15 ago 2020

De Micheli rilancia i grandi investimenti infrastrutturali e l’alta velocità al sud


In una lunga intervista a “Il Messaggero” la ministra alle infrastrutture e dei trasporti De Micheli ribadisce la volontà del governo a utilizzare i fondi dell’unione europea e nazionali per ridurre il gap tra Nord e Sud sul fronte delle grandi infrastrutture.

“Stiamo disegnando l’Italia del futuro, il Paese tra 10 anni, mettendo insieme le risorse Ue e quelle nazionali. Per avere un Paese sostenibile, che punta a fare crescere gli investimenti, il Sud, la dotazione delle infrastrutture. Un Paese nel quale l’80% dei cittadini deve stare a meno di un’ora da una grande infrastruttura di mobilità”, ha affermato la ministra.

Già a settembre verrà presentato un cronoprogramma con tutte le opere da realizzare, Regione per Regione, dall’alta velocità alle strade, dai porti agli aeroporti.

Tra le 10 opere infrastrutturali considerate prioritarie dal ministro troviamo quelle relative a “Italia Veloce“, che prevede 200 mld di investimenti per treni, strade, dighe, ponti, metropolitane, porti e aeroporti  e comprendono, tra gli altri, l’alta velocità Napoli-Bari e Milano-Venezia, l’alta velocità Palermo-Messina-Catania, Taranto-Battipaglia, Verona-Brennero.

Quanto al ponte sullo Stretto di Messina, “l’ipotesi del tunnel c’è ma la decisione sarà presa dai tecnici”, dice De Micheli.

TI POTREBBE INTERESSARE:


alta velocitàDe Micheligrandi infrastruttureItalia veloce

Un commento per “De Micheli rilancia i grandi investimenti infrastrutturali e l’alta velocità al sud

Lascia un Commento