Articolo
28 set 2021

Volvo Buses, il nuovo telaio BZL Electric migliorerà la mobilità elettrica

di mobilita

Si allarga l'offerta di mobilità elettrica firmata Volvo Buses in tutto il mondo. Con il lancio del nuovo telaio Volvo BZL Electric, Volvo Buses si è trovato nella condizione di poter offrire una valida piattaforma per un trasporto pubblico sostenibile ed efficiente nelle città di tutto il mondo. "Siamo impegnati a guidare la trasformazione della nostra industria verso un futuro più sostenibile - ha affermato Anna Westerberg, Presidente di Volvo Buses - e con il lancio del nuovo Volvo BZL Electric, la nostra ambizione è quella di offrire i sistemi di autobus elettrici più sostenibili al mondo. Lo facciamo concentrandoci anche su sicurezza e affidabilità. Se la domanda globale di soluzioni di elettromobilità nel settore del trasporto pubblico è in aumento, Volvo Buses prevede anche un rapido aumento nei prossimi anni. "Con il nuovo Volvo BZL Electric - ha detto sempre Anna Westerberg - offriamo una piattaforma globale per trasporti pubblici puliti, silenziosi ed efficienti dal punto di vista energetico, per soddisfare la crescente domanda di importanti mercati pronti per il passaggio all'elettromobilità". Volvo Buses vanta anni di esperienza in soluzioni di elettromobilità grazie alla stretta collaborazione con operatori di tutto il mondo. Il nuovo Volvo BZL Electric è progettato per poter essere sviluppato ad uno o due piani, con molteplici soluzioni. "Il nuovo Volvo BZL Electric - ha spiegato Dan Pettersson, Head of International di Volvo Buses - si basa su tecnologie collaudate e di successo. Tutti i componenti del telaio e della trasmissione sono stati sviluppati e fabbricati da Volvo e per salvaguardare le qualità premium dei nostri autobus, collaboriamo con carrozzieri selezionati in tutto il mondo".

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
06 ott 2017

Volvo Trucks punta sul gas naturale

di mobilita

Volvo Trucks sta per lanciare veicoli pesanti conformi a Euro 6 alimentati a gas naturale liquido o a biogas. I nuovi mezzi pesanti offrono pari prestazioni, guidabilità e consumo di carburante dei modelli Volvo alimentati a diesel. Inoltre, in base al carburante impiegato, le emissioni di CO2 generate dai nuovi veicoli possono essere ridotte dal 20 al 100% rispetto a quelle dei veicoli diesel. I nuovi Volvo FH LNG e Volvo FM LNG sono disponibili nei modelli da 420 o 460 CV per attività di trasporto pesante regionali e di lungo raggio. "Grazie ai nostri nuovi veicoli alimentati a gas naturale liquido o a biogas, siamo in grado di offrire un'alternativa a basso impatto sul clima che soddisfa anche gli elevati requisiti di prestazioni, riduzione dei consumi di carburante e autonomia operativa. È proprio questa la combinazione richiesta dai nostri clienti per i trasporti regionali e di lungo raggio" afferma Lars Mårtensson, Direttore Ambiente e innovazione di Volvo Trucks. Piuttosto che un motore a ciclo Otto, la tradizionale soluzione per i veicoli a gas, il Volvo FH LNG e il Volvo FM LNG sono alimentati da motori a gas che impiegano la tecnologia a ciclo diesel. Ciò significa che optando per il gas si ottengono pari guidabilità, consumo di carburante e affidabilità. Il motore a gas da 460 CV di Volvo genera una coppia massima di 2.300 Nm, mentre il modello da 420 CV raggiunge i 2.100 Nm, ovvero le stesse coppie ottenute con i corrispondenti motori diesel. Inoltre, il consumo di carburante è simile a quello dei motori diesel Volvo, ma più basso del 15­-25% rispetto ai convenzionali motori a gas. Il carburante impiegato è gas naturale in forma di LNG (gas naturale liquefatto) o biogas (noto anche come bio-LNG), entrambi composti principalmente da metano. Impiegando il biogas, è possibile ridurre l'impatto climatico del 100%, mentre il gas naturale consente di ridurlo del 20%. Questi dati si riferiscono alle emissioni complessive (in inglese dette anche "tank-to-wheel") del veicolo durante l'utilizzo. Al fine di ampliare al massimo la percorrenza, i serbatoi vengono riempiti con LNG, conservato a una pressione di 4-10 bar e a una temperatura compresa tra -140 e -125 °C. Il modello più grande di serbatoio del carburante contiene LNG sufficiente per una percorrenza pari a 1.000 km. Il rifornimento richiede quasi lo stesso tempo che con il diesel. Durante la guida, il carburante viene riscaldato, pressurizzato e trasformato in gas prima di essere iniettato nel motore. Per accendere il gas, al momento dell'iniezione viene aggiunta una piccola quantità di diesel. Per ottenere una riduzione del 100% le emissioni di CO2, occorre sostituire il diesel fossile con HVO (oli vegetali idrogenati, Hydrogenated Vegetable Oils) e combinarlo con bio-LNG. Attualmente, Volvo Trucks sta collaborando con i fornitori di gas e i proprio clienti per sviluppare l'espansione delle infrastrutture di LNG in Europa. Tale sviluppo è supportato anche a livello politico da molti paesi e dall'UE. Anche il pacchetto di interventi della Commissione europea e degli stati membri, volto a garantire la fornitura energetica europea nel lungo termine, include una strategia per ampliare le infrastrutture di LNG. "Il gas naturale offre notevoli vantaggi a livello climatico, ha un prezzo competitivo in molti paesi e ve ne sono riserve sufficienti per giustificarne un utilizzo su grande scala. Grazie all'adozione sui veicoli LNG stiamo creando nuovi requisiti per i nostri clienti nell'ambito della riduzione del carburante e dei prezzi. Al contempo, ciò ci consente di ridurre notevolmente l'impatto ambientale delle loro attività con mezzi pesanti", spiega Lars Mårtensson. Le vendite dei modelli Volvo FM LNG e Volvo FH LNG inizieranno nella primavera del 2018. Dati su Volvo FM LNG e Volvo FH LNG Modelli disponibili: trattori (4x2, 6x2, 6x4) e carri (4x2, 6x2, 6x4) con peso totale massimo di 64 tonnellate per attività di trasporto regionale e di lungo raggio. Motore: Volvo G13C Euro 6. Motore common rail a 6 cilindri in linea da 13 litri; iniettori con ugelli per gas e diesel. Disponibile nei modelli da 420 CV/2.100 Nm e da 460 CV/2.300 Nm. Trasmissione: Volvo I-Shift. Serbatoi del carburante: Disponibile con 115 kg (275 l), 155 kg (375 l) o 205 kg (495 l) di LNG per una percorrenza massima di 1000km. Viene montato anche un piccolo serbatoio per diesel. Post-trattamento dei gas di scarico: SCR e filtro antiparticolato. Il Volvo FH LNG e il Volvo FM LNG rispondono all'omologazione unica europea (WVTA) e sono certificati conformemente allo standard europeo ECE R110.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
08 mar 2017

Volvo sperimenta camion pesante ibrido

di Fabio Nicolosi

Il costruttore svedese ha annunciato di avere equipaggiato il suo autoarticolato sperimentale Volvo Concept Truck con una trasmissione diesel-elettrica. La trazione ibrida diesel-elettrica è già venduta da alcuni costruttori nel segmento dei veicoli industriali da distribuzione medi, ma potrebbe avere un futuro anche nei trattori di linea. Volvo ha presentato il Volvo Concept Truck per la prima volta nel maggio del 2016. Ha ulteriormente sviluppato e perfezionato il veicolo in materia di aerodinamica, resistenza al rotolamento e riduzione del peso. Ma la nuova versione dispone anche di una catena cinematica ibrida, una delle prime di questo tipo in veicoli per trasporti pesanti utilizzati per applicazioni a lungo raggio. L'obiettivo della catena cinematica ibrida è recuperare energia nei tragitti in discesa su pendenze superiori all'1% o durante le frenate. L'energia recuperata viene immagazzinata nelle batterie del veicolo e utilizzata per alimentare il camion quando si trova in modalità elettrica su strade pianeggianti o in leggera salita. Per la catena cinematica ibrida, è stata sviluppata una speciale versione avanzata del sistema di supporto alla guida I-See di Volvo Trucks, che analizza la topografia dell'itinerario per stabilire se sia più economico ed efficiente utilizzare il motore diesel o quello elettrico e calcolare il tempo ottimale di utilizzo dell'energia recuperata. È stato stimato che, nei trasporti a lungo raggio, la catena cinematica ibrida consentirà di procedere con il motore a combustione spento per un massimo del 30% del tempo di guida. Questo permetterà di risparmiare il 5-10% di carburante, a seconda del tipo di veicolo e delle relative caratteristiche, oltre che del ciclo di guida. Consentirà inoltre di guidare in modalità completamente elettrica per 10 chilometri, permettendo al veicolo di operare a zero emissioni e rumorosità minima.

Leggi tutto    Commenti 0