Articolo
12 set 2020

Trenord, da lunedì 14 settembre cinque nuovi treni Caravaggio sulla linea S11

di mobilita

Da lunedì 14 settembre saranno cinque i nuovi treni Caravaggio in servizio sulla linea S11 Rho - Milano Porta Garibaldi - Como - Chiasso. Sulla direttrice i nuovi convogli effettueranno oltre 35 corse al giorno, ovvero il 60% dell'offerta complessiva. Saranno effettuate con treni monopiano le corse dirette o provenienti da Chiasso (Svizzera), poiché i Caravaggio a due piani superano la dimensione della galleria di confine. L'introduzione dei tre nuovi Caravaggio, in aggiunta ai due già in circolazione dagli scorsi mesi, migliorerà significativamente la qualità di viaggio offerta ai passeggeri della linea. I nuovi Caravaggio, treni di ultima generazione ad alta capacità con oltre 560 posti a sedere, consentono ai viaggiatori di vivere un'esperienza di viaggio confortevole e all'insegna della sostenibilità. Il Caravaggio è costruito con materiali innovativi e riciclabili al 96% e tecnologie di ultima generazione. A bordo sono installati sistemi di illuminazione LED, prese elettriche e USB utili per la ricarica dei dispositivi mobili. Il convoglio, totalmente accessibile, offre ampi spazi per passeggini e 12 biciclette con postazioni di ricarica per bici elettriche ed è dotato di soluzioni audio e video per l'informazione a bordo e di 50 telecamere per la videosorveglianza. Saranno complessivamente 105 i Caravaggio nella flotta di Trenord, acquistati da FNM e FerrovieNord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi di euro garantito da Regione Lombardia.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 lug 2020

MILANO | Da domenica 5 luglio il primo nuovo treno Donizetti di Trenord

di mobilita

Partirà domenica 5 luglio da Milano Porta Garibaldi alle ore 8.05 in direzione Luino la corsa inaugurale del nuovo treno Donizetti di Trenord, il primo di 41 convogli veloci a media capacità destinati alla Lombardia, che da domenica circolerà sulla linea Milano - Gallarate - Luino. Il treno durante la mattinata sosterà nella stazione di Luino, dove curiosi e appassionati potranno scoprirne il design innovativo e il confort e dove alle ore 11 è previsto un saluto delle istituzioni; alle 13.44 riprenderà la corsa verso Gallarate, entrando in servizio. Per l'occasione, per tutta la giornata sarà possibile viaggiare gratuitamente sulle corse effettuate dal Donizetti e sui treni della linea Gallarate - Luino, grazie a un biglietto speciale distribuito a bordo del convoglio o agli accessi alle carrozze. Il programma della giornata Donizetti fischierà la partenza della sua prima corsa alle ore 8.05 dalla stazione di Milano Porta Garibaldi. Il convoglio prevede fermate a Rho Fiera Milano, Legnano, Gallarate, Besnate, Mornago Cimbro, Ternate Varano Borghi, Travedona Biandronno, Besozzo, Sangiano, Laveno Mombello, Caldè, Porto Valtravaglia, e arrivo a destinazione a Luino alle ore 9.43. Lì il convoglio sarà aperto alle visite presso il binario 1 della stazione. Gli accessi al treno saranno gestiti nel rispetto dei vincoli di distanziamento. Il treno ripartirà da Luino alle 13.44 verso Gallarate; nel pomeriggio effettuerà le seguenti corse: - 25383 (Luino 13.44 - Gallarate 14.41); - 25382 (Gallarate 15.16 - Luino 16.16); - 25391 (Luino 17.44 - Gallarate 18.41); - 25390 (Gallarate 19.16 - Luino 20.16). I passeggeri potranno "testare" l'esperienza di viaggio offerta da Donizetti grazie a biglietti speciali - distribuiti sul treno - validi per un viaggiare gratuitamente a bordo del nuovo treno e di tutte le corse della linea Gallarate - Luino. Ogni biglietto sarà valido per un adulto e per eventuali ragazzi accompagnati di età inferiore ai 14 anni. Il nuovo treno Donizetti Treno made in Italy prodotto nello stabilimento di Alstom a Savigliano, Donizetti presenta colori di tonalità brillanti verde e blu su sfondo bianco. Convoglio monopiano a media capacità - oltre 250 i posti a sedere complessivi per la composizione a 4 carrozze - Donizetti è strutturato in un ambiente unico, senza porte né settori divisori. Ampi corridoi e porte con pedane a raso rendono le carrozze totalmente accessibili ai viaggiatori con mobilità ridotta. Il confort del viaggio è garantito da livelli di rumore e vibrazione ridotti al minimo; le temperature nelle carrozze si autoregolano grazie a un impianto di condizionamento potenziato. L'illuminazione è ottimizzata grazie a grandi finestrini, che consentono un maggior ingresso di luce naturale. A disposizione dei passeggeri sono sedute ampie, dotate di prese elettriche e USB per la ricarica dei dispositivi mobili. Il treno offre un servizio di informazione e intrattenimento audio video - grazie a numerosi display LCD - ed è predisposto per la rete Wi-Fi. La sicurezza dei passeggeri è garantita da un sistema di telecamere digitali di videosorveglianza. Le carrozze sono dotate di aree polifunzionali per il deposito di passeggini e biciclette con possibilità di ricarica per le bici elettriche. Oltre a consentire un viaggio confortevole, Donizetti è un treno sostenibile: è riciclabile per il 97%, e consuma il 30% di energia in meno rispetto alla precedente generazione di convogli. I sistemi di condizionamento dell'aria e di ventilazione sono regolati in funzione del numero dei passeggeri a bordo. La chiusura delle porte è programmata in modo da evitare la dispersione termica. L'illuminazione a LED del convoglio si regola automaticamente sulla base della luce esterna. I 176 nuovi treni per la Lombardia Donizetti è il primo di 41 convogli a media capacità acquistati per Trenord da FNM e FerrovieNord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi garantito da Regione Lombardia, e si aggiunge a 3 ad alta capacità Caravaggio, già in circolazione. Complessivamente sono 176 i nuovi convogli - a 41 Donizetti si aggiungeranno 105 Caravaggio e 30 convogli Diesel Colleoni - che entreranno in servizio nei prossimi tre anni, consentendo progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio ferroviario lombardo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2020

FNM e Hyperloop Italia avvieranno uno studio di fattibilità per un collegamento Milano Cadorna-Malpensa

di mobilita

FNM e Hyperloop Italia avvieranno, per la prima volta in Italia, uno studio di ingegneria e di fattibilità tecnico-economica-giuridica per valutare la possibilità di realizzare un sistema di trasporto di passeggeri e merci dalla stazione di Milano Cadorna alla stazione di Milano Malpensa che preveda l’utilizzo di una tecnologia di levitazione magnetica passiva. L’obiettivo è quello di studiare i vantaggi riguardo la diminuzione delle tempistiche di trasporto ferroviario tradizionali che, secondo una prima ipotesi, potrebbero passare dagli attuali 43 minuti a 10 minuti. Saranno anche approfonditi i consumi energetici legati al nuovo sistema e i costi connessi all’intera operazione. I termini dell’intesa tra FNM e Hyperloop Italia sono contenuti in una lettera d’intenti che le parti sottoscriveranno. “Le nuove forme di mobilità, soprattutto se improntate alla sostenibilità ambientale e all’impatto zero sono una frontiera che vogliamo esplorare e un’opportunità che vogliamo cogliere – commenta il presidente di FNM Andrea Gibelli – . In questa iniziativa, le competenze ingegneristiche e infrastrutturali che da sempre caratterizzano FNM possono allearsi con le tecnologie trasportistiche più innovative per creare un nuovo e avveniristico modello di mobilità”.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
29 nov 2019

FNM, nuovi treni a media capacità per il servizio ferroviario regionale

di mobilita

FNM S.p.A. e Alstom hanno sottoscritto l'Accordo Quadro per la fornitura di treni a media capacità per il servizio ferroviario regionale. La firma fa seguito all'aggiudicazione alla stessa Alstom della gara indetta da FNM nel 2017, in base a quanto stabilito dal programma di acquisto di nuovi treni – 176 in totale - approvato e finanziato con 1,6 miliardi di euro da Regione Lombardia. PRIMO CONTRATTO APPLICATIVO - Contestualmente alla firma dell'Accordo Quadro, FERROVIENORD, società controllata al 100% da FNM, ha sottoscritto con Alstom il primo contratto applicativo per 31 convogli per un importo complessivo di 193.750.000 euro. La consegna dei primi treni è prevista nei primi mesi del 2022. CONTENUTI ACCORDO QUADRO – L'Accordo Quadro prevede la possibilità, entro 8 anni, di acquistare altri 30 treni (fino dunque a un massimo di 61). E' incluso nell'intesa anche il servizio di manutenzione programmata di primo livello e di manutenzione correttiva per atti vandalici ed eventi accidentali, nonché la fornitura della scorta tecnica. PRINCIPALI CARATTERISTICHE – Si tratta di convogli mono piano, bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV. Questi alcuni dei principali dati tecnici. Lunghezza (metri) 84,2 Numero casse 4 Posti a sedere 263 Posti totali 518 Velocità massima (km/h) 160 Accelerazione 0-60 km/h (m/s²) 0,89 Toilette 2 TECNOLOGIE, SICUREZZA E ACCESSIBILITÀ – Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare, tra le altre dotazioni, la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, telecamere interne, laterali e frontali, misuratore energia, conta-persone, telediagnostica da remoto. I convogli saranno inoltre dotati del sistema di bordo SCMT/ERTMS, che garantisce i migliori standard di sicurezza europei. L'accessibilità è resa agevole dalla presenza di pedane automatiche per l'incarrozzamento. BENEFICI AMBIENTALI E COMFORT - Rispetto alla flotta attuale, è stata stimata una riduzione del 30% dei consumi di energia. Molto elevato inoltre il ricorso a materiali riciclabili (indice di riutilizzo pari al 96%). Da sottolineare anche la riduzione di rumori e vibrazioni, il potenziamento del sistema di climatizzazione e l'ampiezza delle aree di seduta e dei corridoi, adatti alle persone a mobilità ridotta. "Con la sottoscrizione di questo terzo Accordo Quadro e del contratto applicativo, dopo quelli per i convogli ad alta capacità e diesel-elettrici – commenta il presidente di FNM Andrea Gibelli – completiamo il quadro delle azioni per il rinnovamento della flotta dei treni, possibile grazie ai finanziamenti e alle indicazioni di Regione Lombardia. I 176 nuovi treni che cominceranno a entrare in servizio a partire dai prossimi mesi garantiranno progressivamente il miglioramento della qualità del servizio in una regione, come la Lombardia che, con i suoi oltre 800.000 passeggeri al giorno, ha un volume di traffico locale pari a un quarto del totale nazionale. Regione Lombardia, in qualità di soggetto regolatore e Trenord, società di gestione del servizio, hanno reso noti quali saranno i criteri per la distribuzione del nuovo materiale rotabile dal 2020 al 2025. Sono i seguenti: numero di posti offerti, linee su cui è in circolazione il materiale più vecchio, linee che necessitano di incremento performance, omogeneità del materiale rotabile sulle singole linee". "Siamo lieti di intraprendere un nuovo viaggio verso un trasporto locale sempre più moderno e sostenibile con FNM. Negli ultimi dieci anni Alstom ha consegnato in Lombardia 44 treni regionali, compresi quelli per il servizio da e per l'aeroporto. I nostri treni spostano ogni giorno migliaia di passeggeri nella regione. La nuova generazione di Coradia Stream rappresenta la migliore soluzione per soddisfare le diverse esigenze e aspettative dei viaggiatori lombardi e dell'operatore. È dotato delle tecnologie più avanzate che garantiscono affidabilità ed economia nella gestione", ha dichiarato Michele Viale, presidente e amministratore delegato Alstom Ferroviaria.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 ott 2019

NAPOLI | Presentato il nuovo treno Stadler che andrà sulla linea Napoli – Piedimonte Matese

di mobilita

Presentato il 3 ottobre a Milano, ad Expo Ferroviaria 2019, il nuovo treno Stadler che andrà sulla linea Napoli - Piedimonte Matese. Cinque nuovi treni ibridi, Diesel-elettrici, entreranno in servizio entro il 2022. Il treno potrà partire dalle stazioni in modalità completamente elettrica, con conseguente minore impatto in termini di inquinamento. L'iniziativa nasce dalla collaborazione tra /Regione Campania e FNM/Regione Lombardia. EAV infatti si è inserita in un accordo quadro già siglato tra FNM e Stadler, con conseguenti economie di scala e di tempo. Primo esperimento in Italia. La collaborazione tra Nord e Sud funziona se si opera in trasparenza e nell'interesse generale. Presenti alla manifestazione il Presidente di FNM Andrea Gibelli e il Presidente di EAV Umberto De Gregorio. Si tratta di convogli bidirezionali a composizione bloccata a trazione diesel elettrica prodotti da la Stadler, che misurano 66,80 metri di lunghezza con 3 carrozze passeggeri e 168 posti a sedere velocità massima di 140 km/h. La propulsione del treno è garantita da due motori diesel di ultima generazione a basse emissioni (stage V con catalizzatore SCR) che alimentano quattro set di batterie. Ciò permetterà ai nuovi treni di viaggiare ad emissioni ridotte lungo i tracciati suburbani e ad emissioni zero nelle stazioni. L'energia accumulata nelle batterie nelle fasi di frenatura a recupero, fornirà potenza supplementare nelle fasi di accelerazione. Tra le altre dotazioni tecnologiche dei nuovi convogli sono da segnalare l'illuminazione LED, la dotazione Wi-Fi, prese 220 V e USB, postazioni per le biciclette. telecamere per la videosorveglianza ed un sistema di assistenza luminosa che segnala apertura e chiusura delle porte. L'accessibilità per le persone a mobilità ridotta e per genitori con carrozzine è resa agevole dalla presenza di pedane scorrevoli che compensano la distanza tra porta  e banchina.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
27 mag 2019

EAV, FNM e Stadler sottoscrivono accordo per la fornitura di 5 treni diesel-elettrici per il servizio ferroviario regionale

di mobilita

In data odierna EAV S.r.l., FNM S.p.A. e Stadler hanno sottoscritto l’Accordo per la fornitura di 5 treni diesel-elettrici per il servizio ferroviario regionale sulla linea Piedimonte Matese – Napoli. Si tratta di convogli bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione diesel-elettrica prodotti dalla Stadler che misurano 66,80 metri di lunghezza, con 3 carrozze passeggeri e 168 posti a sedere, velocità massima di 140 km/h. I treni fanno parte di una commessa di FNM/Regione Lombardia, alla quale si è agganciata EAV/Regione Campania , che prevede la fornitura di 50 treni, progettati con soluzioni innovative che soddisfano standard elevati sia di sostenibilità ambientale che di sicurezza. L’accordo si inquadra nella ricerca, a livello nazionale, delle necessarie sinergie tese all’ottenimento dei migliori standard qualitativi con la riduzione dei costi derivante dalle economie di scala. In questo modo, infatti, si bruciano i tempi della gara, e si prevede la consegna dei treni entro 36 mesi. In questo ambito Eav ha sottoscritto un accordo con FNM e Sadler, per la cessione di un contratto applicativo avente ad oggetto la fornitura di n. 5 (cinque) convogli ferroviari a trazione diesel-elettrica in possesso delle necessarie autorizzazioni per la circolazione sia sulla rete RFI e sulla rete sociale di EAV (per un importo complessivo pari ad Euro 35  milioni oltre IVA comprensivo di manutenzione programmata). La propulsione del treno è garantita da due motori diesel di ultima generazione a basse emissioni (stage V con catalizzatore SCR) che alimentano due set di batterie. Ciò permetterà ai nuovi treni di viaggiare a emissioni ridotte lungo i tracciati suburbani e a emissioni zero nelle stazioni. La trazione elettrica fornirà anche potenza supplementare in fase di accelerazione. Tra le altre dotazioni tecnologiche da segnalare: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema di informazione a passeggeri, telecamere per la videosorveglianza e un sistema di assistenza luminosa che segnala apertura e chiusura delle porte.  L’accessibilità per le persone a mobilità ridotta è resa agevole dalla presenza di pedane scorrevoli che compensano la distanza tra porta e banchina. Presenti anche postazioni per le biciclette. “Si tratta di un segnale importante alla ricerca di collaborazione tra le aziende ferroviarie che porti alla riduzione di tempi e costi nell’interesse della collettività, un primo esperimento a livello nazionale, cui potranno seguire altre iniziative analoghe per contrastare i tempi della burocrazia”, dichiara il Presidente di EAV Umberto De Gregorio “Questa operazione – sottolinea il presidente di FNM Andrea Gibelli- rafforza il ruolo strategico di FNM come Rolling Stock Company e contribuisce a rendere più salda la cooperazione tra aziende del trasporto pubblico locale a vantaggio di tutto il sistema. La scelta di EAV di collaborare con noi è anche una conferma di quanto il rapporto qualità prezzo dei treni acquistati da FNM sia conveniente.  Le caratteristiche particolarmente innovative da un punto di vista tecnologico e di sostenibilità di questi convogli diesel-elettrici assicureranno standard qualitativi e performance tra i migliori in Europa”.    

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 apr 2019

MILANO | In piazza Cadorna il mock up del treno ad Alta Capacità destinati alle linee ad alta frequentazione

di mobilita

Da oggi e fino al 3 maggio, in piazzale Cadorna a Milano – di fronte alla stazione e alla sede del Gruppo FNM – sarà possibile visitare il mock up (modello a grandezza naturale) dei nuovi treni ad Alta Capacità, destinati alle linee ad alta frequentazione, che entreranno in servizio in Lombardia a partire da maggio 2020.  Questi convogli - dotati di tutte le più moderne tecnologie e realizzati con particolare attenzione al comfort, all'accessibilità e alla sostenibilità ambientale - fanno parte del programma di rinnovamento della flotta approvato e finanziato con 1,6 miliardi da Regione Lombardia, che prevede l'acquisto di 161 nuovi treni. Nel mese di settembre FNM e FERROVIENORD hanno firmato con Hitachi Rail – azienda che si è aggiudicata la gara e che produrrà i treni – l'Accordo Quadro e il primo Contratto applicativo per la fornitura.   La presentazione del mock up mostra per la prima volta dal vivo come saranno i nuovi treni a doppio piano, in grado di trasportare fino a 1.000 persone alla volta, tra posti seduti e in piedi. Con l'occasione sarà anche visibile la nuova livrea, sviluppata dallo studio Giugiaro Architettura, per i treni del servizio regionale. Le forme sono forme lineari, sobrie e semplici; i colori, il verde e il blu, sono quelli del servizio di trasporto pubblico in Lombardia, utilizzati con gradazioni più chiare e leggere che li rendono più moderni. Entrambi i colori inoltre sono inoltre legati ai temi dell'ambiente, della sostenibilità, dell'utilizzo del mezzo pubblico come comportamento virtuoso. All'evento di inaugurazione hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, l'assessore alle Infrastrutture, Traporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, il presidente di FNM Andrea Gibelli, l'amministratore delegato di Trenord Marco Piuri, il presidente di FERROVIENORD Paolo Nozza e l'amministratore delegato di Hitachi Rail Maurizio Manfellotto. Il mock up, che riproduce un vagone in scala 1:1 completo di cabina e testata anteriore, può essere visitato dal 17 aprile al 3 maggio, tutti i giorni tra le 8.30 e le 18.30 (il 21 e 22 aprile e il 1 maggio fino alle 18). E' accessibile tramite scale esterne o attraverso una pedana laterale. Ti potrebbero interessare: I nuovi treni ad Alta Capacità che saranno destinati alle linee di FNM REGIONE LOMBARDIA | In arrivo 161 nuovi treni con una nuova livrea

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 nov 2017

FNM | Avviata gara per acquisto 30 convogli diesel-elettrici

di mobilita

Con l’invio della “Richiesta d’offerta” alle aziende iscritte nel Sistema di Qualificazione di FNM, è stata formalmente avviata la terza e ultima gara per la fornitura di treni per il servizio ferroviario regionale che FERROVIENORD e FNM stanno perfezionando, in attuazione di quanto previsto dalla delibera della Giunta Regionale della Lombardia dello scorso 24 luglio (n. X/6932) e dalla legge regionale “Assestamento al bilancio 2017–2019”. Complessivamente, si tratta dell’acquisto di 161 nuovi treni (con finanziamento massimo di 1.607.000.000 euro). CARATTERISTICHE TRENI – La terza gara riguarda i convogli diesel-elettrici(150 posti a sedere). La fornitura prevista dalla Delibera regionale è di 30 treni, destinati alle linee non elettrificate, che dovranno essere bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione diesel-elettrica con velocità massima di 140 km/h. Ai concorrenti viene chiesto inoltre di proporre soluzioni innovative per la sostenibilità ambientale e sociale. Il finanziamento massimo previsto dalla stessa Delibera regionale per questa fornitura è di 212 milioni. MODALITÀ E TEMPISTICA – La fornitura relativa a questa gara sarà regolata da un Accordo Quadro con una quantità massima di 50 convogli. Le imprese interessate potranno presentare un’offerta entro le 12.00 del 9 febbraio 2018. LE PRIME DUE GARE – Nei mesi scorsi erano già state avviate le prime due gare. Gara 1: 31 treni Media Capacità (finanziamento massimo previsto da Regione Lombardia di 227,9 milioni), avviata il 10 ottobre 2017, offerte da presentare entro le 12 del 21 dicembre 2017; - Gara 2: 100 treni Alta Capacità (finanziamento massimo previsto da Regione Lombardia di 1.160 milioni), avviata il 25 ottobre 2017, offerte da presentare entro le 12 del 18 gennaio 2018. Le forniture delle tre gare, sempre in base a quanto indicato da Regione Lombardia, dovranno concludersi entro il 2025. RINNOVAMENTO FLOTTA - “Abbiamo completato puntualmente e in tempi rapidi – commenta il presidente Andrea Gibelli – l’operazione avviata tra luglio e agosto con Regione Lombardia, che ha fortemente voluto queste gare, assicurando la disponibilità di risorse importanti. Il rinnovamento della flotta che stiamo realizzando in questi mesi permetterà di offrire un servizio sempre più efficiente e moderno alle oltre 700.000 persone che ogni giorno viaggiano sui treni in Lombardia. Sappiamo anche che la qualità del servizio genera domanda; nostro obiettivo è anche quello di aumentare il numero di persone che scelgono il treno per spostarsi”.

Leggi tutto    Commenti 0