Articolo
25 ago 2021

ALSTOM | Il treno a idrogeno Coradia iLint viaggia per la prima volta in Svezia

di mobilita

Il treno passeggeri Coradia iLint di Alstom, il primo al mondo ad essere alimentato a idrogeno, fa il suo debutto svedese a Östersund oggi. Il team di Alstom ha presentato il treno a una varietà di parti interessate locali, inclusi operatori regionali, autorità dei trasporti, decisori governativi e principali media, per evidenziare il potenziale di Coradia iLint per il trasporto sostenibile in Svezia. “I treni Coradia iLint rappresentano un'enorme opportunità per la Svezia di ridurre le emissioni di CO2 e persino di decarbonizzare il trasporto ferroviario. Grazie al trasporto pubblico alimentato a idrogeno, gli operatori regionali possono essere fari della mobilità moderna, come sperimentato di recente in Germania, Paesi Bassi e Austria, che hanno testato e stanno implementando (o pianificando di implementare) treni a idrogeno", afferma Rob Whyte, CEO di Alstom Nordici. Mobilità sostenibile senza compromessi Nel 2016, il lancio del Coradia iLint, un treno regionale privo di emissioni di CO2 che rappresenta una vera alternativa all'energia diesel, ha posizionato Alstom come il primo produttore ferroviario al mondo a sviluppare un treno passeggeri basato sulla tecnologia dell'idrogeno. I primi due treni iLint 100% H2 sono entrati in servizio commerciale nel 2018 in Germania e hanno già percorso più di 100.000 km. Ad oggi, in Germania sono stati ordinati 41 convogli e si sono svolte prove di successo in Austria e nei Paesi Bassi. In Italia, l'operatore FNM ha confermato un ordine per 14 treni 100% H2 alla fine del 2020. In linea con il suo obiettivo di facilitare una transizione globale verso un sistema di trasporto a basse emissioni di carbonio, Alstom ha aperto la strada a diverse soluzioni di mobilità sostenibile. Il Coradia iLint è una perfetta illustrazione dell'impegno di Alstom nel progettare e fornire soluzioni innovative ed ecocompatibili: il Coradia iLint è il primo treno passeggeri al mondo alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, che produce energia elettrica per la trazione. Questo treno a emissioni zero emette bassi livelli di rumore, con i gas di scarico costituiti solo da vapore e acqua condensata. Le sue prestazioni corrispondono ai normali treni regionali con una velocità massima di 140 km/he prestazioni di accelerazione e frenata comparabili. Allo stesso modo, la capacità dei passeggeri è fino a 300 passeggeri e il treno ha un'autonomia di 1.000 chilometri. Le innovative tecnologie dell'idrogeno implementate da Alstom sono state riconosciute dall'industria. Nel 2021, il primo treno al mondo a idrogeno Coradia iLint è stato premiato con l'European Railway Award 2021. Alstom sta anche facendo questo per dimostrare che l'idrogeno è una possibile soluzione ecologica per i treni in generale, non solo per iLint. Treni a idrogeno per percorsi non elettrificati Progettato specificamente per l'uso su linee non elettrificate, Coradia iLint consente operazioni ferroviarie pulite e sostenibili. Questo è di grande importanza per l'ambiente: la sostituzione di un treno regionale diesel con un treno a idrogeno ridurrà l'emissione annuale di CO2 equivalente a 400 auto.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2021

Ferrovie | Coradia iLint vince l’European Railway Award

di Fabio Nicolosi

Il treno a idrogeno Coradia iLint, l’innovativo progetto di Alstom commissionato da Landesnahverkehrsgesellschaft Niedersachsen (LNVG), la società di trasporto regionale della Bassa Sassonia, ha ricevuto quest’anno l’European Railway Award, il premio europeo in ambito ferroviario. Il premio è stato consegnato a Carmen Schwabl, amministratore delegato di LNVG, in una cerimonia online. Insieme ai partner del progetto, LNVG ha lanciato l’iniziativa per testare l’idrogeno come combustibile nel trasporto ferroviario locale di passeggeri. Il premio al Coradia iLint di Alstom è stato assegnato da una giuria composta dai CEO dell’industria ferroviaria, da decisori a livello europeo, dai precedenti vincitori e da giornalisti selezionati. Nella sua dichiarazione, la giuria ha elogiato l’eccellente collaborazione tra i partner del progetto LNVG, Alstom, lo Stato federale della Bassa Sassonia, la compagnia ferroviaria tedesca Eisenbahnen und Verkehrsbetriebe Elbe-Weser GmbH (evb) e la società di gas e ingegneria Linde. Insieme ai suoi partner, Alstom ha dimostrato con il progetto che la propulsione a idrogeno è un’alternativa sicura e a emissioni zero ai treni regionali a trazione diesel su linee non elettrificate. “Non è scontato che un’autorità pubblica avvii e sostenga uno sviluppo tecnologico di questa portata. Con i nostri partner nella fase di test, abbiamo conseguito un’anteprima mondiale nel servizio passeggeri in Bassa Sassonia” ha affermato Carmen Schwabl, Amministratore delegato di LNVG. “Il nostro obiettivo era quello di offrire una vera alternativa al diesel, pronta per essere lanciata sul mercato e da utilizzare su una linea principale nel trasporto quotidiano dei passeggeri”. Da settembre 2018 a fine febbraio 2020, due treni Coradia iLint di Alstom hanno percorso con successo oltre 180.000 chilometri nel servizio regolare passeggeri. La produzione in serie di questa rivoluzionaria innovazione per il trasporto ferroviario è attualmente in corso. I primi treni in serie alimentati a idrogeno saranno in servizio regolare in Germania a partire dal 2022. “Siamo davvero lieti che il nostro cliente LNVG sia stato premiato per l’innovativo progetto del treno a idrogeno. Il nostro progetto comune Coradia iLint dimostra un coraggioso impegno a favore della mobilità verde con l’impiego di tecnologie all’avanguardia. Possiamo ritenerci molto soddisfatti dell’innovativo Coradia Ilint, il primo e unico treno a idrogeno esistente al mondo, ha affermato Gian Luca Erbacci, Senior Vice President di Alstom Europa. “”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 giu 2020

Alstom e Snam insieme per sviluppare i treni a idrogeno in Italia

di mobilita

Alstom e Snam hanno firmato un accordo quinquennale per sviluppare i treni a idrogeno in Italia. L'intesa, dopo una prima fase dedicata agli studi di fattibilità che si concluderà in autunno, ha l'obiettivo di realizzare, già a inizio del 2021, progetti di mobilità ferroviaria comprensivi sia dei treni alimentati a idrogeno sia dell'infrastruttura tecnologica necessaria all'approvvigionamento, oltre che dei servizi di gestione e manutenzione dei mezzi. Nell'ambito dell'accordo, Alstom si occuperà della fornitura e della manutenzione dei treni a idrogeno, di nuova realizzazione o convertiti, mentre Snam lavorerà allo sviluppo delle infrastrutture per la produzione, il trasporto e il rifornimento. La collaborazione nasce dal comune impegno delle due società sull'idrogeno: Alstom ha avviato in Germania il Coradia iLint, il primo treno a celle a combustibile al mondo, già in servizio da un anno e mezzo su una tratta regionale, mentre Snam è stata tra le prime aziende al mondo a sperimentare l'iniezione di idrogeno al 10% nella rete di trasporto del gas naturale. "Con questa iniziativa - commenta l'Amministratore Delegato di Snam, Marco Alverà - vogliamo dare un ulteriore contributo alla decarbonizzazione dei trasporti e allo sviluppo di una economia dell'idrogeno in Italia. L'idrogeno prodotto da rinnovabili diventerà competitivo con le fonti fossili nel giro di pochi anni e avrà un ruolo centrale nella transizione energetica, in particolare nell'industria, nel riscaldamento e nel trasporto pesante. Sarà un pilastro del Green New Deal europeo e degli investimenti per la ripartenza post-Covid. Snam sta investendo e innovando per rendere la propria rete compatibile con l'idrogeno, per favorire lo sviluppo di nuove tecnologie e creare una filiera italiana perché il nostro Paese ha l'opportunità di essere tra i protagonisti mondiali nel settore, cogliendo i benefici ambientali ed economici di questa leadership climatica". "Crediamo nell'idrogeno e per questo abbiamo siglato una partnership con Snam. Coradia iLint, il primo treno alimentato a idrogeno, è già in servizio passeggeri tra le città di Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehudehe in Germania. Ci auguriamo che il treno a idrogeno diventi presto una realtà anche in Italia. Grazie ad un partner come Snam saremo in grado di rispondere al mercato offrendo una soluzione completa" afferma Michele Viale, Presidente e Amministratore Delegato di Alstom Italia e Svizzera.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 mag 2020

Alstom inizia la fase 2 per il treno ad idrogeno Coradia iLint

di mobilita

Dopo 530 giorni e oltre 180.000 chilometri percorsi, l'operazione di prova di successo dei primi due treni al mondo a idrogeno è stata ufficialmente completata alla fine di febbraio. Due treni pre-serie del modello Coradia iLint di Alstom sono in servizio passeggeri da settembre 2018. Dal 2022, 14 treni della serie Coradia iLint sostituiranno le unità multiple diesel esistenti. LNVG è stata la prima azienda a credere nell'idrogeno, investendoci nell'ordine di 14 treni Coradia iLint e trent'anni di manutenzione e alimentazione. Questo progetto mette in mostra l'importanza della mobilità verde per lo stato della Bassa Sassonia. Come uno dei principali produttori di veicoli ferroviari in Europa, Alstom produrrà i treni a celle a combustibile per LNVG e sarà responsabile della manutenzione dei veicoli nel suo sito di Salzgitter. La società di gas e ingegneria Linde costruirà e gestirà una stazione di rifornimento di idrogeno per i treni della serie vicino alla stazione di Bremervoerde. "I nostri due treni pre-serie della Coradia iLint hanno dimostrato nel corso dell'ultimo anno e mezzo che la tecnologia delle celle a combustibile può essere utilizzata con successo nel servizio quotidiano di passeggeri. Questo ci rende una forza trainante sulla strada per una mobilità senza emissioni e sostenibile nel trasporto ferroviario ", commenta Jörg Nikutta, amministratore delegato per la Germania e l'Austria di Alstom Transport Deutschland GmbH. "Abbiamo anche ottenuto dati preziosi dall'operazione di prova dei treni a celle a combustibile per l'ulteriore sviluppo della tecnologia di propulsione".   “Siamo orgogliosi di essere stati la prima compagnia ferroviaria al mondo a poter gestire i primi due treni a celle a combustibile sulla rete Weser-Elba. Sin dall'inizio, i nostri passeggeri erano molto curiosi dei treni e della loro nuova tecnologia di propulsione. Oltre al suo livello di rumore molto basso, il treno a idrogeno è stato in grado di segnare con il suo funzionamento privo di emissioni, soprattutto in periodi di cambiamento climatico. Il funzionamento di iLint è stato una motivazione molto speciale per i nostri macchinisti ", ha affermato Andreas Wagner, capo della divisione SPNV e firmatario autorizzato della Eisenbahnen und Verkehrsbetriebe Elbe-Weser GmbH (evb).  Carmen Schwabl, amministratore delegato di LNVG, aggiunge: "Con l'operazione di prova completata con successo, i requisiti per il funzionamento continuo dei treni a idrogeno dal 2022 sono soddisfatti. LNVG contribuisce quindi all'implementazione di soluzioni di mobilità sostenibili, innovative ed ecologiche, soprattutto nelle aree rurali le zone". "Alstom ha fatto la storia dell'idrogeno qui. Il progetto è di grande importanza per la politica industriale che va ben oltre la Germania. Qui, stiamo assistendo al primo prodotto competitivo della mobilità dell'idrogeno a livello industriale", afferma il Ministro dell'economia e dei trasporti della Bassa Sassonia, Dr. Bernd Althusmann. "Il Ministero dei trasporti federale è molto felice di sostenere il faro della mobilità moderna: il treno a idrogeno a Bremervörde. Dopotutto, questo progetto è un fiore all'occhiello per la mobilità del futuro", afferma Enak Ferlemann, Sottosegretario di Stato parlamentare presso il Ministero federale delle infrastrutture di trasporto e digitali. "L'idrogeno è una vera alternativa a basse emissioni ed efficiente al diesel. Soprattutto sulle linee secondarie in cui le linee aeree sono antieconomiche o non ancora disponibili, questi treni possono viaggiare in modo pulito e rispettoso dell'ambiente. Vorremmo vedere più di tali applicazioni." Informazioni su Coradia iLint Coradia iLint è il primo treno passeggeri al mondo ad essere alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, che genera energia elettrica per la propulsione. Questo treno completamente privo di emissioni è silenzioso ed emette solo vapore acqueo e acqua di condensa. Il treno presenta diverse innovazioni: conversione di energia pulita, accumulo di energia flessibile nelle batterie e gestione intelligente della forza motrice e dell'energia disponibile. Progettato specificamente per l'uso su linee non elettrificate, consente operazioni ferroviarie pulite e sostenibili

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 ago 2019

Alstom debutta con la nuova brand identity “mobility by nature” a Expo Ferroviaria 2019

di mobilita

Alstom debutta con la nuova brand identity "mobility by nature" a Expo Ferroviaria 2019 (1-3 ottobre a Rho Fiera-MI) presentando le sue soluzioni innovative e sostenibili per la mobilità. Nello stand Alstom (n. 108, padiglione 2) i visitatori potranno avere una panoramica globale delle novità dell'azienda e compiere un viaggio tra le quattro principali attività di Alstom: treni, infrastruttura, segnalamento e servizi. Tra le molte novità presentate Coradia iLint, il primo treno al mondo, già in servizio passeggeri in Germania, alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, che produce l'energia elettrica per la trazione; il treno Coradia Stream "Pop", la nuova generazione per il trasporto regionale per Trenitalia, già operante in Emilia-Romagna, a cui si aggiungeranno presto altre regioni. Non solo treni ma anche Aptis, l'e-bus 100% elettrico di Alstom, che ha terminato la scorsa primavera, con grande successo, il suo drive test in cinque città italiane (Firenze, Genova, Bologna, Merano e Torino). Per quanto riguarda le infrastrutture Alstom presenta le tre soluzioni senza catenaria: APS, un sistema di alimentazione da terra che, con l'aggiunta di una terza rotaia al centro del binario, permette di eliminare le linee aeree, preservando così il patrimonio architettonico urbano; SRS, una soluzione di ricarica statica a terra adatta sia ai tram sia agli autobus; Citadis Ecopack, batterie e super condensatori di stoccaggio dell'energia. Sul fronte segnalamento i visitatori potranno apprezzare le potenzialità di Mastria, la prima soluzione di supervisione multimodale. Grazie a Mastria, tutti gli attori della mobilità in una data città sono collegati: reti di autobus, tram e metropolitane ma anche taxi, car e bike sharing, ecc. L'obiettivo è massimizzare la fluidità fra tutti i mezzi di trasporto in una città e la possibilità di orchestrare gli itinerari dei passeggeri. Completa lo stand la presenza dell'area dedicata ai servizi con esempi di manutenzione 4.0 e il sistema HealthHub, uno strumento di manutenzione preventiva in grado di monitorare lo stato di salute dei treni, dell'infrastruttura e dei sistemi di segnalamento, utilizzando l'analisi avanzata dei big data.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 nov 2017

Alstom firma contratto per produzione di 14 treni a idrogeno

di mobilita

Tutti d'accordo: il treno del futuro sarà alimentato a idrogeno, sarà completamente privo di emissioni e inizierà il suo primo servizio passeggeri in Bassa Sassonia. Si chiama "Coradia iLint" ed è realizzato da Alstom per l'Autorità dei trasporti locale della Bassa Sassonia (Landesnahverkehrsgesellschaft Niedersachsen, LNVG). In totale, 14 treni a cella a combustibile saranno costruiti nel sito di Salzgitter, per trasportare i viaggiatori tra Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude a partire dal dicembre 2021. Sono destinati a sostituire le unità multiple a trazione diesel dell'autorità dei trasporti Elbe-Weser-Verkehrsbetriebe (evb) e ad azzerare l'emissione di inquinanti nel servizio quotidiano. L'alimentazione del treno a idrogeno sarà assicurata da una propria stazione di ricarica del Gruppo Linde. Coradia iLint può coprire fino a 1.000 chilometri con un "pieno", raggiungendo una velocità massima di 140 km/h. Giovedì, alla presenza della stampa, i dirigenti di LNVG, Alstom e Linde hanno sottoscritto i contratti per la consegna dei 14 treni a cella a combustibile, con relativa manutenzione trentennale e fornitura di energia, a Wolfsburg. Olaf Lies, Ministro dell'economia e dei trasporti della Bassa Sassonia, aveva invitato i suoi colleghi alla firma di questo contratto in occasione della conferenza dei ministri dei trasporti, perché potessero farsi un'idea in prima persona del prototipo di Coradia iLint, che inizierà la fase pilota sulla rete di evb nella primavera del 2018, insieme a un secondo veicolo.  A Wolfsburg, il Ministro dei trasporti Lies ha consegnato la comunicazione ufficiale del finanziamento ai due responsabili di LNVG, Hans-Joachim Menn e Klaus Hoffmeister. LNVG acquisterà i treni Coradia iLint per il proprio pool di veicoli, affittandoli poi a un operatore ferroviario. La manutenzione dei treni a cella a combustibile sarà curata da Alstom nel deposito evb di Bremervörde, che sarà ampliato per questo scopo Gian Luca Erbacci, Senior Vice President per l'Europa di Alstom, ha affermato a Wolfsburg: "Questo giorno rappresenta una vera rivoluzione del trasporto ferroviario e un cambiamento epocale verso un sistema di mobilità pulito. Per la prima volta al mondo, un treno passeggeri regionale alimentato a idrogeno sostituirà i treni diesel, senza generare emissioni, con le stesse prestazioni di un treno regionale normale e un'autonomia fino a 1.000 chilometri. Alstom è orgogliosa di avere sviluppato il suo treno Coradia iLint a Salzgitter, in Bassa Sassonia. Siamo grati al governo federale tedesco e al governo regionale della Bassa Sassonia per il costante supporto e la fiducia nelle forti capacità di innovazione di Alstom". Ti potrebbero interessare: Trenitalia inizierà la sperimentazione dei treni ad Idrogeno Test positivo per il primo treno ad idrogeno Alstom Il primo treno a idrogeno del mondo correrà in Germania dal 2017

Leggi tutto    Commenti 0