Articolo
07 gen 2021

Stadler costruirà nuovi treni per la ferrovia delle Centovalli

di mobilita

Ferrovie Autolinee regionali Ticinesi SA (FART) e Stadler hanno firmato un contratto per la produzione e la consegna di otto nuove unità multiple alla fine di dicembre 2020. I nuovi treni su misura dovrebbero sostituire il vecchio materiale rotabile della famosa ferrovia delle Centovalli in Ticino dal 2023 - in tempo per il suo centesimo anniversario. Per Stadler, questo sarà il terzo ordine dal Ticino negli ultimi due anni: il treno FLIRT più venduto lo è già in uso per il trasporto regionale transfrontaliero TILO, mentre saranno operati i primi treni TRAMLINK Ferrovie Luganesi SA (FLP) a Lugano dall'estate 2021. La nuova, moderna e più efficiente flotta consentirà a FART di soddisfare anche le esigenze del trasporto pubblico quelli dell'industria del turismo della regione, che sta crescendo a lungo termine. Anche le unità multiple sono pienamente conformi con la legge sulla parità di diritti per le persone con disabilità. Il volume degli ordini ammonta a circa 94 milioni di svizzeri franchi. I costi successivi dell'investimento saranno finanziati dalla Confederazione e dal Canton Ticino.   Questa è la prima volta che Stadler costruirà nuove unità multiple a scartamento ridotto personalizzate per il trasporto ferroviario regionale e transfrontaliero in Ticino. Il nuovo materiale rotabile è costituito da quattro unità multiple a scartamento ridotto per quattro carrozze il percorso da Locarno a Domodossola (Italia). Altri quattro treni a tre carrozze sono destinati al trasporto regionale servizi nelle Centovalli. “Siamo orgogliosi di costruire questi nuovi treni per la ferrovia delle Centovalli. Lo sviluppo e la produzione di i veicoli su misura sono e rimangono un'area di attività principale per Stadler ", afferma André Kurmann, direttore delle vendite Tailor Made a Stadler. “I nuovi treni garantiranno un elevato livello di comfort di viaggio ai passeggeri. Abbiamo pagato particolare attenzione al design, alla scelta dei materiali e alla sicurezza dei passeggeri e dei membri dell'equipaggio. Questi aspetti sono cruciali per noi come leader nella costruzione di treni, ed è qui che la nostra pluriennale esperienza entrare in gioco. " “Negli ultimi mesi abbiamo lavorato a stretto contatto con Stadler per definire tutti i dettagli contrattuali necessari per la conclusione di un contratto di questo tipo ”, sottolinea Paolo Caroni, Presidente del Consiglio di Amministrazione di FART. “La sfida per noi era quella di sfruttare oggi tutte le opzioni per lo sviluppo e ammodernamento dei treni che entreranno in servizio alla fine del 2023 e continueranno ad operare per decenni fino a venire. È una grande opportunità che richiede visione e lungimiranza. " Maggiori informazioni sui veicoli Le unità multiple regionali sono lunghe circa 49 metri, mentre le unità multiple internazionali misurano circa 63 metri. Le carrozzerie sono in alluminio. Ogni treno può trasportare 264 (tre vagoni modelli) o 343 (modelli a quattro auto) rispettivamente, con posti a sedere per 106 (modelli a tre auto) e 141 (modelli a quattro auto) persone. Stadler si è concentrato in particolare sull'accessibilità dei veicoli per dare tutto i passeggeri, compresi quelli con mobilità ridotta, hanno accesso senza ostacoli alle piattaforme. Inoltre, i treni hanno aree riservate a sedie a rotelle oltre che a biciclette e carrozzine. Le unità multiple dispongono anche di una rete Wi-Fi che consente ai passeggeri di accedere a FART e contenuti multimediali. Un innovativo sistema informativo per i passeggeri completa l'esperienza di viaggio nei nuovi treni per la ferrovia delle Centovalli

Leggi tutto    Commenti 0