06 dic 2019

BOLOGNA | Marconi Express, luce verde dall’Ustif al regolamento di esercizio


L’Ufficio speciale trasporti a impianti fissi (Ustif) del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato parere favorevole al Regolamento di esercizio del people mover e si appresta a trasmettere il proprio nulla osta ufficiale al Comune di Bologna, che così potrà approvare formalmente il documento.

Il Regolamento contiene tutte le procedure operative per la gestione del funzionamento del servizio e delle eventuali emergenze.

Nel frattempo, la scorsa settimana è stata superata con esito positivo la prova di evacuazione alla presenza della Commissione di agibilità. Gli esperti del Ministero, in quella che è stata la loro ultima visita tecnica ufficiale al people mover nell’ambito dell’iter di avvio dell’opera, hanno anche verificato l’esecuzione degli interventi che avevano richiesto ai primi di agosto. Hanno fissato alcune ulteriori prescrizioni, che comportano interventi già in corso di attuazione e che si prevede di concludere entro pochissimi giorni.

Ricevuta la documentazione su questi ultimi aggiustamenti, la Commissione potrà completare la relazione sull’agibilità dell’infrastruttura e tutti gli adempimenti ministeriali relativi alla certificazione della sicurezza del people mover di Bologna potranno considerarsi conclusi.

Si attende nel frattempo che l’Ustif comunichi la data degli esami di abilitazione del personale addetto al controllo dei mezzi. Ad abilitazione e agibilità ottenute, si potrà procedere con gli ultimi 15 giorni di pre-esercizio in cui le navette viaggeranno a vuoto lungo il tracciato dalla stazione all’aeroporto con frequenza e modalità analoghe a quelle del vero e proprio servizio passeggeri.

Concluso il pre-esercizio, verrà rilasciato il Nulla Osta all’Esercizio (NOE) e il Marconi Express diventerà operativo. L’iter dovrebbe concludersi in gennaio.

Infine, a proposito delle notizie riportate dalla stampa in questi giorni relativamente all’assenza di vie di accesso per i mezzi di soccorso in un tratto del percorso del people mover, Marconi Express Spa informa che il problema non sussiste: tutte le vie di accesso sono state verificate e certificate dalle autorità competenti e la documentazione di riferimento è disponibile presso il Comune di Bologna. Un tratto di circa 50 metri di monorotaia è accessibile attraverso un’area di proprietà di Poste Italiane che è oggetto di un permesso di transito provvisorio; a breve il permesso diventerà permanente sulla base di accordi tra le parti. Si precisa inoltre che non risultano bocciature di alcun tipo da parte dei Vigili del fuoco, contrariamente a quanto è apparso sulla stampa.


Marconi Expresspeople moverregolamento di esercizioUSTIF

Un commento per “BOLOGNA | Marconi Express, luce verde dall’Ustif al regolamento di esercizio
  • peppino1234 17
    06 dic 2019 alle 14:33

    Ma dico iose invece di fare sta cazzata moderna a tutti i costi ,avessero fatto una LINEA TRANVIARIA VELOCE, a quest’ora non sarebbe gia’ in servizio da tempo ???! Maledetto il cosi detto “progresso” a tutti i costi.Il tram e’ VALIDISSIMO !!!


Lascia un Commento