31 mag 2020

Franceschini: “Rilanciamo il turismo con l’alta Velocità in Sicilia e sull’Adriatica”


In un’intervista, rilasciata al Corriere della Sera, il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini ha enunciato la propria ricetta per rilanciare il turismo in Italia dopo il Covid-19.

Per il ministro occorrono tre priorita d’intervento:

  1. con il fondo strategico per il turismo previsto nel decreto Rilancio, su cui abbiamo già messo 150 milioni cui si aggiungeranno le risorse di Cassa depositi e prestiti, avviare una grande riqualificazione della nostra offerta alberghiera per alzare gli standard e puntare su un turismo internazionale di livello alto e con capacità di spesa».
  2. un piano di recupero e rilancio dei borghi. Quei luoghi bellissimi, e spesso abbandonati o trascurati, che si trovano a centinaia lungo la dorsale appenninica. Hotel diffusi, cammini, ciclabili, ferrovie storiche, cibo, natura, arte. Un modo di offrire turismo esperienziale, quella possibilità di vivere all’italiana che tutti nel mondo sognano
  3. infrastrutture, la più importante delle priorità. per il ministro Io penso a un grande investimento sulla mobilità. Non è possibile e giusto che l’alta velocità si fermi a Salerno. Sulla traccia di quello che la ministra De Micheli ha iniziato a fare, ora che le risorse ci sono bisogna avere il coraggio di immaginare due grandi scelte», e quindi, «l’alta velocità che arriva in Sicilia, fino a Catania e Palermo.  Il gap infrastrutturale nel nostro Paese non è solo tra Nord e Sud, ma anche tra Est e Ovest. Sul lato tirrenico alta velocità e grandi aeroporti, sul lato adriatico praticamente nulla. Da Pesaro a Termoli c’è una vecchia linea ferroviaria che danneggia 500 chilometri di costa passando a pochi metri dal mare. Proviamo a pensare a un’alta velocità spostata all’interno, a fianco dell’autostrada, che attraversi tutti gli aeroporti da Bari a Bologna e la vecchia linea che diventa la più lunga e incredibile ciclabile d’Europa sul mare, cucendo tra loro decine di località balneari.

 


alta velocitàfondo strategico per il turismoFranceschiniinfrastrutturerilancio dei borghi

2 commenti per “Franceschini: “Rilanciamo il turismo con l’alta Velocità in Sicilia e sull’Adriatica”
  • Cosimo Amoroso 4
    31 mag 2020 alle 13:33

    anche se sono del Sud se Franceschini & Company non approfittano di questa marea di soldi per fare RAPIDAMENTE alta velocità Torino Lione e tunnel del Brennero…. gli altri interventi pur necessari (Adriatica e Ponte sullo Stretto) sarebbero quasi delle scatole vuote a servizio del traffico italiano mentre se devono rendere devono essere inserite nel traffico europeo di merci e turisti

    • Luca Ricci 106
      31 mag 2020 alle 13:52

      Secondo me il miglioramento dell’infrastruttura dell’Adriatica ha un impatto immediato molto maggiore della Torino-Lione.. Oltre ad avere costi molto, molto minori.


Lascia un Commento