29 dic 2019

De Micheli: “33 miliardi al sud per ripartire, priorità alle ferrovie”


In arrivo 33 miliardi di euro destinate al mezzogiorno d’Italia facente parte del Piano straordinario per il Sud che troverà la sintesi nei prossimi giorni con il premier Giuseppe Conte e sul quale tutti i ministri sono già da tempo impegnati. 

Lo si apprende da una lunga intervista rilasciata dal ministro  dei Trasporti e le Infrastrutture, Paola De Micheli, al “Mattino di Napoli” a firma di  Nando Santonastaso.

Il Ministro parla di risorse già programmate che verranno trasformate in cantieri con una quota di investimenti pubblici, per il sud, che sarà il 50% del totale nazionale.

I 33 miliardi verranno destinati ad opere stradali, portuali, aeroportuali, idriche ed edili di cui 7,9 miliardi di euro saranno destinate alle ferrovie del mezzogiorno, contro i 7,5 miliardi di Centro e Settentrione messi insieme.

Ecco come verranno ripartite le risorse:

  • un miliardo e 300 milioni sulla statale 106 Jonica;
  • 650 milioni per le Provincie, su base nazionale, per le strade di loro competenza;
  • 754 milioni per la Ragusa-Catania;
  • 2 miliardi e 560 milioni per la Campania tra Alta velocità Napoli-Bari, upgrading infrastrutturale, nodo complesso di Pompei e soprattutto la bretellina di collegamento di San Giovanni a Teduccio con l’Alta velocità che conto di finanziarie entro il 2020;
  • 479 milioni per Bari-Bitetto che verrà inaugurata nelle prossime settimane e il completamento del raddoppio della Pescara-Bari.

Sono, per il Ministro De Micheli, “priorità indiscutibili” con “la rete ferroviaria al primo posto, con la linea Napoli-Bari su tutto il resto (non a caso abbiano confermato proprio di recente il commissariamento). Ma anche con un impegno forte per nodi strategici come il collegamento ferroviario del porto di Gioia Tauro in Calabria: se parte finalmente questa enorme, bellissima infrastruttura decolla anche il resto della Calabria. La seconda linea guida è la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali, con un piano di manutenzione straordinaria che stiamo definendo con l’Anas e i concessionari”, ha continuato il ministro.

Qui potete leggere l’articolo completo.

 

 


alta velocitàDe MicheliMITNapoli - barinodo complesso di PompeiPescara-BariPiano straordinario per il SudRagusa-Cataniastatale 106 Jonica


Lascia un Commento