Articolo
29 giu 2020

Lufthansa e Air Dolomiti ripristinano i collegamenti dall’aeroporto di Bari

di mobilita

Aeroporti di Puglia comunica che Lufthansa Group ripristinerà i collegamenti tra l’Aeroporto Karol Wojtyla di Bari e i propri hub di Francoforte e Monaco, a partire rispettivamente dal 4 e dal 5 luglio. Il volo su Francoforte sarà operato direttamente da Lufthansa con una doppia frequenza settimanale, mentre il volo verso Monaco di Baviera, operato da Air Dolomiti, avrà per il momento una sola frequenza settimanale. Queste nuove destinazioni si aggiungono alle 4 frequenze domestiche, operate dalla compagnia italiana di Lufthansa Group a partire dallo scorso 19 giugno, verso l’aeroporto di Firenze. “La decisione di Lufthansa Group è un segno della forte attrazione del mercato pugliese. Un segnale di fiducia verso quella normalità operativa che ci auguriamo possa raggiungersi in tempi rapidi. Siamo consapevoli del ruolo strategico delle infrastrutture aeroportuali soprattutto per l’industria turistica pugliese che, oggi più che mai, necessita di una ulteriore spinta propulsiva. La ripresa del collegamento per Francoforte, dinamica e moderna città e uno dei principali centri finanziari d’Europa, permetterà al nostro territorio di connettersi con il più importante hub di Lufthansa, nonché con l’aeroporto europeo con il maggior numero di movimenti aerei. Altrettanto rilevante è la ripresa del collegamento con Monaco, secondo hub tedesco, che non solo suggella l’impegno di Lufthansa Group verso la nostra regione, ma anche un passo decisivo verso il totale ripristino dell’articolato network internazionale di Aeroporti di Puglia ai livelli pre – Covid-19. Un risultato reso possibile grazie alla costante attività che Aeroporti di Puglia, con il supporto e il confronto con la Regione Puglia e le principali agenzie regionali di sviluppo, ha posto in essere con tutti i vettori aerei al fine di raggiungere in tempi rapidi le migliori condizioni possibili di mobilità aerea verso il territorio pugliese”, ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti. “Siamo felici di ripartire e di tornare ad offrire i collegamenti per una destinazione come Bari dai nostri hub di Francoforte e Monaco”, ha commentato Steffen Weinstok, Senior Director Sales Italy & Malta Lufthansa Group. “La bellezza e l’attrattività di una destinazione come Bari, tanto per l’aspetto legato al business quanto soprattutto per la sua valenza turistica, si rispecchia nell’impegno che le compagnie aeree di Lufthansa Group stanno mettendo in campo per il capoluogo pugliese, arrivando ad offrire, a partire da luglio, collegamenti quasi giornalieri per i propri hub. La ripresa di questa tratta si colloca all’interno del nostro nuovo programma di voli, in cui le compagnie aeree di Lufthansa Group torneranno ad offrire entro il mese di luglio ben 241 frequenze settimanali in 15 aeroporti in tutta Italia, a testimonianza del valore di tutto il mercato italiano per il Gruppo, secondo per importanza in Europa solo ai nostri mercati domestici”. “Sappiamo quanto i collegamenti sulla Germania siano importanti per la Regione Puglia”, dichiara Joerg Eberhart, Presidente & CEO di Air Dolomiti. “Dopo l’avvio dei voli domestici su Firenze iniziati a giugno riprendiamo la nostra attività di feeder degli hub: per ora si tratta di un unico volo settimanale su Monaco di Baviera con partenza nel pomeriggio, ma ci auguriamo di incrementare l’operatività durante l’estate. Il turismo è un fattore importante per il nostro Paese e noi, come compagnia aerea, vogliamo fare la nostra parte a supporto di esso, come di tutti quegli operatori che vivono di questo settore. Riprendere le attività su importanti aeroporti europei è un’ulteriore spinta verso una ripresa totale delle nostre operazioni”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 mag 2020

Lufthansa ed Eurowings offriranno, da giugno, le rotte da Napoli, Catania e Olbia

di mobilita

A partire dall’inizio di giugno, Lufthansa ed Eurowings offriranno nuovamente le rotte da Napoli, Catania e Olbia – potenziando al contempo i collegamenti per Milano Malpensa – per Francoforte, Dusseldorf e Stoccarda. Queste destinazioni si aggiungono al programma già in essere: da Milano Malpensa (operato due volte al giorno da Air Dolomiti) e da Roma Fiumicino a Francoforte. L’offerta di voli dall’Italia passerà così dalle attuali 21 a 33 partenze settimanali. Questi nuovi collegamenti fanno parte del programma complessivo che a fine giugno prevede 150 destinazioni in più rispetto all’attuale programma limitato ai voli di rimpatrio, che terminerà quindi il 31 maggio. I collegamenti del Gruppo Lufthansa per l’Italia per il periodo dal 1° al 14 giugno 2020, in dettaglio: to Frankfurt (Lufthansa) Milan Malpensa (14/week)* Rome FCO (7) to Duesseldorf (Eurowings) new Naples (2) new Catania (2) new Olbia (2) new  Milan Malpensa (4) to Stuttgart (Eurowings) new Catania (1) new  Olbia (1) * operato da Air Dolomit Questi collegamenti possono essere prenotati da oggi sui siti web delle compagnie aeree lufthansa.com e eurowings.com. Le compagnie aeree del gruppo Lufthansa (Lufthansa, SWISS, Eurowings) ampliano in modo sostanziale il loro programma nel mese di giugno, offrendo numerose destinazioni leisure e un maggior numero di collegamenti intercontinentali. Con più di 106 destinazioni in Germania e in Europa e oltre 20 destinazioni inter-continentali, l’offerta di voli entro la fine di giugno si amplierà notevolmente per tutti i viaggiatori. Entro la fine di giugno le compagnie aeree del Gruppo Lufthansa prevedono infatti di offrire circa 1.800 viaggi di andata e ritorno settimanali verso più di 130 destinazioni in tutto il mondo. “Con la timetable dei voli di giugno vogliamo dare un importante contributo al rilancio dell’infrastruttura aeronautica. Si tratta di una parte essenziale della potenza economica non solo tedesca, ma europea. La gente vuole e può viaggiare di nuovo, sia in vacanza che per motivi di lavoro. L’obiettivo nei prossimi mesi sarà quello di continuare ad ampliare la nostra offerta passo dopo passo, collegando l’Europa al suo interno e con il mondo”, afferma Harry Hohmeister, membro del comitato ese-cutivo della German Lufthansa AG. Gli ulteriori voli Lufthansa ripristinati nella prima metà di giugno in Germania e in Europa provengono da Francoforte: Hannover, Maiorca, Sofia, Praga, Manchester, Billund, Nizza, Budapest, Riga, Dublino, Cracovia, Bucarest e Kiev. Da Monaco di Baviera sono Münster/Osnabrück, Sylt, Rostock, Vienna, Zurigo, Bruxelles e Palma de Mallorca. Nella prima metà di giugno, il programma di volo comprende anche 19 destinazioni a lungo raggio, quattordici in più rispetto a maggio. In totale, Lufthansa, SWISS ed Eurowings offriranno quindi fino a metà giugno più di 70 frequenze settimanali all’estero, quasi il quadruplo rispetto a maggio. Un’ulteriore ripresa dei voli a lungo raggio di Lufthansa è prevista per la seconda metà di giugno. La ripresa dei voli a lungo raggio di Lufthansa da Francoforte è prevista per la seconda metà di giugno (soggetta a possibili restrizioni di viaggio): Toronto, Città del Messico, Abuja, Port Harcourt, Tel Aviv, Riyadh, Bahrain, Johan-nesburg, Dubai e Mumbai. Le destinazioni Newark/New York, Chicago, San Paolo, Tokyo e Bangkok continueranno ad essere offerte. I voli di ritorno a lungo raggio di Lufthansa da Monaco di Baviera in dettaglio (soggette a possibili restrizioni di viaggio): Chicago, Los Angeles, Tel Aviv. Gli orari dei voli delle compagnie aeree del Gruppo Lufthansa sono strettamente coordinati tra loro, consentendo così ancora una volta un collegamento affidabile ed efficiente con le destinazioni europee e intercontinentali. Austrian Airlines ha deciso di prolungare la sospensione dei voli di linea per un’ulteriore settimana, dal 31 maggio al 7 giugno. Si sta valutando la possibilità di ri-prendere il servizio nel mese di giugno. SWISS prevede di riprendere il servizio per diverse destinazioni nella regione del Mediterraneo e di aggiungere al programma anche altri importanti centri europei come Parigi, Bruxelles e Mosca. Anche nelle operazioni di lungo raggio, SWISS offrirà nuovamente ai suoi passeg-geri, a giugno, nuovi servizi diretti intercontinentali, oltre ai tre servizi settimanali per New York / Newark (USA). Il vettore svizzero prevede di offrire voli da Zurigo a New York JFK, Chicago, Singapore, Bangkok, Tokyo, Mumbai, Hong Kong e Johannesburg. Eurowings aveva già annunciato la scorsa settimana che avrebbe ampliato il suo programma di base negli aeroporti di Düsseldorf, Colonia/Bonn, Amburgo e Stoc-carda, aggiungendo gradualmente altre 15 destinazioni in Europa a partire da maggio. Con Spagna, Grecia, Portogallo e Croazia, l’attenzione si concentra sulle destinazioni nella regione del Mediterraneo. Per la prima volta, l’isola di Maiorca sarà nuovamente offerta da diversi gateway Eurowings tedeschi Brussels Airlines prevede di riprendere le operazioni di volo con un’offerta di rete ridotta a partire dal 15 giugno. Nel pianificare il proprio viaggio, i clienti dovrebbero considerare le attuali norme di ingresso e di quarantena delle rispettive destinazioni. Durante l’intero viaggio possono essere imposte delle restrizioni a causa di norme igieniche e di sicurezza più severe, ad esempio a causa di tempi di attesa più lunghi ai punti di controllo di sicurezza dell’aeroporto. Anche i servizi di ristorazione a bordo rimarranno limitati fino a nuovo avviso. Inoltre, ai passeggeri continuerà ad essere richiesto di indossare una mascherina a copertura di naso e bocca a bordo per tutta la durata del viaggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mag 2020

Lufthansa partirà dal prossimo 1 giugno con 106 destinazioni

di mobilita

A partire da giugno, Lufthansa, Eurowings e SWISS offriranno restart schedules mensili verso destinazioni significativamente più numerose in Germania ed Europa rispetto alle ultime settimane. I programmi di rimpatrio si concluderanno quindi il 31 maggio. Un totale di 80 velivoli saranno riattivati con il “June timetable”. Ciò significa che un totale di 106 destinazioni potranno essere servite nel prossimo mese. Dal 1° giugno 160 aerei saranno in servizio con le compagnie aeree passeggeri del Gruppo. Il programma di volo di rimpatrio precedentemente valido è stato calcolato per essere operato con soli 80 aeromobili. Le compagnie aeree di Lufthansa Group stanno quindi rispondendo al crescente interesse dei clienti verso i viaggi aerei, a seguito del graduale allentamento di restrizioni e limitazioni negli stati federali tedeschi e delle normative di ingresso di altri paesi in Europa. “Sentiamo un grande desiderio tra le persone di viaggiare di nuovo. Alberghi e ristoranti si stanno lentamente aprendo e in alcuni casi le visite ad amici e parenti sono nuovamente autorizzate. Con tutta la dovuta cautela, stiamo ora rendendo possibile alle persone di sperimentare ciò di cui hanno dovuto fare a meno per molto tempo. Inutile dire che la sicurezza e la salute dei nostri ospiti e dipendenti hanno la massima priorità”, afferma Harry Hohmeister, Member of the Executive Board of German Lufthansa AG. A partire da giugno, numerose destinazioni estive come Maiorca, Sylt, Rostock e Creta saranno nuovamente accessibili con le compagnie aeree di Lufthansa Group. Ulteriori dettagli del “June timetable” saranno pubblicati nel corso della prossima settimana. Ai clienti viene richiesto di tenere conto delle attuali disposizioni di entrata e di quarantena delle rispettive destinazioni durante la pianificazione del viaggio. Durante l’intero viaggio, possono essere imposte restrizioni a causa di norme più severe in materia di igiene e sicurezza, che potranno causare tempi di attesa più lunghi ai punti di controllo di sicurezza dell’aeroporto. Anche i servizi di ristorazione a bordo resteranno limitati fino a nuovo avviso. L’obbligo di indossare a bordo una maschera introdotta dalle compagnie aeree di Lufthansa Group il 4 maggio è stato accolto molto positivamente dagli ospiti. I clienti continueranno a essere invitati a indossare una maschera durante l’intero viaggio. Riguardo SWISS, la compagnia prevede pertanto di espandere sostanzialmente i suoi servizi con il calendario di giugno, in linea con i rispettivi requisiti di accesso. “Prevediamo di riprendere circa il 15-20% dei nostri servizi originali a giugno e siamo molto lieti di poter offrire alla Svizzera maggiori collegamenti con il mondo”, afferma Thomas Klühr, CEO di SWISS. SWISS prevede di operare circa 140 voli settimanali da Zurigo verso 30 destinazioni in Europa e circa 40 voli settimanali da Ginevra verso 14 destinazioni in Europa. La compagnia aerea continuerà a servire i tre voli settimanali a lungo raggio per Newark negli Stati Uniti, ulteriori destinazioni intercontinentali verranno aggiunte a giugno. Inoltre, SWISS e la sua divisione Swiss WorldCargo continueranno a operare i propri cargo-only flights verso varie destinazioni a livello globale. Le modifiche e le aggiunte all’orario di giugno saranno pubblicate a breve in tutti i sistemi di prenotazione. L’ampliamento degli orari dei voli sta avvenendo passo dopo passo, seguendo le esigenze dei clienti. Eurowings continua a garantire il suo servizio di base negli aeroporti di Düsseldorf, Amburgo, Colonia/Bonn e Stoccarda, che consente importanti collegamenti nazionali tedeschi e voli verso destinazioni selezionate in Europa. Eurowings, come detto sopra, ha ora esteso il suo programma di volo e aggiunge ulteriori collegamenti a partire da maggio 2020. Un focus sarà sulle destinazioni nella regione del Mediterraneo in Spagna, Grecia, Croazia e Portogallo. Per la prima volta, l’isola di Maiorca verrà nuovamente servita da diverse località tedesche. I clienti di Eurowings possono ora prenotare in modo flessibile tutte le rotte su eurowings.com o tramite l’app. La compagnia aerea ha ridotto del 25% il prezzo di oltre 30 destinazioni turistiche interessanti. Ad esempio, per quanto riguarda l’Italia, da Düsseldorf  Eurowings vola fino a quattro volte a settimana a Milano, due volte a settimana a Catania, Napoli, Olbia, Roma.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 mag 2020

Lufthansa Technik lavora ad una conversione cargo per Airbus A380

di Claudio Abramo

La società tedesca sta lavorando per offrire kit di conversione passeggeri-cargo per molti aeromobili tra cui il più grande velivolo passeggeri attualmente in servizio. Lo specialista in manutenzioni, del gruppo Lufthansa, ha reso noto che più di 40 compagnie hanno espresso un forte interesse per questo genere di servizi e 15 progetti di conversione sono già in fase di realizzazione. La domanda di aerei cargo è aumentata durante il periodo di emergenza da Covid-19, alcuni vettori come Austrian Airlines hanno già convertito propri mezzi per impiegarli come cargo ausiliari. Sebbene la capacità di conversione sia permanente, un aereo che viene sottoposto a questo genere di modifiche può velocemente passare da cargo a passeggeri. In questo modo parte delle flotte oggi costretta a terra per assenza di domanda, possono trovare un loro impiego per il trasporto merci ed essere allestite nuovamente per servizi commerciali in futuro. Ma questo tipo di modifiche comporta una certificazione adatta poiché implica, come spiega Henning Jockmann di Lufthansa Technik: "molto di più della semplice eliminazione dei posti, sono necessari esperti di ingegneria che sappiano esattamente quali sono le sfide e come documentare le soluzione tecniche in modo corretto." In quanto la tipologia di carico è diversa, per cui è necessario prendere soluzioni adeguate. Airbus ha offerto un servizio di supporto alle compagnie che decidono di effettuare tali conversioni su alcuni dei propri prodotti, tra cui A350 e A330, e sta prendendo in considerazione anche le richieste per A380. Ricordiamo che il produttore europeo ha annunciato la cessazione della produzione di questo modello a partire dal 2021. In passato, durante lo sviluppo dell'A380, venne studiata un'apposita versione cargo ma il progetto venne sospeso per via della cancellazione di alcuni ordini e il produttore decise così di concentrarsi sulla sola versione da trasporto passeggeri.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 apr 2020

Lufthansa, dal 4 maggio obbligatorio, per i passeggeri, indossare la mascherina

di mobilita

Da lunedì 4 maggio, le compagnie aeree di Lufthansa Group chiederanno a tutti i passeggeri di indossare a bordo una mascherina per i loro voli. Inoltre, la compagnia raccomanda che i passeggeri le indossino durante l’intero viaggio, vale a dire anche prima o dopo il volo in aeroporto, ogni volta che la distanza minima richiesta non può essere garantita senza restrizioni. Nonostante le numerose modifiche alle procedure di assistenza, non è sempre possibile mantenere la distanza richiesta su un volo. Pertanto, questa misura funge da protezione aggiuntiva per tutti i passeggeri. Anche tutti gli assistenti di volo sui voli di Lufthansa Group a diretto contatto con i clienti indosseranno una maschera. Lufthansa Group si conforma quindi alle normative ufficiali di numerosi paesi europei in cui l’uso di una copertura per bocca e naso è ora obbligatoria nei luoghi pubblici. A tutti i passeggeri è richiesto di portare la propria mascherina.Si consiglia una maschera di tessuto riutilizzabile, ma sono possibili anche tutti gli altri tipi di rivestimenti come semplici maschere usa e getta. Le compagnie aeree informeranno in anticipo i loro passeggeri via SMS o e-mail e sui loro siti Web in merito al nuovo regolamento. L’obbligo di indossare la maschera si applicherà in via preliminare fino al 31 agosto 2020. L’attuale normativa di Lufthansa Group Airlines per mantenere libero il posto vicino in Classe Economy e Premium Economy non sarà più applicabile, poiché indossare la copertura offre un’adeguata protezione della salute. A causa dell’attuale basso tasso di occupazione, i posti saranno comunque assegnati il più ampiamente possibile in tutta la cabina. “In linea di principio, l’infezione a bordo rimane molto improbabile. Dallo scoppio della pandemia, non sono stati noti casi concreti di trasmissione sui voli di Lufthansa Group. Tutti gli aeromobili di Lufthansa Group sono dotati di filtri dell’aria della massima qualità, che garantiscono una qualità dell’aria simile a quella di una sala operatoria. Inoltre, l’aria circola verticalmente anziché essere distribuita in tutta la cabina”, afferma Lufthansa Group. Anche Swiss ha precisato: “A partire da lunedì 4 maggio 2020, a tutti i passeggeri SWISS verrà chiesto di portare una mascherina da indossare a bordo di tutti i voli. La compagnia aerea consiglia inoltre l’uso della maschera in aeroporto prima o dopo i voli, qualora non sia possibile osservare adeguatamente una distanza sociale sufficiente. Nonostante le modifiche alle procedure, il distanziamento sociale non è sempre possibile e questa misura fornisce un ulteriore livello di protezione contro la trasmissione di SARS CoV2 per tutti. Il rivestimento raccomandato è una semplice maschera monouso (maschera chirurgica), sebbene sia accettabile anche qualsiasi altro tipo come maschere di tessuto fatte in casa riutilizzabili. SWISS informerà i passeggeri della nuova raccomandazione via SMS o e-mail e anche attraverso i siti Web della compagnia. La raccomandazione si applicherà inizialmente fino al 31 agosto 2020. SWISS è in stretto contatto con le autorità competenti per garantire la migliore protezione possibile a passeggeri ed equipaggi”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 apr 2020

Lufthansa è in trattative con i governi per ottenere liquidità

di mobilita

Lufthansa Group ha pubblicato i risultati preliminari per il primo trimestre e ha fornito prospettive sullo sviluppo della liquidità. Le restrizioni ai viaggi applicate a seguito della diffusione globale del coronavirus hanno avuto un impatto significativo sullo sviluppo degli utili di Lufthansa Group nel primo trimestre 2020. Su base preliminare, i ricavi del Gruppo sono diminuiti del 18% a 6,4 miliardi di euro (anno precedente: 7,8 miliardi di euro) nel primo trimestre. Solo a marzo, i ricavi sono diminuiti di quasi 1,4 miliardi di euro, pari al 47%. Le riduzioni dei costi potrebbero compensare solo parzialmente il calo delle entrate nel trimestre. Su base preliminare, l’Adjusted EBIT di Lufthansa Group nel primo trimestre 2020 ammonta a circa -1,2 miliardi di euro (anno precedente: -336 milioni di euro). Il Gruppo prevede che le riduzioni di valore delle attività legate alla crisi e lo sviluppo negativo del valore delle coperture del carburante avranno un ulteriore significativo impatto negativo sull’utile del Gruppo nel trimestre. I dettagli saranno pubblicati nel rendiconto finanziario trimestrale, che è stato rinviato alla seconda metà di maggio (inizialmente previsto il 30 aprile). Al momento non è possibile prevedere quando le compagnie aeree del Gruppo saranno in grado di riprendere le operazioni di volo oltre l’attuale repatriation flight schedule. Il Gruppo prevede pertanto una perdita operativa considerevolmente maggiore nel secondo trimestre rispetto al primo trimestre. La liquidità disponibile ammonta attualmente a circa 4,4 miliardi di euro. Le misure di finanziamento per circa 900 milioni di euro da metà marzo hanno contribuito a rafforzare la liquidità. In particolare, sono state create linee di credito bilaterali e sottoscritti prestiti a breve termine. Tuttavia, alla luce delle prospettive di business, delle passività multimiliardarie esistenti relative ai debiti commerciali e ai rimborsi dei biglietti cancellati, nonché dei rimborsi imminenti di passività finanziarie, il Gruppo prevede un calo significativo della liquidità nelle prossime settimane. Il Gruppo non prevede di essere in grado di coprire i requisiti patrimoniali risultanti con ulteriori prestiti sul mercato. Pertanto, il Gruppo è in trattative intense con i governi dei suoi paesi di origine in merito a vari strumenti finanziari per garantire in modo sostenibile la solvibilità del Gruppo nel prossimo futuro. Il Management Board è fiducioso che i colloqui porteranno a una conclusione positiva. Il Gruppo annuncerà con esattezza la data di pubblicazione esatta del bilancio trimestrale, prevista per la seconda metà di maggio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 apr 2020

Coronavirus, Lufthansa chiude Germanwings e anticipa la vendita di 18 aeromobili

di mobilita

Per l’Executive Board of Deutsche Lufthansa AG non ci sarà un ritorno alla normalità a breve termine, ci vorranno mesi prima che le restrizioni sui viaggi globali vengano completamente revocate e anni prima che la domanda mondiale di viaggi aerei ritorni ai livelli pre-crisi. Questa situazione ha fatto prendere delle decisioni al Lufthansa Group che influenzeranno quasi tutte le operazioni di volo. In Lufthansa, sei Airbus A380, sette A340-600 e cinque Boeing 747-400 verranno definitivamente ritirati. Inoltre, undici Airbus A320 saranno ritirati dalle operazioni a corto raggio. I sei A380 erano già programmati per la vendita ad Airbus nel 2022. La decisione di eliminare progressivamente sette A340-600 e cinque Boeing 747-400 è stata presa sulla base degli svantaggi ambientali e economici di questi tipi di aeromobili. Con questa decisione, Lufthansa ridurrà la capacità nei suoi hub di Francoforte e Monaco. Inoltre, Lufthansa Cityline ritirerà dal servizio anche tre aeromobili Airbus A340-300. Dal 2015 il vettore regionale opera voli verso destinazioni turistiche a lungo raggio per Lufthansa. Anche Eurowings ridurrà il numero dei suoi aeromobili. Nello short-haul segment, si prevede di eliminare gradualmente altri dieci Airbus A320. Anche il long-haul business di Eurowings operato sotto la responsabilità commerciale di Lufthansa sarà ridotto. Inoltre, l’attuazione dell’obiettivo di Eurowings di raggruppare le operazioni di volo in una sola unità, definito prima della crisi, sarà ora accelerato. Le Germanwings flight operations saranno interrotte. Tutte le opzioni che ne derivano devono essere discusse con i rispettivi sindacati. I programmi di ristrutturazione già avviati presso Austrian Airlines e Brussels Airlines saranno ulteriormente intensificati a causa della crisi coronavirus. Tra l’altro, entrambe le compagnie stanno lavorando per ridurre le proprie flotte. SWISS International Air Lines adeguerà inoltre le dimensioni della sua flotta ritardando le consegne di nuovi aeromobili a corto raggio e prenderà in considerazione la graduale eliminazione degli aerei più vecchi. Inoltre, le compagnie aeree di Lufthansa Group hanno già risolto quasi tutti i wet lease agreements con altre compagnie aeree. L’obiettivo rimane lo stesso per tutti i dipendenti interessati dalle misure di ristrutturazione: offrire a quante più persone possibile un impiego continuo all’interno di Lufthansa Group. Pertanto, i colloqui con i sindacati e i consigli dei lavoratori devono essere organizzati rapidamente per discutere, tra l’altro, di nuovi modelli di occupazione al fine di mantenere il maggior numero possibile di posti di lavoro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mar 2020

Atterrato a Milano un volo Lufthansa contenente 1500 tute mediche per l’emergenza Coronavirus

di mobilita

Air Dolomiti, la compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa, ha coordinato l’operazione di trasporto tenendo i contatti con l’Ambasciata d’Italia a Berlino. È atterrato oggi, martedì 17 marzo, alle ore 12.30 a Milano Malpensa il volo LH 1856 di Lufthansa proveniente da Monaco di Baviera con un trasporto eccezionale: 1500 tute mediche donate dalla Cina all’Italia per sostenere l’attuale emergenza Coronavirus. Air Dolomiti, la compagna aerea italiana del Gruppo Lufthansa, ha lavorato a stretto contatto con l’Ambasciata d’Italia in Germania, coordinando l’operazione e rendendosi disponibile ad offrire il proprio supporto all’Italia e alla sua gente: il volo, inizialmente previsto su un Embraer 195 di Air Dolomiti, è stato promosso ad un Airbus A320 Lufthansa per via del trasporto eccezionale. Una collaborazione tra più realtà come Lufthansa, Air Dolomiti, Generali Deutschland (Gruppo Generali) e l’Ambasciata italiana: un lavoro di squadra per dare il nostro contributo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 mar 2020

Coronavirus, compagnie aeree a rischio sopravvivenza

di Roberto Lentini

Numerose compagnie aeree si stanno trovando in grave difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus, Iata stima perdite fino a 113 miliardi di dollari nel 2020. Secondo il quotidiano Handelsblatt, Lufthansa avrebbe chiesto aiuto economico allo Stato, tedesco mentre per British Airways, secondo il Financial Times, ci sarebbero licenziamenti imminenti. British Airways taglierà la sua capacità di volo di almeno il 75% ad aprile e maggio, EasyJet lascerà a terra la maggior parte della sua flotta mentre il gruppo Air France Klm ha annunciato un taglio dei posti disponibili del 70-90% e resteranno a terra la flotta di Airbus 380 di Air France e quella di Boeing 747 di KLM. Lufthansa ha cancellato complessivamente 23.000 voli con un'operatività ridotta del 50% Qatar Airways si fermerà per 14 giorni ad iniziare da mercoledi 18 marzo per il blocco dei voli all’aeroporto di Doha Olivier Jankovec, amministratore delegato di Aci Europe, che rappresenta 500 aeroporti in 46 paesi, ha affermato: "Gli aeroporti europei stanno subendo uno "shock senza precedenti" con il calo del traffico legato alla diffusione di Covid-19. In totale hanno registrato un calo del traffico del 13,5% nel primo trimestre, ma sono gli scali italiani ad essere i più colpiti, Ora devono lottare contro il crollo totale della connettività aerea. L'organizzazione prevede un calo del 7,5% del numero di passeggeri negli aeroporti europei entro il 2020, rispetto alla crescita del 2,3% prevista in precedenza". I ministri dei trasporti terranno una riunione del Consiglio ad hoc il 18 marzo. ACI EUROPE esorta la Commissione e gli Stati dell'UE a garantire politiche COVID-19 coordinate, proporzionate e pienamente conformi all'OMS, nonché misure di sostegno che tengano conto dell'intero settore dell'aviazione. TI POTREBBE INTERESSARE: Helvetic Airways, in difficoltà a causa del coronavirus, ha iniziato i primi licenziamenti

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
05 mar 2020

Dall’8 novembre 2020 Lufthansa si sposterà dall’aeroporto di Tegel al nuovo aeroporto di Berlino Brandeburgo

di mobilita

Il calcio d'inizio è previsto per il 31 ottobre 2020: nel corso di una settimana, le operazioni di volo della capitale tedesca si sposteranno dall'aeroporto di Tegel al nuovo aeroporto di Berlino Brandeburgo (BER).  Lufthansa saluterà Tegel il 7 novembre: l'ultima partenza prevista è il volo LH1955 da Berlino a Monaco. La premiere BER avrà luogo quindi la mattina successiva: alle 6:30 dell'8 novembre, il volo LH173 da Berlino a Francoforte è previsto per il decollo dal nuovo aeroporto della capitale. Austrian Airlines, SWISS e Brussels Airlines inizieranno le operazioni al BER insieme a Lufthansa l'8 novembre. Secondo i piani attuali, Eurowings avrà già il suo primo volo da BER il 4 novembre.   I sistemi di prenotazione delle compagnie aeree del Gruppo Lufthansa sono ora passati al nuovo aeroporto. I clienti che prenoteranno un volo per l'8 novembre o successivamente vedranno il nuovo aeroporto BER come destinazione anziché Tegel. I passeggeri che hanno già prenotato un volo per questo periodo verranno informati e riprenotati. Secondo i piani attuali, il numero di voli e gli orari di arrivo e partenza rimarranno gli stessi. “Ci preoccupiamo per Berlino. Nessun altro collega Berlino con il mondo come noi. Sei compagnie aeree del Gruppo Lufthansa volano nella capitale tedesca, con un massimo di 33.000 passeggeri al giorno. 270 destinazioni sono raggiungibili con un solo trasferimento. Berlino è una città affascinante e cosmopolita che attira persone da tutto il mondo. Ecco perché Berlino ha bisogno di un aeroporto efficiente. Ciò include anche collegamenti ancora migliori tra BER, i trasporti pubblici locali e la rete ferroviaria a lunga percorrenza. Ulteriori collegamenti ICE con Rostock, Dresda o Amburgo potrebbero rafforzare il traffico intermodale. Sarebbe positivo per i passeggeri e per l'ambiente ", ha affermato Harry Hohmeister, membro del consiglio di amministrazione di Deutsche Lufthansa AG e direttore commerciale Passenger Airlines, parlando oggi a Berlino. Gli ospiti di Lufthansa possono aspettarsi un momento speciale al BER: la Lufthansa Lounge. Si trova nel Terminal 1 (Main Pier North) e copre un'area di circa 1.600 metri quadrati. I passeggeri di Lufthansa Group Airlines con biglietti in Business Class, nonché i viaggiatori con stato Frequent Traveller, Senator o Star Alliance Gold e membri HON Circle possono rilassarsi, rinfrescarsi o lavorare in pace prima del volo nella Lufthansa Lounge con le sue aree Senator e Business separate . Un'atmosfera speciale è creata dalla facciata della finestra circostante con una vista esclusiva sul piazzale dell'aeroporto e sullo skyline di Berlino. In futuro, il BER non dovrebbe presentare importanti colli di bottiglia ai controlli di sicurezza, come recentemente accaduto a Tegel. Un controllo di sicurezza organizzato centralmente, tecnologie più moderne nelle corsie di controllo e terminali più spaziosi dovrebbero rendere i processi più efficienti. Hohmeister: “È importante che la modernizzazione dell'aeroporto continui in futuro. Il BER deve essere competitivo, sia in termini di qualità che di costi ". TI POTREBBE INTERESSARE: Nuovo aeroporto di Berlino “Willy Brandt”, sarà attivo nel 2020?

Leggi tutto    Commenti 0