Articolo
21 feb 2018

GENOVA | Al via i lavori degli impianti di Valletta Cambiaso in vista della Coppa Davis

di mobilita

L’assessorato ai Lavori pubblici e alle manutenzioni del comune di Genova ha dato il via ai lavori di messa a norma degli impianti di Valletta Cambiaso, in vista dell’importante appuntamento con i quarti di finale della Coppa Davis tra Italia e Francia che si svolgeranno da venerdì 6 a domenica 8 aprile.I lavori, realizzati da Aster e Comune di Genova, comporteranno una spesa di circa 100 mila euro a carico dell’amministrazione e riguardano la messa in sicurezza degli impianti elettrici, la sostituzione dei seggiolini, la predisposizione delle necessarie vie di esodo per gli spettatori e altre opere manutentive necessarie a rendere l’impianto adeguato a questo grande evento sportivo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 feb 2018

ROMA | Ritorna la domenica ecologica, stop auto nella Fascia Verde

di mobilita

Stop alle auto il 25 febbraio per la quarta domenica ecologica nell'ambito delle misure programmate dalla Giunta Capitolina. Previsto  il divieto totale della circolazione per i veicoli dotati di motore endotermico, nella zona a traffico limitato denominata "Fascia Verde" del PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. La misura ha l’obiettivo di contenere e prevenire l’inquinamento atmosferico. Roma presenta, infatti, criticità in termini di qualità dell’aria, soprattutto nel periodo invernale. Le giornate di chiusura al traffico costituiscono, inoltre, uno strumento utile a sensibilizzare la cittadinanza contribuendo alla diffusione di modelli culturali alternativi, tesi al miglioramento degli stili di vita. Sono esentati dalle restrizioni: i veicoli a trazione elettrica e ibridi; i veicoli alimentati a metano e a GPL; gli autoveicoli ad accensione comandata (benzina) Euro ‘6’; i ciclomotori a 2 ruote con motore 4 tempi Euro ‘2’ e successivi; i motocicli a 4 tempi Euro ‘3’ e successivi. Durante le fasce orarie di blocco, sarà garantito, come di consueto, il potenziamento del trasporto pubblico locale.  In occasione della domenica ecologica del 25 febbraio la sindaca Virginia Raggi ha disposto la modifica dell’orario dello stop fissando il termine alle 19 e non alle 20.30 considerando la concomitanza con la partita di calcio Roma-Milan in programma allo Stadio Olimpico. Restano immutate le altre disposizioni (tipi di veicoli, deroghe, ecc). Visto poi il positivo riscontro avuto per l’iniziativa di piantumazione organizzata dall’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale in concomitanza delle precedenti giornate di blocco, è stato deciso di riproporre l'iniziativa anche domenica 25 febbraio

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 feb 2018

M’illumino di Meno 2018

di mobilita

Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano M’illumino di Meno alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. "Entro il 23 febbraio 2018, giorno di M’illumino di Meno quattordicesima edizione, vogliamo simbolicamente raggiungere la luna a piedi e sono 555 milioni di passi: abbiamo dunque bisogno del contributo di tutti. Cominciamo a camminare insieme il 29 gennaio ore 18.30 dall’Arena Civica – Palazzina Appiani nel Parco Sempione di Milano, in diretta su Radio2 e in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano. Venite a camminare con noi, voi che correte al parco la sera, che fate yoga, calcetto o tango. Siamo tutti necessari, anche quelli che camminano solo per andare a comprare il giornale. Sarà la prima trasmissione radiofonica camminata della storia della radio". Dal 2005, ogni anno, una trasmissione di Radio2, Caterpillar, chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono proprio indispensabili alle 18 di un pomeriggio di febbraio. Quest’anno sarà venerdì 23. Festeggiamo il compleanno del Protocollo di Kyoto, il tentativo dell’umanità di salvare la Terra dalla distruzione indotta dai cambiamenti climatici. Un’iniziativa simbolica e concreta – spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità – che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo dell’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M’illumino di Menola Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso. Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici. Tutti meno uno. M’illumino di Meno è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C’è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano M’illumino di Meno alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. L’invito per il 23 febbraio 2018 è spegnere le luci e andare a piedi: una marcia, una processione, una ciaspolata, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale del paese. Per le scuole il Pedibus – andare tutti insieme a piedi – per chi va in auto fare un pezzo a piedi. Si può fare, a piedi. Per un giorno, il 23 febbraio 2018, pensiamo con i piedi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 feb 2018

CAGLIARI | Confermata l’adesione della città a “M’illumino di meno”

di mobilita

Di oggi la presentazione della campagna “M’illumino di meno” che il 23 febbraio a Cagliari vedrà il coinvolgimento di una decina di associazioni e dell’Università  impegnate in altrettante iniziative e la partecipazione di migliaia di persone alla Giornata Internazionale del Risparmio Energetico e degli stili di vita sostenibili. Quest’anno si celebrerà, in particolare, la bellezza del camminare e dell’andare a piedi. A 13 anni dall’entrata in vigore del protocollo di Kyoto, l’obiettivo a cui contribuisce ancora una volta il Capoluogo di Sardegna, è quello di raggiungere simbolicamente la luna a piedi. Ma per ridurre l’impatto delle attività umane sui cambiamenti climatici, l’Amministrazione comunale rinnova anche l’invito alle cittadine e ai cittadini di spegnere le luci che non sono indispensabili. E per farlo ha già impostato un promemoria che difficilmente può sfuggire: venerdì prossimo, alle 19,30 si spegnerà il Municipio di via Roma. Ad annunciarlo è Francesca Ghirra. “Oltre a spegnere le luci, per questa 14^ edizione di “M’illumino di meno” è previsto anche lo spegnimento dei motori delle auto”, ha scandito l’assessora alla Pianificazione strategica e Urbanistica. E infatti il 23 febbraio, alle 16 nella piazza Garibaldi è in programma “laboratorio di bici a spinta”, organizzato dall'associazione Amici della Bicicletta Cagliari, dedicato ai bambini dai 2 anni in su, per imparare l'equilibrio sulle due ruote attraverso il gioco. Due gli appuntamenti alle 17: "Burro show", spettacolo di giocoleria comica scritto, diretto e interpretato da Francesco Lugas (in arte BuGo Burro) e “Passeggiata meditativa”, organizzata dall'associazione culturale "Luna d'Oriente onlus" in collaborazione con la "Scuola di Yoga e Ayurveda C.Y. Surya" del maestro Amadio Bianchi. Subito dopo, alle 18, nel  foyer del Teatro Massimo l'associazione culturale KaraLettura, in collaborazione con Sardegna Teatro, organizza la “marcia di lettura” Passi nel buio. Alle 18,45 Cagliari urban trail - passeggiata urbana (registrazioni al link più sotto indicato), con partenza e ritorno da piazza Garibaldi (gli organizzatori raccomandano di arrivare 15 minuti prima della partenza). E alle 19, dalla piazza Repubblica partenza della pedalata sino al Municipio a cura di Amici della Bicicletta Cagliari. “All'arrivo dei ciclisti e dei partecipanti alla passeggiata urbana l'illuminazione del Municipio sarà spenta come gesto simbolico per promuovere il risparmio energetico e stili di vita sostenibili”, ha detto l’assessora Ghirra. Alle 21 i ballerini del “Cagliari Lindy Circus”, sempre nella piazza Garibaldi, con musiche swing degli anni '30, '40. La consapevolezza che occorre cambiare passo a partire dalle abitudini di consumo individuale è palese nelle iniziative che il Comune sta portando avanti, ha spiegato l’assessora alla Mobilità e vicesindaca Luisa Anna Marras. C’è la riduzione degli impianti semaforici a vantaggio delle rotatorie, per un più veloce deflusso del traffico veicolare, la sostituzione delle lampade tradizionali dell’illuminazione pubblica con quelle a led che permetterà a regime di raggiungere risparmi stimabili attorno ai 2milioni di euro, la sosta gratuita negli stalli comunali per le auto a trazione elettrica, bike e car sharing, moto elettriche elettriche per la Polizia Municipale. Cornice il Paes (Piano di Azione per l’Energia Sostenibile), per ridurre del 26 per cento entro il 2020 le emissioni di anidride carbonica. A contribuire anche la metropolitana di superficie che collegherà la piazza Repubblica con la piazza Matteotti e le piste ciclabili, strumenti di pianificazione e infrastrutturazione di cui Cagliari ha deciso di dotarsi per crescere, consolidare e strutturare l’uso quotidiano della mobilità dolce, del trasporto pubblico e dei mezzi elettrici, “in sintonia con le indicazioni dell’Unione Europea”, ha ricordato l’assessora Marras, per ridurre l’impatto dei “veicoli (le percentuali oscillano tra il 60 e l’80 per cento) altamente inquinanti che circolano in città”. All’affermazione del nuovo paradigma, in occasione della Giornata Internazionale del Risparmio Energetico di venerdì prossimo, 23 febbraio 2018, si aggiunge uno stimolo di riflessione e ragionamento in più. Grazie anche le Università di Cagliari e Sassari, alle 10 la Sala consiliare del Palazzo Civico di via Roma 145 ospiterà il Convegno "Cagliari a misura di pedone, politiche per una mobilità sostenibile". In contemporanea la Mostra dal titolo “Le Vie Roma possibili” degli studenti e delle studentesse del secondo anno della laurea magistrale in Architettura realizzati durante il corso integrato di Urbanistica e valutazione economica e sociale. Scenari di una dimensione nuova della vivibilità e viabilità di una delle principali arterie e luoghi di aggregazione cittadini. All’incontro con i giornalisti di stamattina oltre a numerosi rappresentanti del mondo dell’associazionismo cagliaritano, dell’Università e consiglieri comunali, ha preso parte anche Matteo Lecis Cocco Ortu, presidente Commissione Pianificazione strategica e Urbanistica, e Fabrizio Marcello e la stampa che, nella doppia veste di presidente della Commissione Mobilità del Comune e delegato della Città Metropolitana, ha annunciato un prossimo importante tassello: il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile).

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 feb 2018

VENEZIA | La città lagunare aderisce alla campagna “M’illumino di meno”

di mobilita

Il Comune di Venezia anche quest’anno aderisce alla campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico e sulla mobilità sostenibile "M'illumino di Meno" che si terrà il 23 febbraio prossimo giorno in cui, simbolicamente, verrà festeggiato il "compleanno" del Protocollo di Kyoto. L’iniziativa, giunta alla sua 14. edizione è stata ideata da Caterpillar, storico programma radiofonico in onda su Radio2. “Dalle ore 18 di venerdì 23 febbraio – commenta l’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin - anche Venezia, aderendo alla campagna “M’illumino di Meno”, spegnerà le luci dei suoi “simboli”. Resteranno al buio, compatibilmente con questioni di sicurezza, Piazza San Marco, Piazza Ferretto, i palazzi istituzionali dell’Amministrazione comunale come Ca’ Farsetti, Ca’ Loredan e la sede del Municipio di Mestre in Via Palazzo e, quest’anno, anche le installazioni luminose che abbiamo voluto creare a Marghera per ricordare il centenario della sua fondazione. Si spegneranno così, per quella notte, le luci che illuminano i serbatoi delle bioraffinerie Eni, il ponte Bossi, la torre dell’acquedotto e il faro Ramses II. Non potevamo non dare anche quest'anno il nostro sostegno all’iniziativa – continua De Martin - visto il tema che farà da filo conduttore all’edizione 2018: dedicare quella giornata alla bellezza di camminare e di andare a piedi, per ricordare simbolicamente che sotto i nostri piedi c'è la terra e per salvarla è necessario cambiare passo ed incentivare una delle forme più salutare di mobilità sostenibile, non può che trovarci favorevoli. L'invito, quindi, è di spegnere le luci e di andare a piedi – conclude De Martin - perché anche da questi piccoli gesti possiamo dare un segnale di amore e di rispetto per la nostra terra”. L’obiettivo dell'iniziativa è raccontare best practice in ambito di risparmio energetico da parte di istituzioni, comuni, associazioni, scuole, aziende e singoli cittadini, promuovendo la riflessione sul tema dello spreco di energia, che si può evitare con interventi strutturali, ma anche con semplici accorgimenti che ogni singolo individuo può mettere in pratica. Anche per questo motivo, il Comune di Venezia ha invitato le scuole ad aderire all'iniziativa attraverso varie attività, come il pedibus e un incremento dell'educazione fisica, per camminare, correre e andare in bicicletta non solo nel tragitto casa-scuola, ma anche nel resto della giornata. L’obiettivo è quello, impegnandosi a contare i passi percorsi, di offrire il proprio contributo alla missione nazionale di raggiungere la Luna a piedi percorrendo in tutta Italia 555 milioni di passi entro la notte del 23 febbraio.  Alcune scuole hanno già manifestato interesse per l'iniziativa, tra cui la scuola primaria Querini che ha proposto di organizzare un pedibus per tutta la scuola. All'iniziativa aderisce, anche quest’anno, la Fondazione Musei Civici di Venezia spegnendo le luci di 7 sedi museali (Palazzo Ducale, Museo Correr, Casa Goldoni, Ca’ Rezzonico – Museo del settecento Veneziano e Museo di Storia Naturale e Ca’ Pesaro- Galleria Internazionale d’Arte Moderna). Di seguito il decalogo di M’illumino di Meno 1. Spegnere le luci quando non servono 2. Spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici 3. Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria 4. Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola 5. Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre 6. Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria 7. Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne 8. Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni 9. Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni 10. Utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 feb 2018

Lufthansa presenta un nuovo design del brand

di Roberto Lentini

Lufthansa ha annunciato a clienti e dipendenti, in occasione di due importanti eventi negli hub di Francoforte e Monaco di Baviera, dei cambiamenti importanti per la compagnia. Il cambiamento più visibile è la nuova livrea dell'aeromobile. Di fronte a più di 3.000 ospiti a Francoforte e Monaco, Lufthansa ha presentato ufficialmente un Boeing 747-8 e un Airbus A321 con il nuovo design. Nella settimana scorse, i dettagli della nuova livrea era stata presentata sui social media ricevendo apprezzamenti positivi. La nuova livrea si troverà in futuro, su ogni carta d'imbarco e in ogni sportello Lufthansa. "Lufthansa è cambiata ed è più moderna e di successo che mai. D'ora in poi, questo sarà visibile anche al pubblico attraverso un nuovo design ", afferma Carsten Spohr, presidente del comitato esecutivo della Deutsche Lufthansa AG. "La gru stilizzata è sempre presente e rappresenta le promettenti prestazioni di Lufthansa. Fino ad oggi, si erge ancora come simbolo di alta qualità, servizio eccellente, esperienza di volo, affidabilità, spirito innovativo; e rappresenta la fiducia. " In uno scenario sempre più caratterizzato dalla digitalizzazione e delle mutevoli esigenze dei clienti, Lufthansa ha riconosciuto che l'azienda aveva bisogno di modernizzare l'aspetto dell'aeromobile per rimanere aggiornata.  Il Gruppo investe due miliardi di euro l'anno in nuovi velivoli a basso consumo di carburante. I servizi premium a terra e di terra soddisfano le esigenze individuali dei clienti.  Lufthansa è stata premiata con il Platinum Award dalla International Air Transport Association IATA per i suoi nuovi servizi digitali ed è stata l'unica e prima compagnia aerea in Europa ad aver ottenuto la 5a stella da Skytrax.  L'introduzione di una nuova classe business con il nuovo Boeing 777-9 in due anni è un esempio di come il percorso verso la modernizzazione sarà perseguito coerentemente in futuro. In occasione del 100 ° anniversario della gru, ogni dettaglio del design è stato rielaborato, per soddisfare le esigenze dell'era digitale. Il nuovo aspetto Lufthansa conferisce ai singoli elementi una nuova e moderna qualità per affinare il loro impatto. I designer hanno trovato una grande importanza nel riprendere la tradizione unica del design del marchio Lufthansa e portarlo nel futuro. L'eredità incontra il futuro "La modernizzazione di Lufthansa è possibile solo grazie all'impegno dei nostri dipendenti, i migliori del settore. Sono il vero volto del marchio ", continua Carsten Spohr. La gru, progettata esattamente 100 anni fa dall'artista grafico Otto Firle, un'icona distintiva nel cielo, rimane il simbolo iconico della compagnia aerea. In futuro, sarà più sottile e adatta al mondo digitale. Un anello più sottile rende la gru più elegante, portandola in primo piano e garantendo più spazio. Tutto sommato, il marchio acquisirà leggerezza ed eleganza. Anche la familiare combinazione di colori blu-giallo di Lufthansa verrà mantenuta, ma l'uso di questi colori primari verrà ridefinito. Il blu sviluppato appositamente per Lufthansa è un po 'più scuro, più elegante e sta diventando il principale colore del marchio. Sta per affidabilità, chiarezza e valore. Dopo 30 anni, agli aerei di Lufthansa viene data gradualmente una nuova livrea. Il design è stato sviluppato in un processo complesso con numerosi esperti. Dopo intensi studi preliminari, oltre 800 progetti e sviluppi cromatici propri in laboratorio, è stata completata la progettazione del nuovo velivolo. In linea con la pretesa della compagnia di essere premium, il colore blu della livrea dominerà il cielo e gli aeroporti del mondo per i prossimi decenni. In cabina, gli ospiti vedranno il design moderno nelle uniformi dell’equipaggio e nei nuovi accessori, molti di colore giallo. Gli articoli di bordo come vasellame, kit di cortesia, coperte o federe avranno il nuovo logo in futuro. Nei prossimi due anni saranno aggiornati circa 160 milioni di articoli. Una sfida importante nella revisione del design è stata quella di soddisfare i requisiti del mondo digitale di oggi e di domani. Oltre ad ottimizzare la gru per i nuovi requisiti tecnici, Lufthansa ha sviluppato un proprio carattere tipografico, particolarmente facile da leggere su dispositivi mobili o Smartwatch. Nuova campagna di marca Apertura e curiosità: il lancio del nuovo lancio del marchio Lufthansa segna l'inizio della nuova campagna di marchi #SayYesToTheWorld. Mette in discussione i modi di pensare e le abitudini familiari. Lufthansa apre il mondo a tutti gli esploratori. Con stile, ambizione e qualità. Con empatia per ogni individuo. Affidabile e affidabile. Nuovo design anche per il gruppo Lufthansa Anche l'immagine del marchio del gruppo Lufthansa è stata modernizzata. Il nuovo logo non porta più la gru ed è scritto completamente in stampatello. Ciò terrà conto della grande varietà di marchi del Gruppo, offrendo neutralità ottica per tutte le aziende. Il carattere tipografico Lufthansa Corporate di nuova concezione è senza tempo e indipendente. L'uso dei capitali è una caratteristica del nuovo design del gruppo. Il nuovo blu Lufthansa è il colore principale del gruppo Lufthansa. Il bianco garantisce leggerezza e un aspetto indipendente. Il giallo completa la tavolozza dei colori. Carsten Spohr afferma: "Siamo orgogliosi piloti della globalizzazione e siamo onorati di dare vita a questo concetto astratto! Tutto ciò ci spinge avanti e rende il nostro lavoro così prezioso e appagante. "

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2018

Scoprire in treno i borghi più belli d’Italia

di mobilita

Dopo un 2017 che ha visto crescere del 7% i viaggi per turismo sui treni regionali di Trenitalia, questa vocazione trova nuovo impulso nella collaborazione tra Trenitalia e l’Associazione I Borghi più belli d’Italia presentata oggi a Roma. La partnership nasce con l’obiettivo di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri del Belpaese raggiungibili con il mezzo di trasporto più ecologico, conveniente, sicuro e, grazie anche all’arrivo di nuovi treni, sempre più confortevole. I BORGHI Su 282 località promosse dall’associazione 23 sono facilmente raggiungibili con i treni regionali, per un totale di 580 collegamenti giornalieri: Mombaldone (AT), Orta San Giulio (NO) e Vogogna (VB) in Piemonte; Chiusa, Egna e Vipiteno (BZ) in Alto Adige; Montagnana (PD) in Veneto; Venzone (UD) in Friuli Venezia Giulia; Moneglia (GE), Finalborgo (SV), Laigueglia (SV), Borgio Verezzi (SV) e Campo Ligure (GE) in Liguria; Grottammare (AP) nelle Marche; Brisighella (RA) in Emilia Romagna; Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno e Spello (PG) in Umbria; Buonconvento (SI) in Toscana; Vietri sul Mare (SA) in Campania; Chianalea (RC) in Calabria. AGEVOLAZIONI PER I CLIENTI REGIONALI TRENITALIA L’accordo fra Trenitalia e I Borghi più belli d’Italia prevede alcune iniziative congiunte di promozione turistica e marketing territoriale, calibrate per le esigenze del crescente numero di clienti del trasporto ferroviario, oltre a uno scambio di visibilità sui canali di comunicazione delle due realtà. Le destinazioni dei Borghi più belli d’Italia saranno promosse sia sugli schermi delle self-service di Roma Termini che sul palinsesto video a bordo dei treni regionali: Trenitalia viene così designata Railway Official Carrier de I Borghi più belli d’Italia A tutti i clienti regionali Trenitalia, in possesso di biglietto o abbonamento, sarà riservato uno sconto di €4,90 sull’acquisto della guida ufficiale de I Borghi più belli d’Italia, contenente tutte le informazioni necessarie per organizzare un viaggio in uno dei meravigliosi borghi, corredata di suggestive immagini e utili informazioni e consigli, acquistabile al prezzo di €9 anziché €13,90. Per maggiori informazioni scrivere a [email protected] CONFERENZA STAMPA  «Se nei giorni feriali sono soprattutto studenti e lavoratori a utilizzare per ovvi motivi i nostri regionali – dichiara la Direttrice della Divisione Passeggeri Regionale Trenitalia, Maria Annunziata Giaconia – nel weekend i treni diventano uno tra i mezzi preferiti per i viaggi di piacere e le classiche gite fuori porta. Questo perché coniugano la comodità e il comfort con il rispetto per l’ambiente, senza contare la convenienza e il relax di non doversi preoccupare di parcheggi o di traffico stradale. Ecco che l’alleanza fra Trenitalia e I Borghi più belli d’Italia diventa una partnership strategica, in favore di un turismo semplice e sostenibile ». «La collaborazione con un partner prestigioso come Trenitalia si rivela strategica per la nostra Associazione e per i nostri borghi – sostiene il Presidente dell’associazione I Borghi più belli d’Italia, Fiorello Primi – perché ci aiuta ad aumentare la visibilità di questi piccoli centri che rappresentano, ormai senza dubbio, il nucleo centrale e vitale dell’ Italia più autentica e “fascinosa” che tutto il mondo ci invidia». «L’accordo di oggi rappresenta un ulteriore segnale che l’Anno dei Borghi 2017 non si è concluso a dicembre scorso - aggiunge infine il Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, Dorina Bianchi - ma prosegue il suo percorso di valorizzazione dei piccoli comuni italiani. Oggi parliamo di rete nel senso di “rete ferroviaria”, legata al turismo e alla promozione di quei piccoli centri che meritano di essere messi in evidenza per il loro valore paesaggistico e culturale. I borghi sono l’essenza del Made in Italy, che è fortemente attrattivo per il turismo. Le piccole realtà fanno del nostro Paese un luogo unico: un circuito di bellezza straordinariamente diffuso lungo tutto il suo territorio fisico, lungo un arco di secoli di civiltà. D’altra parte l’Italia stessa è un borgo diffuso dal momento che il 70% dei Comuni ha meno di 5mila abitanti. Continuiamo a sostenerli perché attraverso questi piccoli centri si conferisce slancio al turismo dell’intero Paese».   Condividi

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 feb 2018

Si chiude con un successo di pubblico lo stand della Regione Siciliana per il BIT 2018

di mobilita

Si conclude oggi a Milano la Bit, la Borsa internazionale del turismo. La manifestazione, che ormai da quasi quaranta anni porta operatori turistici e viaggiatori nella città lombarda, ha visto un grande successo di pubblico nello stand allestito dalla Regione Siciliana. All'interno dell’area destinata all'offerta turistica dell’Isola hanno trovato spazio i diversi settori sui quali punta la Regione: musica, arte, teatri, ambiente ed enogastronomia. Nei tre giorni di apertura, migliaia le persone, operatori e curiosi, che hanno fatto la fila all'interno dello stand per assistere alla tradizionale Opera dei pupi, rappresentata, ormai da cinque generazioni, dalla famiglia Napoli di Catania o alle esibizioni musicali dell'Orchestra sinfonica siciliana di Palermo. Grande successo ha ottenuto lo stand dei comuni della Val di Noto, assente invece la città di Catania che non ha saputo sfruttare una vetrina internazionale per promuovere il proprio territorio. Presente invece il sindaco di Palermo Leoluca Orlando per promuove Palermo Capitale Italiana della Cultura per il 2018. "Palermo è la città che negli ultimi 40 anni è più cambiata culturalmente al mondo, è una città nuova, sicura - ha affermato il sindaco Leoluca Orlando  - Innovazione e accoglienza costituiscono la grande rivoluzione di questa città. La nostra presenza alla Bit costituisce una presenza orgogliosa di una città che non è soltanto un capoluogo di Regione, ma è capitale del Mediterraneo" Boom per le degustazioni di spremute di arancia rossa e per l’assaggio di prodotti tipici dell'Isola, offerti da Slow Food Sicilia. Grande interesse anche per i cartelloni dei teatri 'Massimo' di Palermo, 'Bellini' di Catania e 'Vittorio Emanuele' di Messina. Nel corso della tradizionale conferenza stampa della Regione, presenti il presidente Nello Musumeci e gli assessori al Turismo e ai Beni culturali, Sandro Pappalardo e Vittorio Sgarbi, sono state illustrate le iniziative che verranno messe in campo per conquistare nuove fette di mercato. Secondo Musumeci bisogna puntare su nuovi segmenti: “Come il turismo religioso in passato non seguito abbastanza, poi il turismo sociale per la terza età – ha detto ancora Musumeci – E quindi il turismo bellico come insegna la Normandia: la Sicilia conserva testimonianze importanti della seconda guerra mondiale”. Musumeci punta anche a promuovere in tempo la Targa Florio, la più antica del mondo, e riproporre la storica corsa dell’ Etna 2926. “Nell’economia siciliana – ha concluso – il turismo può diventare la seconda voce dopo l’agricoltura”. Il presidente Musumeci ha inoltrelamentato la mancanza di un logo unico che promuova l'immagine turistica della Regione, annunciando un concorso di idee tra gli studenti delle Accademie di belle arti dell’Isola per realizzare un marchio che abbia come slogan 'Sicilia, il Paradiso in terra'.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2018

Nuoro Capitale Italiana della Cultura 2020 e Meridiana insieme per il pieno successo di questa candidatura

di mobilita

Si è tenuto in data odierna un incontro fra il Comune di Nuoro e Meridiana, alla presenza del Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, del Vice Sindaco Sebastiano Cocco e del Direttore Commerciale di Meridiana, Andrea Andorno. Nel corso dell'incontro sono state analizzate le azioni sinergiche che la Compagnia aerea potrebbe attuare a supporto dell'auspicabile ottenimento della Città di Nuoro del prestigioso ruolo di Capitale Italiana della Cultura 2020. Meridiana, che serve la continuità territoriale da e per l'aeroporto di Olbia, porta naturale della Città di Nuoro, ha sottolineato come questa "autostrada aerea" rappresenti un elemento fondamentale per la fruibilità dell'area geografica interessata dai programmi studiati per la candidatura di Nuoro. La Compagnia inoltre è il principale vettore operante sull'aeroporto Olbia Costa Smeralda e, grazie ai voli diretti fra Olbia e Milano Malpensa e alle connessioni con metropoli del calibro di New York e Miami, a partire da giugno 2018, sarà in grado di connettere il territorio del Comune di Nuoro con un bacino potenziale di milioni di visitatori. Il Sindaco di Nuoro Andrea Soddu, a margine dell'incontro con Meridiana, ha dichiarato: "Nuoro vuole essere al centro dei processi culturali, economici e sociali del Paese e per questo ha bisogno di essere connessa e interconnessa con il resto del mondo. Grazie al sostegno di Meridiana questo sarà possibile, perché l'essere al centro Mediterraneo sia cosi un asset e un valore per tutti". Il Direttore Commerciale di Meridiana ha commentato l'incontro odierno: "Meridiana accoglie con grande entusiasmo la candidatura di Nuoro a Capitale Italiana della Cultura 2020, si augura un pieno successo e sarà al fianco del Comune di Nuoro per assicurare tutto il supporto ai flussi di visitatori che vorranno scoprire le preziose testimonianze della cultura nuorese e del vasto territorio circostante. Un team dedicato si occuperà di rendere questa esperienza largamente accessibile e qualitativamente adeguata".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 feb 2018

MILANO | A BIT 2018 borghi, isole, mete esotiche e buon cibo

di mobilita

Saranno tre giornate intensissime tra business, formazione, esperienze e scoperte per operatori professionali e viaggiatori a Bit 2018, organizzata da Fiera Milano a fieramilanocity e MiCo da oggi a martedì 13 febbraio prossimi. E il percorso espositivo, quest’anno ottimizzato per una visita ancora più agile ed efficace, come ogni anno rappresenta i trend più attuali e interessanti. A ogni passo nel layout, un trend da scoprire Il momento positivo che sta vivendo l’incoming si conferma con la presenza in forze a Bit 2018 delle Regioni italiane ed è sottolineata da prestigiose new entry e rientri — Lazio, Liguria e Umbria — oltre alla partecipazione di numerosi altri enti territoriali tra i quali grandi città come Genova, Milano o Roma Capitale oltre a consorzi e associazioni di comuni. Nell’outgoing, la continua crescita del fenomeno city break si rispecchia nella partecipazione di destinazioni europee emergenti come la capitale slovena Lubiana, incontro di eleganza asburgica e una vivace movida, indice di un crescente interesse per l’Europa dell’Est rappresentata a Bit 2018 da Croazia, Polonia, Romania, Russia e Slovenia. Tra le mete più leisure, per chi ama le vacanze outdoor combinate con ricche tradizioni questo è l’anno delle isole, come le Azzorre, meta ideale o le Canarie. Tra le italiane spicca Pantelleria, dove si possono vivere esperienze uniche come dormire in un dammuso, tradizionale casetta di pietra lavica, bere un ottimo passito o fare escursioni in una natura selvaggia e incontaminata. L’area mediterranea e del Medio Oriente si conferma nell’insieme ben rappresentata con Algeria, Cipro, Egitto, Giordania, Georgia, Grecia, Iran, Israele, Marocco, Tunisia e Turchia. Per le destinazioni a lungo raggio si segnalano gli Stati Uniti con Visit USA/Brand USA che, dopo il positivo riscontro della edizione 2017, ha deciso di rafforzare la partnership attraverso un progetto di co-marketing che porterà in manifestazione 100 Agenzie di Viaggi ospiti, tra le quali specialisti con il titolo di Master e USA Ambassador. Allo stand incontreranno gli operatori selezionati soci Visit USA come Global Gsa con Hertz, Delta Airlines, Ncl, Norwegian Cruise Line, Reimatours Tour Operator, Tecnitravel Tour Operator, Utat Tour Operator. Continua anche la crescita dei mercati asiatici dove quest’anno si presenta in modo più incisivo il Giappone insieme con altre mete asiatiche emergenti, come Bangladesh e Cambogia, e “classici” dell’area quali India, Malesia, Sri Lanka e Thailandiaoltre alle isole dell’Oceano Indiano come Mauritius, Seychelles e Maldive. Il turismo più consapevole guarda all’Africa con, ad esempio, l’Etiopia, uno dei Paesi del continente con la storia e la cultura più antiche, e al Centro-Sudamerica grazie a mete alternative ai tour classici come lo Stato brasiliano del Cearà, ideale in particolare per le vacanze naturalistiche per gli appassionati di windsurf o kitesurf. Nei vicini Caraibi gli italiani continuano ad amare molto Cuba e Repubblica Dominicana, ma stanno scoprendo anche le isole “minori” tra le quali una meta accessible luxury come le British Virgin Islands. Si segnala quest’anno la presenza di Tour Operator italiani e internazionali che rappresentano un mix completo di classi dimensionali, segmenti di mercato e target, tra i quali: Acampora Travel, Adrastea Viaggi I viaggi dell’Atlantide, Incoming Italia, Nicolaus, OTA Viaggi, Rusconi Viaggi, Vivere Pantelleria. In rappresentanza di una modalità di viaggio in grande crescita, le crociere, sono inoltre presenti come espositori o partner grandi nomi del settore quali MSC o Costa Crociere. Aree specializzate ed eventi unici Oltre che dal mix di proposte italiane ed estere, la formula esperienziale di Bit 2018 è rafforzata dalla presenza di aree tematiche. A Bit of Taste è dedicata al turismo enogastronomico, uno dei più interessanti trend e tra le motivazioni principali che spingono il turista a visitare l’Italia: quest’anno è infatti l’Anno del Cibo Italiano nel Mondo proclamato da MIBACT e MIPAAF. Un’opportunità unica per le regioni italiane, e una selezione di Paesi esteri, di proporsi con una formula più emozionale, capace di catturare nuovi segmenti di viaggiatori con capacità di spesa medio-alta.  L’area sarà animata tra le altre cose da due cucine con coinvolgenti show-cooking e affondi su prodotti e tradizioni. I Love Wedding si focalizza invece sulla promozione del segmento Viaggi Nozze e Destination Wedding per gli operatori sia outgoing sia incoming. A rafforzare la presenza del segmento sarà anche la partecipazione in manifestazione della Associazione Italiana Wedding Planners. Un’area pensata per le esigenze non solo delle coppie sposate o unite civilmente, ma per tutti coloro che vogliono vivere momenti di magia e per gli operatori che vogliono offrire risposte a questi target. Tra le iniziative più accattivanti spicca il photo booth, dove sarà possibile scattarsi un selfie con bellissimi abiti da sposa e da cerimonia Rinnovata anche la formula per l’importante segmento MICE: in un’area delimitata ad accesso controllato, sono presenti postazioni preallestite per i fornitori della meeting industry che potranno incontrare anche buyer specializzati. Presenti, tra i convention bureau, Bari Convention Bureau Grandi Eventi, Convention Bureau Roma e Lazio, Destination Florence e Sicilia Convention Bureau, mentre tra le presenze regionali Puglia Promozione e Consorzio DMO Padova e tra le strutture alberghiere, tra le altre, Best Western, Hotel Ramada Plaza, Ata Hotels, Adi Hotels, Melia International Hotels, Hotale Castel Monastero o PCO come Biomedical Technologies. Nell’area centrale hanno luogo convegni, seminari e workshop organizzati con il supporto del MICE Advisory Board composto da esperti del settore. Formula dell’Advisory Board anche per Be Tech, l’area dedicata al digitale e alla tecnologia che si è avvalsa della partnership con l’Associazione Startup Turismo per selezionare oltre 30 realtà particolarmente innovative. Le proposte spaziano da soluzioni ad hoc per l’incoming, come app per la valorizzazione del territorio, guide digitali o servizi di traduzione innovativi, fino a un’offerta più prettamente hi-tech sugli sviluppi di punta come  guest experience, booking personalizzato o mobile first, mentre la parte convegnistica toccherà i temi del momento dai social alle blockchain. Il turismo religioso tornerà a essere rappresentato in manifestazione grazie ad un’area di operatori specializzati nel segmento legato alla spiritualità, così come si ripropone l’area dedicata al Turismo LGBT, sempre in collaborazione con Sonders&Beach e IGLTA – International Gay & Lesbian Travel Association, che presenterà non solo le destinazioni più friendly, ma anche le proposte più originali come le crociere LGBT, oltre a momenti di riflessione sui risvolti economici e le opportunità di business in questa fascia di mercato. Bit 2018 offrirà inoltre un ricco palinsesto di eventi, convegni e momenti formativi, tra i quali oltre 90 organizzati direttamente da Bit e NoFrills. Infine, dedicherà grande attenzione al tema del lavoro con Bit 4 Job: l’area dedicata alle opportunità di lavoro e crescita per il settore turismo e hospitality, che quest’anno si fa in quattro: Bit4Recruiting per la selezione di personale qualificato; Bit4Training, eventi e seminari di formazione professionale; Bit4Education, con la partecipazione di enti di formazione e specializzazione; Bit4Coaching, i consigli e il supporto degli esperti ai candidati.  

Leggi tutto    Commenti 0