17 set 2019

Bicicletta elettrica: gli incentivi per l’acquisto in Italia


Se state pensando di acquistare una bicicletta elettrica per i vostri spostamenti in città, probabilmente starete anche valutando quale budget mettere a disposizione per questa spesa, che sicuramente non è proprio irrisoria.

In base alle caratteristiche strumentali che desiderate abbia il mezzo, la forbice del costo finale potrebbe ridursi o ampliarsi sensibilmente.

Di certo lo Stato e i governatori locali hanno tutto l’interesse di promuovere questa modalità di trasporto green, per combattere l’inquinamento e il traffico veicolare nei centri urbani. Per questo sempre più spesso le amministrazioni si sono attivate nello stanziamento di incentivi e bonus da offrire ai propri cittadini.

A partire dal 2007 il Ministero dei Trasporti ha stanziato dei fondi dedicati a queste categorie di veicoli che, seguendo determinati parametri, consentivano un risparmio medio fino a 600-700€ per l’acquisto di un veicolo elettrico. Purtroppo con il passare degli anni la disponibilità dello stanziamento iniziale è venuta sempre meno e ha inglobato anche la categoria delle biciclette a pedalata assistita.

In buona sostanza i bonus si sono spostati progressivamente verso le amministrazioni locali, i comuni, che a vario titolo hanno attivato una serie di iniziative in tal senso, seppur in un quadro ampiamente diversificato.

A titolo di esempio, vi riportiamo alcuni incentivi relativi all’anno 2018:

  • Comune di Modena:  rimborso per l’acquisto delle e-bike che non può superare i 250 euro.
  • Comune di Genova: L’iniziativa prevedeva un contributo per nucleo familiare pari a 400 euro se non si rottamava il vecchio motorino e di 500 euro con la rottamazione. 
  • Comune di Bologna: rimborso massimo di 300 euro, che non può superare il 50% della spesa sostenuta. 
  • Comune di Vicenza: i residenti sul territorio comunale potevano usufruire di un incentivo di 250 euro per l’acquisto di e-bike;

Come verificare quindi la presenza di incentivi nel proprio comune ?

Ogni Comune opera in modalità diverse l’uno dall’altro, ma in generale occorre reperire il bando emanato da uno degli assessorati di competenza, solitamente “mobilità” o “ambiente”, relativamente agli incentivi per la mobilità sostenibile.

Consultando il bando è possibile scoprire tutti i dettagli per richiedere il bonus e aderire alle agevolazioni dedicate.

Solitamente occorre presentare un documento di riconoscimento valido, la ricevuta d’acquisto del modello elettrico (conforme alle indicazioni del bando) e una scheda con le caratteristiche del veicolo. Allegando questi allegati alla domanda di agevolazione, si dovrà poi attendere l’eventuale accettazione della stessa da parte degli uffici competenti, che provvederanno a erogare il bonus (salvo esaurimento dei fondi).

In definitiva, ti consigliamo di consultare i canali ufficiali del tuo comune di residenza per verificare la presenza del bando anche per il 2019.

 

 

 


acquisto bici pedalata assistitaacquisto bicicletta elettricabandi comuni italianibici pedalata assistitacontributi acquisto biciincentivi bici elettrichesmart mobility


Lascia un Commento