19 giu 2017

Troppo smog? Ci pensa la bicicletta!


Per cercare di superare il problema del troppo smog delle metropoli, è stata progettata una bicicletta dotata di ionizzatore.


Usare la bicicletta al posto della macchina è già di per sé un ottimo modo di contenere lo smog delle città, ma lo Studio Roosegaarde del designer olandese Dan Roosegaarde, è andato oltre: all’interno del progetto Smog Free in cui si punta a ridurre l’inquinamento delle metropoli (in cui è coinvolto anche il governo cinese) è stata ideata una bici dotata di purificatore d’aria, in grado di funzionare grazie al movimento dei pedali.

L’idea di per sé è molto semplice e richiama il funzionamento degli ionizzatori: le polveri presenti nell’aria vengono filtrate dall’apparecchio che è montato sul manubrio, al suo interno esse vengono caricate elettrostaticamente, in uesto modo precipitano e l’aria che ne esce risulta così purificata.

La bicicletta, battezzata Smog FreeBycicle, è però ancora un modello sperimentale, ma già si pone nell’ottica di diventare un mezzo sicuramente necessario a livello delle grandi città mondiali, accompagnando anche il crescente servizio di bike sharing e affini.

Obiettivo finale è quello di creare una cittadinanza di “spazzini dell’aria” a cui viene chiesto soltanto di pedalare per il tragitto casa-lavoro. Come detto, soprattutto la Cina è interessata ad investire su questo prodotto, specialmente a Pechino, città in cui la bicicletta è molto diffusa fra le abitudini della popolazione.


bicibici anti smogbiciclettacinacittà inquinatesmog


Lascia un Commento