Articolo
15 nov 2018

GNV apre i collegamenti Genova-Olbia

di mobilita

Dopo l’apertura delle prenotazioni per la stagione 2019, che ha confermato la linea estiva Genova-Porto Torres, GNV annuncia che da venerdì 16 novembre sarà possibile prenotare anche i viaggi Genova-Olbia operati da GNV. Le partenze da Genova, con la possibilità di scegliere come destinazione Olbia o Porto Torres, consentiranno un’offerta più ampia sulla destinazione Sardegna: il collegamento tra Liguria e Sardegna si conferma fondamentale per GNV, con particolare riferimento alle famiglie che scelgono di raggiungere la propria meta in totale relax e comodità, godendo dei servizi di bordo pensati per l’ospitalità e l’animazione dei più piccoli, un’ampia scelta di sistemazioni tra poltrone, cabine interne, cabine vista mare e suite, spazi di bordo confortevoli e luminosi e una ristorazione curata e accogliente. È inoltre disponibile, fino a 6 giorni prima della partenza, la nuova opzione Blocca il prezzo, che consente di riservare la soluzione di viaggio desiderata bloccando il prezzo per 48 ore, al termine delle quali sarà possibile confermare il viaggio e procedere al pagamento oppure cancellare la prenotazione. I clienti potranno scegliere anche l’opzione Prevendita, introdotta nel 2016, che consente di prenotare il biglietto versando il 20% del totale (tasse incluse) e concludere la procedura d’acquisto 30 giorni prima del viaggio, saldando il restante 80% dell’importo tramite Agenzia di Viaggio o Contact Center di GNV. GNV aumenta la propria offerta, passando da 6 a 7 linee sul mercato domestico, di cui 5 attive tutto l’anno da e per la Sicilia e 2 collegamenti stagionali per la Sardegna verso Porto Torres e Olbia, oltre alle 11 linee internazionali da e per Tunisia, Marocco, Spagna, Francia e Albania. Anche su questo collegamento sarà attiva la promozione per l’apertura delle prenotazioni: a chi acquisterà un biglietto entro il 30 novembre 2018, GNV riconoscerà uno sconto del 25%su tutte le linee, per tutti i viaggi, da febbraio a settembre 2019 compresi.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 ott 2018

PORTO TORRES | Pubblicato l’avviso pubblico per la banchina turistica Nino Pala

di mobilita

Liberata la Banchina Nino Pala dalle unità da diporto, si procede ufficialmente con il bando per la nuova concessione demaniale. È di oggi la pubblicazione dell’avviso per “l’indizione di una procedura ad evidenza pubblica volta all’individuazione dell’operatore economico al quale assentire le aree e gli specchi acquei da adibire ad approdo turistico per il diporto nautico”.   L’area interessata, pari a 16.850 mq, sarà così suddivisa: una parte scoperta di 1.015 mq, una, di specchio acqueo, di 13.425 mq, un manufatto di facile rimozione di 66,50 mq, un’area parcheggi di 2.343,50 mq. Quindici gli anni stabiliti per la durata del titolo concessorio, decorrenti dalla stipula dell’atto. Poco più di 58 mila e 455 euro il canone annuo fissato a base d’asta sul quale effettuare il rialzo per determinare l’offerta economica che verrà ritenuta congrua per l’aggiudicazione. Saranno sempre a carico del nuovo concessionario i lavori di manutenzione straordinaria, di messa in sicurezza e a norma del porto turistico, che dovranno essere effettuati entro 90 giorni dalla consegna delle aree, con decurtazione delle somme direttamente dal canone dovuto, per un massimo del 50 per cento sull’importo a base annua. Come da disposizioni del bando, sono ammessi a partecipare alla procedura gli operatori economici in forma singola o associata, nonché gli operatori economici, anche stabiliti in altri Stati membri (imprenditori individuali, anche artigiani, e società, anche cooperative; consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro; consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili; raggruppamenti temporanei di concorrenti; consorzi ordinari di concorrenti; aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete e soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico). Le domande, infine, potranno essere presentate entro le 12.00 del 19 novembre prossimo. “Come più volte dichiarato pubblicamente – dice Massimo Deiana, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna – abbiamo mantenuto fede alla parola data, pubblicando l’avviso a poche ore dallo sgombero della banchina. Entro novembre potremo finalmente assegnare l’area al nuovo concessionario che, mi auguro, possa avviare un’attività proficua, con la creazione ormeggi e servizi efficienti e contribuire, così, al rilancio della diportistica a Porto Torres”. Si chiude, quindi, una pagina poco felice per la portualità turistica turritana. “In pochi mesi è stato portato avanti un lavoro proficuo anche in sinergia con Capitaneria di Porto e Comune – conclude Deiana – favorito, soprattutto, dal profondo senso di responsabilità dei diportisti che, nonostante il disagio patito, hanno proceduto, con senso di responsabilità, a rimuovere tutte le unità da diporto entro la data stabilita e per questo sento il dovere di ringraziarli pubblicamente”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
16 gen 2018

REGIONE SARDEGNA | Via libera DDL su continuità territoriale Sardegna-Corsica

di mobilita

La Giunta regionale della Sardegna approva il disegno di legge sulla continuità territoriale tra Sardegna e Corsica e stanzia 2.557.500 euro per la copertura degli oneri di servizio dal 2018 al 2020. “Con questo provvedimento - afferma l’assessore dei Trasporti Carlo Careddu -si individuano le risorse con le quali sarà gestito il collegamento marittimo tra le due isole da Santa Teresa di Gallura a Bonifacio concludendo un percorso complesso sotto il profilo amministrativo e normativo”. La compensazione economica prevista dalla Regione sarà destinata a garantire il trasporto nei mesi invernali, da novembre a marzo, mentre nel restante periodo dell’anno la domanda di mercato consente la prestazione del servizio in regime di libero mercato. “Seguirà una procedura ad evidenza pubblica – continua l’assessore – attraverso la quale sarà selezionato un armatore di comprovata esperienza nel settore che dovrà gestire la tratta in continuità, nel rispetto di orari, tariffe e servizi specifichi a garanzia del diritto alla mobilità dei cittadini sardi e corsi e del libero scambio delle merci”. Pur essendo di natura internazionale il collegamento tuttavia riveste interesse prevalentemente locale, essendo considerato una rotta frontaliera a breve distanza. Questa caratteristica riconosciuta con decisioni ad hoc dalla Commissione europea consente all’amministrazione regionale di ripristinare il pubblico servizio nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale. Come previsto dalla dichiarazione di intenti firmata da Sardegna e Corsica ad aprile 2017, l’affidamento della rotta in continuità avviene in regime sperimentale in attesa che si costituisca il Gruppo europeo di cooperazione territoriale, per le gestione congiunta dei servizi transfrontalieri di trasporto tra le isole, nell’ottica di ottimizzare le relazioni economiche e nel rispetto delle esigenze peculiari espresse dalle regioni coinvolte. Ajaccio si occuperà di attivare gli oneri di servizio pubblico per la tratta Propriano-Porto Torres.

Leggi tutto    Commenti 0