Articolo
15 apr 2021

Ferrovienord e Alstom hanno firmato un nuovo contratto per altri 20 treni a media capacità

di mobilita

FERROVIENORD e Alstom hanno sottoscritto - nell'ambito di un Accordo Quadro stipulato a novembre 2019 - il secondo contratto applicativo per la fornitura di ulteriori 20 treni "Donizetti" a media capacità per il servizio ferroviario regionale, per un importo di 125 milioni di euro. Questi convogli si aggiungono ai 31 già previsti dal primo contratto applicativo, firmato contestualmente all'Accordo Quadro. PROGRAMMA REGIONE LOMBARDIA - La firma di questo secondo contratto applicativo fa seguito a quanto stabilito da Regione Lombardia che, con una delibera del 17 marzo 2021, ha ampliato il proprio programma di acquisto di nuovi treni, aggiungendo 46 convogli - 26 "Caravaggio" ad alta capacità e 20 "Donizetti" a media capacità - ai 176 già previsti e portando quindi a 222 il totale, per uno stanziamento complessivo di 1,958 miliardi (1,607 miliardi del programma approvato nel 2017 e aggiornato nel 2019, più 351 milioni aggiunti con la delibera del 17 marzo 2021). SECONDO CONTRATTO APPLICATIVO – La consegna dei primi treni acquistati con questo secondo contratto applicativo è prevista da giugno 2023. I convogli sono destinati alla direttrice Milano – Sondrio – Tirano. "I finanziamenti di Regione Lombardia stanno consentendo il progressivo rinnovamento del materiale rotabile – commenta il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana -: treni nuovi e all'avanguardia sono già in circolazione su diverse linee lombarde e da qui ai prossimi anni il piano di investimenti dispiegherà appieno i propri effetti". "La delibera regionale di poche settimane fa - aggiunge l'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi - ha integrato il già corposo programma di acquisti in atto, sempre con l'obiettivo di efficientare il trasporto ferroviario. Treni nuovi e confortevoli significa migliorare l'esperienza di viaggio degli utenti e diminuire i disagi legati alla vetustà del parco mezzi". "Il radicale rinnovamento della flotta di Trenord che stiamo realizzando in questi anni grazie ai finanziamenti e alle indicazioni di Regione Lombardia – spiega il presidente di FNM Andrea Gibelli – sta portando e porterà sempre più benefici in termini di qualità del servizio e comfort, ma anche dal punto di vista della sostenibilità, grazie alla riduzione dei consumi che i nuovi treni garantiscono e all'utilizzo di materiali riciclabili". "Siamo felici – sottolinea il presidente di FERROVIENORD Paolo Nozza – di poter dare il nostro contributo a questa grande operazione promossa dalla Regione per garantire alla Lombardia un servizio ferroviario sempre più efficiente e di qualità". "Siamo molto lieti di sostenere FNM e FERROVIENORD nel fornire un trasporto locale moderno e sostenibile. Negli ultimi 10 anni, Alstom ha consegnato 54 treni regionali in Lombardia. La nuova generazione di Coradia Stream rappresenta l'ultima versione elettrica progettata e prodotta da Alstom per il trasporto regionale" dichiara Michele Viale, Amministratore Delegato di Alstom Italia e Presidente e Amministratore Delegato Alstom Ferroviaria. I "DONIZETTI" – SCHEDA  PRINCIPALI CARATTERISTICHE – Si tratta di convogli mono piano, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV. Sono lunghi 84,2 metri, hanno 518 posti, di cui 263 a sedere. La velocità massima è di 160 km/h. TECNOLOGIE, SICUREZZA E ACCESSIBILITÀ – Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare, tra le altre dotazioni, la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, telecamere interne, laterali e frontali, misuratore energia, conta-persone, telediagnostica da remoto. I convogli saranno inoltre dotati del sistema di bordo SCMT/ERTMS, che garantisce i migliori standard di sicurezza europei. L'accessibilità è resa agevole dalla presenza di pedane automatiche per l'incarrozzamento. BENEFICI AMBIENTALI E COMFORT - Rispetto alla flotta attuale, è stata stimata una riduzione del 30% dei consumi di energia. Molto elevato inoltre il ricorso a materiali riciclabili (indice di riutilizzo pari al 96%). Da sottolineare anche la riduzione di rumori e vibrazioni, il potenziamento del sistema di climatizzazione e l'ampiezza delle aree di seduta e dei corridoi, adatti alle persone a mobilità ridotta.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2021

MILANO | Da lunedì 12 aprile i nuovi treni Caravaggio entreranno in circolazione sulla linea Milano – Gallarate – Arona – Domodossola.

di mobilita

I treni Caravaggio arrivano nel Varesotto, nel Verbano e in Val d'Ossola: da lunedì 12 aprile i nuovi convogli ad alta capacità di Trenord entreranno in circolazione sulla linea Milano - Gallarate - Arona - Domodossola. A partire da lunedì e progressivamente entro mercoledì saranno quattro i nuovi Caravaggio in servizio sulla linea, su cui effettueranno complessivamente 22 corse: 11 sulla linea RegioExpress Milano Centrale - Domodossola e 11 sul collegamento Milano Porta Garibaldi - Arona - Domodossola, di cui 5 con partenza o destinazione Arona; 6 con proseguimento da e per Domodossola. I nuovi convogli, che circoleranno in composizioni da 4 carrozze con 445 posti a sedere, offriranno ai passeggeri della direttrice un ambiente di viaggio confortevole - grazie a sistemi di climatizzazione autoregolati e di illuminazione LED, prese elettriche e USB utili per la ricarica dei dispositivi mobili - e accessibile. Prodotti da Hitachi, i treni Caravaggio sono dotati di soluzioni audio e video per l'informazione a bordo e di 44 telecamere per la videosorveglianza. Lunedì 12 saranno effettuate dai nuovi convogli nove corse, elencate di seguito: Da Milano ad Arona/Domodossola 10214 (Milano Porta Garibaldi 06:46 - Arona 07:54); 10224 (Milano Porta Garibaldi 11:46 - Domodossola 13:59); 2434 (Milano Centrale 17:25 - Domodossola 19:04); 2436 (Milano Centrale 18:25 - Domodossola 20:04); Da Domodossola/Arona a Milano 10210 (Arona 05:54 - Domodossola 06:59); 10217 (Domodossola 07:20 - Milano Porta Garibaldi 09:14); 10219 (Arona 09:06 - Milano Porta Garibaldi 10:14); 2431 (Domodossola 14:56 - Milano Centrale 16:35); 10243 (Domodossola 20:01 - Milano Porta Garibaldi 22:14). 222 nuovi treni per la Lombardia I treni Caravaggio che entreranno in servizio sulla linea Milano - Arona - Domodossola sono compresi fra i 222 nuovi convogli acquistati da Regione Lombardia per Trenord, che consentiranno progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio offerto ogni giorno ai viaggiatori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 feb 2021

Railcolornews svela le prime immagini del treno FLIRT prodotto da Stadler per Trenord

di mobilita

Pubblicate sul sito  Railcolornews le prime immagini del treno FLIRT prodotto da Stadler per Trenord. Si tratta di un treno bimodale a trazione Diesel ed elettrica e può raggiungere una velocità massima di 160 km/h. In tutto sono 30 i treni Staler ordinati da Trenord, con una opzione per altri 20. Noi lo avevamo visto in anteprima  all'EXPO Ferroviaria del 2019:  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2021

LOMBARDIA | I nuovi Caravaggio da lunedì 22 febbraio sulla linea Milano Porta Garibaldi – Pioltello – Bergamo

di mobilita

Da lunedì 22 febbraio sulla linea Milano Porta Garibaldi - Pioltello - Bergamo saranno 12 le corse effettuate ogni giorno dai nuovi treni Caravaggio ad alta capacità di Trenord, entrati in servizio per la prima volta sul collegamento lo scorso 12 ottobre con quattro corse. Aggiungendosi ai treni Vivalto in servizio sulla linea Milano Centrale - Pioltello - Bergamo, i Caravaggio porteranno a 50 il numero di corse giornaliere operate da convogli di ultima generazione sulla direttrice via Pioltello, che conta un totale di 54 collegamenti al giorno. I nuovi convogli saranno in servizio durante tutto l'arco della giornata e - in composizioni di quattro carrozze con 445 posti a sedere - offriranno ai passeggeri mezzi comodi e confortevoli. In particolare, saranno effettuati da Caravaggio i treni: Da Bergamo a Milano 2256 (Bergamo 6.30 - Milano P. Garibaldi 7.33); 2298 (Bergamo 7.45 - Milano Greco Pirelli 8.38); 2260 (Bergamo 8.30 - Milano P. Garibaldi 9.33); 2276 (Bergamo 16.30 - Milano P. Garibaldi 17.33); 2278 (Bergamo 17.30 - Milano P. Garibaldi 18.33); 2280 (Bergamo 18.30 - Milano P. Garibaldi 19.33); Da Milano a Bergamo 2253 (Milano P. Garibaldi 6.22 - Bergamo 7.25); 2257 (Milano P. Garibaldi 8.22 - Bergamo 9.23); 2271 (Milano P. Garibaldi 15.22 - Bergamo 16.25); 2273 (Milano P. Garibaldi 16.22 - Bergamo 17.25); 2277 (Milano P. Garibaldi 18.22 - Bergamo 19.25); 2279 (Milano P. Garibaldi 19.22 - Bergamo 20.25). Caravaggio offre ai passeggeri un ambiente di viaggio confortevole - grazie a sistemi di climatizzazione autoregolati e di illuminazione LED, prese elettriche e USB utili per la ricarica dei dispositivi mobili - e accessibile. Il convoglio è dotato di soluzioni audio e video per l'informazione a bordo e di 50 telecamere per la videosorveglianza. I nuovi treni per la Lombardia I treni Caravaggio fanno parte dei 176 convogli acquistati da FNM e FerrovieNord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi di euro garantito da Regione Lombardia. I nuovi convogli che stanno progressivamente entrando in servizio sui binari lombardi - 105 Caravaggio, 41 Donizetti monopiano a media capacità realizzati da Alstom per percorrenze veloci, 30 Colleoni di Stadler con motori Diesel-elettrici per linee non elettrificate - consentiranno progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio offerto ogni giorno ai viaggiatori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 gen 2021

TRENORD | Sciopero dei treni tra il 24 e il 25 gennaio

di mobilita

È previsto per il 24 gennaio il primo sciopero dei dipendenti Trenord del 2021. A proclamarlo sono stati i lavoratori iscritti al sindacato Orsa Ferrovie, che incroceranno le braccia “recuperare” la manifestazione inizialmente prevista per il 15 novembre e differita vista l'emergenza sanitaria per “senso di responsabilità”, come dichiara il sindacato stesso in una nota. “Auspicavamo che tale iniziativa fosse contraccambiata dall'azienda con analogo atteggiamento affinché i problemi dei lavoratori ed i rapporti sindacali trovassero soluzioni attraverso un rapporto inclusivo delle rappresentanze dei lavoratori. Purtroppo ci siamo illusi - sottolineano nel comunicato - e l'atteggiamento arrogante e superbo tenuto dai vertici di Trenord anziché riscontrare un sistema partecipativo e costruttivo finalizzato alla risoluzione positiva della vertenza ha riscontrato un comportamento esattamente opposto”. I convogli Trenord potrebbero quindi restare fermi dalle 3 di domenica 24 gennaio alle 2 di lunedì 25 gennaio. Sul sito di Trenord, al momento, non è stata comunicata la notizia relativa alla protesta dei dipendenti. “Abbiamo riscontrato - dicono da Orsa Ferrovie - che nel settore della commerciale si è realizzato un confronto che non ha tenuto in considerazione la nostra rappresentanza sia per i contenuti sia per il metodo con cui è stata condotta la trattativa. Nel settore della manutenzione le nostre osservazioni e considerazioni sono state accolte in misura insufficiente tant'è si è giunti ad un accorso separato che ha riscontrato il disaccordo anche di un'altra organizzazione sindacale confederale”. “Per quanto riguarda le problematiche del personale mobile - spiega il sindacato - le proposte formulate dalle Rsu non sono state accolte e sono emersi ulteriori elementi irrisolti quali le condizioni logistiche, le troppe modifiche ai turni assegnati tramite l'applicativo Argo, ed i nuovi turni del personale in vigore dal prossimo cambio orario, consegnati per l'ennesima volta con grave ritardo e non rispettosi delle norme contrattuali”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 nov 2020

Dal 2023 la linea Brescia-Iseo-Edolo sarà servita da treni a idrogeno

di Fabio Nicolosi

FNM e Trenord promuoveranno nel Sebino e in Valcamonica la prima "Hydrogen Valley" italiana. I punti principali del progetto, denominato H2iseO, sono: l'acquisto di nuovi treni alimentati a idrogeno, che serviranno dal 2023 la linea non elettrificata - gestita da FERROVIENORD (società al 100% di FNM) - Brescia-Iseo-Edolo, in sostituzione degli attuali a motore diesel; la realizzazione di centrali per la produzione di idrogeno, destinato inizialmente ai nuovi convogli ad energia pulita. NUOVI TRENI - Il Consiglio di Amministrazione di FNM ha deliberato l'acquisto di 6 elettrotreni alimentati a idrogeno, con l'opzione per la fornitura di altri 8. L'investimento è stato preliminarmente stimato in oltre 160 milioni. I primi di questi convogli, prodotti da Alstom, saranno consegnati entro il 2023 e saranno affidati, tramite locazione, a Trenord. I vecchi convogli diesel che saranno inizialmente sostituiti sono in servizio dai primi anni '90 (tipologia: Aln 668). CARATTERISTICHE CONVOGLI - In Europa Alstom ha già dato prova dell'affidabilità dei suoi sistemi di trazione a emissioni 0. In Germania il treno iLint, il primo treno a idrogeno al mondo, da settembre 2018 ha percorso ~250.000 km in servizio passeggeri su una tratta in Bassa Sassonia. I nuovi treni alimentati ad idrogeno che FNM ha deciso di acquistare sono sviluppati sulla base della piattaforma Alstom Coradia Stream e sono in larga misura identici ai treni Donizetti già in uso a Trenord. Ciò consente di ridurre i tempi di consegna e conseguire possibili sinergie in ambito manutentivo. IMPIANTI ALIMENTAZIONE – Lo stesso Consiglio di Amministrazione di FNM ha inoltre analizzato la fattibilità preliminare degli impianti di produzione dell'idrogeno necessari per attivare il servizio ferroviario. Il primo impianto di produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno sarà realizzato da FNM a Iseo tra il 2021 e il 2023. Sorgerà nell'area del Deposito di Trenord dove attualmente viene effettuato il rifornimento dei treni diesel, nonché l'attività manutentiva dei convogli. Il piano di fattibilità, in corso di ultimazione, prevede il ricorso iniziale alla tecnologia Steam Methane Reforming (SMR), da metano/biometano, con cattura e stoccaggio della CO2 prodotta, per la produzione di "idrogeno blu". Entro il 2025 saranno inoltre realizzati uno o due ulteriori impianti di produzione e distribuzione di idrogeno da elettrolisi (cosiddetto idrogeno verde) lungo il tracciato della ferrovia, in partnership con operatori energetici di primario standing con cui FNM sta definendo un'intesa. TRASPORTO PUBBLICO LOCALE – Si prevede infine, sempre entro il 2025, di estendere la soluzione idrogeno al trasporto pubblico locale, a partire dai circa 40 mezzi gestiti in Valcamonica da FNMAutoservizi (società al 100% di FNM), con la possibilità di aprire all'utilizzo da parte della logistica merci e/o privata. "Il progetto H2iseO è un tassello importante di una strategia più ampia del Gruppo FNM – commenta il presidente di FNM Andrea Gibelli – che vuole rendersi protagonista dello sviluppo di una piattaforma integrata di servizi di mobilità, costruita secondo criteri di sostenibilità ambientale ed economica, che metta a sistema e crei nuove connessioni allo scopo di favorire il benessere dei cittadini e la produttività del territori. H2iseO è un progetto molto innovativo che mira alla creazione di un viaggio a zero impatto ambientale, attraverso la decarbonizzazione del trasporto e lo sviluppo di una filiera territoriale dell'idrogeno. E' una iniziativa in grado di creare un alto valore aggiunto in termini ambientali, economici e sociali". "I treni a idrogeno proiettano Trenord nel cuore del futuro – spiega l'amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri -. Con FNM che nel ruolo di Rosco sostiene l'investimento, iniziamo oggi un viaggio green sapendo che molti in Italia e in Europa ci seguiranno. Quello che sta avvenendo in Lombardia non ha precedenti nella storia della ferrovia: i 176 treni nuovi acquistati da Regione e Ferrovie Nord stanno progressivamente entrando in servizio; ora i treni a idrogeno spingono l'innovazione ancora oltre, fino a questo progetto di decarbonizzazione del trasporto. La svolta green di Trenord prevede inoltre che, entro il 2023, entreranno in servizio i primi treni elettrici a batteria, che sostituiranno i vecchi treni Diesel e potranno circolare anche su reti elettrificate. Ci sentiamo parte di un grande piano di sviluppo, sostenuti da Regione Lombardia e in sintonia con gli indirizzi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dello sviluppo Economico, che si prepara a varare la "National hydrogen strategy preliminary guidance".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 nov 2020

LOMBARDIA | Il nuovo treno Donizetti di Trenord è entrato in servizio

di mobilita

Oggi, lunedì 2 novembre, il nuovo treno Donizetti di Trenord è entrato in servizio per la prima volta sulla linea Lecco - Bergamo, su cui effettuerà tutti i giorni 14 corse, pari al 50% del servizio complessivo. Con l'immissione in servizio del nuovo convoglio si compie un passo significativo per il miglioramento del servizio offerto ai passeggeri della linea Lecco - Bergamo. Il convoglio è compreso fra i 15 treni - 10 Donizetti a media capacità e 5 Caravaggio ad alta capacità - acquistati attraverso una cessione di contratto da parte di Trenitalia in favore del Gruppo FNM e FerrovieNord, per Regione Lombardia. Con una composizione di quattro carrozze, con 305 posti a sedere, Donizetti offre un ambiente di viaggio confortevole - grazie a sistemi di climatizzazione autoregolati e di illuminazione LED, prese elettriche e USB utili per la ricarica dei dispositivi mobili - e accessibile. Il convoglio è dotato di soluzioni audio/video per l'informazione a bordo e di telecamere per la videosorveglianza. Le carrozze ospitano aree polifunzionali per il deposito di passeggini e biciclette, con possibilità di ricarica per le bici elettriche. Prodotti con materiali riciclabili con un indice di riutilizzo pari al 95%, i treni Donizetti riducono del 30% dei consumi di energia rispetto alla flotta attuale. Il convoglio ha un costo di 6,9 milioni di euro. Le corse effettuate dal nuovo treno Donizetti Il treno effettua tutti i giorni le seguenti corse sulla linea Lecco - Bergamo: - 5031 (Lecco 6.30 - Bergamo 7.15) da lunedì a sabato e 5033 (Lecco 7.01 - Bergamo 7.48) la domenica; - 5034 (Bergamo 8.08 - Lecco 8.48); - 5037 (Lecco 9.12 - Bergamo 9.52); - 5038 (Bergamo 10.08 - Lecco 10.48); - 5041 (Lecco 11.12 - Bergamo 11.52); - 5042 (Bergamo 12.08 - Lecco 12.48); - 5045 (Lecco 13.12 - Bergamo 13.52); - 5046 (Bergamo 14.08 - Lecco 14.48); - 5049 (Lecco 15.12 - Bergamo 15.52); - 5050 (Bergamo 16.08 - Lecco 16.48); - 5053 (Lecco 17.12 - Bergamo 17.52); - 5054 (Bergamo 18.08 - Lecco 18.48); - 5057 (Lecco 19.12 - Bergamo 19.52); - 5058 (Bergamo 20.08 - Lecco 20.48). I 176 nuovi treni per Trenord Complessivamente, sono 176 i nuovi treni acquistati per Trenord da FNM e FerrovieNord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi di euro sostenuto da Regione Lombardia. I nuovi convogli che stanno entrando progressivamente in servizio sui binari lombardi - 105 Caravaggio di Hitachi, 41 Donizetti monopiano a media capacità realizzati da Alstom per percorrenze veloci, 30 Colleoni di Stadler con motori Diesel-elettrici per linee non elettrificate - consentiranno progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio offerto ogni giorno ai viaggiatori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 ott 2020

MILANO | Da oggi il nuovo treno Caravaggio in servizio sulla linea Milano P.ta Garibaldi-Pioltello-Bergamo

di mobilita

Oggi il nuovo treno Caravaggio entrerà per la prima volta in servizio sulla linea Milano Porta Garibaldi-Pioltello-Bergamo, su cui effettuerà quattro corse nell’orario di punta della mattina e della sera. In particolare, saranno effettuati dal nuovo convoglio ad alta capacità i treni 10801 (Milano P. Garibaldi 6.22-Bergamo 7.25), 10816 (Bergamo 7.45-Milano Greco Pirelli 8.43), 10807 (Milano P. Garibaldi 16.22-Bergamo 17.25), 10812 (Bergamo 18.30-Milano P. Garibaldi 19.33). Circolando in una composizione di quattro carrozze con 445 posti a sedere, Caravaggio offrirà ai passeggeri della linea un ambiente di viaggio confortevole – grazie a sistemi di climatizzazione autoregolati e di illuminazione LED, prese elettriche e USB utili per la ricarica dei dispositivi mobili – e accessibile. Il convoglio è dotato di soluzioni audio e video per l’informazione a bordo e di 50 telecamere per la videosorveglianza. Il nuovo Caravaggio è uno dei 176 convogli acquistati da FNM e Ferrovienord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi garantito da Regione Lombardia. I nuovi convogli che entreranno in servizio sui binari lombardi – 105 Caravaggio, 41 Donizetti monopiano a media capacità realizzati da Alstom per percorrenze veloci, 30 Colleoni di Stadler con motori diesel-elettrici per linee non elettrificate – consentiranno progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio offerto ogni giorno ai viaggiatori.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 set 2020

Trenord riapre la biglietteria nella stazione di Monza

di Fabio Nicolosi

Trenord riapre la biglietteria di Monza: i titoli di viaggio sono nuovamente acquistabili presso lo sportello situato nella stazione ferroviaria. La riattivazione del servizio a Monza – spiega Trenord in una nota – fa parte di un piano che prevede la ristrutturazione e il rilancio di sei punti vendita situati in nodi strategici della Lombardia, precedentemente gestiti da Trenitalia (Monza, Milano Lambrate, Lodi, Gallarate, Voghera, Como San Giovanni) e l’apertura di una nuova biglietteria nella stazione di Milano Centrale. Con la riapertura, il punto vendita di Monza, fino ad ora chiuso la domenica, estenderà gli orari di attività dalle 6 alle 20 tutti i giorni, sabato e festivi compresi. Gli operatori presenti – due per turno – sono a disposizione dei clienti anche per informazioni di viaggio. Presso il punto vendita i viaggiatori possono acquistare biglietti e abbonamenti per il servizio ferroviario regionale – compresi quelli integrati dell’area STIBM cui Monza appartiene e le proposte turistiche “Discovery Train” – e nazionale. I titoli di viaggio internazionali sono acquistabili presso un’emettitrice self-service installata in stazione.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 set 2020

Trenord, da lunedì 14 settembre cinque nuovi treni Caravaggio sulla linea S11

di mobilita

Da lunedì 14 settembre saranno cinque i nuovi treni Caravaggio in servizio sulla linea S11 Rho - Milano Porta Garibaldi - Como - Chiasso. Sulla direttrice i nuovi convogli effettueranno oltre 35 corse al giorno, ovvero il 60% dell'offerta complessiva. Saranno effettuate con treni monopiano le corse dirette o provenienti da Chiasso (Svizzera), poiché i Caravaggio a due piani superano la dimensione della galleria di confine. L'introduzione dei tre nuovi Caravaggio, in aggiunta ai due già in circolazione dagli scorsi mesi, migliorerà significativamente la qualità di viaggio offerta ai passeggeri della linea. I nuovi Caravaggio, treni di ultima generazione ad alta capacità con oltre 560 posti a sedere, consentono ai viaggiatori di vivere un'esperienza di viaggio confortevole e all'insegna della sostenibilità. Il Caravaggio è costruito con materiali innovativi e riciclabili al 96% e tecnologie di ultima generazione. A bordo sono installati sistemi di illuminazione LED, prese elettriche e USB utili per la ricarica dei dispositivi mobili. Il convoglio, totalmente accessibile, offre ampi spazi per passeggini e 12 biciclette con postazioni di ricarica per bici elettriche ed è dotato di soluzioni audio e video per l'informazione a bordo e di 50 telecamere per la videosorveglianza. Saranno complessivamente 105 i Caravaggio nella flotta di Trenord, acquistati da FNM e FerrovieNord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi di euro garantito da Regione Lombardia.

Leggi tutto    Commenti 0