14 giu 2021

L’Aeroporto di Pisa alla riconquista del primato regionale nel 2021


Ripartono i voli aerei, riparte la voglia di girare il mondo.

Da qualche giorno l’Unione Europea ha finalmente diramato le caratteristiche del Certificato COVID Digitale, strumento ufficiale che regolamenterà gli spostamenti dei passeggeri all’interno dei paesi dell’Unione.

Tale certificato si è reso necessario per superare le differenze di regolamentazione dei singoli stati membri in tema di circolazione delle persone e per facilitare la vita dei passeggeri in transito nelle città europee.

Le condizioni indispensabili per ottenerlo riguardano ovviamente l’attestazione di uno di questi tre scenari:

  1. persona vaccinata contro la patologia da Covid-19
  2. persona che ha ottenuto un risultato negativo al test
  3. persona guarita dalla patologia

Complice l’accelerazione della campagna vaccinale, questo segnale di ripartenza sta fornendo un forte input al graduale ritorno alla normalità dei trasporti di lungo raggio.

Uno degli aeroporti italiani che sta registrando un ritrovato fermento è l’Aeroporto di Pisa, che in un singolo giorno feriale di Giugno 2021 ha registrato partenze per Bruxelles, Parigi, Cagliari, Catania, Ibiza, Palermo, Tirana, Gdansk, Eindhoven, Londra, Alghero, Trapani, Atene, Lisbona, Catania, Isola d’Elba, Valencia, Amsterdam, Berlino, Brindisi, Comiso, Bari e Cracovia.

Sebbene l’Aeroporto Internazionale di Pisa “Galileo Galilei” non rientri nella top 10 degli scali con più passeggeri (anno 2019), esso ricopre uno valore strategico territoriale dell’intera regione Toscana e si è attestato all’undicesimo posto degli aeroporti italiani per traffico passeggeri nel 2018.

download

 

Il grafico mostra la progressiva espansione dello scalo toscano negli ultimi vent’anni (al netto del crollo da pandemia), e questo ha determinato lo sviluppo di un indotto di servizi sempre crescente.

Sempre più passeggeri hanno ricercato sul web la query Parcheggio Pisa Aeroporto nell’ultimo biennio, a conferma di come lo scalo pisano sia divenuto baricentrico rispetto ad un areale che va oltre i semplici confini regionali. Con l’avvento dei servizi di parking e stop&go, anche gli abitanti dei centri urbani meno collegati dal trasporto pubblico possono disporre di una sponda logistica in sito per partire in totale comfort lasciando la propria vettura nelle apposite aree di sosta.

Grazie alla diffusione di sistemi tecnologici sempre più efficienti, organizzare il proprio arrivo in aeroporto attraverso il mezzo privato è divenuto semplice e progressivamente più conveniente, data la concorrenza di numerose aziende che erogano il medesimo servizio.

L’aeroporto “Galileo Galilei” mira a ristabilire un traffico passeggeri consono alle sue potenzialità già entro la fine del 2021, che gli restituirebbe il ruolo di principale scalo toscano. I dati del biennio 2018-2019 infatti mostrano come Firenze sia riuscita a movimentare poco più della metà dei passeggeri dell’aeroporto pisano nell’ultimo anno pre pandemia.

 

 

firenze

pisa


aeroporto firenzeaeroporto pisaparcheggio aeroporto pisa


Lascia un Commento