26 nov 2020

Treni e gaming: diventare macchinista con TRAIN SIM WORLD 2020


Se il vostro sogno da bambino era quello di diventare macchinista e dominare le rotaie in lungo e in largo, questo è un gioco che non può lasciarvi indifferenti.

Train Sim World 2020 è il quarto capitolo della saga di simulazione lanciata da Dovetail Games nel 2018. Dopo CSX Heavy Haul, Founders Edition e il semplice Train Sim World 2 cd key ecco che l’edizione 2020 propone nuove suggestive tratte ferroviarie. Disponibile per PS4, Pc e Xbox One, è possibile trovarlo in due versioni: quella base da 29.99€ include 5 articoli, che diventano 6 per la Digital Deluxe Edition da 49.99€, grazie all’aggiunta dell’affascinante rail road americana San Francisco – San José.

Partiamo dalla storia del gioco: parliamo di un titolo di simulazione in prima persona adatto veramente a chiunque, che gode di una trama piuttosto lineare e priva di grandi sussulti. È disponibile una buona varietà di treni e locomotive (12 per la precisione, più una carrozza semi pilota) anche piuttosto diversi fra loro per caratteristiche tecniche ed epoche, e per riuscire a dominare ogni tratta è necessaria una quantità di attenzione non secondaria. Sia che vengano trasportate merci che passeggeri, il treno va fatto partire ed arrivare in orario, il tutto rispettando le ferree regole che esistono nel mondo ferroviario e che possono cambiare in base all’area geografica.

Niente eccessi di velocità, ritardi, danni alla locomotiva o alle carrozze, rispetto della segnaletica, ottimizzazione logistica dei rifornimenti: tutto questo è responsabilità del macchinista. Qui entra in gioco il lato pratico: dopo essersi organizzarti in modo ottimale per trasportare il proprio carico secondo gli accordi prestabiliti, individuando in anticipo i punti chiave sulla mappa, bisogna comandare il treno. E anche questo è un aspetto intrigante: non basta infatti avviare la locomotiva sulle rotaie, ma bisogna mantenere la velocità ideale, capire quanto e quando iniziare a pigiare i freni, restare sul binario corretto. Tutti aspetti che, visti dall’esterno, sono dati per scontati ma che certamente non lo possono essere per il macchinista.

Il livello di giocabilità è buono e la limitata varietà della trama è compensata dalle variegate combinazioni di comandi necessarie a mantenere perfetti tutti gli aspetti sopracitati. La cabina completamente interattiva permette di sentirsi il vero re delle rotaie. La visuale interna – dalla cabina di comando appunto – è sicuramente quella che massimizza l’esperienza di gioco. Sono disponibili anche altre inquadrature (esterna, galleggiante, libera) anche se queste sono meno focalizzate sull’aspetto principale del gioco, il controllo del treno, e più sul lato del paesaggio. Rispetto alle versioni precedenti troviamo un miglioramento dei tutorial, utili non solo per i principianti ma anche per gli utenti più esperti. Questi infatti si devono interfacciare con le nuove modalità introdotte, “Viaggi” su tutte: grazie a questa novità sono presenti oltre 24 ore di gioco in scenari reali. Anche i “Punti Azione” aggiungono un po’ di pepe alla situazione, permettendo di ottenere bonus non solo per il completamento degli obiettivi, ma anche per dettagli quali una guida particolarmente precisa o la miglior performance generale di percorrenza in ogni scenario.

Per quanto riguarda invece le grafiche, gli interni della cabina sono di livello veramente discreto e la visuale del macchinista dà veramente la sensazione di avere tutto sotto controllo. Forse leggermente debole invece il suono, che rimane un’icona per ogni appassionato dell’argomento. Piuttosto suggestiva la riproduzione di percorsi e paesaggi reali, come la tedesca Main-Spessart Bahn, dove dovrai trasportare sia passeggeri che merci in un misto di tratti in pendenza e curve repentine, o la stazione underground New York Penn.

È inoltre disponibile una buona varietà di contenuti extra già nella Deluxe Edition. Per chi invece vuole variare ulteriormente e cimentarsi con altri tipi di locomotiva e percorso, ecco una serie di DLC scaricabili singolarmente. Unico neo il prezzo: non tutti sono a buon mercato e alcuni possono infatti arrivare a costare quanto il gioco stesso.

 


gaminggiochi di trenisimulatore di trenitrain gametreni


Lascia un Commento