Articolo
18 nov 2020

Boeing 737 Max: la FAA statunitense da il via libera, si attende il via libera anche in europa da parte dell’Easa

di Fabio Nicolosi

Dopo 20 mesi la Faa Federal Aviation statunitense, dopo test molto duri e approfonditi, ha nuovamente concesso al Boeing 737 MAX di ritornare in pista e volare. Il MAX fu messo a terra nel marzo del 2019, dopo che in due occasioni provocò la morte di 346 persone. Due tragedie, quella che del volo Lion Air 610 e Ethiopian Airlines 302, che oltre a travolgere vite e nuclei familiari hanno portato il marchio Boeing ai minimi di sempre, causando perdite pesantissime nei bilanci e azzerando la fiducia dei suoi clienti. Un terremoto che ha visto cadere le teste di moltissimi dirigenti del colosso aerospaziale. La mossa della Faa rappresenta un'"importante pietra miliare", ha detto l'amministratore delegato di Boeing, David Calhoun. "Non dimenticheremo mai - ha aggiunto - le vite perse nei due tragici incidenti, che hanno portato alla sospensione della nostra operazioni". "Questi eventi - ha detto ancora - e la lezione che ne abbiamo tratto hanno ridisegnato la nostra azienda e focalizzato ulteriormente la nostra attenzione sui nostri valori fondamentali di sicurezza, qualità e integrità". La storia del MAX inizia qualche anno fa con l'idea di portare il 737, il modello più venduto di sempre e anche più longevo nella sua categoria, ad un livello più alto di qualità, comodità, risparmio di carburante ma anche taglio netto dei costi per le compagnie che se ne sarebbero servite. Per raggiungere questo obiettivo i tecnici della Boeing hanno scelto delle scorciatoie che si sono rivelate poi fatali. Come ad esempio la scelta di montare motori più grandi e performanti senza compromettere la guidabilità del nuovo modello e senza costringere i piloti a nuove sessioni sui costosi simulatori. Un progetto che ha condotto gli ingegneri di Boeing all'idea di dotare il MAX di un software che supplisse in maniera trasparente ai cambiamenti del sistema di pilotaggio automatico. Da qui in avanti una catena di errori e omissioni hanno portato ai due drammatici incidenti e poi al "grounding" ovvero la messa a terra di tutti i 737 MAX del mondo. Il colpevole è stato identificato nel sistema che livella automaticamente l'inclinazione dell'aereo (sottoposto a maggiori sollecitazioni dai nuovi e più potenti motori). Le prospettive future American Airline, uno dei principali clienti, pensa di utilizzare i suoi velivoli rimasti inutilizzati a fine anno mentre altre compagnie, come Southwest, prevedono di rimetterlo in flotta nel 2021, dopo una obbligata messa a punto della durata di circa mille ore di lavoro per ognuno degli aerei rimasti negli hangar per 600 giorni. Resta da vedere se i passeggeri saranno pronti per salire sul MAX. E per evitare problemi Boeing per prima, assieme a molte compagnie, sta pensando a eliminare il nome MAX dalla fusoliera: il candidato più gettonato è al momento 737-8. Ma anche se per molti il "737-8" potrebbe cambiare i giochi del settore incrementando i ricavi delle low cost nei prossimi anni - grazie a consumi più bassi del 16% e un 4% in più di posti a sedere - c'è chi guarda alle macerie che resteranno dopo la pandemia: per volare ancora ai livelli del 2019 e mettere alle spalle la crisi, alle compagnie aeree non basterà il MAX. Il sistema anti-stallo L’attenzione degli investigatori, in entrambi gli incidenti, si è concentrata da subito sul «Mcas», il sistema informatico anti-stallo che riceveva le informazioni da un solo sensore esterno per riportare il muso del velivolo al giusto livello in caso di necessità. Ma in entrambi i voli — si è poi scoperto — quel sensore ha ricevuto dati sbagliati spingendo il software ad agire di conseguenza e in modo pericoloso facendo precipitare i 737 Max poco dopo il decollo. I piloti hanno cercato di reagire, ma nel volo Lion Air non sapevano nemmeno dell’esistenza di quel sistema anti-stallo, nel secondo caso il «Mcas» richiedeva una forza fisica tale che sarebbe stato impossibile per i piloti riportare su il muso. Le modifiche sul jet Tra le novità strutturali più rilevanti introdotte sul 737 Max c’è la presenza di un secondo sensore esterno (non è escluso che qualche autorità ne richieda tre) e, soprattutto, il fatto che il sistema anti-stallo «Mcas» non correggerà il muso del velivolo continuamente — stando alle informazioni tecniche fornite da Boeing —, cosa che è avvenuta nei due incidenti, anche perché non è più «autorizzato» a prevalere sui comandi del comandante e del primo ufficiale. Insomma: stavolta è stato riprogrammato per obbedire all’essere umano. L’addestramento dei piloti Il ritorno in servizio dei 737 Max comunque non sarà immediato. La FAA spiega nei documenti che sarà l’ente federale americano dell’aviazione ad approvare l’addestramento al simulatore dei piloti «per ogni singola compagnia statunitense», formazione che non era prevista quando l’aereo entrò in servizio. Tutti i velivoli — i 400 già in circolazione prima dello stop globale e gli altri 450 assemblati nel frattempo e subito parcheggiati — dovranno essere poi sottoposti a interventi manutentivi e ad alcune modifiche. La reazione «Non dimenticheremo mai le vittime dei due tragici incidenti che hanno portato alla decisione di sospendere le operazioni», dichiara in una nota David Calhoun, amministratore delegato di Boeing. «Questi eventi e le lezioni che ne abbiamo tratto hanno ridisegnato la nostra azienda e focalizzato ulteriormente la nostra attenzione sui nostri valori fondamentali di sicurezza, qualità e integrità». «La direttiva della FAA è una pietra miliare importante», aggiunge Stan Deal, presidente e amministratore delegato di Boeing Commercial Airplanes. «Continueremo a lavorare con le autorità di regolamentazione di tutto il mondo e i nostri clienti per riportare in servizio l’aereo in tutto il mondo». Il primo volo Con questo primo via libera Boeing può tornare a respirare. Il titolo alla Borsa americana guadagna il 4,5% rispetto a ieri, almeno nei primi minuti dell’apertura degli indici. Negli ultimi mesi, causa anche la pandemia, le compagnie hanno cancellato ordini per oltre mille 737 Max. Ogni esemplare — a seconda della variante, se 8 o 9 — costa tra i 99 e i 135 milioni di dollari, anche se in presenza di un ordine importante i vettori ottengono uno sconto anche del 60-65% sul prezzo di listino. Per ora, e salvo novità, il primo decollo del nuovo 737 Max è previsto alla vigilia di capodanno: il 29 dicembre nei sistemi di prenotazione è inserito il volo AA718 da New York-LaGuardia a Miami delle 14:30 ora locale, le 20:30 ora italiana. Se, però, qualche cliente non se la sente di imbarcarsi su un 737 Max American Airlines in una nota spiega che avrà la possibilità di cambiare il biglietto prendendo un volo che prevede un altro aereo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
22 apr 2018

FOTO | Air Italy svela il primo Boeing 737 MAX 8 della nuova flotta

di Amedeo Paladino

Air Italy ha svelato le immagini del primo Boeing 737 MAX 8 della sua flotta: dopo la riverniciatura con la livrea della compagnia aerea, lascerà gli hangar Boeing a Portland, in Oregon. La compagnia aerea italiana nata dalle ceneri di Meridiana grazie al nuovo azionista Qatar Airways, nei prossimi anni rinnoverà la flotta grazie all'arrivo di 20 Boeing 737 Max 8 (per i collegamenti di breve e medio raggio) e 30 Boeing 787-8 Dreamliner (per quelli intercontinentali). Nel frattempo cinque Airbus A330-200 della Qatar Airways entreranno a far parte della flotta di Air Italy fino a maggio 2019, quando il primo lotto di 787-8/9 Dreamliner sarà consegnato alla compagnia italiana. Il primo Boeing 737 MAX 8 sarà utilizzato per le rotte nazionali da Milano Malpensa, hub della compagnia aerea, a Roma Fiumicino, Napoli, Palermo, Catania e Lamezia-Terme (SUF), a partire dal 1 maggio 2018.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 mar 2018

Realizzato il processo di integrazione fra Meridiana e Air Italy

di mobilita

Come anticipato durante la conferenza stampa tenutasi a Milano lo scorso 19 febbraio, a seguito dell'intervenuta efficacia della cessione del ramo d'azienda aviation di Air Italy a Meridiana fly e del contestuale cambio di denominazione sociale di quest'ultima in "AIR ITALY" SpA, in data 1 marzo è stato realizzato il processo di integrazione delle attività operative delle due Compagnie del Gruppo, con la conseguente unificazione del personale e delle rispettive strutture organizzative. Il notevole impegno del personale preposto di ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile), che ha seguito il processo per gli aspetti tecnici e amministrativi, ha consentito di completare il processo nei tempi prefissati. Il primo volo intercontinentale della nuova AIR ITALY, codice IG3254, è decollato oggi alle 02.00 (ora italiana) dall'Aeroporto di Milano Malpensa diretto all'Aeroporto Internazionale Abeid Amani Karume dell'isola di Zanzibar, mentre il primo volo nazionale è stato l'IG1111, Olbia-Roma Fiumicino, che ha lasciato la Costa Smeralda alle ore 07.00. L'integrazione delle strutture operative dei due vettori nella nuova AIR ITALY S.p.A. consentirà una migliore e più efficiente organizzazione dei servizi al cliente e del network di collegamenti offerti, incentrati su due basi principali, Olbia per i voli di corto raggio e Milano Malpensa per i voli internazionali e intercontinentali. Gli aeromobili B737 e B767 attualmente operativi resteranno in livrea Meridiana fino all'uscita dalla flotta, mentre dalla prossima primavera è previsto l'ingresso di 3 Boeing 737 MAX 8 e di 5 Airbus A330-200 in livrea AIR ITALY. Da oggi è online il nuovo sito www.airitaly.com. Verrà conservato lo storico codice "IG", che ha contraddistinto l'attività della compagnia sin dalla sua costituzione nel 1963, come Alisarda e trasportando da allora ad oggi oltre 100 milioni di passeggeri. L'avvio della nuova AIR ITALY è coinciso con l'uscita dalla flotta del MD80, I-SMER, ultimo dei 18 aeromobili della stessa serie che negli ultimi 30 anni sono stati protagonisti della storia di Alisarda/Meridiana e dei viaggi dei suoi affezionati passeggeri. Il decollo dall'Aeroporto Olbia Costa Smeralda, con il simpatico congedo del personale e dei dipendenti aeroportuali, è stato registrato in un video riportato sotto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 feb 2018

Meridiana si trasforma in Air Italy: nuova flotta e voli in Asia e Usa

di mobilita

Meridiana, la compagnia aerea privata con più di 50 anni di attività e la più longeva in Italia, ha annunciato oggi una nuova fase di sviluppo e di crescita, che avverrà nel segno di un profondo cambiamento, come testimonia la nuova identità declinata sul nome Air Italy. Nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Milano, nella quale sono intervenuti Marco Rigotti, Presidente di Alisarda e AQA Holding; Akbar Al Baker, Group Chief Executive di Qatar Airways; Sultan Allana, Board Representative di Alisarda e AKFED e Francesco Violante, Presidente di Meridiana, sono stati presentati ai media la nuova immagine di Air Italy e il nuovo business plan, incentrato su un servizio di eccellenza per i passeggeri, che mira far diventare Air Italy la compagnia di riferimento per le nuove generazioni di viaggiatori, e a posizionare il vettore come leader in Italia. La flotta di Air Italy prevede una crescita fino a 50 aeromobili entro il 2020. Fra questi, nei prossimi tre anni arriveranno venti i nuovi Boeing 737 MAX 8 in nuova livrea, il primo dei quali è atteso per Aprile 2018. Dalla prossima primavera, inoltre, cinque Airbus A330-200 di Qatar Airways entreranno nella flotta Air Italy e verranno in seguito sostituiti, a partire da maggio 2019, da Boeing 787-8 Dreamliner. Il network si espanderà progressivamente, grazie a destinazioni che andranno ad affiancare le nuove rotte di lungo-raggio da Milano Malpensa a New York e Miami, annunciate di recente. Queste due nuove tratte, che saranno inaugurate il prossimo giugno, verranno precedute dalle nuove rotte domestiche, operate in connessione con i voli intercontinentali da Milano Malpensa, in partenza da Roma, Napoli, Palermo, Catania e Lamezia Terme, a partire dal 1° maggio. Il prossimo settembre, inoltre, Air Italy inaugurerà il collegamento Milano–Bangkok, operativo quattro volte alla settimana. Tre ulteriori collegamenti di lungo raggio verranno annunciati entro la fine dell’anno. Il piano strategico include, inoltre, il rafforzamento dei voli di corto-raggio, con l’obiettivo di incrementare in particolare la parte relativa alle connessioni, e il raggiungimento entro il 2022, di 50 destinazioni servite nel corso dell’anno. Nel 2019, inoltre, verrà lanciata la prima rotta di lungo raggio della nuova compagnia Air Italy in partenza da Roma. Qatar Airways ha ulteriormente rafforzato il proprio impegno in Italia completando l’acquisizione del 49% di AQA Holding, il nuovo azionista di controllo di Air Italy. Alisarda, in precedenza unico azionista, detiene il 51% del capitale sociale di AQA Holding. Riferendosi alla nuova identità della nuova Compagnia e ai futuri sviluppi, il Presidente di Alisarda, Marco Rigotti, ha commentato: “Il nostro orizzonte è ampio oggi quanto lo è stato durante la nostra storia, in particolare all’inizio, quando la Compagnia nacque per sostenere il progetto turistico della Costa Smeralda, ma anche in seguito, nello sviluppo del mercato leisure e charter italiano”. “Negli ultimi 10 anni Meridiana è stata testimone di una radicale trasformazione dell’industria dell’aviazione civile europea, caratterizzata da una feroce competizione. Air Italy si propone di diventare leader dell’industria globale, grazie al nuovo hub di Milano Malpensa, al rinsaldamento delle operazioni su Roma Fiumicino, affiancati dal network prevalentemente stagionale consolidato su Olbia Costa Smeralda, base storica e sede principale della Compagnia”. Qatar Airways Group Chief Executive, His Excellency Mr. Akbar Al Baker, ha commentato: “Qatar Airways è riconosciuta in tutto il mondo per la sua eccellente qualità ed è stata premiata anche nel 2017 quale migliore compagnia da Skytrax. E’ partendo dall’ambizione e dalla dedizione verso il passeggero, che noi lavoreremo insieme per costruire una Compagnia efficiente e che rappresenti un’alternativa per gli italiani e per tutti i turisti internazionali che vorranno visitare questo bellissimo Paese”. “Grazie alla combinazione fra un alto livello di qualità e un’offerta di servizi di linea coerenti ed accessibili sulle rotte nazionali, internazionali e intercontinentali, Air Italy conseguirà un ruolo di rilievo su scala mondiale, offrendo un servizio di alta qualità su un network operato da una flotta moderna.” Il Presidente di Meridiana, Francesco Violante, ha commentato: “Air Italy ha l’ambizione di trasportare complessivamente 10 milioni di passeggeri per anno entro il 2022. Di questi ci attendiamo che 8 milioni avranno scelto i nostri voli in partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa. Per raggiungere questi obiettivi è necessario un grande sforzo di tutta l’organizzazione, che sarà arricchita di nuove competenze e capacità in grado di affrontare questo cambiamento considerandolo un’incredibile opportunità. Io promuoverò incondizionatamente questo sforzo.” Meridiana ha trasportato più di 100 milioni di passeggeri fino ad oggi, operando come vettore sia di linea, sia charter su collegamenti nazionali, internazionali e intercontinentali. La Compagnia ha più di 1.400 dipendenti diretti, ha sottoscritto accordi di code-share ed è partner delle principali compagnie aeree internazionali, è membro della IATA e il vettore con il maggior numero di collegamenti nell’aeroporto di Olbia Costa Smeralda.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 feb 2018

Meridiana dal 19 febbraio cambia pelle in Air Italy

di Roberto Lentini

Il 19 febbraio 2018 verrà comunicato il nuovo brand e la nuova livrea di Meridiana che probabilmente includerà il tricolore per essere "il vettore nazionale d’Italia". Già a novembre Akbar Al Baker, amministratore delegato di Qatar Airways, in un tweet, aveva comunicato che la compagnia sarda avrebbe cambiando pelle e il futuro nome di Meridiana sarebbe stato Air Italy. Malpensa dovrebbe essere l'Hub dell'intera compagnia visto che la maggior parte dei voli programmati dalla primavera del 2018 utilizzano lo scalo milanese. Fra questi i due voli intercontinentali verso gli USA con destinazione New York (un volo al giorno dal primo giugno) e Miami (4 voli a settimana dall’8 giugno) che saranno serviti con gli Airbus A330. Meridiana sarà inoltre il primo vettore italiano ad avere in flotta il Boeing 737 MAX 8, aeromobile che presenta una serie di innovazioni tecnologiche e di design che si riflettono significativamente sia sul livello qualitativo percepito dai passeggeri, sia sui consumi di carburante, che sul livello di emissioni ambientali.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2018

Nuoro Capitale Italiana della Cultura 2020 e Meridiana insieme per il pieno successo di questa candidatura

di mobilita

Si è tenuto in data odierna un incontro fra il Comune di Nuoro e Meridiana, alla presenza del Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, del Vice Sindaco Sebastiano Cocco e del Direttore Commerciale di Meridiana, Andrea Andorno. Nel corso dell'incontro sono state analizzate le azioni sinergiche che la Compagnia aerea potrebbe attuare a supporto dell'auspicabile ottenimento della Città di Nuoro del prestigioso ruolo di Capitale Italiana della Cultura 2020. Meridiana, che serve la continuità territoriale da e per l'aeroporto di Olbia, porta naturale della Città di Nuoro, ha sottolineato come questa "autostrada aerea" rappresenti un elemento fondamentale per la fruibilità dell'area geografica interessata dai programmi studiati per la candidatura di Nuoro. La Compagnia inoltre è il principale vettore operante sull'aeroporto Olbia Costa Smeralda e, grazie ai voli diretti fra Olbia e Milano Malpensa e alle connessioni con metropoli del calibro di New York e Miami, a partire da giugno 2018, sarà in grado di connettere il territorio del Comune di Nuoro con un bacino potenziale di milioni di visitatori. Il Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, a margine dell'incontro con Meridiana, ha dichiarato: "Nuoro vuole essere al centro dei processi culturali, economici e sociali del Paese e per questo ha bisogno di essere connessa e interconnessa con il resto del mondo. Grazie al sostegno di Meridiana questo sarà possibile, perché l'essere al centro Mediterraneo sia cosi un asset e un valore per tutti". Il Direttore Commerciale di Meridiana ha commentato l'incontro odierno: "Meridiana accoglie con grande entusiasmo la candidatura di Nuoro a Capitale Italiana della Cultura 2020, si augura un pieno successo e sarà al fianco del Comune di Nuoro per assicurare tutto il supporto ai flussi di visitatori che vorranno scoprire le preziose testimonianze della cultura nuorese e del vasto territorio circostante. Un team dedicato si occuperà di rendere questa esperienza largamente accessibile e qualitativamente adeguata".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 feb 2018

Meridiana lancia l’offerta “fatti furbo”. Prenota il volo per l’Avana, New York e Miami e Meridiana ti regala il volo da tutta Italia per Milano Malpensa

di mobilita

Meridiana ha lanciato “Fatti furbo”, la promozione valida sui collegamenti da Milano Malpensa diretti a New York e Miami, che prenderanno avvio il prossimo giugno, e sui voli della Compagnia già operativi dallo scalo lombardo per L’Avana. Tutti coloro che acquisteranno entro il 15 febbraio un biglietto per volare fino al 24 ottobre 2018 da Napoli, Catania, Palermo Roma, Lamezia Terme a L’Avana, New York e Miami (questi ultimi attivi rispettivamente dal 1°e dall’8 giugno) potranno raggiungere Malpensa gratis. Verranno infatti omaggiati da Meridiana del volo nazionale e pagheranno solo la tariffa del collegamento direttointercontinentale. Ad esempio, sarà possibile raggiungere l’Avana da Catania con un biglietto di andata e ritorno partire da 394 euro, oppure New York e Miami da Napoli e da Palermo a partire da 355 euro”. Andrea Andorno, Chief Commercial Officer di Meridiana, ha commentato questa iniziativa commerciale: “attraverso prezzi davvero vantaggiosi abbiamo voluto raccontare ai nostri clienti del centro-sud Italia come i nuovi voli di Meridiana in partenza dalle loro città per Milano permettono anche di raggiungere facilmente le nostre destinazioni New York, Miami e L'Avana”. La promozione di Meridiana è un’ottima opportunità per pianificare tutti i propri spostamenti: dai viaggi di lavoro, ai tour nelle due metropoli americane e a Cuba, alle vacanze della famiglia. Accedere alle offerte è semplice, basta prenotare entro la mezzanotte di giovedì 15 febbraio 2018 direttamente su meridiana.com o conApp Meridiana, tramite il Call Center della Compagnia o recandosi presso la propria agenzia di viaggio di fiducia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 gen 2018

AEROPORTO MALPENSA | Ritorna il volo Milano Malpensa-Roma operato da Alitalia

di mobilita

Il primo aprile 2018, Alitalia rilancia il collegamento diretto fra la città meneghina e la capitale con 4 voli al giorno. La tratta sarà operata con velivoli Embraer E175 da 80 posti. I voli, già in vendita nel sito della linea aerea, decolleranno da Malpensa alle ore 6.45, 11.10, 15.10 e alle 19.15, mentre da Roma alle 9.10, 13.15, 17.15 e 21.40. Il ripristino della tratta è funzionale non solo ai viaggi di lavoro e turismo fra le due città, ma anche al fine di collegare i voli internazionali in partenza dai due aeroporti. Inoltre, a partire dal mese di maggio, la tratta Milano – Roma sarà servita anche da Meridiana (3 voli giornalieri) con i nuovissimi B737-MAX.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 gen 2018

AEROPORTO MALPENSA | Un 2018 ricco di novità con i voli Meridiana

di mobilita

La compagnia Meridiana, controllata per il 49% da Qatar Airways, ha annunciato i nuovi collegamenti dall’Aeroporto di Milano Malpensa attivi a partire dalla primavera del 2018. Fra questi i due voli intercontinentali verso gli USA con destinazione New York (un volo al giorno dal primo giugno) e Miami (4 voli a settimana dall’8 giugno) che saranno serviti con gli Airbus A330. Da maggio a settembre, invece, saranno inaugurati i collegamenti verso cinque destinazioni italiane: Roma con 3 voli al giorno e Napoli, Palermo, Catania e Lamezia Terme con 2 voli giornalieri oltre allo storico volo (giornaliero) su Olbia, headquarter del vettore. Questi collegamenti con le città italiane alimenteranno i voli di medio e lungo raggio in partenza dall’Aeroporto di Malpensa per tutte le destinazioni servite da Meridiana, fra cui le nuove Miami e New York e le destinazioni già servite quali Mosca, Il Cairo, Accra, Lagos e Dakar oltre alle numerose destinazioni leisure del network invernale ed estivo (Cuba, Africa, Oceano Indiano e Mediterraneo). I voli saranno operati con la nuova flotta degli Airbus A330 per i collegamenti a lungo raggio e i nuovissimi B737-MAX per i voli a corto e medio raggio. Una scelta fatta per garantire ai viaggiatori un’esperienza confortevole e di qualità.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 gen 2018

Meridiana lancia l’offerta promozionale sull’intero network

di mobilita

A partire da oggi Meridiana lancia un'operazione promozionale sull'intero network della Compagnia: su tutti i voli nazionali ed internazionali operati dal 1 Febbraio al 27 ottobre 2018* sarà applicato uno sconto del 20% prenotando entro la mezzanotte del 22 gennaio prossimo. Andrea Andorno, Chief Commercial Officer di Meridiana, ha commentato questa iniziativa commerciale: "Abbiamo voluto presentare la nostra promozione puntando in modo diretto e chiaro sull'elemento più vantaggioso per i nostri clienti, ovvero il prezzo che, grazie all'acquisto anticipato e alla promozione del 20% di sconto è un'occasione imperdibile per volare in vacanza e non solo. Ad esempio, dal prossimo giugno, sarà possibile raggiungere daMilano le nuove destinazioni New York e Miami acquistando un biglietto di andata e ritorno rispettivamente a partire da 305 e 313 euro". La promozione "Per risparmiare non serve partire ora. Basta prenotare subito" di Meridiana è un'occasione unica per pianificare tutti i propri spostamenti: dai viaggi di lavoro, ai soggiorni balneari, ai tour nelle grandi metropoli internazionali alle vacanze della famiglia. La promozione è valida per tutte le mete servite da Meridiana, con un risparmio immediato del 20% sulla tariffa scelta (escluse tasse aeroportuali e supplementi). Il network di Meridiana raggiunge 10 tra le più importanti destinazioni nel Mediterraneo e dintorni: la Sardegna (Olbia) il sud della penisola (Napoli, Lamezia Terme, Catania e Palermo), le Canarie (Tenerife e Fuerteventura), Capo Verde e l'Egitto (Sharm El-Sheikh e Il Cairo). Per quanto riguarda invece le destinazioni più lontane, tutte comprese nella promozione, Meridiana vola a: Mosca, Dakar, Accra, Lagos L'Avana, La Romana, Fortaleza e Recife, Mauritius, Mombasa, Zanzibar, New-York e Miami, servite queste ultime due dai nuovi collegamenti diretti da Malpensa a partire  dal prossimo giugno e  raggiungibili anche da Catania, Palermo, Napoli e Roma via Malpensa. Accedere alla promozione del 20% di sconto Meridiana è semplice, basta prenotare entro la mezzanotte di lunedì 22 gennaio 2018 direttamente su meridiana.com o con App Meridiana, tramite il Call Center della Compagnia o recandosi presso un'agenzia di viaggio partner WTS.   *La promozione si applica alle linee Olbia - Roma e Olbia - Linate, operate in regime di continuità territoriale, esclusivamente per i voli nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 settembre 2018 e sulle sole tariffe ALLFLEX. Non si applica invece alle tariffe Carnet e sui voli in code-share con altri vettori e non operati da Meridiana.  

Leggi tutto    Commenti 0