24 nov 2018

Alstom mette fuori produzione il Translohr


La francese Alstom, secondo alcuni giornali francesi, ha annunciato lo stop della produzione, entro il 31 dicembre, per il Translohr, un sistema di trasporto a guida vincolata su gomma, che non è mai riuscito ad imporsi sul mercato.

Attualmente il Translohr è utilizzato a Clermont-Ferrand, Medellin, Shanghai, Tianjin, Parigi e in Italia a Padova e a Mestre-Venezia.

La fine della produzione comporterà dei seri  problemi per i pezzi di ricambio visto che è un sistema coperto da brevetto.

Le città che hanno adottato questo sistema potrebbero quindi decidere di smantellare o sostituire il Translohr.

Venezia potrebbe resistere fino al 2035 grazie ad artigiani del territorio, che hanno cominciato a realizzare alcune parti dei vagoni e  alla “cannibalizzazione” di due mezzi in surplus.

Il problema si pone invece per la città di Padova che non ha la possibilità di attuare la “cannibalizzazione”, visto i mezzi contati.

A rischio ci  sarebbe anche la seconda linea Translohr padovana, che dalla stazione dovrebbe arrivare a Voltabarozzo, ma per il vicesindaco Arturo Lorenzoni la paventata chiusura della produzione non costituirebbe un problema, visto che si potrebbero utilizzare i mezzi di Latina realizzati alcuni anni fa e ancora oggi parcheggiati nella pista di Duppigheim, in Francia.

Gli stessi pezzi di ricambio, sempre secondo il vicesindaco, verrebbero prodotti dalla Ratp, l’azienda di trasporti parigina, che ha deciso di acquisirne la licenza per gestire in autonomia alcune parti di ricambio.

Per Lorenzoni non esiste quindi nessuna alternativa ai Translohr, visto che lo stesso finanziamento di 56 milioni del Ministero per la seconda linea è destinato solo ai mezzi a guida vincolata.

Ti potrebbero interessare:

 

 

 

 

alstomguida vincolatastop della produzionetranslohr


Lascia un Commento