saranno suddivisi in tre fasi che per alcuni periodi si intersecheranno: la prima fase inizierà a maggio 2019 e terminerà ad aprile 2021; la seconda fase partirà a maggio 2019 e finirà ad aprile 2023; la terza fase sarà avviata a marzo 2023 e si concluderà a maggio 2025. L’opera verrà progressivamente aperta al pubblico con rilasci parziali coincidenti con il completamento di ogni singola fase. Il progetto, realizzato da One Works, è distribuito su vari livelli, i principali interventi riguardano: nuova sala imbarchi remoti Schengen - ampliamento del corridoio arrivi Schengen al piano mezzanino nuovo impianto di smistamento bagagli (BHS) ampliamento della hall partenze landside e check-in realizzazione della nuova zona security ampliamento della sala imbarchi Schengen realizzazione di 5 nuovi pontili di imbarco a servizio dei voli Schengen realizzazione di nuovi locali impianti al piano secondo realizzazione di un fabbricato esterno a nord destinato alla logistica per l’approvvigionamento delle merci e la gestione dei rifiuti nuovo livello interrato destinato a funzioni tecniche di supporto all’attività aeroportuale. Dal punto di vista architettonico, il progetto riprende sia l’articolazione volumetrica che i tratti stilistici dell’attuale terminal passeggeri, in modo da garantire l’uniformità architettonica complessiva. Le grandi superfici vetrate offrono ai passeggeri in attesa nelle nuove aree di imbarco la possibilità di godere della vista esterna sul piazzale aeromobili e dello skyline della città di Venezia. Per il rivestimento delle pareti esterne è stata scelta la stessa finitura che caratterizza il terminal esistente, ovvero il mattone faccia a vista. Nelle hall landside, al primo piano, è previsto l’utilizzo di materiali tipici del territorio quali trachite euganea e marmo di Chiampo. Le sale d’imbarco hanno una pavimentazione in parquet, in continuità con l’esistente. La facciata vetrata prospiciente il piazzale aeromobili segue la stessa scansione orizzontale della facciata del terminal attuale. “Con la presentazione odierna si chiude un anno importante per l’aeroporto di Venezia, caratterizzato da un forte incremento del traffico, che a fine dicembre supererà 11milioni di passeggeri, e dalla continuità progettuale ed esecutiva che da anni contraddistingue il nostro scalo” – ha dichiarato Enrico Marchi, Presidente di SAVE - “L’approvazione da parte di ENAC del progetto esecutivo del nuovo ampliamento del terminal ci ha permesso di procedere con la gara di affidamento dei lavori. Nel contempo, il finanziamento da parte della Banca Europea per gli Investimenti, nel riconoscere l’eligibilità dei nostri progetti, conferma il ruolo dell’aeroporto di Venezia quale infrastruttura di riferimento per la mobilità e lo sviluppo economicosociale del territorio”. “Si tratta di un ulteriore potenziamento di uno dei più importanti scali d’Italia” - ha commentato il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta. – “Il progetto si inserisce nella visione di sviluppo della competitività dei nostri aeroporti. Contribuirà a incrementare la capacità operativa del terminal e a innalzare gli standard qualitativi dei servizi offerti sia ai passeggeri, sia agli operatori, secondo le migliori pratiche internazionali. Nello svolgimento del suo ruolo istituzionale, l’ENAC vigila sull’esecuzione degli interventi e affianca i gestori nella progettazione verificando che le opere rispondano pienamente ai requisiti di sicurezza aeronautica e, al contempo, offrano ai passeggeri un ambiente confortevole e pregevole sotto il profilo architettonico”. “Per un’area come il Veneto, caratterizzata da una forte vocazione turistica e da un ricco e dinamico tessuto imprenditoriale, un’operazione di queste dimensioni sul principale aeroporto e’ garanzia del fatto che si investe sul futuro, perche’ la mobilita’di merci e persone e’ condizione essenziale per lo sviluppo economico e sociale”, ha commentato Dario Scannapieco, Vice Presidente della BEI.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 nov 2018

AEROPORTO VENEZIA | Volotea riconferma per la prossima stagione estiva tutti i voli

di mobilita

Volotea ha riconfermato per la prossima stagione estiva l’intera offerta al Marco Polo: grazie alla flotta del vettore sarà infatti possibile decollare dallo scalo veneto verso 35 destinazioni, 16 esclusive.  Ottimi, inoltre, i risultati registrati dalla low-cost a Venezia: da gennaio a ottobre 2018, il vettore ha trasportato oltre 784.000 passeggeri (+15% vs 2017), superando così l’intero volume dello scorso anno e registrando una forte crescita presso lo scalo. “Siamo felicissimi di riconfermare tutte le rotte in partenza da Venezia per la prossima stagione estiva – afferma Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea. – Dal 2012 ci siamo affermati a livello locale, attestandoci come una tra le compagnie aeree più conosciute e apprezzate del territorio, grazie ad una rete di collegamenti che, anno dopo anno, si è andata incrementando, fino alle attuali 35 destinazioni raggiungibili. Non va dimenticato, infine, che presso l’aeroporto, sono allocati 7 aeromobili”. Con i voli comodi, diretti e veloci, i passeggeri di Volotea in Veneto potranno raggiungere alcune tra le più affascinanti mete turistiche, non solo in Italia, ma anche all’estero. Sono 9 le destinazioni domestiche collegate allo scalo – Alghero, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Lampedusa, Olbia, Palermo e Pantelleria – e 26 quelle internazionali – Bordeaux, Marsiglia, Nantes e Tolosa in Francia, Alicante, Asturie, Bilbao, Malaga, Palma di Maiorca, Santander e Saragozza in Spagna, Spalato e Dubrovnik in Croazia, Atene, Corfù, Creta, Cefalonia, Kos, Mykonos, Preveza-Lefkada, Samos, Santorini, Skiathos, Zante e Karpathos in Grecia e, infine, Praga in Repubblica Ceca. Nel 2019 il vettore scenderà in pista a Venezia con un’offerta totale di oltre 855.000  biglietti in vendita e circa 6.850 voli.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 apr 2018

AEROPORTO VENEZIA | E-Gates disponibili anche per i passaporti americani

di mobilita

Dal 24 aprile - in aggiunta ai passaporti biometrici europei - è possibile utilizzare gli e-gates dal Venice Airport anche per i passaporti americani. L'aeroporto Marco Polo di Venezia ha investito in questa nuova tecnologia che permette un tempo di attesa ai controlli inferiore. Gli Egate sono una tecnologia innovativa, sempre più diffusa nei principali hub internazionali, consente di effettuare in modo totalmente automatizzato le procedure di controllo del passaporto. Garantiscono i massimi livelli di sicurezza nei controlli, e diminuiscono le tempistiche di attesa dei passeggeri, con un vantaggio sulla qualità complessiva dell’esperienza di viaggio. Il viaggiatore si presenta ad un varco automatico e pone il proprio passaporto aperto in uno scanner, in modo che venga superato il controllo di accesso. Successivamente viene acquisita da una telecamera l’immagine del suo volto e confrontata con quella contenuta nel chip del passaporto. In caso di esito favorevole si apre il varco, in caso contrario il viaggiatore dovrà necessariamente procedere attraverso il controllo al varco operato da un Agente di Frontiera. Da un punto di vista più tecnico, i dati e il riconoscimento facciale del passeggero vengono controllati istantaneamente, poiché ogni macchina lavora in collegamento diretto con i database del Viminale. L’apparecchiatura effettua in autonomia e nel giro di pochi secondi una serie di controlli per verificare l’autenticità e integrità dei documenti, analizza i parametri biometrici del viso e delle impronte digitali (solo per i passeggeri italiani) e verifica che non vi siano motivi ostativi al transito. Uniche accortezze, per usare gli Egates, sono l'avere a disposizione un passaporto elettronico ed avere almeno 14 anni. E’ facilmente identificabile, basta controllare che sulla copertina del documento sia raffigurato, in basso, un piccolo chip.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 set 2017

American Airlines lancia un nuovo volo tra Venezia e Chicago

di mobilita

A partire dal 4 maggio 2018 l'American Airlines opererà un nuovo volo fra l’aeroporto Marco Polo di Venezia (VCE) e il suo hub di Chicago O’Hare International Airport (ORD). Il nuovo servizio offrirà più di 3.000 posti alla settimana per tutta la stagione estiva e sarà operato da un modernissimo Boeing 787-8 Dreamliner. La Business Class sarà composta da 28 poltrone completamente reclinabili, con accesso diretto al corridoio, intrattenimento di bordo con i film più recenti, i migliori programmi TV, giochi, musica e estratti degli ultimi best-seller. I passeggeri di Business avranno inoltre a disposizione un vario menu internazionale studiato in partnership con lo Chef stellato inglese Mark Sargeant e la Chef di fama internazionale Maneet Chauhan. La cabina di Economy sarà composta da 198 poltrone, di cui 21 in “Main Cabin Extra” con circa 18 cm di spazio in più per le gambe. Wi-Fi internazionale e intrattenimento di bordo personalizzato disponibile in tutte le classi. Il nuovo volo si aggiunge al servizio stagionale già esistente fra Venezia (VCE) e Filadelfia (PHL) e diventa l’ottavo collegamento di American Airlines con l’Italia oltre ai voli operati da Milano verso New York (JFK) e Miami (MIA) e da Roma verso Chicago, New York, Dallas/Fort Worth (DFW), Filadelfia e Charlotte (CLT). Tutti i voli dall’Italia dispongono di poltrone di Business Class completamente reclinabili e con accesso diretto al corridoio. I passeggeri del nuovo volo da Venezia potranno beneficiare dei collegamenti dell’hub di American a Chicago verso oltre 120 destinazioni negli Stati Uniti, Canada e Messico. “Il nuovo volo da Venezia testimonia il continuo impegno della compagnia nella crescita internazionale e rafforza la presenza di American in Europa” ha commentato Jim Butler, senior vice president, International & Cargo. “Chicago è un hub molto grande per American e offrirà ai passeggeri italiani molteplici possibilità di connessioni”. “Tra Venezia e Chicago viaggiano annualmente oltre 40.000 passeggeri”- ha dichiarato Enrico Marchi, Presidente di Save- “il nuovo volo diretto per Chicago rappresenta pertanto un ulteriore importante passo per il nostro aeroporto e per l’intero Nord-Est, oltre che il settimo collegamento non stop per il Nord America”. American sta investendo oltre 3 miliardi di dollari per offrire ai propri passeggeri un’esperienza di viaggio migliore in tutto il mondo: poltrone completamente reclinabili, Wi-Fi internazionale, più scelta nell’intrattenimento di bordo e prese di corrente, un nuovo e più moderno design nelle lounge di tutto il mondo, compresa quella di Chicago e un vasto assortimento gratuito di prodotti salutari, cocktail e molto altro. Per saperne di più, qui. American, unitamente ai propri partner transatlantici, serve attualmente 23 destinazioni in Europa con oltre 130 partenze al giorno. Il 4 maggio 2018 American lancerà anche i voli da Budapest (BUD) e da Praga (PRG) verso Filadelfia. Orari: Venezia-Chicago VCE-ORD Partenza alle 2:50pm – Arrivo alle 6:15pm Chicago-Venezia ORD-VCE Partenza alle 7:00pm – Arrivo alle 11:00am (giorno successivo)

Leggi tutto    Commenti 0