23 gen 2020

Bombardier ci riprova con Alstom per un maxi colosso ferroviario


Bombardier Inc., il costruttore di treni e aerei sta valutando una possibile fusione con la rivale francese Alstom SA.

Un’acquisizione dell’attività ferroviaria di Bombardier da parte di Alstom sarebbe l’ultimo tentativo per contrastare la crescente concorrenza cinese.

Bombardier già nel 2017 aveva tentato una fusione con la concorrente Siemens AG  ma portò ud un nulla di fatto in quanto la società tedesca decise di perseguire un accordo con Alstom.

Le due società (Bombardier Inc. e Alstom) hanno già avuto alcuni incontri preliminari ma una eventuale fusione potrebbero essere sottoposte al controllo antitrust, e non c’è certezza che si arriverrà a una transazione finale.

Al momento quindi l’accordo è ancora in salita visto che nel febbraio 2019 l’Unione europea bloccò la fusione  franco-tedesca, che avrebbe dovuto creare il più grande gruppo industriale del settore ferroviario europeo.

La commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager spiegò su Twitter che il veto della Commissione era dovuto al fatto che la fusione avrebbe fatto aumentare i costi del servizio ferroviario, diminuito la scelta per i consumatori e limitato lo sviluppo e l’innovazione nel settore.

Il treno top per Bombardier, in campo ferroviario, è lo “Zefiro“, vincitore di numerosi premi mentre Alstom è produttore dei treni TGV e AGV e del treno Pop di Trenitalia.

Recentemente Bombardier ha ricevuto da Trenitalia, l’ordine di 14 nuovi Frecciarossa insieme a Hitachi.

Ti potrebbero interessare:


alstomBombardier Inccolosso ferroviariofusionefusione bombardier alstom


Lascia un Commento