Articolo
13 nov 2018

GENOVA | Verso una città vivibile e intelligente con la Genova Smart Week

di mobilita

La resilienza è il tema trasversale a tutti gli argomenti trattati nella settimana dedicata alle 'città intelligenti' in programma a Genova dal 19 al 24 novembre.  A presentarla, martedì 13 novembre nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, è l’assessore allo Sviluppo economico Giancarlo Vinacci, insieme con il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari e l’assessore all’Ambiente Matteo Campora. «La Genova Smart Week – spiega Giancarlo Vinacci - è arrivata ormai alla IV edizione e, oggi più che mai, rappresenta la più importante occasione per dialogare con i cittadini e per aprire nuove prospettive di sviluppo, amplificando le nostre attrattive verso il mondo delle imprese, a investitori di qualunque provenienza. Le tematiche di quest’anno sono attraversate da un fenomeno nuovo, la resilienza, trasversale a tutti gli argomenti trattati e a cui dedicheremo la giornata di martedì 20 novembre, con diversi tavoli di lavoro, più uno, trasversale, sulla resilienza. Genova è già coordinatore europeo per gli eventi climatici in tema di resilienza e probabilmente a breve entreremo a far parte delle cento città resilienti del mondo e accedere, quindi, a finanziamenti della Rockefeller Foundation». Rigenerazione urbana, resilienza, edifici intelligenti, economia circolare, human technology e mobilità elettrica, questi i macro-temi che saranno affrontati nel corso della settimana, tra il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi e Great Campus Erzelli, mentre venerdì 22 e sabato 23 in piazza Matteotti saranno esposti mezzi elettrici a basso impatto ambientale e sarà possibile conoscere da vicino i sistemi di ricarica (wallbox e colonnine) e provare l’esperienza di un test drive in prima persona.  Di mobilità elettrica, pubblica e privata, ha parlato il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari: «Parleremo di Valpolcevera a 360 gradi – ha sottolineato – un territorio che necessita di un occhio particolare e avrà un focus all’interno della settimana. Il prolungamento della metropolitana era necessario prima del 14 agosto e lo è diventato più che mai dopo. Con la nostra azienda di trasporto pubblico, che parteciperà a diversi tavoli di lavoro nell’ambito di Genova Smart Week, stiamo puntando su mezzi completamente elettrici e, per quanto riguarda il trasporto privato o intermodale, oltre ad aumentare le auto elettriche in car-sharing, si stanno avviando contatti per la sperimentazione dello scooter-sharing».Promossa dall’Associazione Genova Smart City, dal Comune di Genova e da Regione Liguria con il supporto tecnico e organizzativo di Clickutility Team, Genova Smart Week analizzerà gli strumenti tecnologici per rendere le città smart e a dimensione umana, riducendo il peso energetico e i costi economici. «Questa smart week è un’occasione per confrontarci sulle nuove tecnologie e sul futuro della nostra città e del nostro pianeta – aggiunge l’assessore alla Ambiente Matteo Campora – Con la circular eonomy affronteremo il tema della gestione dei rifiuti in Italia e nel mondo, tema che è tra i diciassette obiettivi dell’agenda 2030 dell’Onu. Entro gennaio 2019 il Comune di Genova farà il primo bando di gara per il trattamento dei rifiuti. Giovedì 22 novembre sarà la giornata in cui ci confronteremo con i temi concreti del recupero energetico e del riutilizzo dei rifiuti, ma anche dellaloro riduzione alla fonte, con l’obiettivo di passare dalle attuali 180 tonnellate a 150». La Genova Smart Week, giunta alla sua IV edizione, si conferma anche quest’anno un importante tavolo di confronto a livello internazionale sui temi dello sviluppo di una città innovativa e vivibile grazie al coinvolgimento di prestigiose collaborazioni e al know how delle aziende partecipanti.   «E’ un evento che ha dato molta visibilità alla nostra città - sottoline Giancarlo Vinacci - lo scorso anno ha infatti ospitato oltre 1500 operatori di settore, e che quest’anno si arricchisce di nuove tematiche fondamentali, come la trasversalità della resilienza, per rendere Genova sempre più dinamica, pulita e vivibile e come richiamo appetibile per nuove aziende e nuovi residenti. La scorsa edizione, vivacizzata dal contributo di oltre 200 relatori tra nazionali ed esteri, ha favorito l'avvio di un tavolo di lavoro condiviso con le aziende del territorio e, a distanza di un anno, con estrema soddisfazione posso dire che tutte le istituzioni si sono allineate in un progetto comune per la diffusione di tutte le tecnologie fondamentali per rendere Genova una tra le città europee più smart». IL PROGRAMMAL'edizione numero quattro della Genova Smart Week inaugura lunedì 19 ottobre 14 con un focus sulla RIGENERAZIONE URBANA che delineerà le politiche atte a stimolare e governare il recupero e la riqualificazione delle aree urbane, presentando alcune case history di eccellenza nazionali per poi focalizzarsi su Genova, dove sono in corso svariati interventi di rigenerazione. I lavori, avviati da Simonetta Cenci, assessore all’Urbanistica del Comune di Genova, si concluderanno poi con una tavola rotonda di confronto per la rigenerazione del Quadrante della Valpocevera.Martedì 20 si parlerà di RESILIENZA delle città che, attraverso una migliore previsione e programmazione di azioni, porta a uno sviluppo sostenibile del territorio, incrementando la qualità della vita e riducendo i rischi naturali o antropici. La cooperazione internazionale resta fondamentale nel sostenere gli sforzi delle autorità nazionali e locali, delle comunità e delle imprese. La sessione, conGiovanni Toti, presidente e commissario straordinario, Regione Liguria, Marco Bucci, sindaco e commissario per la ricostruzione, Comune di Genova e Giancarlo Vinacci, assessore allo Sviluppo economico, Comune di Genova affronterà il tema di come si prepara e trasforma la città resiliente. Seguirà la tavola rotonda partnership pubblico e privato per lo sviluppo della città resiliente che vedrà coinvolte istituzioni e aziende in un confronto diretto.Nel pomeriggio, si avvieranno i lavori per la [email protected] con tre tavoli di lavoro: Asset GREY – Sviluppo delle Infrastrutture, reti, comunicazioni; Asset GREEN -  Adattamento ai cambiamenti climatici e rigenerazione urbana; Asset SOFT -  Impatti economici, Community/Imprese che avranno l’obiettivo di definire una strategia condivisa e strumenti per prevenire, limitare i danni e potenziare il tessuto urbano, economico e sociale di Genova.Sempre nel pomeriggio, a Palazzo della Borsa si svolgerà la finale della SMARTcup Liguria a cura di Filse, Regione Liguria e Liguria International che decreterà le tre startup che concorreranno alla finale nazionale del Premio nazionale innovazione promosso da PNI Cube.La giornata di mercoledì 21 sarà dedicata ai quartieri e agli edifici intelligenti con la sessione SMARTDISTRICT&BUILDING che analizzerà le soluzioni innovative a oggi disponibili - connessione a banda larga, ICT, IoT, automazione, sensoristica big data, sicurezza informatica, software di monitoraggio e sistemi avanzati di storage – sottolineando quanto un’integrazione armonica delle tecnologie nella gestione e nell’erogazione dei servizi pubblici necessari alla vita cittadina sia il presupposto fondamentale per una smart city.Sempre mercoledì, prenderà l’avvio SMAU GENOVA, la tappa del roadshow di Smau in Italia dedicato al tema dell’open innovation e finalizzato a portare l’innovazione in giro per l’Italia. Un fitto calendario di SMAU Live Show (aperti al pubblico) e di tavoli di lavoro tematici (a porte chiuse) animeranno tutto il giorno la Sala delle Grida e la Sala del Telegrafo a Palazzo della Borsa.Giovedì 22 ospite dell’Auditorium Liguria Digitale – Parco Tecnologico degli Erzelli si svolgerà Human Technology Forum con due sessioni che analizzeranno, rispettivamente, le nuove frontiere dell’e-health, il settore più innovativo in ambito sanitario, e quelle di Remote Assistance & Healthcare, con un focus sulle avanguardie dei processi diagnostici, terapeutici e assistenziali a domicilio. Entrambe riuniranno i protagonisti del settore con l’obiettivo di rendere Genova uno dei centri più all'avanguardia nel panorama mondiale della sanità e, nel contempo, di soddisfare esigenze economiche e di servizio alla persona sempre più crescenti.Sempre alla mattina, nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, riflettori puntati sul ruolo delle città come motore di sviluppo dell’economia circolare nella sessione circular economy che sarà avviata da Matteo Campora, assessore all’Ambiente, servizi civici e informatica del Comune di Genova. Affinché le città possano assumere in pieno il loro ruolo verso un sistema economico sempre più circolare, sono necessarie un’azione d’indirizzo e di organizzazione degli enti pubblici e una partecipazione delle imprese e dei soggetti privati, sia sul fronte industriale che dei servizi. La sessione analizzerà i due punti di vista anche attraverso l’esame di esperienze innovative del territorio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 nov 2017

GENOVA SMART WEEK – Chiude con successo la III edizione

di mobilita

200 relatori, 200 ospiti internazionali, 60 tra sponsor e partner e oltre 1500 partecipanti alla III edizione della GENOVA SMART WEEK – L’energia dell’innovazione, la settimana dedicata alle città intelligenti, promossa dal Comune di Genova e dall’Associazione Genova Smart City che si è conclusa oggi con il focus su “Smart Building & Efficienza Energetica”. “Le Amministrazioni di altre città italiane hanno seguito nei giorni scorsi la nostra manifestazione a riprova della sua importanza nel panorama italiano – ha concluso Giancarlo Vinacci, Assessore allo sviluppo economico. La volontà della città di ripartire è ben delineata. Tutto ciò che abbiamo fatto trova riscontro nell’aumento del 100% degli sponsor rispetto alla scorsa edizione. Le aziende credono in questo percorso e grazie a loro abbiamo potuto realizzare un evento unico. Genova ha proposto una manifestazione capace di attirare realtà europee e internazionali e la settimana è stata anche un’importante occasione per dialogare con la città e per aprire nuove prospettive di sviluppo, potenziando le nostre attrattive verso imprese e investitori da fuori”. Diventare una città smart significa migliorare la qualità della vita dei cittadini. Questo il leit motiv delle 19 sessioni sviluppate attorno alle 4 tematiche della manifestazione- BUSINESS MODELS & SOLUTIONS, IMPRESA 4.0, URBAN PLATFORM e GREEN SOLUTIONS. Per migliorarla occorre integrare una serie di variabili, dell'ambiente, dei servizi pubblici - dalla mobilità all’energia e all'acqua – e delle tecnologie. Pianificazione e governance integrate quindi, unite a una costante attenzione alla dimensione di partecipazione e di coinvolgimento dei cittadini. La settimana è stata un osservatorio privilegiato sugli sviluppi della tecnologia che, accompagnata a un quadro normativo, può fare molto nello sviluppo di una smart city. L’aspetto finanziario infatti crea le giuste condizioni individuando nuovi sistemi di incentivi e nuove forme di finanziamento che coinvolgano anche i privati. Tutti concordi che Genova da questo punto di vista oggi dimostra un grande slancio e quindi è un esempio per le altre città. Genova è stata infatti una tra le prime città muoversi con una logica internazionale, adattando esperienze estere alla propria realtà locale soprattutto in tema di quartieri intelligenti e soluzioni innovative legate ai servizi pubblici – in particolare energia e acqua – e all’housing. "Abbiamo proposto un intenso confronto e scambio di esperienze- evidenzia Carlo Silva Presidente ClickutilityTeam - funzionale a disegnare gli assi fondamentali per lo sviluppo di una città smart e vivibile ovvero: la centralità del partnerariato pubblico e privato per il finanziamento dei progetti innovativi per la città, convergenza della piattaforme tecnologiche, una mobilità urbana a basse emissioni e interoperabile e la rigenerazione dell'ambiente urbano con l'introduzione di tecnologie per la riduzione del consumo dell'energia e in prospettiva la stessa auto produzione"

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
21 nov 2017

Genova Smart Week, al via la settimana dedicata alla città del futuro

di mobilita

Si è aperta a Palazzo Tursi “Genova Smart Week”, la settimana dedicata alle città intelligenti, promossa dal Comune di Genova e dall’Associazione Genova Smart City con il supporto tecnico e organizzativo di Clickutility Team. Diciannove sessioni, quindici progetti europei, oltre duecento relatori, questi i numeri della III edizione che coinvolgerà la città fino a venerdì 24 novembre: business Models & Solutions, Impresa 4.0, Urban platform e Green solutions i temi portanti. Oggi doppio appuntamento dedicato al tema “Impresa 4.0” che vedrà protagonista la fase due del Piano Industria 4.0 promosso dal ministero allo Sviluppo Economico che si rivolge anche alle piccole e medie imprese con alto potenziale di digitalizzazione. L'industria 4.0 scaturisce dalla quarta rivoluzione industriale e secondo gli esperti e gli analisti porterà alla produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa. Dopo una prima fase del Piano Industria 4.0 promosso dal Ministero allo Sviluppo Economico, siamo ora alla fase 2 “Impresa 4.0”, che si rivolge non soltanto alle grandi aziende del mondo industriale, ma anche alle piccole medie imprese e alle società di servizi che hanno un alto potenziale di digitalizzazione. Nel pomeriggio il tema sarà GREEN SOLUTIONS per la rigenerazione urbana, un Workshop “URBAN AGENDA FOR THE EU". Tra i temi importanti in ambito green nella gestione della città c’è senz’altro quello climatico. Durante la Genova Smart Week saranno presenti a Genova i partner della Global Climate Adaptation Partnership. Fanno parte del network sei autorità locali (la Provincia di Barcellona e le Città di Glasgow, Trondheim, Potenza, Loulè in Algarve e Sfantu Gheorghe in Transilvania), quattro Stati membri (Francia, Polonia, Ungheria e Bulgaria) e tre Direttorati Generali della Commissione Europa (REGIO, CLIMA, ENV). Il programma prevede la partecipazione di organismi di rappresentanza delle amministrazioni locali (EuroCities e il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa) della Banca Europea d'Investimenti e dei Programmi europei di finanziamento (Interreg Europe, Urbact, Espon, ecc.). Il Comune di Genova è stato scelto per svolgere il ruolo di coordinatore del partenariato dell’Agenda Urbana Europea che si occuperà, per i prossimi tre anni, del tema dell'adattamento ai cambiamenti climatici nelle aree urbane. Gli scopi sono: formulare proposte per migliorare l'attuale quadro normativo rendendolo più adatto a realtà urbane in crescita; fornire indirizzi sulle tematiche che potranno essere oggetto dei futuri finanziamenti dei Programmi Europei; proporre modalità di scambio delle conoscenze e delle esperienze attraverso nuovi modelli di networking Ti potrebbe interessare: GENOVA | Parte la terza edizione della “Genova Smart Week”, dal 20 al 24 novembre

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 nov 2017

GENOVA | Parte la terza edizione della “Genova Smart Week”, dal 20 al 24 novembre

di mobilita

Dal 20 al 24 novembre 2017 la città di Genova ospita “L’energia per l’innovazione”, la terza edizione della Genova Smart Week. La manifestazione si profila come un tavolo di confronto a livello internazionale sui temi dello sviluppo di una città innovativa e vivibile. L’obiettivo è di fare da collettore delle buone pratiche che aziende ed istituzioni stanno sperimentando nell’ambito dello sviluppo sostenibile dei territori e analizzare gli strumenti tecnologici e non per la creazione di una città smart e a dimensione umana. La settimana offre momenti di incontro e confronto tra la città e le aziende e gli enti del territorio; tra la città e i cittadini; tra Genova e gli ospiti internazionali che verranno per l’occasione a Genova dagli Stati Uniti e da altri Paesi; tra Genova e i rappresentanti di enti a livello governativo ed europeo. Genova Smart City mira a ripensare la città, inseguendo l’utopia concreta di uno spazio urbano a misura d’uomo. Questi obiettivi si possono raggiungere portando un miglioramento della qualità della vita nel suo complesso, tale da implicare anche una migliore vivibilità della città, rendendo intelligenti i servizi e le informazioni, l’utilizzo delle risorse e lo sviluppo di una economia sostenibile complessiva. Genova ha avviato un processo di ripensamento di se stessa in chiave intelligente, al fine di dare una nuova visione della città, tale da assumere connotati differenti a seconda del contesto e integrando i diversi strumenti pianificatori attraverso la messa in comune delle strategie. Infatti nel 2010, appurata la condivisione dell’obiettivo smart da parte del mondo della ricerca, dell’industria, delle istituzioni e della finanza, si è deciso di creare l’Associazione Genova Smart City, facendo così ricorso allo strumento più semplice ed immediato e nel contempo più democratico per proseguire l’impegno comune in maniera strutturata. L’Associazione è stata creata su iniziativa di Comune di Genova, Università degli Studi di Genova ed Enel. Conta ad oggi circa ottanta soci, tra soggetti pubblici e privati, e mira a individuare da un lato il processo e l’agenda di trasformazione per rendere Genova una città intelligente, dall’altro azioni, progetti, iniziative che possano contribuire a tal fine.

Leggi tutto    Commenti 0