Articolo
26 feb 2018

Galleria del Monte Ceneri: completato l’armamento della canna est a opera di GCF

di Giulio Di Chiara

La galleria di base del monte Ceneri è un traforo ferroviario a due canne, della lunghezza di 15,4 km, in costruzione sotto il monte Ceneri, nel Canton Ticino, in Svizzera. Viene costruito nell'ambito del progetto AlpTransit e rappresenta la continuazione verso sud della galleria di base del San Gottardo. I lavori di costruzione sono iniziati il 2 giugno 2006. Riportiamo il comunicato dell'azienda circa il completamento dell'armamento ferroviario della Canna Est: Dopo poco meno di 7 mesi dall'avvio effettivo dei lavori di armamento ferroviario, venerdì 23 febbraio GCF ha completato l’installazione dei binari nei 15,4 chilometri della prima delle due canne della galleria, quella est, consegnandola all’impresa che ora si occuperà dei lavori previsti dal lotto energia. Macchinari innovativi, ideati e costruiti ad hoc per i lavori al Ceneri; nuove metodologie operative e tecniche d’intervento; procedure esecutive predisposte per superare le complessità logistiche della posa dei binari e delle fasi di getto del calcestruzzo in canna singola: sono tutti meccanismi che, opportunamente messi a registro, hanno contribuito a comporre al Ceneri una macchina operativa efficiente e ad alta resa produttiva. Un congegno a prova di cronometro svizzero che, anzi, dalle prime fasi di cantierizzazione, nell’autunno 2016 fino all’avvio dei lavori di armamento, a inizio estate 2017 ha saputo ottimizzare via via i tempi, tanto che la consegna della canna est ha anticipato di 20 giorni le incalzanti tabelle di marcia e la pianificazione serrata delle fasi esecutive. «La consegna anticipata della canna est – spiega Roberto Garilli, capo cantiere GCF – ci permetterà di concentrare le forze sui lavori in canna ovest. La posa dei binari è stata completata, la fase delicata di regolazione al decimo di millimetro dei binari ha ormai raggiunto i 2/3 della tratta e, per quanto riguarda il getto di calcestruzzo siamo ormai a metà galleria». Lo speciale agitatore di calcestruzzo MX08, ideato appositamente per il cantiere di armamento ferroviario del Ceneri e impiegato in coppia con i potenti portali GCF in grado di muoversi agevolmente in tunnel, ha fornito un assist importante per rispettare e, a tratti, superare la resa produttiva di 240 metri/giorno nonostante le condizioni di spazio estremamente ridotte e le difficoltà logistiche poste dall’ambiente di galleria a unico binario. Nel frattempo la squadra di GCF responsabile dell’armamento ferroviario ha avviato anche le operazioni di varo dei deviatoi: una fase importante, anche simbolicamente – collega la galleria del Ceneri al tracciato della Nuova Ferrovia Trans Alpina – e, dal punto di vista operativo, “spettacolare” date le dimensioni degli scambi che, più lunghi di un campo da calcio, sono prima assemblati in capannone e poi trasportati e installati nella loro sede definitiva. “A fine gennaio - spiega Raffaele Forcella, direttore operativo del cantiere svizzero – abbiamo provveduto ad installare il deviatoio W32 all’imbocco del portale Nord di Vigana: in pratica è all’esterno della canna est, su ballast, e la collega alla tratta che prosegue verso il Gottardo. Tra aprile e maggio sarà la volta degli altri 2 deviatoi previsti, uno su cemento, l’altro su ballast, che completeranno il collegamento della galleria con il Gottardo e con la rete locale verso Locarno”. La consegna della canna ovest è prevista per giugno.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
25 ott 2017

Con Trenitalia ai mercatini di Natale svizzeri

di mobilita

Da Milano a Berna, Basilea, Lucerna, Losanna, Montreux e Zurigo a prezzi scontati per raggiungere in treno Eurocity i tradizionali Mercatini di Natale svizzeri. L’offerta Promo Mercatini anticipa l’atmosfera di festa e consente ai clienti Trenitalia di arrivare in Svizzera a costi particolarmente vantaggiosi: 25 euro in seconda classe, 45 euro in prima, utilizzando i collegamenti messi a disposizione dagli oltre 32 EuroCity giornalieri. Si riconferma anche quest’anno l’iniziativa frutto dell’accordo fra Trenitalia e le Ferrovie Federali Svizzere SBB, che permette l’acquisto di biglietti con la speciale offerta anche in formato digitale, per viaggiare dal 23 novembre al 20 dicembre 2017. La particolare agevolazione natalizia, a posti limitati, sarà disponibile su tutti i canali di vendita di Trenitalia dal 25 ottobre al 30 novembre e non prevede modifiche del titolo di viaggio acquistato. Informazioni di dettaglio sul sito web trenitalia.com.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 feb 2017

Italia e Svizzera sempre più vicine: abbattuto ultimo diaframma galleria Induno

di Fabio Nicolosi

E' stato abbattuto il 30 Gennaio l’ultimo diaframma della galleria di Induno del nuovo collegamento ferroviario Arcisate - Stabio (Svizzera), la cui attivazione commerciale avverrà a dicembre 2017. Presenti Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, e Roberto Maroni, Presidente di Regione Lombardia, accompagnati da Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana. Alla cerimonia hanno partecipato anche il Presidente della Provincia di Varese, Nicola Gunnar Vincenzi, e i sindaci di Induno Olona e Arcisate, Marco Cavallin e Angelo Pierobon. Proseguono intanto gli interventi per la realizzazione delle opere civili della futura sede ferroviaria: le due gallerie Induno e Bevera e le trincee in ambito urbano, il viadotto Bevera e le nuove stazioni di Induno Olona, Arcisate e Gaggiolo, quest’ultima nel comune di Cantello. Terminate le opere strutturali, i lavori procederanno con la posa dell’armamento ferroviario e del sistema di alimentazione elettrica dei treni e, nell’ultima fase, verranno realizzati gli impianti di sicurezza e segnalamento per la circolazione ferroviaria. L’abbattimento dell’ultimo diaframma della galleria Induno è un ulteriore passo verso il completamento del collegamento ferroviario. Realizzato scavando in parallelo lato Varese e lato Stabio, il tunnel (lungo 950 metri) è costituito da un tratto centrale realizzato in galleria naturale e da due tratti laterali realizzati in galleria artificiale. La galleria si sviluppa planimetricamente con un andamento in curva, ad una profondità di oltre 50 metri sotto la galleria ferroviaria della precedente linea ferroviaria, che sarà trasformata in pista ciclopedonale. La nuova linea Arcisate - Stabio, sviluppandosi principalmente in territorio italiano (oltre 8 km) fino al confine con la Svizzera, collegherà Varese con il Canton Ticino e Como. Il collegamento permetterà di raggiungere l’aeroporto internazionale di Milano Malpensa dalle città della Svizzera centrale e meridionale e connettere le direttrici del Sempione e del Gottardo grazie all’interscambio ferroviario di Gallarate. A regime, la nuova linea avrà una capacità di traffico di 8 treni passeggeri ogni ora (4 coppie) per i collegamenti Mendrisio - Varese, Lugano - Malpensa, Como - Varese (via Mendrisio) e Svizzera Occidentale - Svizzera Orientale (via Gallarate).

Leggi tutto    Commenti 0