12 mar 2021

Un Frecciarossa anche in Sicilia? Per Cancelleri è possibile


Il sottosegretario alle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, ospite di ‘Casa Minutella’, ha confermato che il collegamento stabile sullo stretto di Messina si farà:

“Dovremo valutare se sia meglio il ponte o il tunnel visto che ci sono progetti Saipem molto promettenti. L’unica certezza e’ che un collegamento stabile si fara’. Non c’e’ la possibilita’ di decidere di non fare nulla”.

Cancelleri si è poi soffermato sull’Alta Velocità in Sicilia:

“Stiamo lavorando per un Frecciarossa da 5 vagoni, piu’ corto. Questo perche’ si tratta di un treno che non si puo’ montare e smontare come tutti gli altri ma nasce in una conformazione e lunghezza e tale resta. Un treno da 5 vagoni puo’ entrare per intero nel traghetto e questo ci permetterebbe di far arrivare l’alta velocita’ in Sicilia. Stiamo lavorando per portare la rete in condizione di garantire una velocita’ fra i 180 e i 200 chilometri orari con punte ai 230 km/h e per le opere ferroviarie in Sicilia abbiamo scelto un commissario siciliano e molto competente. Si tratta dell’ingegnere Filippo Palazzo, un tecnico Rfi molto noto anche in Sicilia. Un uomo del fare”.
 
 

 


CancellerifrecciarossaPonte stretto di Messina

Un commento per “Un Frecciarossa anche in Sicilia? Per Cancelleri è possibile
  • zavardino 229
    13 mar 2021 alle 8:49

    con calma! Frecciarossa o Frecciargento Roma Palermo con manovre d’imbarco semplificate, quindi con 5 vagoni. E’ dai tempi del Pendolino che se ne parla. Quindi dal 1996. Da Villa San Giovanni, fermate solo a Lamezia, Paola, Salerno, Napoli Afragola e Roma Termini, con i 250 km finali ad alta velocità. Fattibile eccome, cambia tutto per i collegamenti tra località intermedie. Palermo-Roma in 8 o 9 ore senza investimenti colossali, che vanno fatti ma avranno tempistiche lunghe. Una freccia con 5 vagoni si realizza in poco tempo.


Lascia un Commento