19 mag 2017

Gli aerei del futuro verranno pilotati da robot?


Sareste in grado di volare su un aereo pilotato da robot?
E se ci fosse solo il pilota e il copilota fosse un robot?

Ecco cosa stanno sperimentando in America:

Il lavoro di Aurora Flight Sciences nell’ambito del programma ALAAS (Airborne Work In-Cockpit Automation System) di DARPA (DARPA) ha ulteriormente dimostrato le proprie capacità di volo automatizzate con diversi scenari di volo riusciti in un simulatore Boeing 737.

Questi risultati si basano sull’installazione e test di successo di Aurora su componenti ALIAS su un diamante DA42, Cessna 208 Caravan, UH-1 Iroquois e DHC-2 Beaver.

Il sistema di dimostrazione della tecnologia ALIAS di Aurora è stato progettato per funzionare come co-pilota in un aereo a due equipaggi, che consente di ridurre le operazioni di equipaggio, assicurando al contempo che le prestazioni degli aeromobili e il successo che le missioni siano mantenute o migliorate.

La visione pubblicata da DARPA per ALIAS è “un kit che può essere rimosso, che può promuovere l’aggiunta di alti livelli di automazione negli aeromobili esistenti, consentendo il funzionamento con equipaggio a bordo ridotto”.

La dimostrazione è avvenuta in un simulatore Boeing 737-800NG presso il Centro di Trasporto Nazionale dei Trasporti John A. Volpe di Massachusetts, Massachusetts, ALIAS ha testato la sua capacità di utilizzare l’attuale sistema di atterraggio di 737 per disporre in modo autonomo l’aereo in caso di incapacità del pilota.
Nella dimostrazione, ALIAS ha realizzato in tempo reale le procedure della cabina di pilotaggio DA42 e, supervisionato da un pilota di sicurezza a bordo, ha effettuato un atterraggio completamente automatizzato in un sito simulato a 3.000 piedi di altitudine.

“Dopo aver dimostrato con successo una varietà di aeromobili, ALIAS ha dimostrato le sue versatili capacità di volo automatizzate”, ha dichiarato John Wissler, Vice Presidente della Ricerca e Sviluppo di Aurora. “Mentre ci spostiamo verso il volo completamente automatizzato dal decollo al sbarco, possiamo affermare con certezza che abbiamo sviluppato un sistema di automazione che consente una riduzione significativa del carico di lavoro dell’equipaggio”.
La soluzione ALIAS di Aurora comprende l’utilizzo della visione di macchine in cabina, componenti robotici per l’azionamento dei comandi di volo, un’interfaccia utente avanzata basata su tablet, il riconoscimento e la sintesi vocale e un processo di acquisizione delle conoscenze che facilita la transizione del sistema di automazione ad un altro aereo.

Aurora sta lavorando anche su una versione del sistema senza attuazione robotica che invece mira a sostenere il pilota tracciando gli stati fisici, procedurali degli aerei, aumentando la sicurezza aggiornando attivamente la salute del pilota.

Buona visione:


aereiAirborne Work In-Cockpit Automation SystemALAASauroraAurora Flight Sciencesboeing 737Cessna 208 CaravanDA42DARPADHC-2 Beaverflightmobilita.orgUH-1 Iroquoisvolovolo automatico


Lascia un Commento