29 gen 2020

Martedì 25 febbraio debutta a Pistoia l’ETR 252 “Arlecchino”


Martedì 25 febbraio, durante la prima tappa del treno turistico a Pistoia, ci sarà finalmente il debutto dell’ETR 252 “Arlecchino”.

Nei giorni scorsi l’ETR 250 ha superato con successo la corsa prova lungo la linea Porrettana tra Pistoia e Pracchia sotto lo sguardo della gente incuriosita dal transito inaspettato di questo meraviglioso elettrotreno.

“Siamo estremamente soddisfatti dagli esiti della corsa prova – ha detto il Direttore Generale della Fondazione FS Luigi Cantamessa - l’Arlecchino è finalmente pronto per tornare sui binari d’Italia. Presenteremo ufficialmente questo rinato gioiello del Made in Italy nell’ambito di un grande evento a carattere nazionale”.

Gli elettrotreni ETR.250 rappresentavano la versione composta da soli 4 elementi del Settebello, di cui mantenevano l’impostazione tecnica di massima.

Vennero denominati Arlecchino e furono costruiti in 4 esemplari (ETR 251-254) in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960.

Ti potrebbero interessare:

Un commento per “Martedì 25 febbraio debutta a Pistoia l’ETR 252 “Arlecchino”
  • peppino1234 17
    23 feb 2020 alle 19:34

    Questi erano dei salotti sui binari………………lusso, eleganza, comodita’………….altro che i treni ETR di oggi………corrono di piu’, ma.…..l’arredamento interno e’ molto piu’ modesto anche in 1^ classe……………non parliamo poi dei viaggiatori……………all’epoca chi viaggiava su questi treni era in giacca e cravatta…………………..oggi…..meglio non parlare dei soggetti che si ritrovano su frecciarossa e italo……………..gente mal vestita, con tatuaggi ovunque, chiodi infissi ….capelli di colore blu o verde……………e ciliegina sulla torta …..valigioni enormi, ingombranti….che distuirbano…CHE SCHIFO DI EPOCA e CHE SCHIFO DI GENMTE…..


Lascia un Commento