16 set 2020

Boeing 737 MAX, varie volte gli ingegneri ne avevano messo in dubbio la sicurezza


House Transportation and Infrastructure Committee ha pubblicato un rapporto di 238 pagine sul Boeing 737 MAX  in cui vengono evidenziati i difetti del velivolo prima dei due tragici incidenti che ne hanno provocato il fermo lo scorso marzo.

Il rapporto del Congresso evidenzia che c’erano una serie di false attestazioni, cattiva gestione e scadenze affrettate. Secondo la Camera, questi fattori, insieme a problemi di cattiva comunicazione, hanno portato al mancato rilevamento dei difetti di progettazione che hanno portato agli incidenti del volo Lion Air 610 e del volo Ethiopian Airlines 302.

Secondo USA Today , la Camera riassume il rapporto del Congresso con quanto segue:

“La Boeing ha fallito nella progettazione e nello sviluppo del Max, e la Federal Aviation Agency ha fallito nella sua supervisione di Boeing e nella sua certificazione dell’aereo”.

Secondo quanto riferito, varie volte gli ingegneri avevano messo in dubbio la sicurezza del 737 MAX. Tuttavia, le loro richieste sono state respinte in quanto non importanti o fastidiose per il raggiungimento delle scadenze e il rispetto del budget.

Inoltre, gli incaricati di mantenere aggiornata la Federal Aviation Administration (FAA) non hanno informato il gruppo su questi su quanto avevano appresoi. Successivamente, l’aereo, nonostante le carenze progettuali,  è stato certificato come conforme e sicuro per iniziare le operazioni passeggeri.


Boeing 737 MaxFAA


Lascia un Commento