Articolo
23 ott 2018

MILANO | Misure antismog, oggi blocco veicoli diesel Euro 4

di mobilita

Le centraline di ARPA hanno registrato il superamento dei livelli consentiti di polveri sottili (PM10) nell’aria per quattro giorni consecutivi, quindi da oggi saranno attive le misure temporanee di primo livello del Protocollo Aria definito da un accordo fra le Regioni del bacino padano (Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna) che prevedono alcune limitazioni. Tra queste il divieto di circolazione per i veicoli privati diesel euro 4 tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30, il divieto di superare la temperatura di 19° C nelle abitazioni e negli esercizi commerciali e il divieto di utilizzare sistemi di riscaldamento domestico a legna non efficiente (classe emissiva fino a 2 stelle compresa). I superamenti del valore limite di 50 µg si sono verificati nelle giornate di mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica. In totale, dall’inizio del 2018 a oggi, si sono registrati a Milano 45 giorni di sforamento. Nel 2017 i giorni erano stati 97 in tutto. “Le temperature restano sotto le medie stagionali – dichiara l’assessore all’Ambiente Marco Granelli – per questo invitiamo i cittadini a tenere spento o molto basso il riscaldamento”. Si rammenta che l’attivazione, dopo quattro giorni di superamento dei limiti, e la disattivazione, dopo due giorni di rientro nei valori definiti, delle limitazioni temporanee avviene nelle giornate predefinite di martedì e venerdì, a seguito di verifica dei dati effettuata nelle giornate di controllo di lunedì e giovedì. Quindi la prossima valutazione sul proseguimento delle misure di primo livello sarà effettuata giovedì 25 ottobre. Per informazioni sulle altre limitazioni temporanee si invita a consultare il paragrafo “Misure temporanee omogenee per il miglioramento della qualità dell’aria”. Sulla pagina dedicata del sito è possibile consultare aggiornamenti giorno per giorno, informazioni sulle misure attivate, dati sulla qualità dell'aria, comuni coinvolti e provvedimenti.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
26 gen 2018

ROMA | Domenica e lunedì blocco veicoli più inquinanti

di mobilita

Disposto con ordinanza della sindaca Virginia Raggi, per domenica 28 e lunedì 29 gennaio, il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all'interno della Fascia Verde. Lo stop riguarda le seguenti categorie di veicoli: domenica 28 gennaio dalle 7.30 alle 20.30 non possono circolare ciclomotori e motoveicoli PRE-EURO 1 ed EURO 1 (a due, tre e quattro ruote, con motore a 2 e 4 tempi); autoveicoli a benzina PRE-EURO 1, EURO 1 ed EURO 2; autoveicoli diesel PRE-EURO 1, EURO 1 ed EURO 2 . Lunedì 29 gennaio, sempre dalle 7.30 alle 20.30: ciclomotori e motoveicoli PRE-EURO 1 ed EURO 1 (a due, tre e quattro ruote, con motore a 2 e 4 tempi); autoveicoli a benzina EURO 2. Categorie che si aggiungono a quelle già bloccate in modo permanente (autoveicoli a benzina pre-Euro 1 ed Euro 1; autoveicoli diesel da pre-Euro 1 ad Euro 2). Gli impianti di riscaldamento, inoltre, non devono superare il 28 e 29 gennaio le temperature massime di 17-18 gradi, a seconda del tipo di edificio. Ordinanza (con le deroghe previste) e dettagli nella news sulle pagine del Dipartimento Tutela Ambientale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 gen 2018

ROMA | Oggi blocco veicoli più inquinanti nella Fascia Verde dalle 7.30 alle 20.30

di mobilita

A causa delle condizioni di stabilità atmosferica che favoriscono il ristagno delle polveri sottili (superato il 23/1 il limite di legge in sei stazioni di rilevamento). oggi giovedì 25 gennaio è previsto il blocco dei veicoli più inquinanti nella Fascia Verde dalle 7.30 alle 20.30. Lo stop coinvolge queste categorie di veicoli: ciclomotori e motoveicoli PRE-EURO 1 ed EURO 1 (a due, tre e quattro ruote, dotati di motore a 2 e 4 tempi); autoveicoli a benzina EURO 2. Ad esse si aggiungono le categorie già bloccate in modo permanente (auto a benzina pre-euro 1 e euro 1; diesel pre-euro 1, euro 1 e euro 2). Sempre il 25 gennaio gli impianti di riscaldamento non devono superare i 17-18 gradi. Dettagli e ordinanza sindacale (con le deroghe al provvedimento) nella news sulla pagina del Dipartimento Tutela Ambientale.

Leggi tutto    Commenti 0