Articolo
18 lug 2019

GENOVA | Firmata la convenzione per l’ampliamento dell’aeroporto

di mobilita

Un nuovo padiglione del terminal, con più spazi per servizi ai passeggeri e aree commerciali, nuovi impianti tecnologici, nuovi gate d’imbarco e un futuro accesso intermodale al terminal attraverso la ferrovia. Sono queste le principali novità che saranno rese possibili dagli investimenti previsti dalla Convenzione siglata da Commissario Straordinario per la Ricostruzione, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, ENAC e Aeroporto di Genova S.p.A. L’intervento relativo al terminal passeggeri prevede infatti la realizzazione di un nuovo fabbricato di circa 5.500 metri quadri, su tre livelli, e il restyling dell’edificio esistente, con particolare riferimento all’area accettazione e imbarchi. Il progetto comprende anche la realizzazione di un nuovo impianto di smistamento bagagli e la preventiva predisposizione dei sottoservizi. I primi lavori propedeutici prenderanno il via entro il 2019. Il progetto nel suo complesso sarà completato entro 36 mesi e consentirà di offrire ai passeggeri in partenza dal “Cristoforo Colombo” un’esperienza completamente rinnovata, grazie al raddoppio dei varchi dei controlli di sicurezza e all’apertura di nuove zone commerciali e di ristorazione. Gli investimenti previsti dal Programma Straordinario adottato dal Commissario per la ricostruzione riguarderanno anche la realizzazione del sistema di collegamento tramite cabinovia tra il terminal passeggeri e la nuova stazione ferroviaria di Erzelli/Aeroporto, così come la ricostruzione del viadotto di accesso all’aeroporto, e saranno oggetto di altre, prossime, specifiche Convenzioni.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
30 mag 2019

PORTO LA SPEZIA | Si parte per l’ampliamento Molo Garibaldi

di mobilita

La Presidente dell’AdSP Carla Roncallo e la legale rappresentante di LSCT-Gruppo Contship Italia, Cecilia Battistello, hanno firmato questa mattina l’atto che dà il via all’ampliamento del Molo Garibaldi lato est, opera prevista negli atti della concessione a LSCT sottoscritta nel 2015. Con questo atto, AdSP mette sostanzialmente a disposizione del concessionario lo specchio acqueo dove verranno realizzati i lavori, ma lo stesso atto prevede anche le tempistiche conseguenti per l’effettivo avvio della gara, sulla base di un progetto esecutivo già disponibile, che ha conseguito tutte le autorizzazioni necessarie e che consentirà di realizzare questo ampliamento di importanza fondamentale per lo sviluppo delle attività terminalistiche. L’ampliamento del molo Garibaldi, unitamente al riempimento degli spazi della Marina del Canaletto, intervento sul quale da domani si inizierà a lavorare per gli approfondimenti progettuali necessari, consentirà al porto Di La Spezia di disporre di nuovi spazi, che permetteranno di operare circa 2,5 milioni di contenitori; in parallelo l’AdSP sta lavorando al completo riassetto dell’infrastruttura ferroviaria, grazie alla quale si riuscirà a movimentare la merce prevalentemente su ferro. “E’ un giorno importante per il nostro porto, perché conferma l’assoluto interesse da parte di un gruppo importante come Contship ad investire ingenti risorse sul nostro scalo, a dispetto di chi scommetteva sul contrario” ha dichiarato la presidente della AdSp Carla Roncallo. “Gli effetti di questa conferma avranno poi riflessi positivi anche per ciò che riguarda il futuro del comparto crocieristico e del water front cittadino, visto che una volta realizzato l’ampliamento del molo Garibaldi potrà essere liberata la calata Paita e potrà quindi si potrà procedere con la realizzazione del nuovo Molo Crociere”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 mag 2019

FIRENZE | Da lunedì 13 maggio scatta l’ampliamento della Zcs 5

di mobilita

Lunedì 13 maggio entra in vigore la Zcs 5 allargata nell’area di via Ragazzi del ’99. In dettaglio si tratta di via Reginaldo Giuliani (tra via dello Steccuto e via Ragazzi del ’99), via Corsi, via delle Panche (tra via dello Steccuto al fronte di via Ragazzi del ’99), via Zucchi e via Ragazzi del ’99. Per agevolare la sosta sono stati predisposti anche alcune modifiche di viabilità: il senso unico in via Corsi (da via delle Panche a  via Zucchi), in via Zucchi (da via Corsi a via ragazzi del ’99) e in via Ragazzi del ’99 (da via Zucchi a via delle Panche). Vi ricordiamo che nella ZCS 5 gli spazi a rotazione costeranno 1 euro la prima ora e 2 euro dalla seconda ora in poi. 

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
01 dic 2018

AEROPORTO ORIO AL SERIO | Aggiudicati i lavori relativi all’ampliamento dell’aerostazione Lotto 4A

di mobilita

SACBO comunica di aver proceduto all'aggiudicazione dei lavori relativi all’ampliamento dell’aerostazione Lotto 4A (lato est) all'Associazione Temporanea di Imprese formata dalla impresa Milesi geom. Sergio srl, che figura mandataria capogruppo, insieme a Isocell Precompressi SpA, Termotecnica Sebina Srl, Effeci Tecnoimpianti Srl. L’opera, per un valore a base d'asta di 16,09 milioni, oltre a 810mila di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso, è stata aggiudicata per l’importo complessivo di 14 milioni 410.877 euro. L’intervento, da concludersi in 450 giorni dal verbale di consegna lavori, riguarda l’insieme di opere civili e impiantistiche afferenti alla realizzazione del nuovo corpo di fabbrica che si svilupperà nella zona est dell’aerostazione esistente, in continuità sia al terminal passeggeri sia agli spazi destinati a ospitare il blocco BHS, il sistema per il controllo dei bagagli che successivamente sarà ampliato e adeguato alla normativa Standard 3, con installazione di macchine radiogene di ultima generazione. Oltre alla riqualificazione e all’ampliamento degli spazi disponibili, saranno realizzati due nuovi pontili, con contestuale aumento da 5 a 10 dei gate di imbarco in area extra-Schengen.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 ott 2018

FIRENZE | Il governo boccia l’ampliamento dell’aeroporto

di mobilita

Il governo giallo-verde boccia l'ampliamento dell'aeroporto di Firenze e il ministro Gian Marco Centinaio lo ribadisce in un'intervista rilasciata a Repubblica Firenze  in cui afferma:  “Non si farà, lo sviluppo non deve passare da un piano faraonico che non serve a nulla alla Toscana. Con molti meno soldi si potrebbe migliorare l’aeroporto di Firenze senza stravolgerlo”. “La pista non si farà – ha continuato il ministro Centinaio – da ministro ed ex operatore del turismo dico che Firenze, che ha un’enorme massa di turisti che andrebbe decongestionata, deve migliorare la qualità del suo scalo e non allungarlo, non ne ha bisogno. Far crescere Pisa è un’opportunità che si dà a tutta la Toscana, dal mare alla città. E poi diciamoci la verità: il tempo che ci vuole a raggiungere Firenze da Pisa è meno di quel che serve ad attraversare Milano”. Ti potrebbe interessare: AEROPORTO FIRENZE | Approvato il progetto di Master Plan dell’aeroporto con la previsione di nuova pista

Leggi tutto    Commenti 1