Articolo
20 gen 2020

MILANO | Vicini all’accordo per la metrotranvia Milano-Limbiate

di mobilita

Nuovo incontro oggi fra i Comuni di Limbiate, Varedo, Senago, Paderno Dugnano, Cormano, Milano, Città metropolitana di Milano, Provincia di Monza e Brianza e Regione Lombardia sul finanziamento dei lavori per la realizzazione della metroferrotranvia Milano-Limbiate. Sono stati raggiunti importanti risultati che fanno prevedere un prossimo accordo sulla base del contributo di tutti e di un affinamento della ripartizione del secondo lotto, differente da quello del primo lotto, ma anche la possibilità di studiare e porre le condizioni per prolungare la metrotranvia da Limbiate - Mombello fino a Ceriano Laghetto FN. Il Comune di Limbiate in ragione di questa possibilità e della consistenza della sua popolazione potrebbe farsi carico di una maggiore quota di finanziamento rispetto alle proporzioni definite per il primo lotto. Inoltre la Provincia di Monza e Brianza ha deciso di venire in aiuto dei comuni della sua provincia con 300 mila di euro. Il Comune di Cormano conferma la partecipazione al costo dell'opera con una quota proporzionale alla sua popolazione. Il Comune di Senago pur tenendo conto di essere solo tangenziale alla linea ha deciso di compartecipare all'opera con 100 mila euro. Il Comune di Paderno Dugnano conferma la sua partecipazione all'opera e così pure il Comune di Milano si è reso disponibile ad aumentare lievemente la sua partecipazione in virtù dell'importanza dell'opera per togliere traffico in città da 14,5 a 14,7 milioni di euro. Si ricorda che l'opera ha un costo totale di 153.224.972 euro e potrà essere realizzata, oltre che attraverso il finanziamento dei comuni interessati, con il finanziamento dello Stato (107.840.000 euro), della Regione Lombardia (27.852.765 euro) e della Città Metropolitana (1.300.000 euro per la progettazione dell'intera opera). “È stato un incontro importante che si è svolto in un clima di grande collaborazione - dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità -. Le infrastrutture per il trasporto pubblico sono fondamentali per migliorare la sostenibilità, la qualità dell'aria e della vita dei cittadini, per aumentare l'offerta TPL anche per chi abita fuori città e quindi diminuire l'uso dell'auto privata e la congestione. Auspico che in queste ore si possa concludere e quindi procedere verso la realizzazione dell'opera".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
28 dic 2018

MILANO | Approvato il progetto esecutivo della metrotranvia nel quartiere Adriano

di mobilita

È stata raggiunta una tappa importante nella realizzazione delle opere di mobilità che riguardano il Quartiere Adriano: approvato il progetto esecutivo del prolungamento della metrotranvia 7 da via Anassagora al Quartiere Adriano con entrata in servizio nel 2021. “Stiamo rispettando i tempi di realizzazione del prolungamento – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità – anche come previsto dalla convenzione del progetto periferie con il Governo. La metrotranvia entrerà in servizio nel 2021. E in questi giorni abbiamo anche realizzato una castellana in via Tremelloni per mettere in sicurezza l’attraversamento pedonale a vantaggio degli abitanti del quartiere”. Per quanto riguarda l’esecutivo approvato, si tratta di 1,5 chilometri di prolungamento che corre sui binari e che rientrano nel disegno della metrotranvia interperiferica nord Certosa Fs - Bovisa FN - Ca’ Granda - Bicocca - Precotto - Adriano - Cascina Gobba M2 e rappresentano una prima tratta funzionale rispetto all’ulteriore prolungamento della linea fino alla stazione M2 di Cascina Gobba per il quale è in corso di realizzazione il progetto di fattibilità tecnico-economica. Nel progetto esecutivo della metrotranvia sono compresi anche gli incroci Tremelloni / Anassagora / PonteNuovo, Tremelloni / Gassman e la realizzazione della ciclabile. Il costo è di oltre 15,8 milioni di euro dei quali 7,9 milioni sono finanziati dallo Stato attraverso il bando periferie e 7,9 milioni di euro direttamente dall’Aministrazione. Il progetto comprende inoltre la realizzazione della rotonda Tremelloni / Anassagora con parcheggio e passaggio della metrotranvia. Per queste opere è previsto l’affidamento di gara e l’avvio dei lavori tra fine 2019 e inizio 2020 e quindi termine lavori, come da cronoprogramma, a fine 2021. È stato approvato anche l’esecutivo dei lavori di bonifica dell’area Tremelloni / Anassagora. Il costo dell’opera è di 3,4 milioni di euro, interamente a carico del Comune di Milano. Prosegue l’iter anche del progetto di prolungamento della metrotranvia dal quartiere Adriano verso Cascina Gobba M2. Contestualmente a questi lavori sarà realizzata una strada a una corsia per senso di marcia e un percorso ciclopedonale che collegherà l’incrocio Adriano/Vipiteno con lo svincolo di Cascina Gobba / Padova / Palmanova / Strada statale 11 senza passare da piazza Costantino, nel centro storico di Crescenzago. A seguito dell’incontro pubblico che si è svolto nell’autunno di quest’anno proprio al quartiere Adriano, si è scelto di indirizzare la progettazione sull’itinerario incrocio Adriano / Vipiteno, attraversamento delle vie Trasimeno e S. Mamete, sovrappasso della Martesana e di via Idro, attraversamento di via Padova a sud della rotonda di via Padova, a nord dell’interscambio con la rampa della tangenziale, affiancamento di via Rizzoli fino alla passerella ciclopedonale sul Lambro in prossimità della stazione M2 Cascina Gobba. Per semplificare la mobilità degli abitanti del quartiere nei giorni scorsi il reparto strade del Comune di Milano ha realizzato una castellana per proteggere l’attraversamento pedonale in via Tremelloni tra le vie Gassman e Tognazzi per il collegamento tra i due parchi, con anche funzioni di limitazione della velocità. Per le prime settimane del 2019 è previsto anche lo spostamento del mercato, attualmente decentrato in via Trasimeno, in via Adriano. Tra fine dicembre e inizio gennaio sarà collocata la segnaletica.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
11 set 2017

Oggi riparte la metrotranvia Milano-Limbiate

di mobilita

Oggi riprende regolarmente il servizio, dopo la sospensione del periodo estivo, della metrotranvia Milano-Limbiate che collega i comuni di Cormano, Paderno Dugnano, Varedo, Limbiate a Milano. Negli scorsi mesi, dopo la drastica riduzione del servizio imposta da USTIF (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi) dal 1°maggio al 10 giugno per ragioni di sicurezza, gli amministratori dei comuni interessati alla tratta, insieme alla Provincia di Monza e Brianza, alla Città metropolitana, all Regione e ad ATM avevano pianificato una serie di interventi finalizzati a garantire la ripresa del servizio con l'inizio dell'anno scolastico. Oggi USTIF, verificate le condizioni di sicurezza e il feedback sulla fase di pre-esercizio in corso, ha rilasciato il nulla osta alla partenza del servizio viaggiatori. I principali interventi effettuati a partire da giugno, nel rispetto dei tempi dettati da uno stretto cronoprogramma, sono stati: la posa di quattro impianti di passaggio a livello senza barriere con SOA (Segnalatore ottico acustico), la posa e l’ampliamento di tre impianti semaforici, la sistemazione di alcuni impianti semaforici guasti, l’adeguamento della segnaletica verticale e orizzontale, gli interventi di rinnovo sull’armamento e sulla linea aerea e il taglio della vegetazione per migliorare la visibilità viaria e del tram. Da lunedì 4 settembre si è svolto un periodo di pre-esercizio senza passeggeri e con personale ATM (utilizzando quattro tram in circolazione), che prosegue oggi, venerdì 8, e sabato 9 settembre per completare la formazione del personale operativo di ATM. Il servizio tram sarà attivo dal lunedì al sabato dalle 6 alle 10 circa e dalle 16:30 alle 21 circa per coprire le fasce orarie con maggiore afflusso di passeggeri. La mattina, oltre al tram saranno in servizio dei bus a rinforzo. Mentre il bus, che completerà l’offerta di trasporto giornaliera, circolerà dalle ore 9 circa alle 17 circa dal lunedì al sabato e la domenica e i festivi dalle ore 6 circa alle 24. La frequenza dei tram sarà di circa 20/25 minuti mentre quella dei bus di 30 minuti. La capienza del tram è di circa 350 passeggeri. ATM ha anche predisposto un piano di comunicazione ai cittadini con pubblicazione di news sul sito www.atm.it, tweet sul canale @atm_informa e avvisi nelle fermate della linea. Nei primi giorni di riattivazione del servizio sono previsti sulle principali fermate degli Assistenti alla Clientela per dare informazioni e supporto ai passeggeri. La linea Milano-Limbiate è importante perché consente ai cittadini provenienti dalla Brianza (Cormano, Paderno Dugnano, Varedo, Limbiate) di utilizzare il trasporto pubblico e collegarsi alla linea 3 della metropolitana (Comasina) e quindi di diminuire l'ingresso delle auto verso Milano, lungo la via Comasina e la strada provinciale Milano Meda. Grazie ai lavori fatti da ATM e dai comuni della tratta, da maggio a oggi, le vetture tranviarie possono viaggiare negli orari di punta con maggiore frequenza rispetto a prima - si passa dai quasi 60 minuti di maggio a 20/25 minuti. Il servizio sarà effettuato con queste modalità sino all'inizio dei lavori di riqualificazione e potenziamento della tranviaria Milano-Limbiate. Un processo già avviato che prevede di incrementare la capacità di trasporto passeggeri, la sicurezza e la qualità del servizio. Il progetto è finanziato dal Governo con 59 milioni di Euro a cui si aggiungono risorse della Regione Lombardia e dei Comuni della tratta. È stato già avviato il lavoro con MM per aggiornare il progetto di fattibilità (passaggio necessario per la presentazione al Governo), la redazione del progetto definitivo e la successiva realizzazione della nuova linea.

Leggi tutto    Commenti 0