Articolo
08 ott 2019

AEROPORTO REGGIO CALABRIA | Per UILT Calabria lo scalo è a rischio chiusura

di mobilita

Durissima presa di posizione del segretario regionale della UILT Calabria, con delega al trasporto aereo, Luciano Amodeo riguardo l'aeroporto di Reggio Calabria. In una nota afferma che è diventata "insostenibile la situazione che continua a travolgere lo scalo aeroportuale  che, a seguito del fallimento dell’ex società di gestione, ed il consecutivo insediamento della nuova, ha portato ad un’ instabilità legata all’offerta commerciale ballerina, raggiungendo i minimi livelli storici. La conseguenza di ciò, si è tradotta, non solo in un grave disagio per i cittadini che vedono ulteriormente leso il diritto alla mobilità, con conseguente aumento sproporzionato del costo del titolo di viaggio, probabilmente anche a causa della striminzita offerta di posti disponibili, bensì in una pesantissima ripercussione per tutti i lavoratori, tra i quali quelli appartenenti all’indotto. "In quest’ultimo caso, basti pensare allo smantellamento dell’unita produttiva della società di Handiling Aviapartner S.p.A., presente sullo scalo di Reggio Calabria, con provvedimenti di distacco forzato presso altre realtà del territorio nazionale, provocando certamente disagi per le famiglie indirettamente colpite, ed ulteriore abbassamento dei livelli occupazionali”. “A seguito dei primi segnali positivi pervenuti, dopo vari solleciti e proteste da parte della UILTRASPORTI, manifestatisi con diverse azioni di sciopero e sit-in ampiamente partecipati, si è assistito ad un tacito e graduale disimpegno, che ha portato alla cancellazione, avvenuta anzitempo, dei voli della compagnia Low Cost Blu-Express, lasciando di fatto un operativo risultante essere insufficiente, rappresentato dai voli dell’ex compagnia di bandiera (che comunque non ha garantito tutti i collegamenti in precedenza attivati, decurtandone uno tra REG e FCO), e di Blue Air con frequenze a carattere periodico programmate per un periodo di breve gittata”. “A fronte degli investimenti preannunciati recentemente, e destinati ad apportare tutte le migliorie necessarie all’infrastruttura aeroportuale reggina, non si comprende, ancora ad oggi, quale possa essere il reale piano di sviluppo e di rilancio necessario per ridare la giusta funzionalità, ad un aeroporto che ancora ad oggi stenta a decollare, nonostante l’importanza strategica dettata dalla propria ubicazione, al centro della realtà metropolitana il cui perimetro si estende attorno alle città di Reggio e Messina. Al di là di ciò che oggi si è rivelato essere uno strumento di spicciola campagna elettorale, privo di esiti concreti, nulla di oggettivo è stato fatto”.  “Nonostante i pochi voli rimasti abbiano un indice di riempimento al limite della saturazione, con posti disponibili ampiamente al di sotto del reale fabbisogno espresso dall’utenza interessata, costretta a migrare verso altri aeroporti e/o vettori per il raggiungimento delle destinazioni prefissate, la rotta non è ancora quella giusta”. “La UILT Calabria ritiene che non vi sia più tempo da prendere, richiamando tutti gli attori decisionali ad una rapida presa di responsabilità, a partire dall’affidamento del sistema aeroportuale calabrese al gestore unico, che ancora ad oggi non ha reso noto il proprio piano industriale, mentre è in corso l’ennesima scadenza dei contratti individuali di lavoro a tempo determinato, sottoscritti da una parte dei lavoratori in attesa di definitiva stabilizzazione”. “Nonostante il dialogo tra le parti si sia riacceso nel corso dei mesi, a poco è servito, se, il problema, secondo la società di gestione dell’aeroporto , continua ad essere l’assenza delle istituzioni competenti in termini di partecipazione societaria (come riferito ufficialmente nell’ambito degli ultimi incontri con le OO.SS.), auspicando l’interessamento della città metropolitana a sostegno del proprio territorio sempre più isolato dal resto del Paese”. Viste le vicissitudini che raccontano la cronistoria quotidiana di Alitalia, l’auspicio è certamente quello che il vettore possa ricevere il giusto piano di rilancio, che oltretutto garantirebbe la continuità lavorativa agli oltre 40 dipendenti impiegati sullo scalo reggino. Tuttavia, non si può continuare a sperare di poter reggere in piedi un aeroporto, legandosi alle incertezze rappresentate dal futuro di Alitalia, che oggi ridimensiona ulteriormente l’offerta senza consentire alcuna riflessione di lungo termine”. “Occorre investire risorse a 360 gradi, non solo incrementando le attuali frequenze dei voli offerti dall’ex compagnia di bandiera, bensì mettendo in campo le capacità manageriali e le competenze necessarie, affinché le imprese di trasporto aereo possano tornare ad aver fiducia nel potenziale, non giustamente evidenziato, offerto dall’Aeroporto di Reggio Calabria, che certamente rischia di assumere le caratteristiche di aeroporto stagionale e/o soggetto a definitiva chiusura. Nei giorni scorsi si sono manifestate diverse volontà politiche in favore dell’infrastruttura aeroportuale.Ancora ad oggi nulla di concreto accade”. “Non esiste alcun  piano concreto ed adeguato per l’implementazione del trasporto intermodale, che possa effettivamente rendere accessibile l’area dello scalo reggino. La UILT Calabria, in una visione più ampia, contesta la strutturazione del nuovo sistema aeroportuale regionale e l’assenza di un’adeguata regolamentazione, dichiarando necessaria la costituzione di tavoli tecnici ed  istituzionali per affrontare in modo concreto e definitivo le politiche attinenti il rilancio ed il riequilibrio dell’offerta tra gli aeroporti di Crotone, Reggio e Lamezia, nel rispetto dei cittadini e lavoratori calabresi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 gen 2019

REGIONE CALABRIA | Avvio delle procedure per agevolare voli dagli aeroporti di Crotone e Reggio Calabria

di mobilita

Al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si è tenuta una riunione ufficiale per l’avvio delle procedure finalizzate ad assicurare la continuità territoriale per le aree del territorio servite dagli aeroporti di Crotone e di Reggio Calabria. La riunione, convocata dal Capo di Gabinetto del Ministro, Gino Scaccia, ha visto la partecipazione dei rappresentanti della Direzione Generale dello stesso Ministero per gli Aeroporti e il Trasporto Aereo e di Enac. Per la Calabria erano presenti l’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, e il Presidente della Sacal S.p.A., Arturo De Felice. Nel corso della riunione è stata verificata la possibilità di imporre oneri di servizio pubblico per i servizi di trasporto aereo sugli scali di Crotone e di Reggio Calabria. E’ stata inoltre illustrata la procedura amministrativa che prevede, a valle dell’invio del progetto preliminare di attivazione di rotte che assicurino la continuità territoriale e il successivo esame per una prima simulazione del costo del servizio, l’indizione di una conferenza dei servizi da parte del Presidente della Regione Calabria. Seguirà il bando internazionale per la ricerca degli operatori interessati. “Siamo soddisfatti dell’esito di questo primo incontro – ha dichiarato l’assessore Musmanno a margine della riunione-. In primis, perché grazie al contributo finanziario congiunto del Governo e della Regione Calabria sarà possibile assicurare adeguata copertura finanziaria su rotte a domanda debole sotto forma di corrispettivo, similmente a quanto avviene per il Trasporto Pubblico Locale. La procedura di simulazione dei costi sulla base del piano dei voli che Sacal sta affinando consentirà di determinare forme adeguate di compensazione per le compagnie aeree interessate a partecipare al bando ed evitare quindi che la gara vada deserta, come purtroppo è accaduto in passato. Ci sono notevoli opportunità, anche di incidere sulle tariffe, che possono essere proposte differenziate a seconda delle stagioni, oppure ad esempio per fasce di età. Tutte opportunità che stiamo studiando assieme alla Sacal, per giungere entro la fine di gennaio all’invio del piano richiesto. Purtroppo si è meno soddisfatti circa i tempi richiesti dalla procedura per l’emissione e la chiusura del bando internazionale, ma proveremo anche su questo a lavorarci su”. Conclude l’assessore Musmanno: “Ringrazio anche a nome della Giunta regionale i vertici di Sacal, perché grazie al lavoro svolto in questi anni hanno assicurato una stabilità economica e finanziaria nella gestione degli scali di Crotone e Reggio Calabria e ciò ha consentito di poter sedere al tavolo ministeriale con le giuste credenziali”.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 ott 2018

AEROPORTO REGGIO CALABRIA | Nuovi collegamenti aerei per Bergamo, Bologna e Torino

di mobilita

L'aeroporto di Reggio Calabria si dota di nuovi collegamenti aerei, limitati però al periodo natalizio, operati dalla compagnia aerea low cost Blu Express. Ecco nel dettaglio gli operativi di volo: dal 19 Dicembre 2018 al 09 Gennaio 2019 verso Milano Orio al Serio: REG → BGY -1-3-5-6 dal 20 Dicembre 2018 al 06 Gennaio 2019 verso Bologna: REG → BLQ -4-7- dal 21 Dicembre 2018 al 07 Gennaio 2019 verso Torino: REG → TRN -1-5-

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2018

AEROPORTO REGGIO CALABRIA | Aumentano i voli Alitalia per Roma Fiumicino

di mobilita

Dal 1 novembre Alitalia triplicherà il numero di collegamenti sulla rotta Reggio Calabria-Roma tornando a servire questa tratta con tre voli al giorno. La decisione di rafforzare l'operativo Alitalia sullo scalo ‘Tito Minniti’ di Reggio Calabria segue l’incontro avvenuto questa mattina tra il presidente della Sacal, Arturo De Felice, e il Chief Strategy and Operations Officer di Alitalia, Massimo Iraci. Il nuovo operativo della Compagnia italiana prevede, oltre al potenziamento dell’offerta per Roma Fiumicino, il mantenimento di un collegamento giornaliero fra Reggio Calabria e Milano Linate. Inoltre, un aereo Alitalia effettuerà la sosta notturna presso l’aeroporto ‘Tito Minniti’ così da assicurare ai viaggiatori reggini un volo per Roma in partenza nel primo mattino e il rientro in giornata la sera. La Compagnia italiana offrirà ogni settimana ai passeggeri di Reggio Calabria un totale di 28 frequenze per soddisfare le esigenze di mobilità del territorio. I nuovi voli per Roma Fiumicino, che saranno presto in vendita, consentiranno comode connessioni con il network internazionale e intercontinentale di Alitalia e partiranno da Reggio Calabria tutti i giorni alle ore 6:45 (arrivo a Fiumicino alle 8:00), alle 11:10 (arrivo alle 12:25) e alle 18:30 (arrivo alle 19:45). Da Roma i voli per Reggio Calabria decolleranno alle ore 9:10 (arrivo al ‘Tito Minniti’ alle 10:20), alle 13:30 (arrivo alle 14.40) e alle 21:35 (arrivo alle 22:45). I collegamenti fra Milano e Reggio Calabria prevedono la partenza da Linate alle ore 8:40, con arrivo a Reggio alle 10:20. Dall’Aeroporto dello Stretto il volo per Milano decolla alle 11:05 e atterra a Linate alle 12:45. I soci del programma MilleMiglia possono accumulare e spendere miglia su tutti i collegamenti da e per Reggio Calabria. I biglietti potranno essere acquistati su tutti i canali di vendita Alitalia: sito web alitalia.com, call center, agenzie di viaggio e biglietterie aeroportuali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 set 2017

Aeroporto dello stretto. Dal 2 ottobre partono i collegamenti integrati con Messina

di Roberto Lentini

Da lunedi 2 ottobre sarà operativo l'Accordo Attuativo dei Servizi di Attraversamento dello Stretto per l’Aeroporto “Tito Minniti” all’interno del più articolato e complesso progetto di conurbazione ed integrazione dei trasporti, oggetto del Protocollo d’intesa tra le città di Messina e Reggio, siglato lo scorso 29 maggio. L'Accordo prevede un sistema di collegamento integrato per gli utenti della sponda messinese che scelgono di volare dall’aeroporto di Reggio Calabria. Mediante un sistema combinato di attraversamento dello Stretto con nave traghetto di Caronte&Tourist e pullman granturismo Atam-Atm, o con aliscafo Liberty Lines e bus navetta Atam, autorizzata dalla Regione Calabria a varcare le soglie comunali, i passeggeri saranno condotti direttamente all’aeroporto reggino gestito da Sacal spa in coincidenza degli orari di volo. Domani, mercoledì 27, alle ore 10, a piazza Cavallotti, si terrà una prima conferenza stampa per illustrare le modalità dell’Accordo e all’incontro con i giornalisti prenderanno parte i sindaci di Messina, Renato Accorinti, e di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, anche nella loro rispettive qualità di Sindaci delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria; il vicesindaco e assessore ai Trasporti di Messina, Gaetano Cacciola; l’assessore ai Trasporti di Reggio Calabria, Giuseppe Marino; ed il direttore generale dell’ATM, Daniele De Almagro. A seguire in Bus GT, la delegazione traghetterà alla volta dell’Aeroporto dello Stretto di Reggio Calabria, dove intorno alle ore 12, avverrà la stipula dell’accordo. Ti potrebbe interessare: Aeroporto dello Stretto, nuove coincidenze per collegarlo con Messina

Leggi tutto    Commenti 0