Articolo
13 set 2018

REGIONE VALLE D’AOSTA | A breve la gara d’appalto per i lavori della nuova Aerostazione

di mobilita

L’Assessorato Opere pubbliche, territorio ed edilizia residenziale pubblica informa che l’iter amministrativo per la realizzazione dell’Aerostazione sta giungendo al termine e, a breve, sarà possibile procedere con la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori. "Siamo pronti a concludere l’iter amministrativo della conferenza dei servizi ai fini dell’avvio della gara d’appalto – dichiara l’Assessore Stefano Borrello. La speranza è di portare a termine questo iter nel 2018 per essere poi pronti nel 2019 per la consegna dei lavori. La Regione ha ereditato operativamente il dossier nel 2017 e da lì è partito il nuovo cronoprogramma per quanto riguarda la progettazione che è già stata affidata. Una progettazione che sta recependo, rispetto a quella che era l'originale ipotesi progettuale, le nuove esigenze emerse in sede di conferenza dei servizi". La realizzazione della nuova Aerostazione passeggeri, dei parcheggi auto, del piazzale aeromobili e viabilità era stata definita nel 2007 da un Accordo di Programma Quadro tra la Regione, l’ENAC e lo Stato. A seguito dell’appalto espletato da AVDA nel 2009, i lavori erano stati affidati alla Orion Costruzioni di Reggio Emilia, ma il 29 gennaio 2013, con uno stato di avanzamento lavori del 48 per cento, i lavori si sono interrotti a seguito dello scioglimento del contratto da parte dell’appaltatore, nell’ambito di una procedura di concordato preventivo. La Regione, che nel 2014 aveva deciso di sostituirsi a AVDA nel ruolo di soggetto attuatore, ha quindi stabilito, d’intesa con ENAC e con lo Stato, di completare l’opera, determinazione formalizzata nel febbraio del 2016 con la previsione di un unico lotto di lavori. Nel 2017 è stata quindi avviata la progettazione esecutiva, integrata, in sede di conferenza dei servizi, con alcune modifiche e integrazioni, recepite dai progettisti. A breve, quindi, sarà convocata una nuova conferenza dei servizi per l’ottenimento definitivo dei pareri e delle autorizzazioni necessarie per l’approvazione del progetto esecutivo. Successivamente saranno espletate le procedure di gara e la nuova Aerostazione, a servizio dell’Aeroporto Corrado Gex, dovrebbe entrare in funzione nel 2021, con un costo stimato di circa 8 milioni e 800 mila euro.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 set 2017

Circonvallazione nord-ovest di Merano, assegnati i lavori

di mobilita

L’associazione temporanea d’imprese composta da Cooperativa Muratori & Cementisti C.M.C. di Ravenna, Carron Bau Srl, Mair Josef & Co. KG, Di Vincenzo Dino & C. Spa, si è aggiudicata, con un’offerta di 100.030.816,20 euro (pari ad un ribasso del 2,5%), la gara d’appalto per la realizzazione del secondo lotto della circonvallazione nord ovest di Merano. "La realizzazione del secondo lotto della circonvallazione nord ovest di Merano rappresenterà un notevole miglioramento della mobilità e della qualità della vita della città in riva al Passirio", ha affermato il presidente della Provincia, Arno Kompatscher. Con l’aggiudicazione della gara d’appalto relativa al secondo lotto si può prevedere che i lavori per la realizzazione dell’opera potranno iniziare già entro il 2017 per concludersi secondo programma, dopo 5 anni e mezzo, nel 2023. "La costruzione del secondo lotto – secondo l’assessore provinciale alla mobilità, Florian Mussner – che avrà un costo complessivo di circa 161 milioni di euro, 112 dei quali legati alle opere edili, è il  maggiore progetto stradale intrapreso dalla Provincia di Bolzano nell’arco degli ultimi anni. Quest’opera rappresenterà un sensibile miglioramento del traffico nel secondo centro della provincia ed avrà ripercussioni positive naturalmente anche sull’economia ed il turismo in particolare”. Il 2° lotto della circonvallazione nord ovest di Merano rappresenta la prosecuzione del 1° lotto ultimato nell’autunno 2013. Allacciandosi alla galleria della MeBo presso la stazione ferroviaria di Merano, il 2° lotto prevede una galleria sotto via Goethe e Monte Zeno fino alla zona artigianale di Tirolo, dove è prevista una rotatoria con delle strade di collegamento in direzione Val Passiria, Tirolo e Maia Alta. Nel corso dei lavori è anche previsto il rinnovo e l’abbassamento del ponte sotto al Monte Zeno sopra il torrente Passirio. I lavori sono stati appaltati con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dove vengono valutati il prezzo e la qualità. Come criterio di qualità vengono valutati lo svolgimento dei lavori, le misure ambientali e l’organizzazione dell’impresa offerente.

Leggi tutto    Commenti 0