20 gen 2021

Nominati i commissari delle 53 opere pubbliche prioritarie


E’ stato inviato alle competenti Commissioni parlamentari il Dpcm contente l’elenco delle opere infrastrutturali ritenute strategiche per il Paese e i nominativi dei relativi commissari straordinari.

Si avvia così l’ultima fase dell’iter che affiderà ai commissari, individuati tra personalità con requisiti di alta professionalità tecnico-amministrativa, poteri speciali e strumenti normativi per accelerare i cantieri.

Si tratta di opere e infrastrutture considerate prioritarie per il loro impatto sul tessuto socio-economico nazionale e locale, che potenzieranno e agevoleranno i collegamenti da Nord a Sud del Paese, inclusi quelli con le aree interne.

A essere commissariate saranno: 15 infrastrutture stradali, 16 opere ferroviarie, una metropolitana (la Metro C di Roma), 12 infrastrutture idriche, 3 porti, 12 interventi di edilizia statale.

INFRASTRUTTURE FERROVIARIE E TRASPORTO RAPIDO DI MASSA

Per quanto concerne gli interventi relativi alle infrastrutture ferroviarie, si è proceduto ad individuare in alcuni casi opere già in realizzazione sulla rete di Alta Velocità ma che necessitano di un ulteriore accelerazione per completarle e renderle funzionanti nel breve periodo. Sono stati inoltre proposti alcuni nuovi interventi per l’estensione anche al Sud del trasporto ferroviario con caratteristiche di Alta Velocità. In modo da assicurare che i tempi di percorrenza dal centro Italia verso Sud della Penisola siano equivalenti a quelli attualmente previsti verso il Nord del Paese. Allo stesso modo sono stati individuati alcuni interventi volti a potenziare le linee di collegamento trasversale tra il corridoio tirrenico e quello adriatico. In particolare:

  1. AV/AC Brescia-Verona-Padova (Vincenzo Macello)
  2. Potenziamento Linea FortezzaVerona (Paola Firmi)
  3. Potenziamento Linea Venezia-Trieste (Vincenzo Macello)
  4. Completamento raddoppio Genova Ventimiglia (Vincenzo Macello)
  5. Completamento raddoppio Pescara-Bari (Roberto Pagone)
  6. Potenziamento e sviluppo direttrice Orte Falconara (Vincenzo Macello)
  7. Linea Roma-Pescara (Vincenzo Macello)
  8. Realizzazione nuova linea Ferrandina – Matera La Martella (Vera Fiorani)
  9. Potenziamento tecnologico e interventi infrastrutturali Linea Salerno – Reggio Calabria (Vera Fiorani)
  10. Linea Palermo-Trapani via Milo (Filippo Palazzo)
  11. Potenziamento tecnologico e interventi infrastrutturali Linea Taranto – Metaponto – Potenza – Battipaglia (Vera Fiorani)
  12. Raddoppio Codogno-Cremona-Mantova (Chiara De Gregorio)
  13. Chiusura Anello ferroviario di Roma (Vera Fiorani)
  14. Completamento raddoppio Pontremolese (Mariano Cocchetti9
  15. Realizzazione delle opere relative alla tratta ferroviaria Napoli – Bari (Roberto Pagone)
  16. Realizzazione asse AV/AC Palermo- Catania-Messina (Filippo Palazzo)
  17. Metropolitana di Roma – Linea C

INFRASTRUTTURE STRADALI

Con riguardo agli interventi relativi alla rete stradale sono stati previsti le seguenti opere, volte alcune a “ricucire” il territorio agevolando i collegamenti con le aree interne del Paese, altre ad adeguare l’infrastruttura ad un aumentato fabbisogno trasportistico o alla messa in sicurezza e altre ancora volte al completo ripristino dell’opera a seguito di cedimenti strutturali a causa di eventi metereologici avversi:

  1. SS 106 Ionica. (Massimo Simonini)
  2. Collegamento viario con caratteristiche autostradali compreso tra lo svincolo della SS 514 “di Chiaramonte” con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 “Ragusana” (Raffaele Celia)
  3. SS 675 Umbro-Laziale. Sistema infrastrutturale di collegamento del porto di Civitavecchia con il nodo intermodale di Orte. Tratta Monte Romano Est – Civitavecchia. (Ilaria Coppa) ANAS
  4. Collegamento stradale Cisterna-Valmontone e relative opere connesse (Antonio Mallamo)
  5. Strada Statale 4 Salaria. (Fulvio Soccodato)
  6. E 78 Grosseto-Fano (Massimo Simonini)
  7. SS 20 del Colle di Tenda (Nicola Prisco)
  8. Ponte Lenzino sul fiume Trebbia, lungo la S.S. 45. Realizzazione del Ponte provvisorio e del Ponte definitivo. (Aldo Castellari)
  9. S.S. 45 “della Val Trebbia” tra Rivergaro e la località Cernusca nel comune di Travo (Aldo Castellari)
  10. SS 640 “strada degli scrittori” dal km 0.550 a km 74.50 (Raffaele Celia)
  11. SS 647 Fondovalle del Biferno. Parte A: lavori di adeguamento messa in sicurezza e manutenzione straordinaria dei viadotti Molise 1 e Molise 2 sull’invaso del Liscione. Parte B : Variante dell’invaso del Liscione (Vincenzo Marzi)
  12. SS 17 dell’appennino Abruzzese e Appulo Sannitico. Lotto 0 di collegamento tra bivio di pesche e il lotto 1 della SS V Isernia – Castel Di Sangro (Antonio Marasco)
  13. SS16 Adriatica. Parte A: adeguamento tratto Foggia e San Severo. Parte B: Tangenziale Ovest di Foggia (Vincenzo Marzi)
  14. SS 89 Garganica Parte A: razionalizzazione viabilita’ San Giovanni Rotondo e collegamento con Manfredonia. Parte B SSV del Gargano, da Vico del Gargano a Mattinata (Vincenzo Marzi)
  15. SS 369 Appulo Fortorina SS 212 Della Val Fortore (Nicola Montesano).

INFRASTRUTTURE IDRICHE E PORTI

Per quanto riguarda le infrastrutture idriche sono stati individuati interventi volti prevalentemente alla messa in sicurezza e al completamento di dighe e acquedotti al fine di garantire il loro ottimale esercizio. In particolare, in relazione alla messa in sicurezza delle dighe sono stati individuate le seguenti opere per le quali appaiono necessari interventi finalizzati a incrementarne la sicurezza:

  1. Traversa del Lago d’Idro (BS)
  2. Sistema acquedottistico del Peschiera (RM)
  3. Diga Cantoniera sul fiume Tirso (OR)
  4. Diga sul Rio Olai
  5. Diga sul Rio Govossai (NU)
  6. Diga sul Rio Mannu (SS)
  7. Diga di Monte Pranu sul Rio Palmas (OR)

Riguardo invece all’ampliamento, completamento o realizzazione di dighe sono state individuate le seguenti opere:

  1. Diga di Maccheronis (NU)
  2. Diga di Monti NiedduDiga (CA)
  3. Diga di Medau Angiu (CA)
  4. Diga di Cumbidanovu (NU)
  5. Diga di Pietrarossa (EN)

Sono stati identificati inoltre i seguenti interventi di sviluppo delle infrastrutture portuali, funzionali alla navigazione in sicurezza e ad assicurare un efficace raccordo fra i nodi portuali e le reti terrestri:

  1. Darsena Europa (LI) – Si interviene con la realizzazione di opere foranee di protezione e di nuova imboccatura portuale.
  2. Diga Foranea di Genova – Si prevede la realizzazione della nuova diga Foranea per consentire condizioni di sicurezza per l’accesso delle grandi navi portacontenitori.
  3. Porto di Palermo. Rilancio del polo cantieristico – Si prevedono diversi interventi per messa la in sicurezza la compatibilità e la sostenibilità delle differenti funzioni portuali nell’area palermitana.

EDILIZIA STATALE

Infine, si propongono interventi rivolti a rendere maggiormente funzionali – con opere di adeguamento, ristrutturazione, rifunzionalizzazione, nonché di nuova realizzazione – alcuni presidi di pubblica sicurezza, dislocati al Sud, al Centro e al Nord Italia, e, precisamente a: Palermo, Catania, Reggio Calabria, Crotone, Napoli, Roma, Bologna, Genova, Torino e Milano.

  1. Palermo: Realizzazione uffici e alloggi collettivi di servizio e bretella con Via Leonardo da Vinci 2° Lotto. (Gianluca Ievolella)
  2. Catania: realizzazione in un unico Centro polifunzionale degli Uffici della PS dislocati in Citta’: 1° e 2° Lotto. (Gianluca Ievolella)
  3. Reggio Calabria: caserma “Manganelli”. Ristrutturazione di un edificio esistente e realizzazione di due nuovi corpi di fabbrica per l’allocazione del Reparto Mobile e della DIA. (Gianluca Ievolella)
  4. Crotone: realizzazione di nuovo corpo di fabbrica per ospitare gli uffici della questura, della polizia stradale e della polizia postale, attualmente disseminati nella città. (Gianluca Ievolella)
  5. Napoli: Caserma “Boscariello”: realizzazione della cittadella della sicurezza destinata a concentrare gli uffici di polizia, i servizi comuni e gli alloggi di servizio e il Centro Elettronico Nazionale attualmente disseminati sul territorio. (Giuseppe D’Addato)
  6. Reggio Calabria. Riorganizzazione dei presidi di PS: ricollocazione in edifici confiscati alla mafia del commissariato di Palmi, del commissariato di Siderno, del Reparto prevenzione crimine e del distaccamento Polizia stradale di Siderno; manutenzione straordinaria della questura di Reggio Calabria e del commissariato di Gioia Tauro. (Gianluca Ievolella)
  7. Bologna riorganizzazione dei presidi. Rifunzionalizzazione della caserma Tagliamento; ristrutturazione della Caserma Marconi; ristrutturazione della caserma Bevilacqua a Imola per commissariato e distaccamento polizia stradale; ristrutturazione del complesso San Salvatore per la polizia scientifica; rifunzionalizzazione della Caserma Smiraglia (Fabio Riva)
  8. Genova: riorganizzazione dei presidi. Ristrutturazione caserma Ilardi (Roberto Ferrazza)
  9. Milano: riorganizzazione dei presidi. Rifunzionalizzazione del Commissariato Città Studi, dell’autocentro, del Commissariato Centro, del Commissariato Porta Ticinese, del Commissariato San Siro, nuova realizzazione del front office del Commissariato Comasina presso la Caserma Annarumma; nuova realizzazione della sede del Commissariato Monforte-Vittoria in bene demaniale; rifunzionalizzazione della Caserma Montello (Fabio Riva)
  10. Torino: riorganizzazione dei presidi. Ristrutturazione del Commissariato Borgo Po; ristrutturazione della Caserma Podgora; ristrutturazione generale del centro polifunzionale della Caserma Cesale; ristrutturazione della caserma Porcu del Nunzio; ristrutturazione generale del Commissariato Bardonecchia; rifunzionalizzazione del complesso di viale Tirreno;; ristrutturazione dell’immobile in corso Verona (Roberto Ferrazza)
  11. Roma: riorganizzazione dei presidi. Ristrutturazione di alcuni locali per la realizzazione di alloggi collettivi di servizio del personale di PS (San Basilio); ristrutturazione di un immobile demaniale per la ricollocazione del commissariato Appio-San Giovanni; manutenzione del Commissariato San Lorenzo; manutenzione della nuova sede del Commissariato Casilino Nuovo; ristrutturazione del Commissariato Prati; ristrutturazione dell’immobile (Vittorio Rapisarda)
  12. Roma: immobile “Tommaso Campanella” per realizzazione Polo Cibernetico (Vittorio Rapisarda).

commissariCommissioni parlamentariDpcmopere pubbliche


Lascia un Commento