Articolo
10 giu 2019

GENOVA | Arrivati i nuovi autobus Citaro Mercedes per il parco mezzi AMT

di mobilita

Entra nel vivo il rinnovamento del parco mezzi di AMT con l’arrivo dei 20 nuovi bus Citaro Mercedes acquistati grazie al finanziamento di € 4.738.000 erogato da Regione Liguria. I nuovi autobus Mercedes sono Euro 6, quindi a basso impatto ambientale, sono lunghi 10,5 metri, hanno 90 posti totali di cui 20 a sedere. Sono dotati di pianale ribassato, pedana per l’accesso delle persone in carrozzella, porta centrale e porta posteriore scorrevoli, impianto di climatizzazione, telecamere per la videosorveglianza a bordo e conta passeggeri. L’arrivo dei 20 nuovi bus Mercedes rappresenta un importante passo avanti nel continuo processo di miglioramento del servizio di AMT. I nuovi mezzi, completate le pratiche di immatricolazione e collaudo, entreranno in servizio a partire dalle prossime settimane sulle linee 35, 35/ e 44 e saranno ospitati nella Rimessa Mangini. “I nuovi Mercedes Citaro da 10,5 metri che vengono presentati oggi sono finanziati interamente con risorse regionali, fanno parte di un pacchetto di 20 autobus che verrà consegnato nelle prossime settimane e si inquadrano nel processo di svecchiamento e potenziamento del parco mezzi di AMT. Regione Liguria si è attivata moltissimo per rendere più moderni, più sicuri e più ecologici i bus dell'azienda genovese: sono infatti già 62 i nuovi autobus in servizio per le vie di Genova acquistati da AMT grazie ai finanziamenti regionali”, ha dichiarato l'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino. “Questi nuovi autobus, arrivati grazie alla fattiva collaborazione dell’assessore Gianni Berrino e ai finanziamenti regionali stanziati per lo svecchiamento del parco bus circolante a Genova, permetteranno di fornire un servizio sempre migliore ai cittadini e di incrementare l’utilizzo del trasporto pubblico da parte dei genovesi - dichiara Stefano Balleari, vicesindaco e assessore alla Mobilità - Un servizio moderno, offerto con mezzi nuovi è non solo più attrattivo in termini di gradimento da parte di chi lo usa, ma anche più economico per la riduzione dei costi di manutenzione che i bus nuovi richiedono rispetto a quelli datati. Inoltre, è un passo avanti rispetto alla volontà di avvicinare nel breve termine l’età media della nostra flotta a quella europea”. “Oggi è un momento importante nel processo di rilancio e trasformazione di AMT: abbiamo finora molto lavorato su innovazione, servizio e comunicazione, ora finalmente iniziamo ad agire sui mezzi, sulla sostanza della nostra prestazione - sottolinea Marco Beltrami, amministratore unico di AMT - Da questa settimana i cittadini potranno beneficiare di questi nuovi mezzi, di fascia alta di mercato e a basso impatto ambientale. Altri importanti inserimenti ci saranno nelle prossime settimane. Una svolta nel servizio che evidenzia ancor più le tante iniziative fatte e ci stimola a proseguire nel percorso avviato”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 mag 2019

GENOVA | Test Drive di un mega-filobus elettrico di 24 metri

di mobilita

L'AMT è la prima azienda in Italia a sperimentare un mega-filobus di 24 metri completamente elettrico. Il mezzo, realizzato in Belgio dalla Van Hool, ha fatto “capolinea” questa mattina in Piazza De Ferrari, per un test drive a cui hanno preso parte il sindaco Marco Bucci, il suo vice Stefano Balleari, il coordinatore del Pums Enrico Musso e Marco Beltrami amministratore unico di AMT. Precisiamo subito che si tratta di una sperimentazione anche perché i mezzi di questa misura in Italia, diversamente dal resto d’Europa, non sono omologati. La prova su strada ha dato esiti positivi. Tra gli sguardi meravigliati dei passanti, e alcuni tentativi di salire a bordo da parte di chi era in attesa all'altezza delle fermate, il filobus targato per l’occasione #genovameravigliosa, ha percorso in tutta scioltezza il tragitto De Ferrari Piazza Principe e ritorno. Il mezzo, full electric, fanno sapere da AMT, ha una capienza di 180 posti ma può arrivare, a seconda degli allestimenti, a trasportare fino a 200 passeggeri. Ha ruote posteriori sterzanti per migliorarne la manovrabilità e due snodi nonché telecamere di sorveglianza, wifi integrato e spazi per disabili, passeggini e donne in stato di gravidanza. E’ dotato di una speciale tecnologia che consente di caricare le batterie durante la marcia, se collegato alla linea aerea, e di utilizzare l’energia quando è scollegato per una distanza fino a 7 chilometri. E' stato concesso in prestito dall’azienda di trasporto della città di Linz, in Austria, che lo ha in esercizio, ma per quanto riguarda Genova si dovrà aspettare 3 o 4 anni prima di vederlo in circolazione. “Non si tratta di un tentativo - ha detto il sindaco Marco Bucci - ma di una realtà che esiste in molti paesi europei. Non vedo perché non debba entrare in esercizio anche qui in Italia. Un mezzo di questo tipo consentirebbe di ottimizzare i costi e l’utilizzo del personale, nell’ottica di una riconversione industriale che ci permetterà di mettere in pratica tutte le strategie del Pums, il piano della mobilità urbana. Si tratta di una tecnologia veramente importante, 24 metri per un totale di 200 passeggeri trasportati, si può dire che è un tram che fa a meno delle rotaie. Viaggerà su corsia protetta, anche se ha una versatilità enorme. Potrebbe essere utilizzato sulle linee di forza del trasporto urbano. Cioè Brignole - Sampierdarena, levante, estremo ponente da Voltri all'aeroporto, anche in Valbisagno in aggiunta allo sky tram ”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 dic 2018

GENOVA | “Al cinema con il bus” : accordo tra Amt e Circuito Cinema Genova

di mobilita

La cultura viaggia in bus. Dopo l’accordo con il teatro Carlo Felice e la Gog, ora è la volta del cinema: AMT e Circuito Cinema Genova hanno siglato una partnership per permettere ai genovesi, che sceglieranno una delle sale del Circuito, di tornare gratis la sera a casa con i mezzi pubblici. Senza pensieri e senza doversi muovere con la macchina per raggiungere le sale. «Cultura e mobilità sostenibile è un abbinamento che mi piace molto – commenta Stefano Balleari, vicesindaco e assessore alla Mobilità -. Con questo accordo tra Amt e Circuito Cinema i genovesi potranno godersi una pellicola di qualità in una delle sale del centro cittadino senza doversi preoccupare del parcheggio». A partire da oggi, venerdì 21 dicembre, sarà possibile utilizzare la rete e i servizi AMT (tranne Volabus e Navebus) con il biglietto delle sale del Circuito Cinema e cioè Ariston, City, Corallo, Odeon, Sivori. La promozione vale per i film che iniziano dopo le ore 18.30 e il biglietto del cinema deve essere utilizzato nelle quattro ore successive dall’inizio dello spettacolo. In caso di verifica, sarà sufficiente esibire il biglietto del Circuito al personale di controllo AMT. «Siamo partiti dal teatro e ora il cinema  – sottolinea  Marco Beltrami, amministratore unico Amt -. Il nostro obiettivo è facilitare una sinergia tra trasporto pubblico, cultura e divertimento. Vogliamo che i genovesi sappiano che a Genova si può uscire di sera per andare al cinema in centro, passare una bella serata e tornare a casa senza pagare il biglietto del bus». «Credo che questa iniziativa rappresenti un’opportunità in più per i cittadini - spiega Barbara Grosso, assessore alla Cultura -  e per l’immagine di Genova, che si certifica come città fruibile in ogni ora della giornata e con una buona varietà di proposte di spettacoli».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 ago 2018

GENOVA | UN bus SP gratuito per Aeroporto

di mobilita

AMT e Comune di Genova, per agevolare la mobilità dei cittadini, hanno avviato un servizio bus gratuito ("Servizio speciale SP") tra Principe Piazza Acquaverde a Sestri Ponente (Via Hermada), con transito, in entrambe le direzioni, all’Aeroporto Cristoforo Colombo (area Arrivi, piano terra). Frequenza: 15 minuti. Servizio operativo dalle ore 6.00 alle ore 20.00. Il servizio è gratuito.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 ago 2018

GENOVA | Metro no stop per la Val Polcevera da domenica 19 agosto

di mobilita

Da domenica 19 agosto il servizio metro AMT è gestito con queste modalità: da domenica a giovedì attivo dalle ore 21 alle ore 6 un collegamento tra Brin e Dinegro con una frequenza di 10 minuti e dalle ore 6 riprende il normale servizio diurno venerdì e sabato dalle ore 21 all'una in servizio sull’intera tratta da Brin a Brignole e dall’una alle ore 6 attivo il collegamento tra Brin e Dinegro. Dalle ore 6 il normale servizio diurno. Il costante collegamento con Dinegro permette di interscambiare con le linee bus che portano verso il centro città e le altre direzioni e consente al personale AMT di poter svolgere in metro le diverse attività di manutenzione di treni e linea senza interrompere il servizio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 giu 2018

GENOVA | Parte la campagna Summer: più voli, più Volabus, nuove promozioni

di mobilita

Estate: tempo di ferie, di viaggi, di genovesi e turisti che arrivano e partono soprattutto in aereo, grazie alle nuove destinazioni inserite nell'offerta del Cristoforo Colombo. AMT e Aeroporto di Genova, in accordo con l'Amministrazione comunale, hanno lavorato insieme a una serie di iniziative con il duplice obiettivo di continuare a promuovere il rilancio dello scalo cittadino e potenziare il servizio di collegamento dal centro al terminal aeroportuale, grazie a un forte incremento delle corse di Volabus. Più voli dall'aeroporto per 35 destinazioni nazionali e internazionali, più corse di Volabus da e per il centro, tariffe promozionali per il collegamento bus organizzato da AMT: sono queste le novità dell'estate 2018. «Dobbiamo sempre più valorizzare l’aeroporto di Genova come punto di partenza e di arrivo, sfruttando la sua potenzialità di essere un vero e proprio City Airport, vicino al centro della città e al porto - commenta così questa nuova collaborazione Stefano Balleari, Vicesindaco e Assessore alla mobilità - Le nuove corse del collegamento bus con l’aeroporto e le tariffe promozionali che presentiamo oggi vanno esattamente in questa direzione: promuovere sempre di più lo scalo genovese, avvicinarlo ancora di più al centro per attrarre nuovi clienti». Lunedì 18 giugno, proprio con l'entrata in vigore dell'orario estivo, partirà la nuova programmazione di Volabus: la frequenza del collegamento per l'aeroporto passerà da 50 a 25/30 minuti, con un incremento di circa il 50% di servizio rispetto all’estate scorsa. Sarà più facile raggiungere lo scalo con il trasporto pubblico nel momento di massimo afflusso. Pronte anche le nuove tariffe "summer Volabus AMT" con sconti e prezzi più vantaggiosi in particolare per famiglie e gruppi: i bambini fino a 8 anni viaggeranno gratis, al via il biglietto per tre persone a 13 euro (anziché 18 euro per tre persone a tariffa piena, con un risparmio di 5 euro), e il carnet da 8 corse a 34 euro ideale per un viaggio di andata e ritorno per una famiglia di 4 persone (anziché 48 euro per otto corse a tariffa piena, con un risparmio di 14 euro). Resta sempre valido lo sconto per chi acquista il biglietto Volabus online, al prezzo di 5 euro anziché 6, andando nel negozio virtuale di AMT in questa pagina. I nuovi titoli di viaggio "summer" saranno acquistabili da venerdì 15 giugno nelle rivendite autorizzate, all’interno dell’Aeroporto, presso le emettitrici automatiche e nei punti vendita AMT. Ricordiamo che ogni titolo di viaggio può essere utilizzato sulla rete AMT per 60 minuti prima o dopo la corsa su Volabus. Dal canto suo Aeroporto di Genova, per rendere visibile a tutti i genovesi il momento di forte crescita dell’offerta di voli e sottolineare la partnership strategica con AMT ha deciso di “adottare” due bus che gireranno per la città con una grafica dedicata. «Un sistema di trasporti integrato è fondamentale per una città che vuole crescere e trasformarsi. Come AMT cerchiamo di essere sempre vicini a chi crede nello sviluppo e chiede mobilità - sottolinea Marco Beltrami, Amministratore unico di AMT - In Aeroporto di Genova abbiamo trovato un partner eccellente, con un solido piano di crescita e che ci ha trasmesso con chiarezza i propri bisogni. Crediamo che l'attuale offerta, servizio e tariffe, possa essere un ulteriore acceleratore per la crescita del nostro aeroporto». «L’accessibilità dell’Aeroporto di Genova è una componente essenziale nel nostro piano di crescita. Grazie alla partnership con AMT e Comune di Genova, il Cristoforo Colombo sarà sempre meglio collegato alla città. – dichiara Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova – L’incremento della frequenza delle corse del Volabus, le nuove tariffe promozionali e l’estensione dell’orario fino agli ultimi voli della sera consentiranno a migliaia di liguri e di turisti di muoversi tra aeroporto e città in maniera comoda e conveniente e di utilizzare i tanti nuovi voli introdotti quest’anno. Il nostro obiettivo è quello di diventare il vero City Airport della Liguria: una strategia cui contribuisce la preziosa collaborazione di AMT e Comune di Genova, che ringrazio per l’impegno dimostrato». Di seguito riportiamo il nuovo orario estivo di Volabus, in vigore dal 18 giugno al 15 settembre. Da stazione Brignole (piazza Verdi) a Aeroporto arrivi 0500 – 0525 – 0550 – 0615 – 0640 – 0705 – 0735 – 0805 – 0830 – 0900 – 0930 – 0955 – 1025 – 1050 – 1115 – 1145 – 1215 – 1240 – 1310 – 1340 – 1405 – 1430 – 1500 - 1530 – 1600 – 1630 – 1700 – 1725 – 1755 – 1825 –1850 – 1920 – 1950 – 2015 – 2045 – 2115 – 2235 – 2345. Da Aeroporto arrivi a stazione Brignole (piazza Verdi) 0540 – 0605 – 0630 – 0655 – 0720 – 0745 – 0815 – 0845 – 0915 – 0945 – 1010 – 1035 – 1105 – 1135 – 1200 – 1230 – 1300 – 1325 – 1350 - 1420 –1445 – 1515- 1545 – 1615 – 1645 – 1715 – 1745 – 18.10 – 1840 – 19.10 – 19.35 – 2005 – 2035 – 2100 – 2125 – 2200 – 2315 – 0020.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 mag 2018

GENOVA | La metropolitana si rinnova e da lunedì 7 maggio potenzia il servizio

di mobilita

Metropolitana aperta dalle 6 e più corse al mattino. Con queste prime novità parte la revisione della sotterranea genovese: servizi più a misura di lavoratori e studenti per rispondere sempre meglio alla città che tutti i giorni si muove con il trasporto pubblico. A partire da lunedì 7 maggio la metro aprirà, dal lunedì al sabato, alle ore 6.00 con le prime corse alle 6.00 da Brin e alle 6.11 da Brignole. Saranno, inoltre, intensificate, nei giorni feriali, le corse nelle fasce orarie dalle 7.00 alle 9.00 e dalle 12.30 alle 14.30, quando sono soprattutto gli studenti a muoversi per andare a scuola e tornare a casa. «Abbiamo volentieri accolto le numerose richieste arrivate da parte dei lavoratori che chiedevano l’anticipo dell’apertura della metropolitana, soprattutto quelli che si recano al lavoro al mattino presto - dichiara Stefano Balleari, vicesindaco e assessore alla Mobilità - L’intensificazione delle due punte di servizio del mattino le abbiamo volute per agevolare i tanti studenti che utilizzano la metro per andare a scuola e tornare a casa, queste corse in più garantiranno condizioni di viaggio più confortevoli». «Perché i genovesi possano capire il valore di una metropolitana è necessario che il servizio offerto sia con caratteristiche da metropolitana per frequenza e nastro orario - sottolinea Marco Beltrami, amministratore unico di AMT - In questo caso abbiamo recepito le numerose richieste dei lavoratori e le segnalazione di tanti clienti, in particolare studenti, che usano la metro al mattino e a mezzogiorno e chiedono maggior frequenza e minor affollamento in carrozza».

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mag 2018

METRO GENOVA | Proposta per allungare l’orario di esercizio

di Roberto Lentini

Il sindaco di Genova Marco Bucci e il vice, con delega alla Mobilità Stefano Balleari, hanno inoltrato all'AMT una richiesta di modifica dell'orario di esercizio della metropolitana genovese. La prima partenza sarebbe anticipata di mezz’ora, dalle 6.30 alle 6  mentre l'ultima corsa serale dovrebbe arrivare fino alle 23. L’anticipo mattutino sarà in vigore tutti i giorni, quello serale solo nei fine settimana e in occasioni particolari. Attualmente la prima corsa dalla stazione Brignole è programmata alle 6.33 e quella da Brin, a Certosa, alle 6.31 mentre l'ultima corsa è prevista per le 21. La metropolitana di Genova serve una rete di 7 chilometri e conta otto stazioni che si aprono su punti turistici, culturali e commerciali della città: Brin, Dinegro, Principe, Darsena, San Giorgio, Sarzano/Sant'Agostino, De Ferrari, Brignole.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 apr 2018

GENOVA | Aumentano le corse del Volabus

di mobilita

Servizi di trasporto pubblico sempre più a misura di turisti, pronti ad accogliere i tanti passeggeri che arrivano a Genova in volo. È questo l’obiettivo della nuova programmazione oraria di Volabus, il servizio AMT di collegamento tra la Stazione Brignole e l’aeroporto Cristoforo Colombo. Da sabato 28 aprile la linea Volabus modificherà gli orari: anticiperà la prima corsa da Brignole (dalle 5.15 alle 5.00) e prolungherà il servizio nella fascia serale per migliorare le coincidenze con gli arrivi e le partenze dei voli. L’ultima corsa dall’aeroporto avverrà dopo mezzanotte, alle 00.20, rispetto alle 23.05 di oggi; questo consentirà la fruizione del servizio anche ai clienti degli ultimi voli in arrivo a Genova. Di seguito sono riportati i nuovi orari, validi tutti i giorni, in vigore da sabato 28 aprile. Da Stazione Brignole per Aeroporto arrivi  0500  0550  0625  0700  0740  0820  0900  0945  1025  1105  1145  1230  1310  1355  1430  1515  1600    1640  1725   1805   1850   1950  2025  2115  2235  2345 Da Aeroporto arrivi per Stazione Brignole  0550  0625  0700  0740  0820  0905  0945  1025  1105  1150  1230  1315  1350  1435  1515  1555  1645  1725  1810  1910  1945  2030  2105  2200  2315  0020 Si ricorda che il biglietto Volabus (6 euro) permette di effettuare una corsa su Volabus e di viaggiare per 60 minuti su bus, metro, ascensori e funicolari della rete AMT, nell'ambito dello stesso giorno. Il biglietto per viaggiare su Volabus si può acquistare anche online, direttamente  sul sito www.amt.genova.it , al prezzo scontato di 5 euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 mar 2018

GENOVA I I bus verranno dotati di un “occhio elettronico” a disposizione della polizia

di mobilita

"La sicurezza dei cittadini e del personale di guida è una priorità per questa amministrazione". A dirlo il vicesindaco assessore alla mobilità Stefano Balleari che ha presentato alla stampa un nuovo sistema di telecamere, ideato da LEONARDO ex Finmeccanica, in grado di trasmettere in diretta video, in caso di necessità, le immagini dell'interno delle vetture alla sala operativa dell'Amt di via Montaldo.  In pratica, è stato implementato il Sistema di Monitoraggio SiMon che già ora consente, attraverso gli "occhi eletronici" montati su circa 80 bus, di registrare e conservare le immagini, a disposizione delle forze dell'ordine, per non più di 24 ore. La novità è rappresentata dalla trasmissione in diretta che potrà essere attivata dall'autista o autonomamente dalla centrale operativa, in caso di un forte ritardo o di un percorso sbagliato. Nelle prossime settimane l’Amt effettuerà le verifiche tecniche e i test sul campo per valutare le sua applicabilità a regime. Tra gli aspetti da valutare, verranno analizzati la sostenibilità tecnica ed economica del servizio, l’organizzazione di supporto da parte del centro operativo e le casistiche di utilizzo delle telecamere.La sperimentazione si svilupperà in due fasi, la prima di verifica prevalentemente tecnologica su un unico mezzo, la seconda con un focus sugli aspetti organizzativi su un numero maggiore di mezzi. “In accordo con AMT e a seguito di quanto ci è stato segnalato dagli autisti, dai genovesi e dalle notizie apparse sugli organi di stampa - continua Stefano Balleari - riteniamo preminente la sicurezza dei cittadini e del personale di guida.  Per questo sosteniamo e condividiamo la sperimentazione di questa nuova possibilità tecnica, che ci permette di salvaguardare le persone che viaggiano e lavorano sui mezzi pubblici”.“L'aumento della sicurezza anche sui mezzi pubblici è una priorità della nostra amministrazione anche alla luce dei fatti di cronaca accaduti - precisa Stefano Garassino -. Questo sistema garantirà  più sicurezza non solo ai cittadini ma anche al personale di AMT, che ha tutto il diritto di lavorare senza correre rischi". “Per il momento siamo solo alla fase iniziale, alla sperimentazione, che ci farà valutare le potenzialità del sistema - ha detto Marco Beltrami Amministratore Unico di AMT - . Il nostro obiettivo è coniugare innovazione e qualità del servizio. Se il test andrà bene potremo ampliarlo a più mezzi già predisposti, che sono 79"

Leggi tutto    Commenti 1